Psicologia

Come sviluppare i vostri poteri extrasensoriali
10,33
Come amare il bambino
17,56
Educazione all'amore. La nuova sessuologia
11,36
L'aura umana

L'aura umana

Joseph Ostrom

Libro

editore: Eco

pagine: 176

7,75
Nuovi orizzonti del pensiero positivo
6,71
Il potere dell'ipnosi
5,20
Comunicazione e conflitti di coppia
20,00
Vita imperfetta

Vita imperfetta

Furio Colombo

Libro

editore: Rizzoli

pagine: 250

L'imperfezione è un male? Se non posso fare cose perfette, non è meglio rinunciare? Eppure l'orizzonte si allarga, si vedono cose nuove che la cultura non aveva annunciato e la politica non aveva progettato. E' il paesaggio della vita imperfetta. E' una resa o è guardare le cose in un altro modo? Colombo si avventura nei territori disordinati della vita che molti definiscono post-moderna, postindustriale o "la vita dopo la fine della storia". Incontra nuovi protagonisti, nuovi modi di esistere, nuovi scenari, nuovi pericoli. La vita imperfetta è piena di rischi, di trappole, di posti di blocco, ma non è un sogno. Non è l'ostinazione a guardare indietro, a fingere di non sapere.
15,49
Storie di ordinaria resurrezione (e non). Fuori dalla depressione e altri «mali oscuri»

Storie di ordinaria resurrezione (e non). Fuori dalla depressione e altri «mali oscuri»

Serena Zoli

Libro

editore: Rizzoli

pagine: 406

A sei anni dalla pubblicazione del libro dedicato alla depressione, Serena Zoli si è proposta, con questo nuovo volume, di "scrivere un libro che alimenti la speranza, rinforzando il messaggio e le informazioni del precedente. Un libro che divulghi nuove più sottili informazioni su disturbi fino allora neanche sospettati dal grande pubblico". Senza trionfalismi, Serena Zoli racconta i casi più significativi che ha seguito in questi anni: la gioia delle voci guarite, i calvari tremendi che i pazienti hanno attraversato, gli inferni diversi da cui molti sono risaliti con le giuste cure.
16,53
La coscienza intelligente

La coscienza intelligente

Danah Zohar, Ian Marshall

Libro

editore: Sperling & Kupfer

pagine: 334

L'intelligenza spirituale, misurabile attraverso il QS, permette di unificare razionalità ed emotività, consentendo all'individuo di conoscersi meglio e di modificare le situazioni, collocando la propria esistenza in un contesto più vasto e significativo. Scientificamente provata, rapportata sia ai diversi tipi di personalità trattati in psicologia, sia alle teorie delle filosofie orientali è diversa dall'intelligenza razionale -QI- e da quella emotiva -QE-, con le quali peraltro interagisce complementandone e integrandone le attività. Per queste sue funzioni l'intelligenza spirituale è il più alto stadio di intelligenza.
15,24
Breve storia della psicoanalisi

Breve storia della psicoanalisi

Aldo Carotenuto

Libro

editore: Bompiani

Il termine "psicoanalisi" compare per la prima volta in uno scritto di Sigmund Freud nel 1896, e da allora definisce, secondo le correnti che sono discese dalla scuola freudiana, i differenti tipi di approccio allo studio della psiche umana e le varie pratiche di trattamento analitico che si sforzano di comprendere, portare a galla, correggere i disagi emotivi e comportamentali dell'uomo, le sue ansie e i suoi dolori. L'Io e il Sé, l'inconscio personale e collettivo, e tutti i simboli e archetipi della "psicologia del profondo", fanno ormai parte della cultura e del linguaggio di oggi. Questo volume costituisce una guida autorevole per apprendere quel che occorre conoscere di questa disciplina.
7,75
Le «ragioni» dell'aggressore. Elementi di psicologia

Le «ragioni» dell'aggressore. Elementi di psicologia

Daria D'Angelo

Libro: Copertina morbida

editore: Nuova Cultura

pagine: 100

La violenza ha da sempre occupato e occupa tutt'ora un ruolo centrale, sia nelle relazioni umane che nella costruzione/distruzione della stessa civiltà umana. Ed è altrettanto scontato oggi più di ieri, affermare che tale violenza non sembra essere il prodotto del libero arbitrio umano, ma che è insita nel suo animo. Sono queste posizioni che hanno da sempre acceso forti dibattiti, spesso dibattiti violenti tra filosofi, intellettuali, teologi della storia sin dalle origini del pensiero occidentale, ovvero, in Grecia, quando fecero la loro comparsa i cinici Diogene e Sinope. Sant'Agostino ha poi riaffermato con veemenza nelle sue Confessioni la natura essenzialmente peccaminosa dell'uomo, Hobbes riprende da Plauto la sentenza homo homini lupus che trova nel suo scritto più conosciuto, Il Leviatano, la più completa teorizzazione: l'uomo è intrinsecamente pericoloso per i suoi simili, dunque deve essere necessariamente governato con qualunque mezzo. Certi intellettuali dell'illuminismo ammettono la presenza di un'inestricabile violenza insita nell'uomo. La schiera di pensatori che vedono nella violenza e nella distruttività una parte della natura umana si infoltisce successivamente nel XIX secolo. Il testo prende in esame il comportamento aggressivo, offre una presentazione sistematica delle varie teorie al riguardo, adottando una prospettiva storica che dà conto della loro formazione e successiva trasformazione in tempi e contesti differenti. I capitoli successivi sono dedicati ai vari paradigmi interpretativi del comportamento aggressivo. Nell'ultimo capitolo il problema viene preso in considerazione dal punto di vista giuridico morale, prendendo in esame il principio della legittima difesa. Scopo di questo lavoro è stato dunque quello di dimostrare che esiste una forma di violenza insita in ogni essere umano di ogni società.