Il tuo browser non supporta JavaScript!

Archeologia

Gli eserciti di Roma. Dalla repubblica alla tarda antichità

Michel Feugère

Libro: Copertina morbida

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 327

Nel corso dei secoli, l'equipaggiamento militare e gli armamenti romani sono sempre stati strettamente associati al destino dell'impero. Le armi dei romani erano il frutto di scelte tecniche, ma anche di contaminazioni culturali: spesso, infatti, la legione adottava le armi dei popoli vinti di cui riscontrava l'efficacia. Contemporaneamente a questi prestiti, non mancavano, però, le innovazioni, come la creazione di nuovi pettorali o il perfezionamento dell'artiglieria ellenistica. Adattate al contesto militare di ogni epoca, le armi diventano per gli storici strumenti di conoscenza, testimoni di un'arte che ha continuato ad evolversi secondo molteplici criteri: dalla tecnica di fabbricazione all'organizzazione delle officine, dai metodi di utilizzo alle esperienze sul campo di battaglia. Beneficiando degli studi più recenti degli specialisti che, in tutta Europa, studiano le armi e le tecniche degli eserciti romani, quest'opera racchiude l'insieme delle conoscenze attualmente acquisite sugli armamenti legionari e ausiliari: le loro origini e il loro sviluppo, l'artiglieria, la cavalleria, ecc. Per ogni categoria di armamento, l'Autore analizza le principali caratteristiche e le variazioni subìte nel corso della storia: aspetto, adattamento alle modalità di combattimento, tipologia di utilizzo, cause del suo abbandono. Michel Feugère, archeologo di professione, mette la sua conoscenza al servizio dei lettori in questo suo minuzioso e quanto più aggiornato studio sull'arte militare di Roma, che consente di comprenderne l'evoluzione, i successi e le innovazioni.
22,00

Verso Ninive. Conversazioni su pena, speranza, giustizia riparativa

Paola Ziccone, Matteo Maria Zuppi

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 126

L'episodio biblico dal quale trae ispirazione il titolo di questo libro è quello in cui il profeta Giona si indigna con Dio perché non distrugge Ninive, città nemica di Israele, sterminandone gli abitanti dapprima minacciati da Dio per i loro peccati ma poi salvati perché convertitisi. Il libro di Giona viene richiamato nel dialogo tra il cardinale arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi, figura tra le più eminenti e popolari del cattolicesimo contemporaneo, e Paola Ziccone, operatrice del Diritto da decenni impegnata nel mondo carcerario e nella pratica della mediazione penale. Il resoconto di questo dialogo, che costituisce la parte centrale del volume, si è svolto in alcuni incontri avvenuti durante il periodo del lockdown della primavera 2020: un momento di sofferenza e paura planetaria, che ha condotto miliardi di persone a vivere contemporaneamente un'esperienza di separazione, segregazione, costrizione, com'è quella del carcere.
12,00

I tesori dell'archeologia. Piccole e grandi scoperte

Jean-Paul Demoule

Libro: Copertina morbida

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 164

Dal monumentale Cratere di Vix al Disco di Nebra - la più antica mappa del cielo a noi pervenuta -, passando per i primi templi dell'umanità in Turchia o per i tunnel sotterranei traboccanti di offerte a Teotihuacan, mai come negli ultimi decenni si erano scoperti tanti tesori. Attraverso quest'opera, Jean-Paul Demoule ci porta alla scoperta di questa immensa e affascinante ricchezza. Ma al di là dell'oro degli Sciti o dei faraoni, dei veri e propri "tesori", non meno pregevoli, si nascondono proprio sotto ai nostri piedi, e risultano, a volte, all'apparenza di poco conto - come il rametto di cannabis trovato in una tomba cinese - o addirittura invisibili - come la sequenza del DNA ricavata dai resti ritrovati dell'Homo di Denisova. Fervente sostenitore dell'archeologia preventiva, l'autore dimostra quanto sia importante non solo la salvaguardia, ma anche lo studio di questi reperti, perché concetti come "civilizzazione", "popolo", "cultura" o "migrazione" non possano essere fraintesi o distorti.
18,00

Puteoli, cumae, misenum

Libro: Copertina rigida

editore: Valtrend

anno edizione: 2021

pagine: 356

Con questo volume riprende con grande orgoglio la pubblicazione della storica rivista Puteoli in una nuova forma e con una nuova veste grafica. La rivista è divisa in quattro sezioni: studi, schede epigrafiche, i contributi dei concessionari di scavo in area flegrea con i risultati delle Attività di ricerca e il Notiziario del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. La prima serie, uscita fra il 1977 e il 1991, seppe conquistarsi nei suoi tredici anni di vita la stima scientifica internazionale, come fu riconosciuto anche in una sede autorevole e notoriamente non tenera nei giudizi come il Journal of Roman Studies nella recensione edita nel 1993 (p. 194 s.) all'ultimo volume allora apparso. Questa nuova rivista sarà annuale. È in attesa di iscrizione nella fascia A delle riviste scientifiche e riporterà ogni anno gli aggiornamenti delle attività di scavo e restauro archeologico, sia in ambiente terrestre che subacqueo.
30,00

Le origini di Roma. Storia dell'arte romana

Filippo Coarelli

Libro: Copertina rigida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2021

pagine: 256

Lo sviluppo della ricerca storiografica e dell'archeologia hanno permesso di smontare il pregiudizio accademico che vedeva nell'arte romana il prolungamento decadente di quella greca. La cultura romana delle origini viene analizzata come koinè, comunità in gran parte omogenea che ha il suo fulcro nell'italia tirrenica Con un metodo originale Filippo Coarelli ha saputo realizzare una storia dell'arte romana che raccoglie in una visione complessiva la ricerca archeologica e storica svolta da studiosi di diversi Paesi, basando la propria indagine sul dialogo continuo tra i dati archeologici e la tradizione classica sulle origini di Roma. Nei secoli più antichi, quelli della Roma dei re, la città si trovava all'incontro di due mondi artistici ricchi e vivaci - quello etrusco a nord e quello greco-italico a sud - e costituiva una periferia artistica dove influenze e modalità espressive variegate si intrecciavano e interagivano con la sensibilità locale. Nell'età dei re, Roma apparteneva a un territorio relativamente omogeneo, quello dell'Italia tirrenica, i cui segni si colgono nell'urbanesimo, nella celebrazione del sovrano, nei templi e nell'introduzione della scrittura. Nella prima parte dell'età repubblicana - il volume giunge fino al III secolo a.C. - iniziano a prender forma componenti proprie, in un continuo scambio di somiglianza e differenza rispetto ai mondi circostanti. Il quadro politico è cambiato, con l'espansione nel Lazio e la creazione di colonie, ed è così che gradualmente inizia a delinearsi una cultura artistica riconoscibile come «romana».
50,00

Il leone sogna la preda. Iconografia e immaginari tra Greci ed Etruschi

Bruno D'Agostino, Luca Cerchiai

Libro: Copertina morbida

editore: Quasar

anno edizione: 2021

pagine: 215

A Ischia, nell'VIII sec. a.C., un artigiano decora un'anfora con l'immagine di un leone che sogna la preda e questa azione, per chi guarda il vaso, istituisce la possibilità di condividere il sogno del leone. Ma è ancora possibile per noi ritrovare un sogno così antico e fino a che punto possiamo esserne interpreti? Intorno a questa domanda ruotano i contributi raccolti nel volume, pubblicati nel corso di un ventennio (1999 - 2018). Essi delineano il filo di un'indagine tra immagini e testi, tra Greci e Etruschi, in cui le variazioni significative contano quanto l'adesione ad una norma, rivelando l'incidenza di narrazioni e immaginari alternativi rispetto a quelli selezionati dalla committenza pubblica. Lungo questo percorso si incontrano protagonisti abituati a oltrepassare i confini, a intermediare dimensioni diverse: gli artigiani, padroni e vittime del proprio saper fare, un eroe a misura d'uomo come Odisseo e, naturalmente, Dioniso, il dio vagabondo che moltiplica i piani della nostra esperienza.
20,00

La passione e la polvere. Storia dell'archeologia italiana da Pompei ai giorni nostri

Luigi Malnati

Libro: Copertina rigida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2021

pagine: 224

Avventurosa e carica di mistero: da sempre, è così che immaginiamo l'archeologia. Spesso legata a paesi lontani, esotici e favolosi, o a scoperte di tesori e reperti straordinari come le tombe etrusche, gli affreschi di Pompei, le sculture classiche. Non è più così da molto tempo, da quando nell'Ottocento l'archeologia ha iniziato a distinguersi dalla storia dell'arte antica ed è diventata una scienza intimamente connessa alla storia dell'uomo, contribuendo, insieme alle fonti scritte, a scoprire e raccontare la vita nelle diverse civiltà. Da allora si sono moltiplicati gli scavi, condotti con metodi rigorosi, specie nelle città che conservano sotto l'aspetto attuale le tracce delle epoche e delle culture precedenti. In Italia la professione di archeologo è nata formalmente negli anni ottanta del Novecento e richiama giovani spinti da una grande passione, che lavorano duramente, a fianco delle soprintendenze, il più delle volte lontani dalla ribalta. Perché non esistono solo Pompei e il Colosseo: il patrimonio archeologico è diffuso e la battaglia per salvaguardarlo non è ancora perduta. Arricchito da un inserto di immagini che ripercorrono momenti e figure decisive e illustrano le tecniche dell'archeologia, La passione e la polvere racconta un mondo tanto affascinante quanto ancora poco conosciuto, nelle parole di un testimone diretto. Introduzione di Vittorio Sgarbi.
20,00

Negli scavi. L'archeologia raccontata da chi la fa

Eric H. Cline

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2021

pagine: 126

Immaginate una campagna di scavo di un'antica città del Medio Oriente. Quello che viene riportato alla luce sono perlopiù le pietre di alcuni muri, vasellame e - se va bene - qualche oggetto prezioso e qualche iscrizione incompleta. Ma come facciamo, da questi pochi indizi polverosi, a ricostruire con tanta precisione in che modo la gente che abitava quel luogo in un lontano passato effettivamente viveva, cosa mangiava, come si vestiva, che aspetto aveva? Eric Cline ci racconta tutto questo, a partire dai consigli pratici che un esperto archeologo potrebbe dare a un giovane apprendista. Come si fa a sapere dove scavare? E come si scava, nella pratica? E quando hai trovato un reperto, come fai a sapere quanto è vecchio? E cosa succede a quel reperto dopo che è stato estratto dal terreno, che percorso fa? Sono tutte domande che ci poniamo e alle quali Cline dà risposte chiare, informate e avvincenti. Per finire col raccontarci le descrizioni del funzionamento delle più moderne tecniche di studio sul campo, quelle basate su tecnologie che gli archeologi dell'epoca classica non potevano neppure immaginare, e che oggi permettono di svelare particolari incredibili del nostro remoto passato. Seguito ideale del precedente "Tre pietre fanno un muro", "Negli scavi" introduce il lettore nel meccanismo stesso dell'archeologia moderna, soddisfacendo tutte le domande che ogni mente curiosa si pone quando legge le storie meravigliose delle antiche civiltà sepolte.
16,00

Locri

Rossella Agostino

Libro: Copertina rigida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 126

Il volume, considerata l'importanza di Locri Epizefiri come emerge dalle fonti letterarie antiche e dagli studi successivi, nonché l'interesse suscitato da luoghi e reperti della polis coloniale magno-greca, propone una originale e diversa valorizzazione bibliografico-comunicativa del patrimonio locrese che raggiunga la sensibilità anche del lettore non necessariamente addetto ai lavori. L'idea progettuale punta su una presentazione "emozionale" del patrimonio elaborata attraverso un racconto fotografico di manufatti locresi visti in un'ottica raramente privilegiata: l'oggetto legato alla vita quotidiana della comunità cui appartiene rappresentato in modo che ne venga esaltata la raffinatezza artistica, dovuta alla bravura degli artigiani-artisti, e la suggestione che può dare a quanti oggi lo osservano lungo il percorso espositivo museale.
44,00
40,00

Tota Italia. Alle origini di una nazione. IV secolo a.C.-I secolo d.C.

Libro: Copertina morbida

editore: Arte'm

anno edizione: 2021

«'Iuravit in mea verba tota Italia sponte sua': così nelle sue Res gestae Ottaviano Augusto, che con le sue parole attribuiva alla nazione italica la scelta libera e spontanea di combattere al suo fianco nella guerra civile che lo opponeva a Marco Antonio, esprimeva l'ideale della totalità dell'Italia... È un concetto che nella storia appare qui, come mai prima d'ora, espresso in maniera netta e inequivocabile, rendendo una realtà politica quella che fino ad allora era solo una espressione geografica. ... una mostra di grande spessore scientifico e culturale, che ha il merito di ripercorrere, attraverso i reperti che documentano usi e costumi sociali e religiosi, i caratteri originali delle differenti popolazioni insediate sin dall'antichità nella nostra Penisola e la loro progressiva fusione in quella "tota Italia" in cui, per la prima volta, si manifestò l'unità nella diversità della nazione italica. La cultura pertanto riparte alle Scuderie del Quirinale con uno sguardo introspettivo, capace di indagare, attraverso il nostro patrimonio, le radici più profonde della nostra identità.» (Dario Franceschini)
20,00

Tre pietre fanno un muro. La storia dell'archeologia

Eric H. Cline

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2021

pagine: 480

In "Tre pietre fanno un muro" c'è tutto quello che una persona curiosa del mondo antico vorrebbe conoscere. C'è la prima scoperta di Pompei, del 1594, e la lunga storia degli scavi nei secoli successivi; ci sono i pionieri della prima archeologia ottocentesca, l'epopea di Troia e Micene; c'è Petra, Masada, le silenziose guardie di terracotta a difesa di una tomba imperiale cinese, ci sono gli ittiti, i minoici, gli inca e gli aztechi. E poi Stonehenge, Altamira, Roma, Olimpia, Cnosso, Ebla, Abu Simbel, Nimrud, Babilonia, Palmira, Ur, Qumran, Mesa Verde, Palenque, Machu Picchu, le misteriose Linee di Nazca. Quasi cento siti archeologici di tutto il mondo, in un racconto entusiasmante della loro storia, accompagnato dalla voce vivida e appassionata di uno dei più importanti archeologi del nostro tempo, che non risparmia aneddoti personali e coinvolgenti resoconti delle ultime tecniche di ricerca e scavo. A quasi settant'anni dalla pubblicazione dell'ormai classico Civiltà sepolte di C.W. Ceram, Eric Cline scrive un grande racconto epico: una storia dell'archeologia in grande stile, che racchiude tutte le vicende dell'umanità antica.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento