Il tuo browser non supporta JavaScript!

Narrativa moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Nel silenzio c'era il vento

Francesco Fadigati

Libro: Copertina morbida

editore: Bolis

anno edizione: 2022

Il chiostro del monastero di Astino è un rifugio per Emanuele, quarantasette anni e l'inferno alle spalle. Un rifugio di ombra, sole e quiete, dove ama passare il tempo a fissare l'intarsio delle pietre millenarie, il campanile incorniciato dai boschi della collina. È la sua muta, disperata preghiera. Un giorno incontra Giulia, che lavora al bookshop del monastero e che di quel luogo conosce tutto. Sarà lei a portarlo dentro una storia che lega l'antico monastero alla figura, grande e terribile, di Bartolomeo Colleoni. Così, attraverso il racconto, si incontrano le aspirazioni del grande condottiero e le ferite dell'uomo comune, i desideri piú sconfinati e le lacrime nascoste. Nel silenzio di Astino le parole di Giulia si intrecciano con il mormorio del vento: un dialogo intenso e misterioso fra passato e presente.
12,00

L'isola di Fimia

Antonino Riccobono

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 184

Un'opera insolita, nuova, quella in cui ci imbattiamo leggendo L'isola di Fimia. Ci conduce per mano uno scrittore raffinato che ci fa immergere nel mondo straordinario di una piccolissima isola che si staglia misteriosa. E l'autore sfodera con leggerezza le note di una storia personale che diventa Storia di tutti, di un angolo affascinante di una Sicilia ancora una volta metafora di percorsi nascosti nelle pieghe remote di una sicilianità che si fa cifra universale. Narratore è il nonno che racconta al figlio e ai nipoti, che vivono in Germania e sono venuti a trovarlo, storie, leggende e cunti. Ma anche fatti veri. Così il lettore può attingere a vicende, curiosità, particolari nascosti, un almanacco ricco e variegato, una passeggiata deliziosamente infarcita di aneddoti all'interno di una cornice storica, un cammino antropico intriso di folklore con preziosi richiami a fatti ufficiali, testimonianze di vita reale. È la partecipazione sentita di una scrittura che vuole trasmettere un bagaglio di emozioni e consegnare ai posteri un patrimonio di avvenimenti e di vicissitudini per sottrarli all'inesorabile forza edace dell'oblio.
13,90

127 gradini a Parigi

Roberto Candidi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Efesto

anno edizione: 2022

pagine: 280

"Centoventisette gradini a Parigi "è il racconto della metamorfosi di Bob - che decide di abbandonare il proprio paese per tentare di fare il musicista a Parigi. Si immerge nella città, esplorandola a fondo, guidato dalle pagine dei grandi romanzieri dei "ruggenti anni Venti". Dopo il primo periodo di ambientamento, con un frettoloso viaggio in Brasile Bob assume padronanza della città; trova un lavoro stabile in un ristorante, inizia la frequentazione di alcuni locali notturni, e arrivano le prime esperienze di sesso con le ragazze francesi. Una festa in una grande casa frequentata da molti artisti segna in maniera netta il cambio di vita di Bob a Parigi. In poco tempo la sua vita si riempie di tutto quello che Bob solo pochi anni prima neanche avrebbe immaginato. Inizia un vero e proprio periodo bohémien. Inizia a suonare nei locali di Parigi, con la sua amica e cantante Ljuba: Bob diventa per tutti "il suonatore di blues col cappello". "Se la vita che fai non ti piace, cambiala", è questo motto a rappresentare il fil rouge del racconto. Il libro si conclude con un ennesimo dilemma di fronte a un ennesimo incrocio.
15,00

Sotto il segno del Covid. La vita, l'amore, la scuola, la famiglia, l'amicizia al tempo della pandemia

Libro: Copertina morbida

editore: Bertoni

anno edizione: 2022

pagine: 344

Il libro è una raccolta di 101 racconti brevi e brevissimi scritti da ragazzi e ragazze che frequentano le scuole superiori e che hanno risposto al Concorso letterario nazionale per adolescenti bandito dall'Associazione culturale FulgineaMente di Foligno, in provincia di Perugia, "Sotto il segno del Covid: la vita, l'amore, la scuola, la famiglia, l'amicizia al tempo della pandemia". Lo scopo era quello di fornire loro un'occasione per dare loro voce e per raccontare come è cambiata la vita durante la prima fase di questo periodo storico così difficile per tutti. Le parole di questi adolescenti, provenienti da diverse regioni italiane, non solo ci consentono di conoscere le paure, i dubbi e le speranze che hanno provato durante il lockdown, quando hanno dovuto forzatamente abbandonare la scuola e si sono trovati difronte ad uno schermo per frequentare le lezioni a distanza, ma ci restituiscono uno spaccato inedito della nostra società alle prese con la pandemia da Covid 19 che ancora ci attanaglia.
16,00

Tabacco clan

Giuseppe Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2022

pagine: 224

Il Clan vive in un convitto a Milano. Il Clan studia chimica o giurisprudenza, ingegneria o economia. Il Clan ha una provenienza geografica e sociale varia. Nel Clan sono tutti maschi, come nel Reform Club di Phileas Fogg, solo che per essere ammessi non bisogna avere vestiti particolari, ma saper ridere, anzi, sapersi sfottere. Il Clan non ha un dress code, anche se ascolta canzoni in inglese. Quando questo romanzo comincia, il Clan è invecchiato: non vive più nel pensionato, ma si è sposato e ha avuto figli. Due dei figli del Clan si sono innamorati e stanno per sposarsi in un bel ristorante sul lago. Il Clan, dopo i beati anni del convitto, non si è mai perso. Si sente spesso, va allo stadio, è a conoscenza delle ambasce e delle gioie della vita, non sempre facile: anche se è composto da uomini diversi, si percepisce come un'entità, e come un'entità si muove. Al pranzo di matrimonio dei figli, infatti, il Clan sta da un lato della sala, e le mogli dall'altro. Il Clan ha un linguaggio tutto suo: come i componenti della famiglia Levi in Lessico famigliare, il Clan potrebbe riconoscersi anche al buio grazie alle parole che usa e agli aneddoti della giovinezza. Giuseppe Lupo è il più picaresco degli scrittori italiani, e racconta una giovinezza altrettanto avventurosa, solo che i suoi picari sono studiosi, padri di famiglia (anche quando la famiglia si è rotta), professionisti, e non sono vestiti da picari, anche quando tengono al collo la sciarpa dell'Inter. Tutti hanno un soprannome in questo romanzo, un nome segreto che a pronunciarlo riporta in vita un mondo.
18,00

Le sante dello scandalo

Erri De Luca

Libro: Copertina morbida

editore: Giuntina

anno edizione: 2022

pagine: 62

Cinque donne stanno nell'elenco maschile delle generazioni tra Abramo e Ieshu/Gesù. Cinque casi unici forzano la legge, confondono gli uomini e impongono eccezioni. Le donne qui fanno saltare il banco, riempite di grazia che in loro diventa forza di combattimento.
8,50

L'unico giorno giusto per arrendersi

Paolo Nespoli

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 216

La frase "L'unico giorno giusto per arrendersi è l'ultimo", vergata a mano sul frontespizio di un libro, ha cambiato il corso della vita di Manlio Santachiara, il protagonista di questo romanzo, quando era poco più che un ragazzo. Ora, dopo trent'anni, quelle stesse parole hanno il sapore di una promessa da onorare. Manlio Santachiara è un astronauta non più in servizio attivo, di ritorno in Italia dopo molti anni all'estero. Stella è la figlia di una sua vecchia amica, un'adolescente inquieta che ha trovato nel cielo stellato una via di fuga dalla realtà: la sua vita le va stretta, le sembra troppo piccola per contenere tutti i suoi sogni. Finché a poco a poco quei sogni si spengono, sprofondandola nel buio. Forse Manlio, abituato al nero sconfinato dello Spazio, sa come domare quel buio. E così s'impegna, per una settimana, ad aiutare Stella ad affrontare i suoi limiti e aggirare le sue paure, proponendole sfide fisiche e mentali che la costringono a uscire dalla sua bolla e a mettersi in gioco. Ma quando finalmente Stella sembrerà aver ritrovato la sua luce, un crudele scherzo del destino metterà a dura prova lo stesso Manlio. Nella sua lunga carriera di astronauta, Paolo Nespoli ha trascorso quasi un anno nello Spazio, trovandosi a osservare la vita sulla Terra da una prospettiva inedita. Proprio a partire dalla sua storia eccezionale - gli anni di addestramento militare dapprima, seguiti dall'esperienza straordinaria di vita e lavoro con le varie agenzie spaziali mondiali, per finire con la sfida tutta umana di una malattia importante -, Nespoli ci regala un racconto esemplare che parla di sacrifici e di coraggio: 'per aspera ad astra', per arrivare a lambire le stelle bisogna dare tutto e andare avanti, sfidando i propri limiti. "L'unico giorno giusto per arrendersi" è un romanzo che racconta un viaggio intimo e intenso nella mente e nell'anima di un "uomo delle stelle", incoraggiandoci a coltivare i nostri sogni e a non darci mai per vinti. Perché se si punta sempre in alto, le stelle non sono poi così lontane.
19,50

Il filo dell'aquilone. Vita di Astorre Cantacci

Paolo Del Debbio

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 180

Per qualche mese Astorre Cantacci è stato Mario Casa. Così è stato battezzato quando la carità delle monache lo ha accolto senza troppe domande. Non era certo il primo neonato affidato alle loro cure. Solo un biglietto scritto a mano, ad accompagnarlo: "È nato lunedì. Dategli tutto l'amore che io non ho potuto dargli". Ma il suo nome cambia in fretta, così come il suo destino. Se già è stato fortunato a nascere a guerra finita, la sua fortuna più grande è quella di trovare nei Cantacci una famiglia solida e rispettabile, capace di garantirgli affetto ma anche una buona posizione sociale. In una Milano in piena ricostruzione Astorre cresce amato, e porta avanti gli studi con facilità, nonostante la sua mente sembri faticare a restare ancorata alla realtà, preferendo vagare tra fantasie e sogni a occhi aperti. Finché un evento tragico non segna un punto di svolta nella sua vita. Da quel momento, profondi interrogativi prendono a perseguitarlo, accompagnandolo negli anni dell'adolescenza e dell'università. È qualcosa del suo passato a tormentarlo a sua insaputa? O piuttosto l'indefinitezza del futuro? Un'estate, sta trascorrendo le vacanze nella villa di famiglia sulle colline toscane. È sul prato di fronte alla certosa di Vallelucente, cui negli anni ha spesso fatto visita con il padre, e a un tratto la sua inquietudine sembra acquisire un nuovo significato. Mentre nel cielo volano gli aquiloni, quel luogo di preghiera lo chiama a sé con una promessa di pace e serenità. Ed è lì che decide di trovare le risposte, per provare a dare un rinnovato senso alla sua esistenza. Ma nuovi conflitti lo attendono, perché anche in un posto così vicino a Dio, l'uomo non può abdicare alla propria natura. Paolo Del Debbio ha scritto un intenso romanzo di formazione che unisce a una profonda riflessione filosofica e teologica uno sguardo partecipe sulla fragilità che accomuna tutti gli esseri umani.
18,50

Il giovane Mungo

Douglas Stuart

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 456

Nati sotto stelle diverse, il protestante Mungo Hamilton e il cattolico James Jamieson vivono in un mondo iper-mascolinizzato, in due quartieri della Glasgow dei primi anni Novanta, dove i giovani della classe operaia si dividono secondo linee settarie e combattono battaglie territoriali per difendere la propria reputazione. Per essere considerati veri uomini, i due ragazzi dovrebbero essere nemici giurati, eppure diventano migliori amici quando trovano un rifugio nella casetta che James ha costruito per i suoi piccioni da corsa. Mentre si innamorano, si aggrappano l'uno all'altro scoprendo la tenerezza e sognano di fuggire da quella città grigia e inospitale. Mungo deve impegnarsi duramente per nascondere il suo vero io a tutti coloro che lo circondano, specialmente al fratello maggiore Hamish, capo di una banda locale con una brutale reputazione da difendere, che vuole trascinarlo nella piccola criminalità. Con un devastante atto di tradimento, la madre lo manda negli altipiani della Scozia occidentale per fare di lui "un uomo". Perso nell'entroterra e sotto il controllo di due strani individui dietro i cui scherzi da ubriachi si nascondono violenza e ambiguità, Mungo affronta un'esperienza che non potrà mai dimenticare e deve fare appello a tutta la sua forza interiore e al suo coraggio per riuscire a tornare in un luogo dove lui e James possano ancora avere un futuro. Arricchendo di lirismo la vita quotidiana dei suoi personaggi, Douglas Stuart disegna un ritratto di figli senza padre e del miracolo del primo amore e racconta una storia avvincente e rivelatrice sul significato della mascolinità, sulla violenza che tocca molte persone queer e sui pericoli dell'amare qualcuno.
22,00

