Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mistero dell'Annunciata. Analisi e interpretazione del capolavoro di Antonello da Messina

Il mistero dell'Annunciata. Analisi e interpretazione del capolavoro di Antonello da Messina
titolo Il mistero dell'Annunciata. Analisi e interpretazione del capolavoro di Antonello da Messina
Autori , ,
Argomento Arti, cinema e spettacolo Storia dell'arte: stili artistici
Editore I Libri di Emil
Formato Libro: Copertina morbida
Pagine 179
Pubblicazione 04/2018
ISBN 9788866802648
 
18,00
L'equipe di studiosi e operatori culturali del "GruppoArte16" propone un volume sul "Mistero dell'Annunciata" che contiene le relazioni presentate nel 2015 presso la Sede del Consiglio dei Ministri, Palazzo Chigi in Roma, nelle quali si sconvolgono le prospettive d'analisi sul capolavoro di Antonello da Messina. I Laudari centro-italici confermano le diverse fasi dell'Annunciazione, dettando le scansioni e gli oggetti simbolici dello spettacolo sacro. Di conseguenza ogni pittore che abbia eseguito un'Annunciazione si è uniformato a tali "tassonomie" iconografiche. A causa dell'assenza di queste, si è però messo in dubbio che l'"Annunciata", con il suo ammaliante primo piano di una stupenda fanciulla, e niente altro, ritragga qualcosa che ha a che fare con l'Annunciazione; ma l'analisi accurata qui presentata è giunta alla conclusione che, invece, proprio dell'Annunciazione si tratta: la Vergine ormai ha superato ogni timore e si apre con disponibilità alle spiegazioni del messaggero divino, con il piglio schietto di una fanciulla del popolo. Se ciò è vero, l'angelo sarà di fronte alla Madonna, sarà ciò che lei guarda, ovvero lo spettatore. E sarà semi-inginocchiato poiché lo sguardo di lei è reclinante un po' di lato e verso il basso. Trovate le posizioni reciproche dei due protagonisti, il resto dello spazio sacro - la stanza della Vergine - sarà una conseguenza scaturita da quello sguardo. Tutto è però lasciato all'immaginazione dell'osservatore che - con più di un secolo d'anticipo sui labirinti della visione manieristi e barocchi - è costretto ad immaginare attorno a sé lo spazio mancante e gli oggetti tassonomici che lo animano di significati simbolici. Il p.p. dell'"Annunciata" è dunque il primo capolavoro in assoluto in cui si manifesta una concezione labirintica della pittura. Prefazione di Ilaria Borletti Buitoni.
 

Chi ha cercato questo ha cercato anche...

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento