Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diari e lettere

Carteggio D'Annunzio-Bruers

Libro: Copertina morbida

editore: Carabba

anno edizione: 2011

Il carteggio di D'Annunzio con Antonio Bruers, l'amico bibliotecario-archivista del Vittoriale, rappresenta un altro capitolo importante della biografia dannunziana, collocandosi nell'arco temporale che va dal 1921 al 1935, ultimo periodo di vita del Poeta. Al di là dei legami umani che si instaurano tra i due corrispondenti, tema vivo delle lettere è la fruttuosa collaborazione che portò alla nascita e sistemazione della biblioteca dannunziana e del primo nucleo dell'Archivio del Vittoriale degli Italiani; mentre, sullo sfondo, emergono i rapporti ambigui che D'Annunzio manteneva con gli organi ufficiali del Fascismo, come l'Accademia d'Italia, di cui Bruers diventò Vicecancelliere.
18,00

Cesare Brandi-Giuseppe Raimondi. Carteggio 1934-1945

Cesare Brandi, Giuseppe Raimondi

Libro: Copertina rigida

editore: Gli Ori

anno edizione: 2011

pagine: 368

Il libro presenta la corrispondenza inedita di due grandi figure della cultura italiana del XX secolo: lo storico dell'arte e studioso di teoria e tecnica del restauro e di museografia, Cesare Brandi, e lo scrittore, studioso d'arte e giornalista, Giuseppe Raimondi. Il loro epistolario complessivo consta di oltre 600 lettere, dalla metà degli anni Trenta ai primi anni Settanta. Per approfondire l'analisi e rendere più agevole la lettura e la consultazione del carteggio, si è preferito dividerlo in due parti, tenendo come spartiacque la fine della seconda guerra mondiale: l'insieme che ora viene pubbicato e che presenta solo la prima parte del lavoro, è formato da 284 lettere scritte da Brandi e Raimondi tra il 1934 e il 1945. Brandi e Raimondi parlano della loro vita quotidiana, dei problemi di lavoro, degli affetti e della famiglia, ma parlano soprattutto di arte e letteratura, dei loro amici e colleghi, di ciò che accade in Italia, facendo rivivere con le parole - ma anche grazie al ricchissimo apparato di note che accompagna le lettere - un mondo vivissimo di rapporti, di figure, di studi.
35,00

Già vinti nel cuore. Un carteggio famigliare (1936-1944)

Francesco Mancini

Libro: Copertina morbida

editore: Solfanelli

anno edizione: 2011

pagine: 312

"Le vicende di una famiglia e di uomini della terra d'Abruzzo, nella loro chiara filigrana, ci permettono di scorgere, comprendere meglio e amare di più - perché la percepiamo reale e precisa, proprio nei dettagli unici e irreplicabili della vita di ogni persona - quella che è stata la storia dell'intero Paese durante gli anni finali del fascismo e in quelli della costruzione della democrazia italiana." (dalla Presentazione di Lorenzo Ornaghi). La famiglia di cui si parla è quella dei fratelli Mancini, partiti dalla campagna abruzzese allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Gli autori principali del carteggio sono Giovanni Armando e Antonio; del fratello Luigi rimangono purtroppo poche lettere, insufficienti per una biografia giovanile.
20,00
37,00

Lettere alla famiglia (1851-1880)

Giovanni Verga

Libro: Copertina morbida

editore: Bonanno

anno edizione: 2011

pagine: 528

Le lettere familiari hanno costituito finora la più frammentaria e trascurata sezione dell'epistolario verghiano. Il corpus qui raccolto, relativo alla fase fondamentale della vicenda umana e letteraria dello scrittore catanese (dal 1851, anno della prima lettera nota di un Verga 'puer', al 1880, anno di conclusione del lavoro sui Malavoglia), si presenta come un'edizione critica conservativa, arricchita da un ampio commento biografico e storico-linguistico. Vengono recuperati numerosi inediti alla madre e ai fratelli, ma anche acquisite (con pazienti ricerche d'archivio) significative lettere dei familiari dello scrittore (padre, madre, fratelli). L'insieme può assurgere legittimamente alla coerenza di una testimonianza epistolare fra le più significative della letteratura ottocentesca, e ciò sia per la sua priorità e specificità rispetto al resto delle lettere verghiane note, che per l'interesse oggettivo dei testi. Essi infatti ci presentano un Verga sostanzialmente inedito, sempre alle prese con i problemi della quotidianità e della gestione economica di sé lontano e della famiglia a Catania.
43,00

Caro Sam... Lettere di un nonno al nipotino su gioie, sconfitte e doni della vita

Daniel Gottlieb

Libro

editore: Excelsior 1881

anno edizione: 2010

pagine: 182

Gli insegnamenti di un nonno sull'amore, sulle sconfitte e sui doni della vita. Daniel Gottlieb, psicologo, terapista della famiglia e noto giornalista, venticinque anni fa, a seguito di un terribile incidente d'auto, rimane paralizzato dal petto in giù. Nel 2000 nasce il suo nipotino Sam, al quale a soli pochi mesi di vita viene diagnosticata una grave forma di autismo, la sindrome pervasiva dello sviluppo. Gottlieb ha scritto queste lettere nella speranza che Sam possa un giorno essere in grado di leggerle e, leggendolo, conoscere suo nonno.
15,50

Galileo. La scrittura dell'esperienza. Studi sulle lettere

Erminia Ardissino

Libro: Copertina morbida

editore: ETS

anno edizione: 2010

pagine: 236

21,00

Lettere. Volume 15

Lorenzo de' Medici

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2010

pagine: 448

Il volume è stato pubblicato con il contributo della Andrew W. Mellon Foundation, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V Centenario della morte di Lorenzo il Magnifico e riporta la corrispondenza, a oggi in nostro possesso, di Lorenzo de' Medici tra marzo e agosto 1489. Corredato da tavole con le lettere originali, indice dei destinatari, indice dei nomi e indice generale.
120,00

Ludwig e gli amici. Lettere

Ludwig Wittgenstein

Libro

editore: Quattroventi

anno edizione: 2010

10,00

Carteggio Luigi Luzzatti, Fedele Lampertico (1861-1905)

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Veneto di Scienze

anno edizione: 2010

55,00

Sono diventato un autore

William Butler Yeats

Libro: Copertina morbida

editore: Mattioli 1885

anno edizione: 2010

pagine: 140

Una selezione delle lettere più significative spedite da William Butler Yeats ad amici e parenti. Le lettere al padre per convincerlo a scrivere un'autobiografia; i discorsi su poesia, arte e idee con l'amica Katheryne Tynan; la corrispondenza con l'amica e sodale Lady Gregory sul folklore irlandese; le lettere scherzose e private con Olivia Shakespear. E poi alcuni dei suoi discorsi più famosi, tra i quali "Sono diventato un autore", un discorso radiofonico del 1938.
10,90

Il colore per me è come un delirio. Carteggi di Innocente Salvini con Siro Penagini e con Emilio Zanzi

Libro

editore: Alberti

anno edizione: 2010

pagine: 244

Innocente Salvini (Trevisago 1889-Cocquio Trevisago 1979) è considerato nell'ambito della pittura del '900 italiano come uno degli artisti più originali, moderni ed europei. Di lui, soprattutto dopo la rivalutazione del dopoguerra, si sono occupati critici come Emilio Zanzi, Paride Accetti, Raffaele De Grada, Giovanni Testori, Sebastiano Grasso,... Nato in un mulino sul torrente Viganella, al confine con Gemonio, scoperto, ai primi del '900 da Siro Penagini, che egli considererà poi suo maestro, lì vive tutta la sua vita familiare ed artistica, facendo della famiglia, della natura, del lavoro agreste e della fede cristiana i temi delle sue opere che si caratterizzano per la ricerca coloristica singolare e personale. Alla sua morte la famiglia trasforma il mulino in casa museo.
29,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.