Il tuo browser non supporta JavaScript!

Archeologia

Archeologia pubblica. Metodi, tecniche, esperienze

Giuliano Volpe

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 260

L'Archeologia pubblica rappresenta un nuovo modo di intendere l'archeologia nel suo rapporto con la società contemporanea e con i diversi pubblici. Oltre a offrire il quadro del dibattito internazionale, il libro ne ripercorre i vari campi di attività: dalla comunicazione, anche sui nuovi media, al lavoro e alle professioni dell'archeologo, dallo sviluppo economico sostenibile al crowdfunding e al crowdsourcing, dall'open access alla libera circolazione di dati e immagini, dalle forme di condivisione ai progetti di gestione dal basso del patrimonio, anche alla luce della Convenzione di Faro. Abbandonando definitivamente recinti autoreferenziali e visioni elitarie, l'autore propone un più attivo e utile ruolo sociale dell'archeologia, capace di favorire la partecipazione dei cittadini, e lancia la sfida di una via italiana all'Archeologia pubblica.
25,00

Stonehenge

Bernhard Maier

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 144

Situato nell'Inghilterra sud-occidentale, Stonehenge è uno dei complessi monumentali più noti e misteriosi dell'Europa preistorica. Le sue origini risalgono al III millennio a.C.: come le grandi piramidi egizie, è diventato l'emblema di una civiltà, continuando a suscitare nel tempo infinite congetture e teorie. Il libro offre una visione d'insieme di ciò che sappiamo su Stonehenge grazie all'archeologia moderna, allo studio della preistoria e alla storia delle religioni, illustrando anche il contesto culturale in cui si sviluppò. Completa il quadro il racconto della fortuna di questo famosissimo sito megalitico nell'arte, nella letteratura e nel cinema.
13,00

Tutankhamon. Il viaggio nell'oltretomba

Sandro Vannini

Libro: Copertina rigida

editore: TASCHEN

anno edizione: 2020

pagine: 392

Quando Sandro Vannini ha iniziato il suo lavoro in Egitto, alla fine degli anni '90, la rivoluzione tecnologica digitale era agli albori. Le tecnologie emergenti gli hanno permesso di documentare pitture murali, tombe e manufatti con una precisione senza precedenti. Grazie a una tecnica definita multi-scatto, estremamente dispendiosa in termini di tempo e lavoro, Vannini ha realizzato delle riproduzioni fotografiche complete, in grado di rivelare i colori nei loro toni originali, e in tutta la loro bellezza. In queste immagini straordinarie scopriamo la quintessenza degli oggetti, insieme ai raffinati dettagli più nascosti. Questo volume è stato realizzato in concomitanza con una serie di mostre internazionali - in particolare quella ospitata dal California Science Center a Marzo 2018 e intitolata King Tut: Treasures of the Golden Pharaoh - per celebrare il centenario dei primi scavi effettuati da Howard Carter nella Valle dei Re. Attraverso le fotografie di Vannini, queste preziose creazioni vengono preservate nel pieno del loro splendore senza tempo. Se il repertorio fotografico copre tutti gli aspetti della cultura dell'antico Egitto, dalle offerte ai rituali in onore di Osiride e alla concezione della vita eterna, è l'inestimabile eredità di Tutankhamon a dominare queste immagini. Attraverso i testi del fotografo, le didascalie dell'egittologo Mohamed Megahed e le introduzioni di capitolo di studiosi del settore, Tutankhamon. Il viaggio nell'oltretomba, dice l'ultima parola su misteri lungamente dibattuti. Le prefazioni, colte ma accessibili, sono a cura di illustri egittologi fra cui Salima Ikram e David P. Silverman. Acute narrazioni, magnifiche immagini e un punto di vista contemporaneo fanno di questo volume un appropriato tributo all'odissea del Re Bambino, illuminando un'epoca che abbraccia un periodo inimmaginabile di 4000 anni.
50,00

Prima lezione di archeologia medievale

Andrea Augenti

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2020

pagine: 188

Un libro rigorosamente documentato e aggiornato che delinea i grandi temi e le possibilità di sviluppo dell'archeologia medievale.
14,00

The Domus Aurea Book

Vincenzo Farinella

Libro: Copertina morbida

editore: ELECTA

anno edizione: 2020

pagine: 256

"La storia della Domus Aurea è la storia della creazione, in una manciata di anni, di uno dei più grandi e fantastici sogni architettonici della storia e poi, dopo la condanna, la distruzione e l'oblio calati su questo sogno imperiale, della romanzesca riscoperta di un mondo dimenticato". (Vincenzo Farinella). La reggia di Nerone è un monumento visionario, decorato con mostri, animali fantastici e scene mitiche tratte dai poemi omerici che compongo un immaginario coloratissimo e seducente. La parte di questa sontuosa ostentazione del potere sopravvissuta alla damnatio memoriae che seguì la morte dell'imperatore, è quella costituita dal padiglione sul Colle Oppio, su cui si sono impostate le fondamenta delle nuove Terme di Traiano. Il volume si apre con un ritratto di Nerone, una figura di principe-artista la cui complessità si può solo intuire tra le righe di una tradizione biografica violentemente ostile. Seguono, nell'ordine, le vicende dell'edificio, tra riscoperte (nel Quattrocento) e nuove condanne (post concilio di Trento), un'indagine il filone dello stile "delle grottesche" da Raffaello fino ai giorni nostri e un capitolo finale, sui legami con l'immaginario dell'arte contemporanea. Le immagini che accompagnano i testi, come in tutti i volumi di questa collana, spaziano dai dipinti ottocenteschi alle mappe ai reperti archeologici, e, insieme alle citazioni, e restituiscono al lettore un'immagine non convenzionale e al tempo stesso rigorosa della storia di questo monumento grandioso.
18,00

Origini delle religioni

Emmanuel Anati

Libro: Copertina morbida

editore: Atelier

anno edizione: 2020

pagine: 187

20,00

Il mestiere dell'archeologo

Daniele Manacorda

Libro: Copertina morbida

editore: EDIPUGLIA

anno edizione: 2020

pagine: 602

Che cosa significa oggi essere archeologo? Quali sono i principali campi di applicazione dell'archeologia del XXI secolo? Daniele Manacorda risponde a questi interrogativi in un volume che raccoglie più di trent'anni di rubriche pubblicate nella rivista Archeo. Un libro per curiosi e appassionati, che si presta a diventare una vera e propria palestra di metodo per chi si accosta all'archeologia per lavoro o per esigenze di studio. Le rubriche offrono al lettore pensieri sparsi, in forma quasi di taccuino, dove è possibile rileggere i capitoli più significativi del percorso di ricerca e docenza di Daniele Manacorda. Le sue osservazioni non appaiono mai dogmatiche, sono semmai spunti per nuovi interrogativi, che ci spingono a reinterpretare criticamente la complessità del reale. Ne viene fuori un ritratto originale dell'archeologia che, prima ancora di una disciplina, è una lente attraverso la quale scrutare la realtà che ci circonda, ma anche uno strumento per ritrovare il passato nel nostro presente e il presente nel nostro passato. Prefazione di Andreas Steiner. Introduzione di Mirco Modolo.
50,00

Nerone, Roma e la Domus Aurea

Eric M. Moormann

Libro: Copertina morbida

editore: Arbor Sapientiae Editore

anno edizione: 2020

pagine: 94

Nel corso di questo saggio si è posto l'accento soprattutto sulla realizzazione del padiglione della Domus Aurea sul colle Oppio e sul suo arredo decorativo. Questo edificio fa parte di un complesso che comprendeva le molte esigenze di Nerone come dinasta e come erede della cultura ellenistico-romana. La combinazione di componenti diversissime in termini di funzione, forma ed importanza, sottolinea il desiderio dell'imperatore di poter soddisfare tutte le sue esigenze dentro le mura di Roma, sia quelle urbane che quelle extraurbane. Poteva "vivere come un uomo" nel vero senso dell'espressione: qui era il sovrano assoluto, residente in uno dei palazzo imperiali sul Palatino; qui era l'artista che si circondava da opere d'arte e forse anche dava delle presentazioni in una delle cenationes dei suoi palazzi; qui era anche il paesano, cacciatore, pescatore e raccoglitore delle raccolte terrestri, mentre queste opere bene consentivano di approfittare dell'ozio al mare o in campagna.
25,00

Lazio e Sabina. Atti del Convegno (Roma, 8-9 giugno 2015). Vol. 12

Libro: Copertina morbida

editore: Quasar

anno edizione: 2019

pagine: 368

65,00

«Costruire lo sviluppo». La crescita di città e campagna tra espansione urbana e nuove fondazioni (XII-prima metà XIII secolo)

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2019

pagine: 156

In questo volume, che raccoglie gli atti del convegno tenutosi a San Miniato (PI) nel 2016, abbiamo cercato di dare delle risposte a queste domande, creando un'occasione di confronto tra ricerche, per lo più interdisciplinari, che riguardano siti di diverso tipo recentemente indagati o riletti: città, grandi borghi di pianura, terrenuove e castelli. Partendo da questi contesti abbiamo voluto ridiscutere il ritmo e le forme della crescita che caratterizzò i secoli XII e XIII osservandola nella sua declinazione urbanistica (cantieri, tipologie edilizie, materiali da costruzione), economica (produzioni, circolazione e consumo di merci) e nelle modalità di celebrazione e propaganda politica (epigrafia).
30,00

Quando l'Egitto venne a Torino. Il viaggio, la collezione, gli uomini e l'Accademia delle Scienze

Libro: Copertina morbida

editore: Hapax

anno edizione: 2019

pagine: 128

Il volume ripercorre la storia della prima collezione di antichità egizie di Bernardino Drovetti, giunta a Torino tra il 1823 e il 1824 dopo un lungo viaggio e una laboriosa trattativa. Attraverso le testimonianze di studiosi e avventurieri del tempo il lettore verrà trasportato lungo le sponde del Nilo e i suoi tesori in compagnia dei Savants; potrà godere di un punto di vista nuovo sulle dinamiche e politiche che hanno seguito la vendita della collezione e il suo trasporto con Vidua e gli Accademici. Avrà infine l'occasione di entrare nel vivo della Drovettiana con il "Catalogue de la Collection d'antiquités de Monsieur le Chevalier Drovetti", manoscritto inedito dell'Accademia delle Scienze di Torino dove sono elencati nel dettaglio i reperti che ancora oggi possiamo ammirare al Museo Egizio. La passione, l'entusiasmo e la meraviglia che hanno seguito la collezione Drovetti dalla terra dei faraoni sino a Torino traspaiono pienamente dai numerosi documenti che costituiscono parte integrante dell'ampio corredo iconografico del volume, in cui la valorizzazione del ricco patrimonio archivistico dell'Accademia delle Scienze (e non solo) svolge un ruolo centrale.
36,00

Il fregio dell'arco di Susa. Un accordo stipulato 2000 anni fa

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni del Graffio

anno edizione: 2019

pagine: 44

10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento