Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

A perenne memoria. L'epigrafia italiana nell'Ottocento

A perenne memoria. L'epigrafia italiana nell'Ottocento
Titolo A perenne memoria. L'epigrafia italiana nell'Ottocento
Autore
Collana Temi e testi, 98
Editore Storia e Letteratura
Formato
libro Libro
Pagine 176
Pubblicazione 01/2012
ISBN 9788863723755
 
27,00
 
0 copie in libreria
Ordinabile
L'uso commemorativo e celebrativo delle iscrizioni in lingua italiana si è imposto nel corso dell'Ottocento sulla tradizione umanistica delle epigrafi latine. Il secolo borghese ha coltivato l'impiego sociale dell'epigrafia attraverso le lapidi sepolcrali e da un certo momento in poi ne ha indirizzato l'utilizzo in senso politico e patriottico con le scritture esposte nelle città. Che questo modello, proveniente dalla Francia rivoluzionaria e napoleonica, abbia contribuito nel tempo dell'Italia unita alla travagliata costruzione dell'identità nazionale è facile da documentare. Ma prima ancora, negli anni della lotta per la definizione stessa della patria, la dettatura, la raccolta e la pubblicazione di interi volumi di epigrafi italiane, da parte di autori noti e meno noti della nostra letteratura, hanno alimentato e sostenuto il processo risorgimentale in una misura che merita considerazione.
 

Libri dello stesso autore

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.