Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Ritornare in sé. L'interiorità smarrita e l'infinita distrazione

Ritornare in sé. L'interiorità smarrita e l'infinita distrazione
Titolo Ritornare in sé. L'interiorità smarrita e l'infinita distrazione
Autore
Collana Biblioteca Aragno
Editore Aragno
Formato
libro Libro
Pagine 196
Pubblicazione 01/2022
ISBN 9788893801713
 
20,00
 
0 copie in libreria
I processi di esteriorizzazione cui siamo soggetti oggi hanno la forma di un richiamo irresistibile. Qualcosa pretende sempre la nostra attenzione, interrompendone la continuità e deviandola incessantemente su richiami ogni volta diversi. Il risultato è un perenne essere fuori di sé. Ma che esistenza è quella dove il mondo interno proprio di ognuno di noi risulta risucchiato in modo così insistente dal mondo esterno, quasi a farne l'unica preoccupazione della vita? È una esistenza in cui l'esperienza di sé collassa in una esteriorizzazione che aggiorna ulteriormente, dopo Feuerbach e Marx, il concetto hegeliano dell'estraniazione: manchiamo l'appuntamento con noi stessi. Le lezioni per un riequilibrio tra interiorità e esteriorità non mancano certo, e alcune di queste grandi lezioni (Socrate, Goethe, Dostoevskij, Buber, Proust, il pianismo di Glenn Gould) sono qui convocate molto liberamente per cercare di definire un sentimento dell'interiorità capace di proteggere l'io dalla normatività del mondo e di proteggere il mondo dal narcisismo dell'io.
 

Libri dello stesso autore

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.