Il tuo browser non supporta JavaScript!

RUBBETTINO: Quaderni di Novae Terrae

Scuola in Italia: problemi e prospettive

Bruno Bordignon

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2008

pagine: 155

La scuola in Italia (novembre 2007) presenta una situazione molto confusa, con il rischio di un autentico degrado. Tre sembrano gli ordini di problematiche da affrontare per comprendere cosa sta avvenendo e avanzare prospettive di soluzione: il rapporto tra istruzione e formazione professionale; libertà delle scuole e scuole di Stato; la formazione dei docenti delle scuole secondarie. Il sistema scolastico italiano è un sistema bloccato; le riforme, quando ci sono, non incidono nei processi concreti di insegnamento e di apprendimento. Le scuole, a cominciare da quelle di Stato, non potranno essere libere senza l'introduzione di linee di competizione. E finché le scuole di Stato non saranno libere, neppure le scuole promosse e mantenute da altri enti e da privati saranno libere.
10,00

La «via aurea» del cattolicesimo liberale

Dario Antiseri

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2007

pagine: 59

6,00

Il traffico dei diritti insaziabili

Libro: Copertina rigida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2008

pagine: 218

Il sogno dei diritti dell'uomo universali, fondato sul concetto di dignità e realizzato grazie al sangue dei martiri per la libertà, rischia oggi di rimanere in balia di processi che sfuggono alle procedure tradizionali del consenso democratico. Potenti lobby tentano di catturare, spesso in modo non trasparente, il prestigio del progetto dei diritti universali agendo su siti di produzione off shore - corti e sedi internazionali - per condizionare dall'alto gli ordinamenti nazionali. Si sviluppa un ambiguo traffico di diritti insaziabili, dove ogni gruppo lotta per trasformare in diritto la propria aspettativa, senza preoccuparsi di minare, con questo, le condizioni di una effettiva libertà. Di fronte alla moltiplicazione dei diritti, anche i più controversi sul piano sociale, occorre recuperare una dimensione di ragionevolezza, un processo di argomentazione sensibile alla verità (Habermas), per ristabilire le virtù e la promessa dei diritti umani.
12,00

La sfida infrastrutturale

Anna Gervasoni

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2008

pagine: 59

È un fatto noto che le infrastrutture di trasporto ricoprono un ruolo decisivo nella competitività dei paesi caratterizzati da moderne economie di mercato. Il loro contributo alla crescita economica, alla riallocazione delle risorse e delle attività produttive è l'evidenza stessa della loro utilità economica, oltre che sociale. Il potenziamento delle reti infrastrutturali crea condizioni operative migliori per le imprese e per i cittadini, sia favorendo l'abbattimento dei costi di trasporto, sia creando maggiore certezza nei tempi di movimentazione e aumentando, a livello generale, il grado di competitività del sistema economico. In tale contesto, con l'obiettivo di incrementare l'accessibilità territoriale e la dotazione infrastrutturale del Paese, e al fine di rilanciare la competitività del nostro sistema economico, è opportuno realizzare o potenziare le infrastrutture dì trasporto lineari, cioè le reti TEN che costituiscono i grandi Corridoi europei multimodali ferro-gomma e puntuali come, ad esempio, le piattaforme aeroportuali e portuali, i centri logistici e intermodali.
5,00

Sanità

Mario Timio

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2008

pagine: 123

Della sanità tutti ne parlano, tutti denunciano, tutti argomentano, pochi propongono. I mass media amano mettere in risalto episodi della cosiddetta "malasanità", tra la considerazione del nostro Sistema Sanitario Nazionale (tra i migliori in Europa) e la percezione della qualità assistenziale (tra le peggiori nel nostro continente). A che cosa è dovuta questa discrepanza? L'autore identifica le disfunzioni e le sintetizza nei "sette vizi capitali della sanità". Il libro rappresenta un'agenda di iniziative volte a fornire una medicina amica dell'uomo che, sul modello del buono sanità, sappia: considerare i valori della dignità di ogni persona, porre la centralità del cittadino e delle famiglie al vertice di ogni iniziativa assistenziale, favorire il primato della responsabilità, potenziare la solidarietà, valorizzare le strutture territoriali per una reale integrazione delle attività di programmazione alla salute, alla prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione. Infine, ma non per ultimo, si sollecita una sanità in grado di tutelare la vita umana dal concepimento alla fine naturale.
9,00

