Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lingua

Scrivere il monologo. Guida alla composizione di testi per voce sola

Franca De Angelis

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2022

pagine: 108

«Guarda, ero partito prevenuto. Un monologo. Pensavo che avrei passato il tempo a guardare l'ora. E invece...». Non è raro per l'autore di un monologo sentirsi rivolgere frasi come questa dopo lo spettacolo. Se, naturalmente, la scommessa è riuscita. In effetti, tenere incollato lo spettatore, per un'ora o più, a un solo volto, a una sola voce, a un solo punto di vista è una scommessa. Lungi dal pretendere di fornire ricette, "Scrivere il monologo" è una riflessione - sulla base delle esperienze personali e dell'analisi dei più longevi monologhi della storia del teatro e del cinema - su cosa sia utile considerare prima e durante la scrittura di un monologo in cui un personaggio racconta e vive una storia per la durata di uno spettacolo completo. A dispetto di quanto si potrebbe credere, un monologo non è un comizio, una poesia, né l'abbandono a una voce interiore senza freni. È un atto dove un protagonista - e non un attore/narratore - nel raccontare agisce qualche cosa, nel qui e ora della rappresentazione. Questo libro intende offrire gli strumenti affinché questo personaggio, con la sua voce unica, avvinca lo spettatore, si incolli al suo cuore e diventi indelebile nella sua memoria.
13,00

Storie di parole arabe. Il racconto di un mondo mediterraneo

Alessandro Vanoli

Libro: Copertina morbida

editore: Ponte alle Grazie

anno edizione: 2022

pagine: 160

Da sempre il Mediterraneo è stato teatro di commerci, lotte, violenze, scoperte. Sullo sfondo, la vicenda di civiltà e culture millenarie, dall'Egitto dei faraoni al mondo greco-romano, fino alle grandi religioni, ebraismo, cristianesimo e islam. Innumerevoli sono i modi per raccontare una storia tanto complessa e stratificata. Alessandro Vanoli, che si definisce "uno storico che gioca con le parole", sceglie una chiave di lettura trasversale: le parole arabe, protagoniste di vere e proprie storie che restituiscono tutta la vitalità di un mondo fatto di scambi e incontri fra popoli. In fondo, "scambiarsi conoscenze, scambiarsi merce, persino combattersi, tutto passa attraverso la parola". L'attenzione è quindi rivolta non tanto, o non solo, alla ricostruzione etimologica, ma piuttosto al senso sociale e concreto dei termini. Assistiamo così al viaggio nel tempo e nello spazio di parole dalla fragranza tipicamente araba, come calamo, minareto, hammam; mentre altre, come zafferano, pepe o tulipano, parlano di un'antica e vasta rete di traffici e scambi. Ma è proprio il Mediterraneo il protagonista assoluto di una narrazione avvincente, dove la storia dei suoi nomi distilla un universo unitario ma in febbrile e costante trasformazione: "Un po' stupisce per quante vie il destino possa legarci alla storia di una parola".
13,90

«Amor condusse noi». Lettura linguistica di Inferno V

Mirko Volpi

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2022

pagine: 126

Il volume offre un modello di commento linguistico alla Commedia, una possibilità di lettura che ponga la lingua di Dante al centro del discorso critico e dell'approccio al testo, analizzandola a fondo in tutte le sue articolazioni, in special modo quelle lessicali e sintattiche. Questo tipo di commento, una lectura condotta verso per verso, se non lemma per lemma, viene qui applicato a uno dei canti più celebri del poema, il quinto dell'Inferno, di cui viene proposta un'interpretazione unitaria, fondata sullo stretto nesso che si è individuato tra tipologia della colpa (e conseguente castigo) e risorse sintattiche impiegate da Dante. Vale a dire l'evidenza del correlativo sintattico-penale e morale, per cui i peccatori carnali - dominati in vita dal tiranno Amore e all'inferno eternamente sbattuti dalla bufera - si trovano costantemente nella posizione di soggetti pazienti. Sottomessi al loro talento, al loro stesso desiderio, non meno che alla lucida volontà grammaticale di Dante, che, pur provando compassione per le vicende dei lussuriosi Francesca e Paolo, condanna senza appello la sconfitta della ragione.
18,00

Impara l'inglese con Shakespeare. Il metodo veloce, divertente e per tutti

John Peter Sloan

Libro: Copertina morbida

editore: Vallardi A.

anno edizione: 2022

pagine: 320

Un viaggio nelle opere teatrali più famose di William Shakespeare per imparare l'inglese con l'insegnante più geniale d'Italia! Suddivisi in quattro grandi temi della produzione shakespeariana (amore, amicizia, tradimento e morte), dodici estratti delle sue opere più famose, rielaborati e spiegati nel dettaglio confocus divertenti e approfondimenti grammaticali. Quaranta frasi celebri tratte dai capolavori del Bardo, spiegate e analizzate secondokeywords essenziali. Non può mancare il confronto con l'American English, spiegato attraverso irresistibili vignette che arricchiscono il bagaglio del lettore. Tanti esercizi conducono passo dopo passo alla comprensione e alla scoperta del genio assoluto di Stratford-upon-Avon; completano l'opera le versioni in italiano dei testi selezionati. Shakespeare - e l'inglese - alla portata di tutti! Romeo and Juliet; Antony and Cleopatra; A Midsummer Night's Dream; As You Like It; The Tragedy of Hamlet, Prince of Denmark; Richard II; Julius Caesar; The Tragedy of Othello, the Moor of Venice; Macbeth; King Lear. Il metodo perfetto per insegnare l'inglese ha un ingrediente segreto: il fattore JPS si unisce alla bellezza dei classici shakespeariani! Con il suo spirito irriverente e il suo metodo super collaudato, John ha creato un libro per imparare l'inglese facendovi innamorare del teatro del Bardo. Lasciatevi trasportare dalle grandi emozioni delle opere di Shakespeare, e in compagnia di Romeo e Giulietta, Amleto e Otello, scoprirete che imparare l'inglese è un gioco, non un dramma. Testi originali e modern English versions. Focus su keywords e phrasal verbs. Approfondimenti linguistici e grammaticali. Esercizi divertentissimi. Ah, e per i fan di Netflix e degli States the American Shakespeare: come parlerebbe Shakespeare oggi se fosse americano!
16,90

Lezioni sulla traduzione

Franco Fortini

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2022

pagine: 231

Dal 1989, anno in cui furono tenute queste lezioni finora inedite, l'incremento della produzione teorica sul tema del tradurre è stato esponenziale, accompagnato dal progressivo fiorire di scuole di specializzazione, corsi universitari, master e via dicendo tesi a consacrarne la dignità di materia di studio autonoma. E tuttavia, a sottolineare una particolare osticità dell'argomento, da sempre refrattario ad essere inquadrato in un sistema di regole, o anche, più umilmente, a una chiara classificazione dei fenomeni linguistici che esso coinvolge, decenni di fermento hanno proposto scarsissime novità. Di contributi teorici che abbiano rivoluzionato i termini del problema non si ha notizia, mentre il traduttore continua ad occupare il gradino più basso fra gli operatori della cultura. Di qui l'attualità e la sorprendente freschezza di queste pagine (la base scritta delle menzionate lezioni, recuperata presso l'Archivio Fortini dell'Università di Siena, e integrata da un ricco apparato informativo e bibliografico), in cui il problema della traduzione viene approfondito da vari punti di vista - quello della critica letteraria, della linguistica, ma anche quello socioeconomico e ideologico-politico. E dato che per Fortini il modo in cui si traduce è un indicatore privilegiato per decifrare l'evoluzione globale di un contesto culturale nel suo insieme, il gran numero di esempi tratti dagli scrittori italiani del Novecento e non solo (soprattutto fra i poeti), ci apre una serie di nuove, insospettate prospettive per una rilettura complessiva della letteratura italiana del secolo appena trascorso. «Ma la conclusione di questi esempi tratti da una esperienza di traduttore vorrebbe non essere autobiografica. Se si crede verisimile che la traduzione possa essere considerata come situata nella serie multicolore delle scritture che si chiamano interpretazioni ermeneutico-critiche, parafrasi esplicative, translitterazioni, imitazioni, parodie, rifacimenti e così via; ossia come atto a un tempo letterario e metaletterario; e se non si dimentica - come le statistiche ci dimostrano - che di fatto la rilevanza ideologico-politica e quindi socioeconomica delle traduzioni è determinante per ogni comunità culturale e politica, ne verrà che il grado di rapporto della traduzione con il sistema della o delle istituzioni letterarie dovrà essere visto come rapporto rivelatore, come indice privilegiato della qualità di relazioni, in un tempo e in una società data, fra le ideologie e le culture in conflitto. Indice privilegiato rispetto ad altre formazioni testuali.» (Franco Fortini). Premessa di Luca Lenzini.
18,00

