Il tuo browser non supporta JavaScript!

PELLEGRINI: Fuori collana

La libertà dell'arbitrio. Da Platone, a Dante fino a Evola attraverso la scienza dello yoga

Giovanni Fulci

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 304

Ogni singolo istante di ogni giorno compiamo delle scelte, facili o difficili, importanti o banali, ponderate o istintive. Possiamo dire con certezza che siano scelte libere? Almeno per la maggior parte di quelle scelte, la risposta che ci sorge immediatamente sarà sicuramente affermativa. Tuttavia, se ci fermassimo per un momento, se ci sedessimo in una posizione comoda cercando di mantenere un respiro lento e controllato, ecco che, forse, ripercorrendo le nostre scelte quotidiane, comincerebbe a sorgere in noi il dubbio che ci sia sempre stato un qualcosa di indefinito e sconosciuto che, inconsapevolmente, ci ha spinto verso quella scelta. A volte questo qualcosa riusciremo a identificarlo come un pregiudizio, un gusto, un istinto, una passione, un desiderio, altre volte non riusciremo a identificare questo qualcosa con chiarezza, tuttavia, continueremo ad avere la persistente sensazione di una causa che è in noi ma che, al contempo, è esterna a noi. Ecco che un interrogativo ancora più grande, forse quasi terrifico, potrebbe emergere: siamo veramente liberi? Siamo veramente noi la causa prima del nostro agire o siamo vittime di una causazione che ci usa come tramiti?
16,00

Confessioni di un gran maestro

Francesco Kostner, Ettore Loizzo

Libro

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

Ettore Loizzo è stato Gran Maestro aggiunto del GOI, durante la seconda Gran Maestranza di Armando Corona. "Un massone a tutto tondo", lo definisce Stefano Bisi, attuale Gran Maestro della più importante e numerosa Comunione massonica italiana, presentando il libro-intervista che Loizzo ha scritto con il giornalista Francesco Kostner. Una testimonianza che mette in luce "le mille sfaccettature di un pensiero per tanti aspetti più attuale e fresco che mai": il lascito di un massone che ha scritto "una delle pagine belle della storia del Grande Oriente d'Italia". L'esperienza di Loizzo è intrisa di amore per l'Istituzione in cui ha militato sessantasei anni, ma anche di coraggio e determinazione. Qualità che dimostrò in molte circostanze, in modo particolare agli inizi degli anni '90, dopo le dimissioni del Gran Maestro Giuliano Di Bernardo e l'inchiesta del procuratore di Palmi Agostino Cordova, guidando il GOI fuori dalla tempesta che l'aveva travolto. Un libro ricco di aneddoti e rivelazioni dal quale traspare lo spessore culturale di un indiscusso protagonista della Massoneria italiana.
15,00

Dante. Raggio divino

Pierfranco Bruni

Libro

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 222

Il viaggio è una metafisica della crisi nel tempo in cui i simboli si leggono come archetipi e segni di una profonda spiritualità. Dante Alighieri è uno scendere nella Luce dopo l'innalzamento nella Notte. Il mosaico onirico è un Raggio Divino. Trasforma gli dei in santità. La salvezza è un Cantico dei Cantici. Ma l'incipit resta segnato dal velo e dallo specchio di Beatrice. Gli occhi, lo sguardo, le pause, l'urlo del silenzio sono il vero attraversare la disperazione, l'agonia pianeggiante e il rallegrar il cielo stellato con il chiarore che filtra oltre la foresta. Tutto il resto è contorno. Dante oltre o Dante altro. Non il consueto. Segna la crisi della metafisica occidentale recuperando gli Orienti della divinità dei raggi danzanti. In Pierfranco Bruni Dante non è teologia.
16,00

La Calabria delle meraviglie tra miti e leggende

Arcangelo Badolati

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 256

La Calabria è la terra delle meraviglie. Ricca di città sepolte, miti omerici e grandi siti archeologici. Patria di legislatori, architetti, poeti, condottieri e atleti dell'antichità. Terra di Papi dimenticati, di Santi ed eremiti, di greci e bizantini.
16,00

