Il tuo browser non supporta JavaScript!

Trasporti: argomenti d'interesse generale

MAC La Fondazione Gino Macaluso per l'auto storica

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2021

pagine: 252

«Il libro che vi presentiamo muove le sue coordinate tra passato e futuro, radici e progetti, e nasce dai fotogrammi della vita di un uomo, Gino Macaluso, di una famiglia e di selezionati amici che l'hanno accompagnato in questa avventura, come gli indimenticabili Vittorio Zanon, Gughi Zanon e Gregorio Rossi di Montelera. Negli anni ci hanno affiancati tanti altri amici, che ci hanno lasciato le testimonianze che troverete tra le pagine di questo libro. Il 27 ottobre 2018, dopo anni di preparazione, la famiglia di Gino (la sottoscritta insieme ai nostri ragazzi Stefano, Massimo, Anna e Margherita) ha costituito la Fondazione Gino Macaluso per l'Auto Storica, con sede a Torino. Gli anni che hanno preceduto la creazione della Fondazione ci hanno visti impegnati nella trasformazione degli spazi, da garage a incubatore culturale votato alla diffusione della storia che queste vetture rappresentano a livello internazionale. Abbiamo potuto constatare il reale interesse dei giovani per un patrimonio culturale nella cui creazione e mantenimento l'Italia ha avuto un ruolo fondamentale. Da questa consapevolezza si sviluppa il progetto di una Fondazione che possa dare perennità e portare avanti i valori del motorsport e del design, attraverso la straordinaria collezione di cui abbiamo l'onore di essere custodi...». (Monica Mailander Macaluso)
75,00

Vespa tutti i modelli

Giorgio Sarti

Libro: Copertina morbida

editore: Nada

anno edizione: 2020

pagine: 280

Il più completo e aggiornato catalogo mai realizzato sulla Vespa con tutti i modelli e le versioni prodotte dal 1946 ad oggi, elencate, anno dopo anno, attraverso una serie di schede illustrate da preziosi materiali d'archivio, oltre che da dettagliatissime schede tecniche. Una panoramica unica per completezza e ricchezza di dati, uno strumento di consultazione di particolare interesse per chi, ancora oggi, usa la Vespa, per i collezionisti e per tutti coloro che, semplicemente, hanno la Vespa nel cuore. Il celebre scooter nato a Pontedera nel Dopoguerra inaugurò una nuova era nella mobilità individuale, assumendo nel corso degli anni ruoli via via diversi: da mezzo per le gite fuoriporta a simbolo di aggregazione, da emblema della libertà a oggetto di design, da regina dei calendari a sportiva nelle competizioni; senza perdere di vista naturalmente la sua funzione primaria, quella di veicolo "cittadino" per eccellenza. Nel corso degli anni la Piaggio ha realizzato decine di modelli, da quelli prettamente utilitari a quelli più sportivi, per arrivare alla Vespa Elettrica di oggi.
28,00

Auto italiana. Passione stile cultura. Volume 2

AAVV

Libro: Copertina morbida

editore: Editoriale Domus

anno edizione: 2020

pagine: 192

Il magazine per le persone che amano il bello in tutte le sue forme: design, moda, buona tavola, turismo e, naturalmente, motori. Parla di storie, di automobili, di aziende, ma soprattutto, di persone. Di Italiani che con testa, cuore e talento rendono unico questo incredibile Paese. In questo numero: La nuova Lamborghini Sian, Valentino Rossi e la Ferrari 488 GT3, Paolo Nespoli, Milano-Cortina 2026, Maserati Granturismo, I quarantanni della Panda, La vera storia della Savio 2048, Il fotografo milanese Ronni Campana, Alta Sartoria in garage.
10,00

Automobili. Una storia completa

Simon Heptinstall

Libro

editore: Il Castello

anno edizione: 2020

pagine: 116

Con 50 modelli staccabili, contiene i pezzi per costruire 50 modelli 3D super eleganti e facili da realizzare. Saltate a bordo per un viaggio attraverso la storia con 50 automobili celebri, dal modello Ford del 1908 alla Rolls-Royce Wraith del 2013. La guida del collezionista descrive in modo dettagliato il ruolo di ogni vettura nella storia dell'automobilismo...
11,50

Manuale di riparazione e manutenzione moto e scooter. Volume 4

Marco Zacchetti

Libro: Copertina morbida

editore: Scuola Moto

anno edizione: 2020

pagine: 112

39,00

Fiat 500. L'utilitaria della libertà

Enrico Bo, Matteo Comoglio

Libro: Copertina rigida

editore: Asi Service

anno edizione: 2019

pagine: 216

35,00

Fiat Abarth 1000 monoalbero. Radiografia tecnica del motopropulsore

Gianfranco Bossù

Libro: Copertina rigida

editore: Asi Service

anno edizione: 2019

pagine: 512

25,00

Abarth. L'irresistibile fascino dello scorpione. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Artioli

anno edizione: 2019

pagine: 317

"Nel 2019 l'Abarth ha festeggiato il suo 70° compleanno. Questo volume ripercorre l'intera storia del marchio torinese, ora di proprietà di FCA Group, ma inevitabilmente lo spazio maggiore è riservato a Carlo Abarth, che lo ha creato e gestito fino al 1971, gli anni più eroici e affascinanti di una storia prodigiosa, ricca di avvenimenti che non finiscono di stupire. Carlo Abarth d'altronde è stato più di un costruttore di automobili: ha creato un mondo - si potrebbe definire un 'mito' - che ha fatto sognare per anni qualsiasi appassionato della velocità, sia quelli che puntavano ad acquistare un modello completo della piccola casa torinese, sia (ed erano molti di più) quelli che si accontentavano di qualche accessorio: una marmitta, un asse a camme, un volante o magari solo qualche fregio estetico, per illudersi di trasformare una comune utilitaria in una sportiva di rango. Certamente è difficile per le generazioni cresciute dopo gli anni '70 comprendere in pieno il 'fenomeno Abarth. Ormai qualsiasi moderna utilitaria, seppure modesta, ha maggior sprint rispetto alle più comuni Abarh di un tempo (per intenderci, quelle derivate dalle Fiat 500 e 600), ma in quell'epoca le prestazioni bisognava sudarsele, e il marchio dello 'Scorpione' faceva davvero miracoli. Per ottenere l'incredibile successo dell'Abarth, non sarebbe stato però sufficiente proporre dei particolari sportivi (le celebri 'cassette di trasformazione g, seppure di ottimo livello e frutto di progetti rigorosi. Tra gli anni '50 e '60 (con una 'coda' dei '70), le vetture 'elaborate hanno rappresentato un fenomeno diffuso. Nessuno però ha affrontato il settore con il rigore e la visuale industriale di Carlo Abarth, soprattutto arricchendolo con altre iniziative impegnative e costose, che hanno accresciuto a dismisura la fama della sua casa. Ricordiamo i record di durata affrontati sull'anello di velocità dell'Autodromo di Monza, alcuni dei quali prolungati per oltre una settimana, senza sosta. Oppure l'impegno nelle corse con vetture sempre più impegnative, dalle 'mitiche' berlinette ideate in collaborazione con il carrozziere Zagato alle Gran Turismo con motore 2000, fino alle biposto Sport, allestite con motori che spaziavano dai 700, fino ai 3000 cc. Nato a Vienna, quando ancora regnava l'imperatore Francesco Giuseppe, da madre austriaca e padre di Merano, Carlo Abarth si e inizialmente formato non distante da casa, in seguito a Lubiana negli anni della guerra e dal 1947 a Torino, quando è diventato l'uomo di collegamento tra la famiglia Porsche e il marchio 'Cisitalia' dell'industriale Piero Dusio. Differenze geografiche ed esperienze diverse che hanno contribuito a farne un protagonista di grande genio e personalità. Non si può definire diversamente chi ha creato dal nulla un marchio di spiccato successo, potendo inizialmente contare su una limitatissima disponibilità economica personale, 'arricchita' però da idee e progetti brillanti e inediti, che gli hanno consentito di creare una società con i rappresentanti della famiglia emiliana (divisa tra Finale Emilia e Bologna), degli Scagliarini. Armando Scagliarini aveva subito il fascino delle corse in seguito all'importante attività agonistica del figlio Guido, ma da buon latifondista agrario non si sarebbe fatto convincere da quel signore austriaco, se non avesse intuito quali risultati avrebbe in seguito raggiunto." (dalla presentazione)
55,00

Dallara. Dall'Emilia alla conquista del mondo. Ediz. italiana e inglese

Daniele Buzzonetti

Libro: Copertina rigida

editore: Artioli

anno edizione: 2019

pagine: 317

"L'ingegnere Giampaolo Dallara è ormai da molti anni una celebrità dell'Italia. Non si contano i successi delle automobili da corsa che escono dalla sede di Varano de' Melegari o dalla 'Dallara Compositi' di Collecchio, tra i quali, ben 19 vittorie alla 500 Miglia di Indianapolis: un primato assoluto. Altrettanto prestigiosi, gli incarichi per la progettazione e lo sviluppo di vetture, ricevuti da alcune tra le più celebri Case del mondo. Con una punta di diamante, rappresentata dall'impegno per la costruzione delle 'monoscocche' in fibra di carbonio per la Bugatti Chiron, la più esclusiva e tecnologica supercar, tra quelle attualmente in produzione. Un successo che parte dal lontano 1972, quando è stata fondata la Dallara Automobili, successiva di poco più di un decennio, alla prima esperienza lavorativa, affrontata alla Ferrari, dall'allora neo-laureato ingegnere di Varano. Esperienza, in seguito proseguita con Maserati, Lamborghini e De Tomaso, che all'epoca - assieme alla Casa di Maranello già al top - rappresentavano l'apice di quella attività, economica ma anche passionale, che ha portato alla definizione di 'Motor Valley' per una ben precisa zona dell'Emilia. Da molti anni, tra i più importati nomi della 'Motor Valley', rientra anche la Dallara, ancor più dopo la decisione di mettere in produzione un'auto da utilizzare nella normale circolazione, l'ormai famosa 'Stradale', proposta a partire dal 2017. Con programmi precisi e investendo sempre gran parte degli utili in tecnologia, la Dallara è diventata un'impresa importante, che conta su circa 700 dipendenti. Con l'attività svolta, la Dallara ha contribuito in modo straordinario allo sviluppo economico della Val di Ceno, dove è nata e dalla quale non si è mai allontanata, nonostante la distanza dai tradizionali centri nevralgici dell'economia industriale. Anzi, la Casa di Varano è stata fondamentale per la cresciuta del numero delle imprese nella zona, sorte in gran parte come fornitrici di particolari meccanici per la Dallara stessa. Un riconoscimento per l'opera di Giampaolo Dallara, che però, a tale proposito, la pensa in modo diametralmente opposto: è stata la Valle, con la sua gente operosa e disponibile, a favorire l'evoluzione e la crescita dell'azienda, grazie anche a una inspirata organizzazione sociale e industriale. Per sottolinearlo, l'ingegnere che a meno di trent'anni aveva stupito il mondo, progettando la Lamborghini Miura, ha creato la Dallara Academy, lascito personale, che ospita una mostra delle auto progettate dall'inizio a oggi, una serie di laboratori didattici per gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori e - soprattutto - la sede del 2° anno del corso di laurea magistrale in 'Racing car design'. Da dove usciranno gli ingegneri per la Dallara del futuro." (dalla presentazione)
55,00

Lamborghini. Dove perché chi quando cosa

Antonio Ghini

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2019

pagine: 224

Il libro ufficiale dedicato allo storico marchio italiano di automobili, fondato nel 1963 da Ferruccio Lamborghini a Sant'Agata Bolognese. Già dalle prime pagine il lettore è catturato dal linguaggio grafico del brand: i colori, i font, il Toro e la sua declinazione nel tempo, i loghi dei singoli modelli. L'italianità è sempre stata al centro della comunicazione come motivo di orgoglio. Il racconto della storia del brand fa capire - citando uomini, modelli e fatti - il percorso di un'avventura non sempre facile ma, certamente, sempre affrontata e risolta con quello "spirito vincente da terra emiliana" che ha guidato Lamborghini fino a oggi. Cuore del libro è il catalogo delle auto diviso per tipologia: dalle 12 Cilindri - l'orgoglio della vera voce dalla pianura Padana, quel sibilo unico del motore frazionato che si diffonde nella campagna durante i collaudi - alle V8 e V10 rivoluzione a inizio Millennio di un frazionamento inventato per la Formula, fino a Cheetah e Urus, una scommessa impossibile diventata la magnifica realtà dell'incontro tra la sportiva pura e l'auto per ogni situazione.
75,00

Lambretta. TV/LI. Terza serie. Storia, modelli e documenti

Vittorio Tessera

Libro: Copertina morbida

editore: Nada

anno edizione: 2019

pagine: 120

Un volume dedicato a un'autentica pietra miliare nella storia dello scooter Innocenti: "Scooterlinea 1962", una Lambretta del tutto rinnovata che fu protagonista del panorama scooteristico mondiale degli anni Sessanta. Tecnicamente denominata "terza serie", la nuova Lambretta nacque alla fine del 1961, inizialmente nelle due cilindrate 125 e 150 per poi completarsi con la 175 TV, nella primavera del 1962. Il terzo titolo della serie dedicata alle Lambretta più rappresentative (che include 'Lambretta Lui' e 'Lambretta TV/LI Prima serie'), celebra questo modello, caratterizzato da una carrozzeria filante e aggressiva, dotato del freno a disco anteriore e qualificato da una finitura di altissimo livello. Il volume, a firma di Vittorio Tessera, massimo esperto della storia Lambretta, passa in rassegna l'intera storia industriale, tecnica e di costume della Scooterlinea, avvalendosi di centinaia di immagini in bianco e a colori d'epoca del tutto inedite.
35,00

Senna inedito

Giorgio Piola, Roberto Boccafogli, Pino Allievi, Carlo Cavicchi, Carlos Sánchez

Libro: Copertina rigida

editore: Nada

anno edizione: 2019

pagine: 208

Sono trascorsi venticinque anni da quando, quel fatidico 1 maggio 1994, Ayrton Senna, una delle icone della Formula 1 di tutti i tempi, volò via - e per sempre - alla curva del Tamburello, a Imola, mentre era ancora una volta davanti a tutti con la sua Williams-Renault. Da allora, le pubblicazioni dedicate al "campionissimo" brasiliano si sono moltiplicate a dismisura, eppure, questo nuovo volume traccia un Senna realmente inedito, grazie alle quasi 250 immagini, per la maggior parte provenienti dall'archivio Franco Villani, ma anche attraverso la testimonianza di alcune prestigiose firme del giornalismo sportivo che hanno "davvero" conosciuto Ayrton, sui campi di gara e non solo. Un doveroso omaggio a un campione ma soprattutto a un uomo da non dimenticare.
40,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.