Si figuri! Guida illustrata alle figure retoriche e al loro utilizzo, spesso inconsapevole, nel linguaggio quotidiano

Elisa Puglielli

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Clichy

anno edizione: 2022

pagine: 104

Perché qualcuno ha «una voce vellutata»? Come mai le bottiglie hanno «il collo»? Cosa succede a chi «non ha un briciolo di cervello»? Le figure retoriche, oltre che nel linguaggio letterario, ricorrono frequentemente anche nel nostro quotidiano. Tutti noi le utilizziamo, quando scriviamo e quando parliamo, più spesso di quanto si pensi e solitamente senza saperlo. Niente paura però, perché arriva ora questa guida a metterle nero su bianco (ma anche su rosso e su blu), illustrandole attraverso immagini che «traducono» visivamente le espressioni di uso comune. Per imparare a destreggiarsi una volta per tutte fra le figure retoriche e comprendere in maniera divertente, colorata e - finalmente - semplice, come vengono utilizzate nel linguaggio e nelle espressioni di tutti i giorni. Con una prefazione di Giorgio Biferali.
19,00

Everyday English. L'inglese che non impari a scuola, una lezione al giorno

Elena Stefani

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 400

"I metodi tradizionali con me non hanno funzionato. Sono uscita dal liceo dopo tredici anni di inglese con ancora tanto, troppo, da imparare. Il mio modo di comunicare era basico e meccanico, il che mi faceva sentire spesso a disagio. Sognavo di esprimermi liberamente, senza rinunciare a tutte le sfumature che una lingua possiede e stabilendo connessioni più profonde con le persone, ma non ci riuscivo. Mi ci è voluto del tempo per capire che dovevo lasciar perdere la traduzione letterale e iniziare a pensare in inglese. Per aiutare anche voi a fare lo stesso, ho sviluppato un metodo di apprendimento nuovo. Si basa sulla scoperta dei modi di dire, delle espressioni e dello slang che ho imparato durante le mie esperienze all'estero, una figuraccia dietro l'altra! Perché solo padroneggiando quelli potrete finalmente comprendere qualunque conversazione ed esprimervi come vorreste. Ve ne propongo uno al giorno, per tutto l'arco dell'anno, accompagnato dai miei amatissimi memory tips, fun facts ed esempi di vita reale. Vi porterò con me in un percorso alla scoperta dell'inglese che parlano i madrelingua, totalmente diverso da quello che viene insegnato a scuola. Perché nello studio delle lingue cambiare prospettiva non solo è possibile, ma offre anche risultati migliori. Gli unici ingredienti che vi servono sono un pizzico di costanza, una buona dose di curiosità e tanta voglia di mettervi in gioco. Iniziate il percorso oggi stesso e vedrete. Con pochi minuti al giorno, costruiremo insieme il vocabolario che vi permetterà di accedere a nuove opportunità di intrattenimento, lavoro e relazione. Tra aneddoti, consigli, contenuti bonus e cruciverba, in 365 giorni la missione potrà dirsi compiuta: addio inglese da libro di testo, benvenuto everyday English!"
19,50

Né per fama, né per denaro. Consigli di scrittura e di vita

Anton Cechov

Libro: Copertina morbida

editore: Minimum Fax

anno edizione: 2022

pagine: 288

Questo libro è un autorevole e appassionante concentrato di consigli di scrittura. Le sue pagine, tratte dagli epistolari di Anton Cechov, dai suoi diari di viaggio, dai suoi reportage e dalle sue inchieste, sono raccolte in due sezioni. La prima è un prontuario per il novello scrittore: dai suggerimenti pratici sulla gestione dei personaggi al ruolo dell'intellettuale nella società, dai trucchi per comporre un periodo al rapporto dell'autore con la verità; la seconda è un vero e proprio corso, teorico e pratico, su come fare un reportage: dai preparativi alla scrittura finale, passando per la fondamentale fase della ricerca. Una lettura preziosa per gli aspiranti scrittori, ma anche per chiunque voglia scoprire i segreti di un mostro sacro della letteratura mondiale.
13,00
15,30

Dizionario genovese-italiano. O diçionäio ch'o mostra o zeneise d'ancheu

Stefano Lusito

Libro: Copertina morbida

editore: EDITORIALE PROGRAMMA

anno edizione: 2022

pagine: 384

Delle diverse varietà linguistiche tradizionalmente praticate in Liguria, il genovese rappresenta quella più prestigiosa e diffusa, sentita ancor oggi come parte integrante e fondamentale dell'identità regionale. Si tratta di una considerazione dalle solide radici, sancita fra l'altro dal ruolo di lingua scritta dell'amministrazione alla fine del basso Medioevo (e a livello orale fino agli inizi dell'Ottocento), dalla storica proiezione extraregionale e dai caratteri autonomi della letteratura di cui è espressione. Il Dizionario italiano-genovese è l'opera ideale per riscoprire, approfondire e contribuire a mantenere vivo uno degli elementi chiave della cultura di un territorio e delle persone che lo popolano: la sua lingua storica.
11,90

L'applicazione del pensiero alla critica del testo. Con estratti inediti dal Notebook X e uno scritto di Gian Biagio Conte

Alfred E. Housman

Libro: Copertina morbida

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2022

pagine: 142

Housman, uno dei più celebri editori di testi classici, oltre che affermato poeta, nel 1921 pronunciò una conferenza, piena di verve polemica, sull'applicazione del pensiero alla critica del testo. A cent'anni dalla pubblicazione questo libro propone la prima traduzione italiana della conferenza, con note che individuano le fonti (spesso taciute) a cui Housman allude. Accompagnano la conferenza una prefazione che situa il lavoro nel suo contesto storico e culturale, e una postfazione che discute il legame tra l'approccio di Housman e le scienze cognitive. Il volume contiene anche la pubblicazione di estratti inediti dal taccuino di lavoro in cui Housman segnò appunti e citazioni preparatorie.
10,00

Il Celi dell'Università per Stranieri di Perugia. Certificato di conoscenza della lingua italiana - Italiano generale. CELI 1 (A2)

Luisa Aglini, Daniela Alessandroni, Danilo Rini

Libro

editore: Loescher

anno edizione: 2022

pagine: 168

Questa nuova collana in 6 volumi è pubblicata in collaborazione con il CVCL Centro Valutazione Certificazioni Linguistiche, l'Università per Stranieri di Perugia e l'ALTE Association of Language Testers in Europe. Ciascun volume prepara a un esame CELI proponendo prove d'esame, inedite e complete, prodotte dagli stessi autori degli esami CELI dell'Università per Stranieri di Perugia.
17,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.