Nutrire le ombre. Storici e metodologia della storia nel Novecento

Saverio Di Bella, Placido Currò

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 152

Continuità e rotture, in fondo, orientano interamente la costituzione del concetto di storia. L'insistere degli anni modifica, in superficie o in concreto, o anche integra o supera le tante raffigurazioni sistemiche della storia, e questa, appunto «figlia del suo tempo», per linee ininterrotte, assume su di sé «l'inquietudine che pesa sui nostri cuori e sulle nostre menti; e se i suoi metodi, i suoi programmi, le sue risposte di ieri più stringenti e sicure, se i suoi concetti vacillano [...], ciò avviene sotto il peso delle nostre riflessioni, del nostro lavoro, e più ancora delle nostre esperienze vissute» (Braudel). Lo storico, del resto, non è colui che sa, è colui che cerca. Perché ha bisogno di capire, di raccontare, di apprendere, di trasmettere e arricchire le metodologie che consentono all'uomo di fare tesoro delle sfide superate del passato, aiutandolo ad affrontare le sfide del presente e le sfide del futuro. Con la consapevolezza che il sapere è circolare, che scienze umane e scienze esatte costituiscono un unicum che la storia può rendere patrimonio di tutti.
18,00

Fata Morgana. Quadrimestrale di cinema e visioni

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 245

"Fata Morgana" nasce per iniziativa di un gruppo di docenti, studiosi e critici che lavorano presso il Corso di laurea in DAMS dell'Università della Calabria, e al contempo coinvolge figure di filosofi, estetologi e artisti che riflettono sul rapporto fra immagine e pensiero, cinema e filosofia. Il progetto a carattere fortemente monografico intende indagare, attraverso il cinema e le forme audiovisive, i nodi problematici della contemporaneità. "Fata Morgana" propone un percorso non settoriale ma aperto, in cui gli strumenti dell'analisi del cinema si intersecano in profondità con riflessioni provenienti da altri campi del sapere, al fine di indagarne le dinamiche concettuali. La rivista, attraverso il contributo di studiosi di diversa provenienza disciplinare, propone il cinema come strumento di indagine, rifrazione e sguardo particolare con cui attraversare i temi che di volta in volta costituiranno il percorso monografico del numero.
18,00

Con il segno più nonostante tutto

Antonella Papaleo

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 80

"L'idea di scrivere questo libro? Nasce dal fatto che desidero far capire agli altri che nonostante le vicissitudini della vita è importante pensare positivo. Se si riesce con questo intento tutto ciò che succede, le cose negative che possiamo incontrare lungo il percorso della nostra vita, possono essere affrontate più facilmente trovando le giuste soluzioni. E anche se qualcosa non si può risolvere, chi pensa positivo ha lo spirito giusto per andare avanti nonostante le avversità. Dobbiamo pensare, infatti, che il mondo e chi lo abita avrà sempre problemi e sfide da affrontare. Ecco: pensare positivo significa appunto pensare che dietro ogni esperienza si nasconde sempre qualcosa di bello."
10,00

Nuovi studi pirandelliani

Mirella Salvaggio

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 48

In questa "Presentazione" l'agrigentina Mirella Salvaggio dimostra che la Poetessa di Lesbo ("Saffo" è nome d'arte), erroneamente ritenuta autrice di poesie liriche (cantate sulla lira), è l'omerica attrice "Ignota" (l'"Io" non biografico, non rappresentativo e paradigmatico) del teatro greco all'aperto (Teatro d'Arte): l'Opera-Giornata Trinacria (piramide-montagna = Olimpo-Calvario) dell'invisibile Drammaturgo-Sole Castore-Socrate (Crise-Cristo Anér) che cerca se stesso nell'armonia- anima aria aperta (tragedia) albaurora-rosa (pasqua).
10,00

Lo zio americano e altre storie

Massimo Veltri

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 240

"Nello scrivere di Veltri emerge soprattutto la premura del comunicatore, ovvero colui che non dice e basta ma che informa, interpreta, ridefinisce e promuove una conoscenza nuova rispetto al passato, una conoscenza imperniata su una storia personale di impegno civile e politico, con una voce critica verso le dinamiche sociali di questa regione. La persona diventa scrittore contestualizzato e reso vivo attraverso la narrazione di sé e al flusso spontaneo dei ricordi, ma è nello stile di scrittura volutamente diaristico e non colto che troviamo lo strumento dialogante più significativo, perché è in questo scrivere per tutti che possiamo ritrovare le tracce di un pensiero autenticamente democratico e liberale. Un ricordare e raccontare al servizio della comunità, che si adopera per la comunità e per aprire a tutti le porte di un ragionare più libero e dialogante. Con questo tipo di scrittura si può dire che Veltri ha ottenuto il suo scopo: superare nel racconto lo scorrere del tempo, trasformando la successione degli eventi in un luogo simultaneo e concreto entro il quale ritroviamo la freschezza delle parole, l'immediatezza delle emozioni..."
16,00

Cosentini in bianco e nero 3

Rino Amato

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 374

«Cos'è una città se non un intreccio di vie e di pensieri, di piazze scosse dallo scalpiccio affrettato del mattino, di marciapiedi nuovi o logorati dal tempo, di voci di venditori ambulanti. È il fruttivendolo di una volta, quello che sorride di fronte alla sua merce, lo strillone di giornali con la sua trombetta, il vetturino con la carrozzella, il meccanico di fronte alla Fiat 500 da riparare, è la culla dei ricordi. Cosenza è questo e qualcosa di più. È l'alba sul duomo, sul castello normanno svevo, sui due fiumi, sui pendolari alla vecchia stazione in sala d'attesa: metafora pirandelliana dell'eterno passaggio, dell'incedere di una storia che lascia indietro tutti, senza dimenticare nessuno. Sì, perché dietro alle foto raccolte da Rino Amato nei due volumi "Cosentini in Bianco e Nero 3 - i luoghi, gli uomini e le cose" c'è molto di più. Ci sono uomini che grazie a una "messa a fuoco", ci fanno rivivere istanti eccezionali e grandi emozioni, ma anche spaccati di vita e momenti fondamentali della storia cittadina di quegli anni. Un libro da sfogliare come un album, oppure, un album da leggere come un libro, per le numerose immagini fotografiche capaci di ascoltare il battito ed il fremito, profondo e nascosto, che rivela la presenza di un cuore e di un'anima della città dove l'autore ha vissuto e vive, della quale è sempre innamorato. Nella sua città ha fermato attimi infiniti di poesia, dialoghi silenziosi di profonda umanità, ricercati con pazienza certosina per esprimere un'unica immagine dentro la quale riconoscersi. Raccontare Cosenza per mezzo delle fotografie ritrovate dopo anni di oblio risulta difficile e nel contempo stimolante, farlo in un momento in cui la città vive un travaglio arduo sotto il punto di vista economico e sociale, è sicuramente un modo per riappropriarsi di un presupposto favorevole, quello della bellezza e della meraviglia...» ( Dalla Prefazione di Michele Greco)
16,00

Numero 821. La memoria come dovere

Giovanni Bonofiglio

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 102

"La storia dell'internato militare italiano numero 821", è un'opera biografica volta a ricostruire una fase triste di un ragazzo che vive il periodo definito dalla storiografia come "totalitario". Angelo Bonofiglio, costretto a vivere come tanti ragazzi di quella generazione i tragici eventi della Seconda Guerra Mondiale.
13,00

Elogio dell'umorismo e filosofia di vita. Quando l'ironia di Dio deride la 'ndrangheta

Vincenzo Leonardo Manuli

Libro: Copertina morbida

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2021

pagine: 119

«Negli ultimi decenni è stato possibile registrare un crescente interesse per il fenomeno dell'umorismo, i cui riferimenti percorsuali restituiscono - grazie alla condivisione di esperienze scientifiche diverse - il tenore concettuale di una tematica che ha ormai istituzionalizzato un affascinante campo di studi. D'altra parte valori e norme condivise si rafforzano, nei contesti dove l'umorismo ingenerato assume una feconda consistenza, segnando confini e dichiarando appartenenze - non di meno distanziando problemi e orientando sull'essenziale - in un continuo e vivace rapporto di reciprocità e d'identità che spesso tende a migliorare taluni fattori di adattamento alla realtà. Un complesso quadro di riferimento, questo, che il teologo Vincenzo Leonardo Manuli esplora - con l'audacia dei consueti e organici affacci interdisciplinari - a partire dalla temporalità degli svolgimenti esistenziali più reconditi. (...) L'Autore, del resto, nel libero e responsabile dinamismo delle relazioni umane è a questa misura alta cui fa a più riprese riferimento, con lo slancio e il rigore del suo stile intellettuale e profetico, inteso come incessante ricerca e sviluppo di un'area di significati, capaci di leggere nella sorpresa del "Dio ridens" il valore di una facoltà cognitiva aperta allo stupore di un annuncio che passa dal coraggio della denuncia. (...) La teologia di Vincenzo Leonardo Manuli continua dunque a generare le problematizzanti sistematizzazioni di un pensare e di un agire dentro la realtà postmoderna - memore, a onor del vero non senza ironia, dei costi che tutto ciò comporta in termini di fatiche e incomprensioni - per attribuire un senso all'essere e all'esistenza della persona umana, nel segno di una solidarietà di fronte alla clamorosa tragicità dell'ingiustizia.» (Mimmo Petullà)
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento