Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ambiente

La lezione di Marco. Pane, lavoro, ecologia: dal No alla partitocrazia ai 5 Stelle

Alfonso Pecoraro Scanio

Libro

editore: Paesi Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 128

Marco Pannella si è spento il 19 maggio del 2016. Della formidabile storia politica del leader radicale tanti ricordano le campagne e i referendum per il divorzio, i diritti civili, l'antiproibizionismo, lo stop ai finanziamenti ai partiti; e ancora il suo spirito ghandiano e l'impegno su carceri e giustizia. In questo libro Alfonso Pecoraro Scanio - fondatore dei Verdi nonché radicale della prima ora che con Pannella ha condiviso tante di queste battaglie - sottolinea e fa emergere anche la passione e le lotte per l'ambiente: dalla spinta contro il nucleare al no alla caccia, dagli appelli per tamponare il dissesto idrogeologico del Paese ai cento giorni in cui, da presidente del Municipio di ostia, azionò le ruspe per abbattere gli abusi edilizi e denunciò per primo la presenza della Mafia a Roma. Senza dimenticare il suo metodo nuovo di fare politica, post- partitico e post-ideologico.
18,00

Caldo. Breve storia dello scioglimento dell'Artico

Mark C. Serreze

Libro: Copertina morbida

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2021

Quando visitò l'Artico per la prima volta negli anni Ottanta, Mark Serreze era un giovane studioso, pieno di entusiasmo ma poco convinto che gli esseri umani giocassero davvero un ruolo importante nelle variazioni climatiche. Quando, diversi anni più tardi, Serreze volle rivedere la zona dei suoi primi studi, si trovò di fronte a una sconvolgente sorpresa: l'area era quasi completamente sparita, ridotta a qualche chiazza di ghiaccio sporco e destinato a sciogliersi del tutto di lì a breve. "Caldo. Breve storia dello scioglimento dell'Artico" parte da quella sorpresa e racconta la vicenda che, attraverso decenni di esplorazione di ricerca sul campo, ha portato Serreze a cambiare idea, diventando così uno dei più influenti e ascoltati attivisti al lavoro affinché gli esseri umani creino una società globale unita e capace di tutelare al meglio il nostro pianeta.
19,00

Il nostro ultimo avvertimento. Sei gradi di emergenza climatica

Mark Lynas

Libro: Copertina morbida

editore: Fazi

anno edizione: 2021

pagine: 400

Stiamo già vivendo un'emergenza climatica. Ma quanto possono peggiorare le cose? La civiltà collasserà? Abbiamo già superato il punto di non ritorno? Che tipo di futuro possono aspettarsi i nostri figli? Consultando rigorosamente i più recenti studi della climatologia, Mark Lynas esplora il corso che abbiamo tracciato per la Terra nel prossimo secolo e oltre. Grado per grado, Lynas delinea le probabili conseguenze del riscaldamento globale e della catastrofe climatica che ne deriverebbe. Con un grado in più - la situazione in cui ci troviamo ora - già le foreste della California e dell'Australia vengono divorate da incendi devastanti, mentre uragani mostruosi colpiscono le città costiere. Con due gradi in più, la calotta polare artica si scioglierà e le barriere coralline scompariranno dai tropici. Con tre gradi in più, il mondo inizierà a rimanere senza cibo, rischiando di condannare milioni di persone alla carestia. Con quattro gradi in più, vaste aree del globo diventeranno inabitabili per via del caldo, cancellando dalla mappa intere nazioni e trasformando miliardi di persone in rifugiati climatici. Con cinque gradi in più, il pianeta registrerà le temperature più alte degli ultimi 55 milioni di anni. Con sei gradi in più, infine, avrà luogo un'estinzione di massa senza precedenti, e quasi tutte le forme di vita rischieranno di scomparire dalla faccia della Terra. Il nostro destino non è ancora deciso, ma il tempo stringe. Dobbiamo porre fine alla maggior parte del nostro consumo di combustibili fossili entro un decennio se vogliamo salvare l'Artico e le barriere coralline. Se falliamo, rischiamo di superare il punto di non ritorno, spingendo il caos climatico verso una spirale fuori controllo. Questo libro non deve essere ignorato. Questo è davvero il nostro ultimo avvertimento.
20,00

