Il tuo browser non supporta JavaScript!

Interesse locale, storia familiare, ricordi

Storia de Milan dal 1896 fina ai dì d'incoeu contada su dal Meneghin alla Cecca

Renato Manicardi

Libro: Copertina morbida

editore: Meravigli

anno edizione: 2021

pagine: 176

Libera interpretazione di 120 anni di storia di Milano ispirata dalla "Storia de Milan" scritta (nel 1896) da Camillo Cima, della quale ha l'ambizione di costituirne il seguito, senza peraltro pretendere di eguagliarne il livello. La cronologia inizia appunto dal 1896 e avrebbe dovuto terminare nel 2015, l'anno di Expo, ma poi è arrivata fino al 2020, anno in cui un periodo della storia di Milano (e non solo) si chiude per aprirne uno nuovo, ancora tutto da immaginare. Il racconto è in forma di dialogo tra Meneghino e la sua compagna, la Cecca, ed è scritto in un milanese che si richiama alla grafia usata dai più noti e tradizionali autori, a cominciare dal Porta e poi Cherubini, Arrighi, il nostro Cima, fino alla più recente grammatica di Claudio Beretta.
19,00

Storie del territorio

Paola Scola

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2021

pagine: 270

"Piccoli, grandi personaggi che sulle pagine del quotidiano hanno raccontato le loro terre, le tradizioni di cui sono custodi, le originali attività che rivelano paesi altrimenti sconosciuti ai più. Come la microcomunità di Briga Alta, dove "resiste" tutto l'anno solo un coraggioso pugno di abitanti. Oppure Perlo: Simona Rossotti e la mamma Graziella Franco si sono sfidate per il posto di sindaco. Bagnasco ha svelato il saraceno "Bal do Sabre" con la sua anima, Beppe Carazzone. Il sindaco e memoria storica di Ormea, Giorgio Ferraris, ha descritto il museo allestito da Giampiero Bologna nella vecchia osteria di famiglia per ricordare lo zio Mario, disperso in Russia. E ancora Ede Crivella di Garessio, la maestra che adotta gli animali selvatici, o l'alpino-chansonnier e avvocato monregalese Giancarlo Bovetti. È innamorato della natura Pietro Lugliengo, 28 anni, farmacista di Dogliani, che ha studiato le erbe e ne divulga i segreti, appresi anche dall'esperto di botanica cebano, Giordano Sciarra, che di anni ne ha 88. Sulla collina di Torresina, Mario Raimondi ha trasformato una barca in B&B, mentre a Lisio un gufo ha scelto come casa il gelso secolare di Carlo Bava. Le "Storie del territorio" sono diventate tante. Hanno portato le bocce quadre di Mondovì dalla Stampa su radio e tv...".
18,00

Cortona e l'umanesimo ritrovato-Cortona and the rediscovery of humanism

Gioia Olivastri

Libro: Copertina rigida

editore: Colibrì Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 128

Con questo libro Gioia Olivastri, rappresentante per l'Italia dell'Associazione Amici della Chiesa di San Francesco, intende iniziare il racconto sulla storia della Chiesa Monumentale di San Francesco in Cortona e di Frate Elia che fu il suo architetto; di un terreno e di un pittore, Luca Signorelli, che vi fu sepolto nel 1523. Questa Chiesa è quindi, nella storia del nostro paese, un luogo unico in cui tuttora rimane sensibile una forte connessione tra natura, trascendenza e cultura. Uno degli obiettivi dell'Associazione è quello di ritrovare il luogo di sepoltura di Luca Signorelli.
15,00

L'ippopotamo dei Gonzaga. Storia di una modella di Rubens

Marco Venturelli

Libro: Copertina morbida

editore: Sometti

anno edizione: 2021

pagine: 144

Venezia, estate 1600. Il giovane Rubens parte per Mantova al seguito del duca. Dai moli di San Marco un medico salpa per l'Africa, a caccia di una bestia-totem del mondo antico. Qualche anno più tardi, l'animale è al centro della Wunderkammer dei Gonzaga. Come si intrecciano gli eventi e le ricerche di questi uomini? Per quali ragioni i Gonzaga fecero del primo esemplare di ippopotamo giunto in Europa in età moderna un perno delle loro collezioni? Come può questo curioso animale riassumere in sé le origini più antiche della cultura mediterranea ed europea? Una maestosa opera d'arte sembra avere alcune intriganti risposte. In questa vicenda, ben dipanata da Marco Venturelli, l'uomo guarda dentro ai suoi modi di conoscere e impara a metterli in discussione: è infatti a partire da questo ippopotamo "mantovano" che, dal Seicento e ben oltre il tramonto del secolo dei Lumi, si svolge un vivace dibattito fra mecenati e uomini d'arte, fra naturalisti e avventurieri di tutta Europa. La caccia di un medico e l'opera di un celebre artista ci insegnano che è meglio appassionarsi alla sfida del dubbio, piuttosto che aggrapparsi ad improbabili certezze.
15,00

Fotografie da cartolina. Bergamo e provincia 1940-1970. Ediz. italiana e inglese

Nadia Bassis

Libro: Copertina morbida

editore: Nomos Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 64

È il terzo volume della collana che il Museo delle storie di Bergamo dedica alla fotografia storica. Ogni numero offre una chiave di accesso diversa al prezioso patrimonio di immagini dell'Archivio fotografico Sestini: più di un milione di scatti che documentano la storia, di Bergamo e d'Italia, dall'invenzione della fotografia fino agli anni Novanta del XX secolo. Questo numero è la guida per ripercorrere in chiave locale la storia della cartolina nel Novecento: tra gli anni Quaranta e Settanta, essa riflette l'evoluzione della comunicazione degli italiani, il cambiamento dei costumi e dell'uso del tempo libero in corrispondenza all'affermarsi di nuove mete turistiche. Con la crescita del benessere, la cartolina mette in viaggio il racconto per immagini della modernità, con i suoi simboli d'epoca: un albergo, un impianto sciistico, una pompa di benzina in mezzo a una piazza animata da negozi e servizi. Tanto nei paesaggi urbani che nei panorami di provincia realizzati per le cartoline si leggono in filigrana le vicende di un Paese che cambia e si racconta, lasciando, sullo sfondo di slogan che oggi fanno sorridere, una memoria viva delle trasformazioni del territorio.
10,00

Porta Romana bella

Roberto Marelli

Libro: Copertina morbida

editore: Graphot

anno edizione: 2021

pagine: 224

"Sul campanin de Ceravall, gh'è ona ciribiciacola con cinqumilacinqucentcinquantacincuciribiciacolitt...". Chi non conosce questa filastrocca dedicata al campanile dell'Abbazia di Chiaravalle? E chi non intona spontaneamente Porta Romana bella, leggendo il titolo di questo libro, in omaggio alla ballata popolare nata nelle carceri milanesi nel XIX secolo? Sfogliando il volume, di curiosità se ne trovano molte, grazie ai racconti di chi continua a tramandare la memoria storica del quartiere. Un rione che è nel cuore di ogni milanese o di chi, per diversi motivi, milanese lo è diventato, e che racchiude aneddoti singolari e personaggi interessanti spaziando da piazza Missori a Rogoredo. La storia del Signoron, la cui mano benedicente è stata ricostruita dopo più di vent'anni grazie al mecenatismo di un abitante della zona. Quella della Marisa in Burlamacchi, il locale che per anni è stato il simbolo della milanesità canora. Il rione del Bottonuto, regno della prostituzione a basso costo e il Teatro Carcano, dove fu eseguita per la prima volta la celebre Bella Gigogin. Poi la chiesa del Paradiso e la Pietra di San Barnaba, la sfilata delle carrozze dei nobili durante il Carnevalone Ambrosiano e infine gli inizi artistici dei fratelli Piero e Mario Mazzarella e della cantante Wilma De Angelis. Tra le pagine di questo libro, attraverso le testimonianze di chi ha condiviso ricordi e storie, si esplorano le radici antiche di Porta Romana e si scoprono vicende di ieri e di oggi.
20,00

San Salvario e Borgo Valentino

Maurizio Ternavasio

Libro: Copertina morbida

editore: Graphot

anno edizione: 2021

pagine: 240

San Salvario e Borgo Valentino, un quartiere e il suo sobborgo. Si parte da San Salvario vero e proprio, nato attorno alla chiesa di San Salvatore di via Nizza all'incrocio con corso Marconi, e poi sviluppatosi in concomitanza con la costru zione della stazione di Porta Nuova, la grande novità della zona centrale della città attorno al 1860. In seguito l'area si espande verso sud: negli anni Trenta prende così forma e sostanza anche il Valentino, quello che avrebbe dato i natali alla Fiat. Compreso tra corso Raffaello e corso Bramante, non è solo un parco ma un vero e proprio borgo ed è stato protagonista della storia della città. Architettura, scuole, musei, negozi storici, fabbriche e associazioni scomparse, ma anche i trascorsi di antichi cinema, ristoranti e teatri, senza dimenticare le importanti trasformazioni economiche e sociali del quartiere. Un'accurata ricerca arricchita dalle testimonianze e dai ricordi di chi, a San Salvario e in Borgo Valentino, ci vive da sempre.
18,00

Liguria. Città, borghi, piazze e tante storie. Volume 4

Paola Pettinotti

Libro

editore: Biblioteca dell'Immagine

anno edizione: 2021

pagine: 200

Città, Borghi, Piazze, raccontate da Paola Pettinotti e disegnate da Pierfranco Fabris. Qui si narrano le tante storie, alcune liete altre meno, avvenute nei secoli dentro le piazze, le chiese, i palazzi che costituiscono l'anima ligure. In questo volume: Imperia, Apricale, Ceriana, Dolceacqua, Triora, Sanremo.
12,00

Carissime Dolomiti. La magia dei Monti Pallidi in 240 cartoline dagli anni '20 agli anni '60 del secolo scorso. Testo inglese a fronte

Giancarlo Pauletto

Libro: Copertina morbida

editore: Ediciclo

anno edizione: 2021

pagine: 276

Le Dolomiti raccontate attraverso nitide cartoline datate tra gli anni Venti e gli anni Sessanta del secolo scorso. Ritratti d'autore che fotografano una montagna in bianco e nero, la più autentica. Avete idea della neve caduta, a capodanno del 1939, sul Passo Giau? E che nell'estate del 1955, sul Campanil Basso, c'erano dei rocciatori in parete, e altri che li seguivano da sotto? Sapete che esiste una via Travers al Campanile di Val Montanaia, descritta in una cartolina del 1925? Ricordate com'era verde e fiorita la valle di Cortina, poco prima della seconda guerra mondiale? E che ne dite di un Pelmo del 1931, in fondo a una Val Fiorentina abitata da pochissime case? Trovate le risposte a queste domande, e molto altro, in questo libro fatto per il cuore e la mente di tutti coloro che amano la montagna. Il volume racconta le Dolomiti del recente passato, prima che la crisi climatica investisse in pieno le nevi e ora, con la tempesta Vaia, anche i boschi della montagna.
25,00

I 100 anni dell'Aquila. Un itinerario sul lago di Como-La moto Guzzi a Mandello del Lario. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Cinquesensi

anno edizione: 2021

pagine: 256

La storia della Moto Guzzi in bianco e nero e le immagini di un grande fotografo per raccontare un mito italiano sul Lago di Como. Con un racconto di Andrea Vitali.
30,00

Traforo e ferrovia del Frejus. La linea Torino-Modane

Mauro Minola

Libro: Copertina morbida

editore: Susalibri

anno edizione: 2021

pagine: 160

La scelta di non proporre un'opera per specialisti, bensì adatta al grande pubblico, è stata attuata per poter invece accennare ai tempi, ai problemi e alla loro soluzione, alla ricaduta di benefici, alle delusioni, alla promozione di interessi che traforo e ferrovia hanno avuto sulla popolazione i cui territori collega e percorre. Così i protagonisti non sono le macchine, ma ferrovieri e valligiani; visti di riflesso, è vero, ma sicuramente partecipi.
9,90

Liguria. Città, borghi, piazze e tante storie. Volume 1

Paola Pettinotti

Libro

editore: Biblioteca dell'Immagine

anno edizione: 2021

pagine: 200

Liguria e liguri, raccontati e disegnati
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.