L'evoluzione giuridica del settore elettrico

Francesco Prato

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2007

pagine: 65

L'opera ripercorre brevemente l'evoluzione giuridica del settore elettrico a partire dalla direttiva 96/92/CE fino alla legge 3 agosto 2007, n. 125, trattando le tappe normative più significative, sia a livello nazionale che europeo. L'Autore si sofferma poi sulle cause che, ad oggi, rendono ancora incompiuto il processo di liberalizzazione del settore e sulle azioni che conseguentemente è necessario intraprendere, ivi compresa la necessità di informazione degli utenti, perché "nessuna riforma si realizza se la gente non la capisce; almeno il pubblico più colto e attento, ma anche per quel pubblico occorre un flusso di informazioni e spiegazioni molto maggiore di quello che è oggi disponibile. Ne va della democrazia".
6,00

La nuova responsabilità ambientale. Profili di diritto comunitario e interno

Dario Davanzo

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2007

pagine: 54

La Direttiva 2004/35 CE, punto di arrivo della disciplina comunitaria sulla prevenzione e riparazione del danno all'ambiente, non è "leggibile" se non risalendo indietro al lungo itinerario di proposte, atti e convenzioni che hanno costellato quasi un ventennio di produzione normativa comunitaria in materia di responsabilità ambientale, primi fra tutti i Trattati delle Comunità Europee. L'ambizioso obiettivo che ci si è posti con queste brevi note è quello di ripercorre questo cammino fino all'adozione, in Italia, del Decreto Legislativo 152/2006, per identificare i pregi e le contraddizioni di un sistema di tutela dell'ambiente basato sulla responsabilità civile. Delineando il quadro di riferimento della futura disciplina della responsabilità per danni all'ambiente in Europa, si cercherà, insieme al lettore, di comprendere se le scelte compiute dal legislatore comunitario e nazionale abbiano dato concretizzazione al principio "chi inquina paga" e siano riuscite a definire una nuova disciplina relativa alla responsabilità ambientale.
6,00

La vera verità sulle pensioni

Giovanni Palladino

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2007

pagine: 43

Il problema delle pensioni è all'attenzione dell'opinione pubblica da almeno 15 anni, cioè da quando è iniziato il percorso restrittivo di riforma del sistema previdenziale italiano. Ma dopo il varo di ben cinque riforme, il sistema è ancora troppo pesante per le casse dello Stato, pur fornendo prestazioni non adeguate - ossia "leggere" - per la maggioranza dei pensionati. In effetti il welfare state sta dando poco a tanti e tanto a pochi per una serie di gravi errori di politica economica e sociale commessi tra la fine degli anni 60 e la fine degli anni 80. Domani lo Stato assicuratore darà poco a tutti. L'autore spiega con chiarezza come si è arrivati alla crisi del sistema e individua i responsabili di tanta imprevidenza. La "vera verità" è che un grave deficit di cultura in questa delicata materia ha portato il mondo politico e sindacale a "massacrare" la finanza pubblica e a rendere incerto il futuro pensionistico dei giovani. Sono pertanto necessarie ulteriori misure correttive e compensative per evitare che questi paghino domani un prezzo troppo alto per la pessima gestione della previdenza sociale fatta in passato. Fra le misure compensative, secondo l'autore, è fondamentale una coraggiosa politica di incentivi fiscali per favorire lo sviluppo della previdenza privata integrativa. Tale sviluppo dovrà essere accompagnato da una "rivoluzione" culturale, che metta al bando una certa demagogia populista per dare più spazio all'iniziativa e al senso di responsabilità delle persone.
6,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento