Lingua

Come non scrivere. Consigli ed esempi da seguire, trappole e scemenze da evitare quando si scrive in italiano

Claudio Giunta

Libro: Copertina morbida

editore: UTET

anno edizione: 2023

pagine: 328

Al lavoro: schede, memorandum, presentazioni. A scuola: temi, tesine, relazioni. Nel privato: post su Facebook, email personali, chat sul cellulare. Sarà anche l'epoca degli audiovisivi e della comunicazione in tempo reale, ma non abbiamo mai scritto tanto. E più dobbiamo scrivere, meno sembriamo capaci di farlo. Ma, mette subito in chiaro Claudio Giunta all'inizio del libro, «non s'impara a scrivere leggendo un libro sulla scrittura, così come non s'impara a sciare leggendo un libro sullo sci. Bisogna esercitarsi: cioè leggere tanto (romanzi, saggi, giornali decenti), parlare con gente più colta e intelligente di noi e naturalmente scrivere, se è possibile facendosi correggere da chi sa già scrivere meglio di noi». E quindi? Non potendo insegnare come si scrive, Claudio Giunta prova a spiegarci come non si scrive, passando in rassegna gli errori, i tic, i vezzi, le trombonerie e le scemenze che si trovano nei testi che ogni giorno ci passano sotto gli occhi: dall'antilingua delle circolari ministeriali alle frasi fatte dei giornalisti, dal gergo esoterico degli accademici e dei politici al giovanilismo cretino della pubblicità... Ma in questo slalom tra sciatterie e castronerie Giunta trova per fortuna il modo di contraddire la sua dichiarazione iniziale, perché insegnare "Come non scrivere" significa anche dare delle utili indicazioni su come si scrive: per ogni cattivo esempio se ne può trovare uno buono da opporgli, per ogni vicolo cieco argomentativo c'è una via di fuga creativa, e spesso basta un punto e virgola per risolvere una frase ingarbugliata. In questo anti-manuale spregiudicato, arguto e divertente, nella tradizione di "Come si fa una tesi di laurea" di Umberto Eco ma aggiornato all'era di Google, scopriamo che per scrivere bene bisogna ripartire da un po' di affetto per la nostra bistrattata lingua italiana, ma soprattutto bisogna tenere a mente poche regole di buon senso: se scriviamo lo facciamo perché qualcuno ci legga, capisca quel che vogliamo dire e, se possibile, non si annoi a morte. Sembra facile, no?
15,00

Napoli e la Campania. Dialetti d'Italia

Pietro Maturi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2023

pagine: 168

Una serie di profili linguistici di alcuni dialetti italiani scelti su base regionale. I volumi hanno un'impostazione sincronica, ma fondata sulla storia linguistica pregressa dell'area considerata. Particolare attenzione è riservata ai capoluoghi di grande tradizione e prestigio linguistico. Il volume presenta le caratteristiche del napoletano di oggi sia dal punto di vista interno dei livelli di descrizione (fonetica, morfologia, sintassi), sia da quello esterno della diffusione reale del dialetto orale e scritto, anche in virtù delle nuove dimensioni di uso (web, chat, pubblicità, musica, graffiti, insegne, ecc.), con cenni di storia linguistica locale. Vengono inoltre brevemente descritti il quadro generale della Campania dialettale, i tratti principali dell'italiano regionale napoletano e campano, nonché alcuni aspetti del ricco dibattito in corso sul napoletano nella società civile.
20,00

Capire i documenti. Strategie didattiche e linguistiche per agevolare la comprensione dei testi istituzionali in lingua seconda

Giulia Lombardi

Libro

editore: Cesati

anno edizione: 2023

pagine: 228

Il linguaggio istituzionale italiano è famoso per essere spesso inutilmente complicato; per gli stranieri che si devono confrontare con numerose pratiche legali e amministrative sin dai primi giorni di permanenza sul territorio italiano, lo è ancor di più. Ma esiste una via per facilitare la comprensione di testi così specifici e complessi anche agli immigrati che non padroneggiano del tutto la lingua italiana? In questo volume si cerca di fornire una risposta a questa domanda, testando e comparando l'efficacia di due strategie diverse: semplificare il testo, o formare il lettore. Ricorrendo agli strumenti dell'analisi linguistico-computazionale, si cerca inoltre di capire quali sono le caratteristiche linguistiche che rendono i documenti di maggior diffusione tra la popolazione migrante così difficili. I risultati, seppur frutto di una sperimentazione esplorativa, sono promettenti: si può (e si deve) sostenere l'utenza straniera nella comprensione della lingua istituzionale, e il miglioramento è ancora più significativo quando gli sforzi redazionali si sommano a quelli didattici.
24,00

NormaL English. Il mio metodo fast, fun and fantastic

Norma Cerletti

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori

anno edizione: 2023

pagine: 264

"Sono anni che mi domando cosa blocchi le persone con l'inglese, cosa le renda insicure o le faccia sentire a disagio. Eppure, mi chiedevo, ci deve pur essere un metodo per imparare questa lingua meravigliosa senza annoiarsi, senza sentirsi sempre non all'altezza e fuori luogo. Ecco, credo di averlo trovato quel metodo, ed è fast, fun and fantastic! Ho messo tutta me stessa per racchiuderlo in questo libro e forse ci sono riuscita davvero. Da parte tua dovrai metterci solo un'attitudine positiva, la voglia di non prenderti troppo sul serio e la grinta di impegnarti fino in fondo. Per imparare una nuova lingua, devi uscire dalla tua zona di comfort e trovare il coraggio per aprire una porta sconosciuta. Ma al di là, fidati, puoi trovare una stanza tutta tua, fatta su misura per te, piena di libertà e divertimento. Forse all'inizio avrai paura, alcune volte ti capiterà di arrabbiarti o di sentirti ridicolo, altre semplicemente non avrai voglia di farlo: è assolutamente normale. Capita a tutti. Ma se ti metterai in gioco accettando le sfide che ti proporrò, riuscirai a raggiungere dei traguardi che non avresti mai pensato di ottenere. E comunque non sarai mai da solo, ci sarò sempre io ad ascoltarti e ad accompagnarti in questo percorso, e farò di tutto affinché tu riesca finalmente a sbloccarti e ad acquisire la sicurezza che ci vuole per parlare inglese. Gioca con me e ce la faremo".
15,50

A prima vista pocket: grammatica inglese

Libro

editore: Logos

anno edizione: 2023

pagine: 32

Tutto l'essenziale sulla grammatica inglese in una nuova edizione tascabile, da portare sempre con sé per una consultazione pratica e veloce, a colpo d'occhio! Articoli; sostantivi; aggettivi avverbi; verbi; participio; gerundio; infiniti; passivo; pronomi; preposizioni; frasi interrogative; frasi negative; periodo ipotetico; discorso indiretto. Per la scuola, il lavoro e il tempo libero.
5,00

A prima vista pocket: verbi inglesi

Libro

editore: Logos

anno edizione: 2023

pagine: 32

Tutto l'essenziale sulla grammatica inglese in una nuova edizione tascabile, da portare sempre con sé per una consultazione pratica e veloce, a colpo d'occhio! Forme verbali; ausiliari; ausiliari modali difettivi; verbi regolari; forma attiva; forma passiva; verbi regolari -er, -ir; verbi irregolari; paradigmi. Per la scuola, il lavoro e il tempo libero.
5,00

L'italiano L2 ad adulti nella scuola pubblica

Igor Deiana

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2023

pagine: 192

I Centri Provinciali per l'Istruzione per Adulti (CPIA) hanno un ruolo centrale nell'integrazione linguistica e sociale delle cittadine e dei cittadini stranieri, sono fondamentali anche per la verifica dei requisiti linguistici per il rilascio del permesso di soggiorno e per l'organizzazione della Sessione di formazione civica e di informazione prevista dall'Accordo di integrazione. Partendo dai Centri Territoriali Permanenti (CTP), ossia i precursori dei CPIA, per arrivare alla più recente istituzione della classe di concorso di Lingua italiana per discenti di lingua straniera, nota come A23, questo volume ripercorre le principali tappe che hanno determinato lo sviluppo dell'attuale offerta formativa dell'italiano L2 per adulti nella scuola pubblica. Ci si concentrerà sugli aspetti burocratici e normativi, il corpo docente, le studentesse e gli studenti, e soprattutto, le attività di accoglienza e valutazione in entrata, la didattica e la sua pianificazione, la certificazione e la valutazione finale.
22,00
Tesoro del dialetto parmigiano. Lessico storico, etimologico, etnografico, fraseologico del parmigiano e delle parlate parmensi

Tesoro del dialetto parmigiano. Lessico storico, etimologico, etnografico, fraseologico del parmigiano e delle parlate parmensi

Giovanni Petrolini

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2022

pagine: 240

Sono più di 25 mila i lemmi che compongono il Tesoro del dialetto parmigiano, uno studio autorevole e appassionato al quale il professor Petrolini si è dedicato per oltre cinquant'anni. L'opera - la cui pubblicazione si auspica possa avvenire in tempi brevi - è il risultato congiunto di una doppia ricerca: quella sul campo, affidata all'ascolto della viva voce dei parlanti, e quella d'archivio, rappresentata da un ampio spoglio dei più significativi testi "dialettali" dell'area parmense dal Medioevo ad oggi. In questo volume, che si propone come un primo e appetitoso "assaggio" del monumentale Tesoro, dopo una rapida considerazione dei dialetti del Parmense nel quadro di quelli italiani, l'autore si sofferma sull'origine e sulle particolarità fonetiche, morfologiche e semantiche del dialetto parmigiano, attraverso tre ambiti lessicali significativi, quali la religiosità, la sessualità e l'alimentazione. Grazie alle parole custodite nel Tesoro, il dialetto parmigiano si rivela testimone primario di una esperienza, materiale e spirituale, di un mondo che non c'è più, e al tempo stesso tassello fondamentale per ricomporre, come in un puzzle, l'immagine di una cultura che, sulle ali robuste della memoria popolare, ha attraversato millenni di storia. Il Volume 0 costituisce l'indispensabile strumento per apprezzare ad uno ad uno i gioielli del Tesoro, una preziosa occasione per tessere la trama del racconto di una vita comunitaria ormai scomparsa; inoltre, alcune parole, abbandonate insieme alle cose che designavano, risveglieranno in molti Parmigiani cari ricordi e accenderanno intermittenze del cuore. Altri, Parmigiani e non, potranno addentrarsi in un mondo sconosciuto, incredibile come quello di certe favole, eppure vero.
18,00
Obiettivo Grammatica. Volume 2

Obiettivo Grammatica. Volume 2

Eleonora Fragai, Ivana Fratter, Elisabetta Jafrancesco

Libro: Copertina rigida

editore: ORNIMI EDITIONS

anno edizione: 2022

pagine: 232

Il secondo volume è adatto a studenti di livello indipendente (B1-B2+). Concepito appositamente per gli studenti stranieri di italiano, adolescenti e adulti di livello elementare del Companion Volume del Quadro comune europeo di riferimento. Obiettivo Grammatica 2 permette di lavorare in modo efficace sul sistema delle regole e degli usi della lingua italiana attraverso schede essenziali e attività di varie tipologie, presentate con una grafica moderna, adeguata e accattivante. Presenta i contenuti linguistici in due principali sezioni: la prima riguarda le forme e la seconda gli usi della lingua, tenendo conto anche delle indicazioni metodologiche dei sillabi di riferimento. Propone esercizi e attività principalmente di tipo chiuso, che favoriscono la comprensione dei contenuti attraverso la diversificazione dei formati, agevolando il fissaggio delle regole e lo studio autonomo.
18,30
Nata per difendere. Manualetto di retorica

Nata per difendere. Manualetto di retorica

Bruno Capaci, Chiara Festa, Paola Licheri, Valentina Sgroi

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 240

"Nata per difendere/Manualetto di retorica" è un libro dedicato, in particolare modo, al genere giudiziario e all'arte agonistica che si sviluppa nel discorso pubblico, nella competizione con un avversario reale, nella finalità di quella persuasione che produce consenso senza violenza. Secondo Socrate, la retorica è sempre politica, anzi, rappresenta un eidolon della politica (Gorgia: 462). Le connessioni tra la piazza e il tribunale sono vive fin dalla antichità: chiedere giustizia è forse uno dei più importanti atti politici della società, non di rado esercitato proprio nei confronti di chi ha governato la cosa pubblica. Rispettiamo Montesquieu e la separazione dei poteri (giudiziario, esecutivo e deliberativo), ma la storia ci ha insegnato con Socrate, Dante, Campanella, Giordano Bruno, Galileo, Guglielmo Piazza, il capitano Dreyfus e Enzo Tortora che la messa in stato di accusa spesso maschera, e nemmeno troppo bene, la volontà di perseguitare un nemico personale, del potere o della cultura dominante. Il volume si perfeziona in un manualetto di retorica, tratto dal volume "Trappole per topoi", arricchito con ampliamenti relativi alle voci "ipotiposi" e "sinestesia", per riprendere il dialogo costante tra antica e nuova retorica, senza dimenticare le escursioni nell'ambito letterario e i frequenti riferimenti alla dialogicità della vita quotidiana.
22,00
Pragmatica dei corpora

Pragmatica dei corpora

Diego Femia

Libro: Copertina morbida

editore: Round Robin Editrice

anno edizione: 2022

pagine: 130

I metodi di lavoro basati su corpora e sull'uso del computer hanno "rivoluzionato" gran parte della ricerca nelle scienze umane durante gli ultimi decenni. Oggi, probabilmente tutti i settori in cui si organizzano le discipline umanistiche hanno a che fare con documenti digitali e, sempre più spesso, con dati digitali in quantità crescente e tali da comportare un nuovo rapporto con la dimensione empirica della ricerca. L'analisi pragmatica dei testi, sia scritti, sia parlati (e, in numero minore, ma crescente, anche digitati), ha ormai una lunga tradizione filosofico-linguistico-enunciativa alle spalle e articolazioni interne molto importanti e definite che solo recentemente hanno iniziato a intrecciare le loro posizioni teoriche e i loro metodi di analisi con quelli della linguistica dei corpora o della linguistica computazionale. Il contributo che l'uso di corpora può dare alla pragmatica nell'analisi delle strategie comunicative è però elevato, come il testo tende a evidenziare.
19,00
Parole cattive. La libertà di espressione tra linguaggio, diritto e filosofia

Parole cattive. La libertà di espressione tra linguaggio, diritto e filosofia

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2022

pagine: 153

Questo libro parla del lato oscuro - offensivo, violento, ingannevole - delle parole. Lo fa mettendo in dialogo studiosi di competenza diversa, tutti mossi dalla profonda consapevolezza dei dirompenti effetti delle parole sulla vita delle persone. Si tratta, dunque, di un dialogo sul potere delle parole; o meglio, di un insieme di quattro dialoghi tematici su differenti questioni che sorgono quando si ragioni su quel potere. Il paradosso del cospirazionista come parresiasta, che afferma cose contrarie all'evidenza, pretendendo di svelare così verità nascoste. Il rapporto fra verità e libertà di parola: qual è il modo più ragionevole di tenere insieme libertà di parola, verità scientifica e democrazia? L'uso della parola per suscitare il riso, dunque per sdrammatizzare, ma anche per deridere: è lecito ridere di qualsiasi cosa? Non è, la parola usata per suscitare il riso, la massima forma di violenza, quando, offendendolo, priva l'altro persino dell'austera dignità del tragico? La parola d'odio: come porsi rispetto a questa forma di violenza, così estrema e pervasiva, eppure così evanescente (verba volant)? Reprimere? Tollerare? O provare a risignificarla cosicché essa perda la sua scorza offensiva? Saggi di Clelia Bartoli, Marco Brigaglia, Felice Cimatti, Emmanuelle Danblon, Sal-atore Di Piazza, Lucie Donckier de Donceel, Franco Lo Piparo, Giorgio Maniaci,Marco Mazzeo, Francesca Piazza, Aldo Schiavello, Mauro Serra, Alessandro Spena, Gigi Spina, Alessandro Tesauro, Sebastiano Vecchio.
16,00