Il tuo browser non supporta JavaScript!

Geografia

Città (in)vivibili

Libro: Copertina rigida

editore: Nuova Trauben

anno edizione: 2021

pagine: 254

Oggetto di studio importante, mutevole e determinante per la vita degli esseri umani, la città è un organismo in continua trasformazione: da sempre si discute della sua nascita e della sua evoluzione nei vari periodi storici, ponendo enfasi sull'urbanizzazione, sulla sua crescita e sul suo sviluppo, sulla memoria e sulle tracce di umanità e di cultura che in essa possono scorgersi.
15,00

Geografia sociale. Storia, teoria e metodi di ricerca

Mirella Loda

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2021

pagine: 264

La geografia sociale è una disciplina relativamente poco nota e ancora non molto praticata in Italia. Il volume ne propone un percorso introduttivo particolarmente attento agli aspetti teorici e metodologici che la contraddistinguono rispetto ad altre branche della geografia umana. Si trattano le implicazioni derivanti dalle diverse concezioni di spazio che presiedono alla ricerca, si osservano gli sviluppi della disciplina nei contesti culturali di lingua francese, tedesca e inglese, si illustrano infine, con l'aiuto di casi di studio, le sue potenzialità applicative per l'analisi e il governo delle problematiche territoriali a diverse scale.
14,00

Cagliari. Geografie e visioni di una città

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2021

Questo libro si presenta come un caleidoscopio per leggere, osservare, raccontare e disegnare, ma anche ascoltare, una città - Cagliari -, la cui identità è data dalla continua e fluida riconfigurazione dei frammenti che ne compongono i luoghi e i paesaggi, l'abitare e le sue rappresentazioni. Un caleidoscopio plasmato pure dal gioco del diverso posizionamento critico e di metodo dei ventuno autori coinvolti nel progetto: i geografi attivi a Cagliari e una cartografa dell'Università di Tours, con il contributo di prospettive provenienti dal campo della pianificazione, della fotografia, della critica letteraria, della storia dell'arte e del cinema. I capitoli di "Cagliari. Geografie e visioni di una città" si sviluppano come metafore urbane a partire da parole chiave. Parole che però assumono qui un significato peculiare, magari inaspettato, se riferito al senso degli spazi, alle temporalità e alle pratiche sociali, alle politiche e agli immaginari che questa "città d'acqua" lascia trasparire. Quattordici parole che offrono una selezione di riferimenti per una navigazione urbana. Esprimono sentimenti (Bellezza e Paure), rinviano a "racconti" di parole scritte (Narrazioni), di sguardi (Sguardi, Vedute, Orizzonti), di spostamenti (Movimenti) e di ascolti (Voci); richiamano luoghi emblematici o ordinari, paesaggi (Orti, Spiagge), o rimandano a pratiche di territorialità, a forme di resistenza sociale (Incontri, Campi) e a politiche pubbliche (Soglie, Metropolitanità).
43,00

Centochiese di Roma. Le facciate delle più significative chiese di Roma da modellare con la fotogrammetria sferica

Gabriele Fangi, Carla Nardinocchi

Libro: Copertina morbida

editore: Intrecci

anno edizione: 2021

pagine: 312

Questo libro è una raccolta di rilievi di oltre un centinaio di facciate di chiese storiche romane, effettuati con la tecnica della Fotogrammetria Sferica. Le pagine delle chiese qui raffigurate sono precedute da manuali della teoria e dei programmi che hanno reso possibile l'elaborazione dei dati delle riprese e la formazione dei panorami sferici, e che consentono anche al lettore di realizzare oltre ai panorami anche i modelli 3D, preziosi strumenti oggi per la documentazione e la salvaguardia del patrimonio architettonico e dei beni culturali. Al lettore infatti sarà data la possibilità di scaricare, dal sito della casa editrice, tutto il materiale occorrente, comprendente programmi, fotografie panoramiche, file di orientamento. Il lettore si costruirà in CAD così il suo modellino 3D scegliendo il grado di finitura e di dettaglio, aggiungendo particolari pezzo per pezzo.
35,00

Il commercio e la città media. Pratiche partecipative, percorsi di rigenerazione

Giuseppe Gambazza

Libro: Copertina morbida

editore: Pàtron

anno edizione: 2021

pagine: 180

Il commercio al dettaglio assume sempre più spesso un ruolo centrale nelle pratiche di rigenerazione urbana. Grazie alla capacità di richiamare popolazioni diverse e attrarre investimenti pubblici e privati, la rete dei punti vendita costituisce un elemento fondamentale per preservare e valorizzare alcuni caratteri distintivi delle città. La vitalità degli spazi tradizionali del commercio è tuttavia minacciata da una serie di recenti trasformazioni di natura economica e sociale, che si ripercuotono anche sulla socialità dei territori in cui essi operano. Nel tentativo di rispondere agli interrogativi posti dalle congiunture attuali, il volume si concentra in particolare sul ruolo delle associazioni pubblico-private sorte nelle città medie a difesa degli esercizi di vicinato. A tal proposito ampio spazio è dedicato allo studio della realtà piacentina. L'indagine consente, infatti, di valutare eventuali percorsi virtuosi attraverso cui i negozi locali possano ricostituirsi come luoghi di incontro e di relazione, favorendo la nascita di un nuovo spirito di comunità.
20,00

La geografia della vite. Volume 4

Riccardo Mazzanti

Libro: Copertina morbida

editore: Pisa University Press

anno edizione: 2021

pagine: 136

Questo IV volume della "Geografia della vite" tratta in maniera specifica la viticoltura sul territorio nazionale, seguendo lo schema adottato per i precedenti Stati europei ed extraeuropei, ma ampliandone i contenuti per giungere ad una visione più chiara e dettagliata: dopo una valutazione essenzialmente quantitativa dell'attuale situazione italiana, sia pure con riferimenti all'evoluzione storico-culturale e all'impatto del contesto ambientale sulla coltivazione della vite, si è proceduto a una descrizione specifica delle diverse realtà regionali, accorpate nelle grandi suddivisioni in Italia Settentrionale, Centrale, Meridionale e Insulare. Per ciascuna sono state poste in evidenza le caratteristiche storiche, ecologiche, ampelografiche, agronomiche e produttive, e si è poi proceduto all'individuazione delle maggiori zone viticole regionali: non potevano mancare un riferimento agli aspetti salienti del paesaggio viticolo in generale, la cui rilevanza estetica e culturale è stata da tempo riconosciuta ed esaltata, ed una breve sintesi conclusiva in merito al ruolo economico e territoriale della viticoltura, anche in una prospettiva di sviluppo e gestione.
35,00

Geografia come immaginazione. Tra piacere della scoperta e ricerca di futuri possibili

Giuseppe Dematteis

Libro

editore: Donzelli

anno edizione: 2021

pagine: 144

Serve ancora la geografia? Quale senso può avere, oggi, la pretesa di fissare un territorio in una rappresentazione, di «cartografarlo»? E a cosa serve la geografia? A descrivere i luoghi su cui gli uomini «appoggiano» il loro agire, o a raccontarne le interazioni, e indagarne la storia? A fissare e legittimare lo status di quei luoghi, o a contribuire al loro cambiamento? In questo aureo libretto, che raccoglie in alcuni brevi e folgoranti saggi il percorso esemplare di quello che a buon diritto può essere considerato il più autorevole rappresentante italiano della geografia attiva, emerge una concezione della Terra in cui biosfera e sfera socio-culturale interagiscono all'interno di un medesimo sistema complesso, operando ciascuna secondo le proprie modalità. Ciò significa che, a tutti i livelli territoriali, possiamo fare scelte sbagliate, che alterano le condizioni biologiche e sociali del pianeta e che presto o tardi finiranno per ritorcersi sulle condizioni di vita dei sistemi locali. Postfazione di Arturo Lanzani.
19,00

La vera conquista del Polo Nord. I dirigibili di Umberto Nobile

Roberto Graziani

Libro: Copertina morbida

editore: Carabba

anno edizione: 2021

pagine: 294

"il fatto che gli altri non c'erano riusciti. Questo fu il fatto essenziale che mi spinse per l'impresa del polo. Come tipo ero ambizioso. Volevo cose nuove [...] avevo costruito un nuovo tipo di aeronave, ma non ero contento del modo in cui veniva utilizzata dai piloti, dagli ufficiali dell'aeronautica. Volevo pilotarla io perché sapevo che poteva rendere molto di più di quello che loro pensavano".
18,00

Interpretare la quarta rivoluzione industriale. La geografia in dialogo con le altre discipline

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2021

pagine: 260

Che cosa si intende per quarta rivoluzione industriale? Quali sono le tecnologie e i mutamenti che portano a parlare di rivoluzione? Quali le chiavi di lettura più appropriate per capire i cambiamenti provocati nei modelli economici e sociali e le reazioni a livello territoriale? Il volume, inserendosi nell'attuale dibattito sull'impatto che le tecnologie 4.0 hanno sui diversi ambiti del mondo in cui viviamo, cerca di rispondere a questi interrogativi mettendo in luce i meccanismi generativi e i processi di destabilizzazione innescati nel campo economico, sociale, sanitario, della mobilità e del tempo libero. In considerazione della complessità del fenomeno e per rendere conto dei diversi punti di vista con cui interpretare la quarta rivoluzione, i saggi raccolti nel libro si configurano come un dialogo interdisciplinare tra ingegneri, economisti, sociologi, filosofi, geografi e storici. L'apporto della geografia emerge in particolare per evidenziare sia i fattori contestuali che promuovono lo sviluppo delle tecnologie sia le dinamiche spaziali attivate, in termini di opportunità, interconnessioni tra spazi fisici e digitali, qualità della vita, ma anche di diseguaglianze e nuove relazioni di potere.
28,00

Atlante dell'Antropocene

François Gemenne, Aleksandar Rankovic

Libro

editore: Mimesis

anno edizione: 2021

pagine: 168

Nella mitologia greca, Atlante era il titano sulle cui spalle gravava il peso della Terra. Quando nel 1538 Gerardo Mercatore introdusse gli atlanti stampati, il significato della parola "atlante" si modificò, non implicando più una responsabilità nei confronti della Terra, ma una forma di dominio. Quasi cinque secoli più tardi, la situazione si capovolge nuovamente: questo Atlante mostra come il tentativo di controllare e possedere la Terra sia impossibile e l'unico risultato di questa folle idea sia quello di rimanervi schiacciati. Cambiamenti climatici, erosione della biodiversità, cambiamento demografi co, urbanizzazione, inquinamento atmosferico, deterioramento del suolo, catastrofi naturali, incidenti industriali, crisi sanitarie. Per la prima volta, un atlante che riunisce tutti i dati sulla crisi ecologica dei nostri tempi. Prefazione Bruno Latour.
20,00

Pratiche di public geography. Un anno con il Touring Club Italino alla riscoperta della geografia

Riccardo Morri

Libro: Copertina morbida

editore: Pàtron

anno edizione: 2020

pagine: 166

Il volume si inserisce nel recente dibattito intorno alla public geography, riemerso con vivacità all'indomani della presentazione del Manifesto di Padova, nel 2018, nel corso delle Giornate della Geografia organizzate dall'Associazione dei Geografi Italiani. Attraverso la rilettura critica di alcuni degli esiti della collaborazione, formalizzata nel 2019, tra l'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia e il Touring Club Italiano nell'ambito della formazione e della divulgazione scientifica, l'autore pone in maniera problematica la relazione tra ricerca, didattica e trasmissione di conoscenze e di competenze in una relazione attiva con il territorio, con riferimento alla letteratura scientifica, alla produzione culturale e uno sguardo attento, ma non esclusivo, alla Terza Missione universitaria.
19,00

Esplora misura racconta. Alle origini del primo Museo di Geografia in Italia

Mauro Varotto, Giovanni Donadelli, Chiara Gallanti, Elena Canadelli

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 132

Il Museo di Geografia dell'Università di Padova, inaugurato il 3 dicembre 2019, è il primo museo universitario in Italia dedicato alla geografia, pensato per dare valore ad una storia prestigiosa e ad un patrimonio accumulato in oltre 150 anni di ricerca e didattica presso l'Ateneo patavino. Il volume ripercorre, attraverso il racconto dei protagonisti, la genesi e lo sviluppo di questo inedito progetto, dalle origini storiche del patrimonio alle scelte e ai contenuti che hanno ispirato il concept museale. Il Museo di Geografia non si propone soltanto di conservare e valorizzare un'eredità, ma di rilanciare un sapere spesso concepito a torto come arido e nozionistico. A partire dal ritratto del geografo presente nel celebre racconto del Piccolo Principe, che segna sul suo taccuino solo cose immobili ed eterne, il Museo invita a scoprire un sapere mobile, dinamico, innovativo: torna ad essere il "luogo delle Muse" di alessandrina memoria, spazio in cui coniugare ricerca e sperimentazione, didattica e formazione, diletto e coinvolgimento della società civile per affrontare la complessità delle sfide del mondo contemporaneo.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.