Il tuo browser non supporta JavaScript!

Filosofia

Prometeica, ovvero un discorso di filosofia della morale e dell'etica

Aldo Delle Rose

Libro: Copertina morbida

editore: Jouvence

anno edizione: 2023

pagine: 242

"Ma al di là delle categorie si estende il territorio inesplorato ed indescrivibile di ciò che va oltre la lettera di cui usiamo per dare forma alle nostre idee e alle nostre descrizioni. Una terra di vertigine, regno di Amore - qui così sapientemente alluso - nel quale si entra, secondo la terribile lezione impartita da Psiche, solo abbandonandosi e lasciando, saltando nel vuoto, con Fede che ad altri parrà disperazione."
22,00

Nozioni elementari di morale

Robert Spaemann

Libro: Copertina morbida

editore: Cantagalli

anno edizione: 2022

pagine: 128

Che cosa sia morale è evidente, si dice. Se è così, ogni parola in proposito è di troppo. Se ciò nonostante si deve continuamente tornare a parlare di ciò che è evidente, è soltanto perché esso viene continuamente rimesso in discussione. Nel 1981, in una serie di conversazioni alla Radio Bavarese, il filosofo Robert Spaemann (1927-2018) intrattiene gli ascoltatori su alcune delle nozioni più rilevanti per il dibattito etico, da quella di bene e di felicità a quella di destino passando da quelle di valore, giustizia, responsabilità, coscienza e azione buona. Ne risulta un percorso originale e coinvolgente di introduzione alla filosofia morale. L'efficacia del volume nato da quelle conversazioni non dipende soltanto dallo stile informale e diretto, ma, più profondamente, dalla convinzione che l'autore riesce a comunicare dell'importanza decisiva delle questioni etiche per la vita della persona. Il volume, pubblicato in Italia nel 1993 con il titolo Concetti morali fondamentali, ritorna adesso in una traduzione rivista e con una nuova prefazione. Ormai un classico della riflessione morale contemporanea, un aiuto prezioso per chi si avvicina alle questioni fondamentali del dibattito etico.
18,00

L'uomo senza contenuto

Giorgio Agamben

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2022

pagine: 144

Arte e terrore; l'origine del buon gusto e il suo rapporto con la perversione; l'ingresso dell'arte nel Museo e nelle collezioni; la separazione fra artisti e spettatori, genio e gusto; l'apparizione del giudizio critico; in altre parole, la nascita dell'estetica moderna, in un'analisi che parte da un'inedita rilettura dei passi di Hegel sulla morte, o, meglio, sull'"au to an nientamento" dell'arte per sfociare in un'originalissima interpretazione della Malinconia di Drer: ecco il sentiero che ci invita a percorrere questo saggio di insolita ricchezza in cui l'autore è riuscito ad aprire sul problema dell'opera d'arte una prospettiva nuova, che è al tempo stesso un avvincente programma poetico.
15,00

Filosofia dell'Ottocento. Dall'idealismo al positivismo

Vladimiro Giacchè

Libro: Copertina morbida

editore: DIARKOS

anno edizione: 2022

pagine: 688

Quest'opera ripercorre la storia della filosofia dall'Idealismo al Positivismo. Si tratta di un periodo che ha conosciuto una grande ricchezza di teorie e ha visto il sorgere di modelli di pensiero e di categorie che tuttora improntano il nostro modo di pensare. Le teorie degli autori presi in esame (non soltanto filosofi in senso stretto, ma anche poeti e letterati, economisti e scienziati) sono trattate evitando banalizzazioni attualizzanti, ma anche l'utilizzo di un gergo specialistico da addetti ai lavori, nella convinzione che sia possibile esporre il pensiero filosofico in modo rigoroso e al tempo stesso servendosi di un linguaggio chiaro e accessibile. Ogni capitolo è corredato di una parte antologica che contiene pagine dei pensatori discussi e testi di letteratura critica.
26,00

Storia dell'amore

Gérard Thomas

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Clichy

anno edizione: 2022

pagine: 160

Il motore del mondo. Il cuore del problema. L'energia della vita. L'amore, in tutte le sue forme, è ciò che ci rende umani e permette a tutti noi di esistere, di progredire, di non sparire dal pianeta. Fin dalla comparsa dell'homo sapiens molte dinamiche umane sono state governate da questo sentimento. O dal suo opposto. Gran parte della letteratura, della musica, dell'arte, hanno messo al centro l'amore. O il suo opposto. In questo libro, che come tutti i libri di Gérard Thomas è difficile incasellare in un genere preciso, si parla d'amore dal punto di vista storico ed evolutivo, ma si prendono in esame anche le sue diverse forme, le sue degenerazioni, i suoi pericoli, la sua violenza. E se ne mette in evidenza il valore sociale, economico e anche e soprattutto politico.
15,00

L'oscenità del corpo. Bramosie dell'immaginario, consumismo ideologizzato, indottrinamento visivo

Andrea Rega

Libro: Copertina morbida

editore: Tau

anno edizione: 2022

pagine: 228

Il volume incrocia fatti di cronaca con approfondimenti teorici, per affrontare il tema del corpo costruito a colpi di marketing e fatto oggetto di propaganda. A partire dalla denuncia di alcune derive del capitalismo avanzato, l'autore si sofferma ad analizzare la reificazione erotizzata della fisicità nella pubblicità, nel cinema, nella musica e nello sport. Una vasta opera di sensibilizzazione emotiva e visiva che, estranea alla razionalità del confronto dialogico, pone delle criticità educative spesso non intercettate, con opportuna distanza critica, da famiglie e scuola.
20,00

La regola del gusto e altri saggi

David Hume

Libro: Copertina morbida

editore: Abscondita

anno edizione: 2022

pagine: 128

Nel saggio La regola del gusto il punto di partenza è la varietà e variabilità dei gusti. Vi è in essi un'apparente concordanza: le stesse parole, osserva Hume, designano in tutte le lingue approvazione e pregi, oppure disapprovazione e difetti. Accordo che non va al di là delle parole; anche nella critica, come nell'etica, queste concordanze universali non oltrepassano il significato tautologico delle espressioni: nessuno può negare che il bene è bene e il bello è bello, ma la diversità comincia quando si tratta di determinare quali cose siano buone e quali belle. Tuttavia questa istanza scettica è per Hume solo un punto di partenza. Essa sta a provare che il gusto è soggettivo, e quindi non si possono trovare regole critiche universali; ma soprattutto che non esistono regole a priori, e che anche le regole del gusto, come tutte le altre, sono empiriche, a posteriori. Con ciò è posto il problema fondamentale dell'estetica di Hume: trovare un fondamento alle regole del gusto, tale che renda compatibile la loro universalità con la soggettività che abbiamo prima constatata. Che ci sia un'universalità del gusto è per Hume una cosa indubbia: ciò per lui si manifesta nei casi-limite, quando si rivelano valori imponenti e disvalori indubbi, o quando si mettono a raffronto produzioni letterarie, o in genere artistiche, di valore notevolmente differente, per esempio una poesia di un qualsiasi autore mediocre con quella di un grande poeta. Questo fatto prova che, in un certo senso, esiste un gusto universale, oggettivo, pur difficile da scoprirsi. La ricerca di Hume non è metafisica, non mira a definire un'idea trascendente del bello, ma a indagare come si formano quei «campioni», quei «modelli» del gusto che stabiliscono la norma effettiva e positiva del giudizio del gusto.
19,00

Al di là del bene e del male

Friedrich Nietzsche

Libro: Copertina morbida

editore: Rusconi Libri

anno edizione: 2022

pagine: 240

Attraverso quasi trecento aforismi, in "Al di là del bene e del male" viene dissezionata la morale, la psicologia, la storia, la religione, cimentandosi sul terreno teoretico, mira intenzionalmente a legiferare sui principi dell'esistenza. Il problema centrale del libro è quello delle caste e della selezione di una élite adatta a reggere l'Europa a cui si affianca il pensiero di Nietzsche che muove dalla preoccupazione per la decadenza dell'uomo.
10,00

Libro blu

Ludwig Wittgenstein

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2022

pagine: 168

Tradizionalmente considerata un'opera cruciale per il passaggio dal Wittgenstein del Tractatus logico-philosophicus a quello delle Ricerche filosofiche, il Libro blu raccoglie una serie di osservazioni filosofiche sulla natura del linguaggio, a partire da concetti cardine come significato e intenzione, e sul rapporto tra filosofia e scienza. È un esempio tipico della concezione wittgensteiniana della filosofia, intesa essenzialmente come un metodo per liberare l'uomo dai "crampi mentali" e dissolvere la nebbia che avvolge l'uso comune del linguaggio.
16,00

Il nome e la voce. Per una filosofia dell'inno

Nicoletta Di Vita

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2022

pagine: 320

L'inno - il canto in onore degli dèi - è oggi per noi qualcosa di cosí estraneo e lontano, che dimentichiamo che esso è stato per secoli la forma per eccellenza della poesia. La scoperta davvero inedita di Nicoletta Di Vita è che un legame segreto unisce fin dalle origini l'inno alla filosofia dell'Occidente, che esso è stato cioè per il mondo classico la forma per eccellenza del pensiero. Una rigorosa indagine archeologica, che scavalca le false barriere fra le discipline - dalla storia letteraria all'antropologia, dalla linguistica alla scienza delle religioni - mostra cosí non soltanto che Empedocle, Aristotele, Cleante, Proclo e lo stesso Socrate hanno composto inni, ma che l'inno è, insieme al lamento, il luogo in cui l'uomo compie l'esperienza originaria del suo essere parlante. Nella nominazione del dio non è, cioè, semplicemente in questione un genere letterario, che ha caratteri costanti dagli inni omerici ai tardi inni di Hölderlin, ma l'evento stesso del nome, cioè di quell'elemento del linguaggio di cui Saussure diceva che non è possibile fornire una definizione. Il lettore che avrà seguito l'appassionante ricerca di Nicoletta Di Vita scopre alla fine che l'inno e il lamento sono ancora oggi le due vocazioni fondamentali dell'essere parlante, in cui l'uomo celebra e custodisce il suo stesso linguaggio, prova a dire lo stesso rapporto - sempre problematico e rischioso - fra le parole e le cose. L'inno è per questo «il piú prezioso esempio di filosofia».
22,00

Estetica senza (s)oggetti. Per una nuova ecologia del percepire

Nicola Perullo

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2022

pagine: 240

Per smettere di essere antropocentrici occorre una nuova umanità davvero ecologica. Per non essere più antropocentrici, però, non basta depotenziare il soggetto: occorre liberare l'umano dalla tirannia degli oggetti. Infatti, soggetto e oggetto procedono e cadono insieme. Questa liberazione dagli oggetti va compiuta sul piano percettivo. Questo libro propone un cambio di prospettiva per ripensare l'esperienza estetica su base radicalmente processuale e relazionale: estetica senza (s)oggetti, ovvero concepire la realtà come un sistema in cui tutto è relazione - nel senso di un continuo intrecciarsi tra eventi. La scienza contemporanea, la filosofia relazionale e processuale, il buddhismo convergono oggi nell'affermare che conoscenza ed esperienza non sono su piani distinti: la relatività fisica corrisponde alla relatività delle qualità estetiche. Percepire ha, allora, profonde conseguenze non solo sul significato specifico delle esperienze estetiche, dei giudizi e delle valutazioni, ma sul nostro modo di vivere.
18,00

Per una filosofia al femminile. Donna filosofia: la nuova medicina

Francesca Zecchinato, Paolo Lissoni

Libro

editore: Verdechiaro

anno edizione: 2022

pagine: 168

Dopo avere rifondato nello stato di coscienza dell'amore la medicina dando vita alla PNEI, la psicologia generando una psicologia dello spirito, la sociologia reinterpretando in senso spirituale il marxismo, la sessuologia considerando la sessualità non più una pulsione ma uno stato della coscienza, la teologia riportando in vita il cristianesimo ariano quale linea profetica della chiesa cristiana e la giurisprudenza sostituendo alla vecchia idea di diritto naturale quella di diritto spirituale, l'ultimo sapere umano quale compimento trasformativo del mondo non poteva che riguardare la filosofia. Ma dovendo essere la filosofia la riflessione dell'essere umano sul mondo, su se stesso e su dio, ed essendo essa stata invece di fatto espressione del solo pensiero maschile, si rende oggi necessaria la genesi di una filosofia al femminile, non delle sole donne, ma concepita da uno sposalizio spirituale d'amore fra l'uomo e la donna. Questo saggio è nato da una interazione telepatica d'Amore fra una donna ed un uomo, con la funzione da parte maschile di de-costruzione, e da parte femminile di un vero e proprio concepimento di un nuovo modo di esistere nel mondo, nella consapevolezza che la vera unione fra il maschile ed il femminile non è la somma di due metà, che in questo modo resterebbero separate, ma un'unione alchemica di co-espressione dei due principi maschile e femminile.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.