Osservazione sulle faccende domestiche

Lydia Davis

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 300

Quando il Man Booker International Prize del 2013 fu assegnato a Lydia Davis, uno dei membri della giuria scrisse: "I suoi scritti spalancano le loro braccia leggere per abbracciare molti generi. Come classificarli? Dovremmo semplicemente concordare con la definizione ufficiale e chiamarli racconti? O forse miniature? Aneddoti? Saggi? Barzellette? Parabole? Favole? Testi? Aforismi? Preghiere, o forse letteratura sapienziale?". Anche questa volta le storie di Lydia Davis sono brevi, a volte brevissime: questo libro ne raccoglie più di un centinaio. In alcuni casi sono indagini sul caos provocato da banali interruzioni delle nostre routine; in altri prendono la forma di lettere di denuncia; oppure sono tratte dalla corrispondenza di Flaubert; o ispirate dai sogni dell'autore stesso, o dai sogni degli amici. In esse si possono trovare innumerevoli oggetti in tutto il loro perturbante mistero - zaini, targhette, tappeti, piselli congelati che vibrano di possibilità. A stupire, come sempre, è la potenza della sua prosa estremamente appuntita. Lydia Davis è un'osservatrice acuta, ora ironica o spiritosa ora struggente. Soprattutto, è sorprendente: scrive con coraggioso candore e sornione umorismo sul quotidiano, rivelando il misterioso, lo straniero, l'alienante e il piacevole all'interno dei modelli prevedibili della vita di tutti i giorni. È capace di mescolare il banale e il profondo in racconti esilaranti e inquietanti su ricordi dolorosi e indecisioni epiche, catturando abilmente il continuo ribollire della mente e la terribile arbitrarietà della vita. Poi, in mezzo a tutta questa agitazione e angoscia, la narratrice si dedica a guardare tre mucche serene in un campo vicino.
20,00

Il grande cerchio

Maggie Shipstead

Libro: Copertina morbida

editore: Rizzoli

anno edizione: 2022

pagine: 720

Prima di svanire sopra l'Antartide con il suo biplano, Marian Graves non ha perso occasione di tradire tutte le aspettative riposte in una donna della sua epoca. Il suo legame indissolubile con l'avventura e il pericolo, dopotutto, si stabilisce presto: è il 1914 e lei ha solo sei settimane di vita quando viene salvata insieme al suo gemello da un transatlantico in fiamme. I due bambini vengono affidati alle cure di uno zio, pittore sregolato, in un piccolo paese tra i boschi del Montana, ed è lì che a dodici anni Marian incontra due piloti di passaggio con i loro biplani e capisce che da grande volerà. Un desiderio audace, per una ragazza all'inizio del Novecento, ma tanto irrinunciabile da renderla disposta a tutto pur di realizzare il suo primo e ultimo sogno: circumnavigare la terra passando dai poli. Durante questa impresa storica, però, il suo aereo scompare senza lasciare traccia. Un secolo dopo, Hadley Baxter viene scelta per interpretare Marian nel film che ne racconta la misteriosa vicenda. Hadley è stanca dell'ambiente pettegolo e claustrofobico di Hollywood e vuole lasciarsi alle spalle l'immagine di giovane attrice leggera che le hanno cucito addosso. Addentrandosi sempre più nella vita di Marian, si renderà conto che la storia ufficiale dell'aviatrice presenta molti aspetti oscuri e quando, sempre più coinvolta, deciderà di indagare, troverà delle verità che cambieranno anche la sua vita. Epico e intimo, "Il grande cerchio" è un vasto affresco di due epoche che esplora senza riserve i territori insidiosi della libertà e dei compromessi a cui tutti cediamo per ambizione e amore di noi stessi.
21,00

Bianco

Marco Missiroli

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2022

pagine: 224

«Quale dio crea una pelle scura? Quale dio unisce il bianco e il nero nella carne e nell'amore? Il Verbo di quel dio è Verbo? Non può essere che demonio. Moses fissò la finestrella, l'acqua era un ragno che colava sul vetro. O Signore dammi la forza». Ambientato negli Stati Uniti del Sud degli anni Settanta, "Bianco" racconta di redenzione, di fragilità e contraddizioni. Quelle di Moses Carpenter, un uomo ormai anziano, un vecchio esponente del Ku Klux Klan, educato all'odio per i neri. Una moglie che non c'è più, un passato che non lo abbandona e un presente che lo cambia. Accade quando nella casa di fronte alla sua, disabitata da anni, arriva una famiglia mista che la comunità vede come intrusi da cacciare con le buone o con le cattive, e guarda a Moses come un punto di riferimento. Ed è allora che qualcosa in lui si spezza e provoca una rottura che riapre vecchie ferite. Un fiume, un ragazzo nero che diventa ossessione. Questa volta, però, gli occhi e il cuore di Moses vedranno ciò che non hanno mai voluto vedere, che non ci sono i colori, o meglio ce n'è soltanto uno che è la somma di tutti. Il bianco.
12,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.