La camelia

Angela Borghesi

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2021

pagine: 184

Davanti a una tazza di tè quanti di noi sanno che in infusione mettiamo per lo più i giovani germogli essiccati e variamente trattati di una pianta chiamata da Linneo "Camellia sinensis" (L.) O. Kuntze? Le sue foglie hanno conquistato il mondo, ne hanno rivoluzionato aspetti culturali, sociali ed economici, intorno a esse si sono canonizzati riti e millenarie cerimonie. E fu proprio cercando di possedere la pianta del tè che gli europei scoprirono altre specie di camelia. Ecco perché la vicenda della diffusione del tè si incrocia con quella della diffusione dei semi e delle piante di alcune tra le molte varietà di camelia. La storia del viaggio di questa pianta è affascinante e, in parte, ancora avvolta nelle nebbie. Asiatica nell'origine, in Europa e in Italia diviene, soprattutto, storia di ville e giardini, di passioni aristocratiche, esclusive, per un fiore dalle forme e dai colori così diversi, talora persino sul medesimo esemplare, da soddisfare i capricci estetici sia di chi l'ama per le corolle dalla perfezione geometrica sia di chi le predilige bizzarre e vezzose.
12,00

Il pino domestico

Giulia Caneva

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2021

pagine: 144

Il pino domestico è il vero simbolo di albero italico. Non a caso gli inglesi lo chiamano Italian stone pine e in Francia Pin d'Italie. È l'albero di casa nostra perché il paesaggio mediterraneo non è umile né dimesso. È grandioso, solenne, rifiuta la pompa dei colori esotici tropicali. Il pino, questo grande e maestoso albero, dall'odore penetrante, caratterizza, fino a diventarne l'icona, la macchia mediterranea dei litorali tirrenici, adriatici e ionici e delle isole di Sardegna e di Sicilia.
12,00

Benvenuti a Chernobyl. E altre avventure nei luoghi più inquinati del mondo

Andrew Blackwell

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2021

pagine: 344

Per la maggior parte di noi viaggiare significa visitare i luoghi più belli della terra: Parigi, il Taj Mahal, il Grand Canyon. Non succede spesso di prenotare un biglietto per visitare il paesaggio lunare e senza vita dei giacimenti di sabbie bituminose del Canada o di far vela alla volta della Grande chiazza di immondizia del Pacifico. In "Benvenuti a Chernobyl", Andrew Blackwell lo fa e viaggia per i luoghi più inquinati della terra: da Chernobyl alla grande isola di rifiuti del Pacifico, dall'Amazzonia devastata dalle coltivazioni di soia alle miniere di carbone in Cina. Perché? Forse l'attrazione di risalire la traccia del futuro, oltre che del presente. Ma c'è anche dell'altro: qualcosa di inafferrabile bellezza abita questi luoghi. Scopriamo così che questo libro, irriverente e pensoso, è anche una lettera d'amore agli ecosistemi più contaminati e più degradati della nostra biosfera e una riflessione su che cosa significano per noi.
18,00

C'è vita senza la plastica. Perché farne a meno prima di morire soffocati

Nathalie Gontard, Hélène Seingier

Libro: Copertina morbida

editore: EMI

anno edizione: 2021

pagine: 190

Ogni occidentale consuma ogni anno 100 chili di plastica. Dagli anni Cinquanta ne abbiamo prodotto 9 miliardi di tonnellate: saranno 30 miliardi entro il 2050 con l'attuale trend. L'accumulo di plastiche è schizzato alle stelle: erano 2 tonnellate annue nel dopoguerra, oggi sono 359 milioni di tonnellate - 11 al secondo. Numeri da capogiro. Questi dati non sono solo cifre. Nell'analisi di Nathalie Gontard, affermata scienziata, diventano la storia di una lotta quotidiana per dar vita a un mondo plastic free. Perché l'ambiente sta soffocando di plastica: l'Antropocene, la nuova era geologica in cui siamo immersi, è caratterizzato dal «plastiglomerato», un composto di roccia, detriti e sedimenti plastici che prende piede in ogni angolo della natura. E domani saremo noi a essere soffocati, letteralmente, dalle nanoparticelle di plastica presenti anche nell'aria. Un mondo plastic free è possibile? In queste pagine, molto autobiografiche, l'Autrice risponde di sì. E snocciola diversi esempi su come possiamo, partendo dal basso e con scelte di politica economica, lasciare un pianeta più salubre e meno inquinato alle future generazioni. Perché senza la plastica c'è la vita.
24,00

Cambiamento climatico e limiti interiori

Richard Stiegler

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 134

Il cambiamento climatico costituisce una delle maggiori sfide che l'umanità abbia mai dovuto affrontare. Non sorprende dunque che l'incombente catastrofe climatica scateni in molte persone reazioni interiori di sopraffazione e isolamento. L'opinione pubblica si sofferma principalmente sulla dimensione esteriore della questione, ovvero sulla possibilità di ridurre le emissioni di CO2 . Ma quali reazioni attiva nel nostro animo la consapevolezza di dover operare un cambiamento radicale del nostro stile di vita futuro? Che sensazioni proviamo posti davanti all'incertezza che ai nostri figli sia garantito un futuro vivibile? Richard Stiegler, psicoterapeuta e conduttore di corsi spirituali, ci invita a comprendere come il cambiamento imminente agisca su di noi a livello emotivo. Ci stimola a confrontarci con le nostre resistenze interiori e il nostro senso d'impotenza in modo da creare le premesse per la realizzazione di un cambiamento costruttivo. Il suo libro indica una nuova strada, fa luce sugli aspetti essenziali indispensabili al cambiamento di coscienza individuale e collettivo e stimola nel lettore la messa in moto di un intenso processo di presa di coscienza. I diritti d'autore saranno devoluti alla riforestazione tramite l'associazione PRIMAKLIMA.
13,90

Sostenibilità adesso. Investiamoci

Antonio Avalle

Libro

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2021

pagine: 112

In un anno durissimo, segnato dalle relazioni digitalizzate e dei webinar senza fine, è nato una sorta di breve graphic novel di consapevolezza nel segno della Sostenibilità. Dagli autori di Dr. Money & Mr. Fear, il piccolo manuale dell'investitore, Antonio Avalle e Guido Migliaro, un percorso incentrato sulle complesse e talvolta insidiose questioni legate all'Insostenibilità raggiunta dal nostro abuso del pianeta Terra. Una sfida è stata cercare di affrontare un argomento che, per quanto di grande attualità, talvolta non riesce a scuotere abbastanza le coscienze e rischia di infrangersi sulle barriere dell'indifferenza. A quanto pare temi decisivi come quelli ambientali spesso rischiano di creare distacco. "Il clima probabilmente è l'argomento più noioso che il mondo scientifico si sia mai trovato a presentare al pubblico" (Randy Olson - biologo). Da qui l'idea di rivolgersi a tutti attraverso un linguaggio semplice e diretto fatto di immagini e fumetti. Il risultato? Un mix ritmato che traccia tra vignette, tavole, tabelle, grafici, aneddoti e curiosità, una mappa per orientarsi e comprendere meglio dinamiche grandi e piccole, buoni e cattivi stili di vita, partendo dai cambiamenti climatici per approdare agli investimenti sostenibili e responsabili.
15,00

Ecologia della felicità. Perché vivere meglio aiuta il Pianeta

Stefano Bartolini

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2021

pagine: 352

"Lo scopo di questo libro è indicare una strada percorribile per rendere sostenibile la pressione umana sull'ambiente. Il messaggio è che ce la possiamo cavare senza doverci ridurre all'ascetismo di massa, che rispettare il Pianeta è un obiettivo raggiungibile e che possiamo raggiungerlo vivendo meglio di quanto facciamo attualmente. Non ci serve la rimozione. Ci serve muoverci collettivamente per cambiare le cose." Da più parti si sostiene che una riconversione ecologica dell'economia comporterà dei sacrifici che impatteranno negativamente sul nostro benessere. Ma è veramente così? Partendo dagli studi sulla felicità degli ultimi decenni, questo libro dimostra che possiamo vivere più felicemente e in modo sostenibile. Condividere rende felici e non inquina; possedere non rende felici e inquina. Ma invece di migliorare la condivisione, la nostra società punta alla crescita economica, all'espansione del possesso grazie all'aumento del potere d'acquisto. Il risultato è un mondo che non è né felice, né sostenibile. Negli ultimi decenni sono dilagate solitudine, perdita di senso di comunità, di solidarietà e di appartenenza, oltre al degrado degli ecosistemi. Questo è il prodotto di una società che desertifica le relazioni umane perché stimola ossessivamente il possesso e la competizione, in nome della crescita economica. Occorre "decelerare". Questo libro mostra come fare per ampliare la condivisione: come organizzare le città in modo da ridurre la solitudine; quali metodi di insegnamento attuare nelle scuole per formare persone capaci di costruirsi buone relazioni e vite felici; quali modalità di organizzazione del lavoro nelle imprese favoriscano il benessere e le relazioni di chi ci lavora; quali leggi contrastino la manipolazione operata dal marketing. Il tutto da una prospettiva ecologista matura ed equilibrata, lontana da ottimismi entusiastici e da pessimismi catastrofisti. Stefano Bartolini propone un manifesto dei cambiamenti politici, sociali ed economici che sono possibili e necessari per smetterla di sfidare la natura, anche quella umana.
24,00

Ecosocialismo. Una alternativa radicale alla catastrofe

Michael Löwy

Libro: Copertina morbida

editore: Ombre Corte

anno edizione: 2021

14,00

Nati con la camicia... di plastica. Come il nostro organismo assorbe le microplastiche già nel grembo materno

Antonio Ragusa

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2021

pagine: 160

"La presenza di microplastiche nella placenta significa che la plastica è arrivata a colonizzare il grembo materno: per la prima volta abbiamo dimostrato la presenza di materiale artificiale nel corpo del bambino in formazione." Tutto comincia su una spiaggia della Sardegna, una di quelle poche spiagge ancora incontaminate, lontane dai circuiti del turismo di massa. Quando, passeggiandovi in una nuvolosa giornata di aprile, Antonio Ragusa, ostetrico e primario del reparto di ginecologia dell'ospedale Fatebenefratelli di Roma, trova, mischiata alla sabbia fine, una miriade di minuscoli pezzettini di plastica, ha una sorta di conversione ecologica. Com'è possibile che siano arrivati fin lì, in un luogo così sperduto? Bisogna fare qualcosa, ripulire i mari, gli oceani, le coste. Quello che ancora Ragusa non sa e che scoprirà a breve è che la plastica ormai non si è limitata a invadere il mondo circostante, è arrivata fin dentro di noi, nel nostro corpo. Grazie a una ricerca scientifica condotta con il supporto dei suoi collaboratori, Ragusa ha infatti dimostrato che le microplastiche sono arrivate persino nel grembo materno. Le conseguenze della sua scoperta sono di ampia portata: la presenza della plastica nel corpo umano potrebbe alterarne i meccanismi immunitari e modificare il modo in cui l'organismo gestisce il metabolismo dei grassi. Un mondo privo di plastica, tuttavia, non è più possibile. Quello che possiamo fare, tutti, è cercare di minimizzarne l'impatto, esercitare la nostra consapevolezza e prenderci cura del nostro pianeta, proteggendolo da noi stessi.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento