Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Vauro Senesi

Coronadelirius. La pandemia in vignetta

Vauro Senesi

Libro: Copertina morbida

editore: Futura

anno edizione: 2021

pagine: 112

La pandemia raccontata dalla matita di Vauro. I lunghi mesi vissuti sotto l'incubo del virus ripercorsi in una serie di vignette che ricostruiscono l'impatto del Covid19 in Italia: dai lock down ai vaccini, dalla zona rossa a quella bianca, dalla vita quotidiana alla politica. Le paure, i dubbi, le speranze di un Paese narrato con lo strumento della satira, con il sorriso - a volte amaro - che aiuta a difenderci dalle nostre angosce. I protagonisti e le loro scelte: dal governo alla società civile, messi sotto la lente dell'ironia che dissacra i governanti e rileva i vizi dei governati. Prefazione di Massimo Galli.
13,00

La regina di Kabul. Storie dall'Afghanistan di Emergency

VAURO SENESI

Libro: Copertina morbida

editore: Libreria Pienogiorno

anno edizione: 2021

pagine: 173

«Quando vedi cose insopportabili, immaginale splendenti. Sono i versi che una poetessa afgana del decimo secolo scrisse con il suo stesso sangue. Ecco, sia pure nel sangue bisogna creare immagini di bellezza», disse il dottore. «Dobbiamo». Un bambino che costruisce nel segreto il suo aquilone. Una donna con il burqa che sfida ogni convenzione per lavorare nel nuovo ospedale appena sorto nella capitale. Un calligrafo che accetta l'inaudito compito di dipingere ciò che è proibito. Un ragazzino arruolato a forza dai talebani mentre governa le sue pecore. Un'infermiera che si incammina lungo sentieri minati per prestare soccorso. E su tutti, lo spettro incombente della guerra, perché non ha conosciuto altro scenario la maggior parte della popolazione afgana. Sono lampi indimenticabili queste storie dell'Afghanistan di Emergency, l'associazione che Gino Strada ha fondato nel 1994 per offrire cure gratuite alle vittime della guerra e della povertà, e per cui ha lavorato ogni giorno sino all'ultimo, il 13 agosto del 2021, quando i talebani, ormai alle porte della città, si accingevano a riconquistare Kabul. Raccontano gli ultimi vent'anni di quella terra amata e martoriata dal punto di vista dei piccoli, spesso ad altezza di bambino. Ridisegnano ciò che gli occhi hanno assorbito in diverse missioni sul campo, e insieme l'impegno quotidiano di centinaia, migliaia di uomini e di donne. Come Gino, ognuno di loro sa bene che se l'uomo non butterà fuori dalla storia la guerra, allora sarà la guerra a buttare fuori dalla storia l'uomo. Con una nota di Cecilia Strada.
16,90

La zecca

Vauro Senesi

Libro

editore: Compagnia Editoriale Aliberti

anno edizione: 2019

pagine: 180

In questo libro, Vauro Senesi ha raccolto le vignette ideate e realizzate per «Left», la nota rivista di politica e società, "unico giornale di Sinistra" come si autodefinisce (anche ironicamente). Ne "La zecca" troverete dunque le battute più corrosive del più corrosivo autore satirico italiano. Sempre cattive, a volte cattivissime. Quasi sempre politicamente scorrette, o iper-corrette. Da amare o da detestare, così come avviene per il suo autore. L'ultima, vera, irriducibile "zecca rossa" che si possa trovare nel panorama giornalistico e culturale dell'Italia di oggi.
18,00

La zecca

Vauro Senesi

Libro: Copertina morbida

editore: Editorialenovanta

anno edizione: 2019

pagine: 320

Una selezione delle migliori vignette di Vauro.
18,00

La trilogia della luna: Kualid che non riusciva a sognare-Il mago del vento-La scatola dei calzini perduti

Vauro Senesi

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2017

pagine: 609

Un ragazzino guarda dall'alto la conca di Kabul immersa nella notte, svegliato dal ricordo della luna che disegna un serpente sulla parete della sua stanza. Ha dieci anni, lo sguardo vispo, due incisivi un po' sporgenti, e un cruccio che lo accompagna. Un giovane uomo cammina per le vie di una Baghdad che sembra deserta, avvolta in un tempo dilatato e sospeso. Avanza nel nulla, poi con la mano afferra un bastone lungo e sottile. Non appena lo alza, centinaia di piccioni spuntano dal niente del cielo e iniziano a danzare attorno a quel bastone, al ritmo di una musica che nessuno può sentire. Gli strilli di un bambino infrangono l'atmosfera di un grande magazzino alla vigilia delle feste. E dall'enorme costume rosso di Babbo Natale riemerge Madut, il ragazzo del Sudan, l'uomo nero fuggito dalla sua terra in fiamme, giunto attraverso strade insolite e rocambolesche fino a Roma, per trovare il suo angolo di quotidianità in una lavanderia a gettone. Tre storie poetiche per raccontare l'umanità che misura il mondo camminando, spesso in fuga dai tormenti della guerra e dalla miseria che porta con sé. Una riuscita alchimia di relazioni e personaggi che sa tratteggiare vicende straordinarie e minuscole, esistenze sospese tra passato e presente, tra qui e altrove, che giungono a fondersi e a confondersi con quelle del nostro Paese. Tre storie che intrecciano culture raffinate e quotidianità difficili in una fantasmagorica esplosione di colori, tra desideri, ansie, rabbia, rassegnazione, emozioni e umori. Rammentandoci che non appena gli occhi di un uomo incrociano i nostri, quello sguardo ci rende entrambi responsabili.
18,90

Lo straccio rosso

Vauro Senesi, Francesco Aliberti

Libro: Copertina morbida

editore: Compagnia Editoriale Aliberti

anno edizione: 2020

pagine: 205

L'idea dell'uguaglianza radicale fra gli esseri umani è antica come la nostra stessa civiltà, e non morirà mai. Ce lo ricorda lo storico Luciano Canfora, nella Prefazione a questo libro. Se è vero che del comunismo - inteso non come sistema politico ma come idealità a cui sacrificare tutte le proprie energie e la vita stessa - c'è ancora tanta nostalgia in giro, chi meglio di Vauro Senesi in arte Vauro può spiegarcene le ragioni? Lui che è ormai lo "straccio rosso" per eccellenza, bersaglio preferito dagli anticomunisti di tutte le latitudini, e che non fa niente per evitarne gli strali, anzi. L'identità di sinistra è il tema attorno al quale ruota questo serrato e informale dialogo con Francesco Aliberti, condotto con la libertà di essere politicamente scorretti. Vauro ne approfitta per raccontarci anche della sua vita, avventurosa, passionale e unica, di cosa significasse avere un sogno, un'utopia, una speranza. Poi ci sono i nodi dell'attualità. I migranti; i lavoratori e il valore stesso del lavoro oggi; il divario crescente fra ricchezza e povertà; il rapporto con la religione e le religioni, così difficile per chi fa satira tanto da costarti la vita, a volte. Al di là della nostalgia per luminose, passate stagioni, si sente aria di slancio, di speranza. Lo ribadisce lo stesso Vauro, nella chiusa del libro: «Vorrei dedicare queste nostre parole a chi è curioso, a chi ancora resiste».
14,90

La prima di Vauro

Vauro Senesi

Libro

editore: Manifestolibri

anno edizione: 2015

8,00

Tutto Vauro. Sessanta mi dà tanto

Vauro Senesi

Libro: Copertina rigida

editore: Piemme

anno edizione: 2015

pagine: 586

Per qualche settimana è stato di gran moda gridare "Io sono Charlie", soprattutto tra potenti, potentini e potentati. Tutti Charlie. Per poi rimangiarselo, ovviamente, alla primissima convenienza. Verrebbe da citare una memorabile prima pagina di Cuore: hanno la faccia come il culo. Non bisogna crederci. La verità è che essere Charlie non è per niente facile, è roba da pochi. Vauro è Charlie da sempre. Sessant'anni di età, quaranta di carriera. Tanta vita e tanto inchiostro sono corsi da quando ha cominciato a raccontare il mondo in satira. Da Il Male a Cuore, da Boxer a Linus, da Il Manifesto a Il Fatto Quotidiano, da Sciuscià a Servizio pubblico, Vauro ha continuato a fare il suo mestiere: prendere per il culo il potere in ogni sua forma - a partire da quel piccolo potere che ciascuno coltiva dentro di sé - sfidando conformismi, querele e inni di indignazione. Una monumentale antologia raccoglie ora in oltre 1.300 vignette - anche a colori - il mondo e l'opera di uno dei più grandi autori satirici italiani. Quarant'anni di politici, prelati, papi, militari, capi di Stato, capoccia, santoni, caporali e gente comune raccontati dal suo pennarello acuminato, che disegna a suon di sberleffi una contro-storia capace di farci ridere a crepapelle e farci incazzare di brutto. Di indignarci e di far pensare. E a volte persino di commuovere. Come solo la grande satira sa fare.
24,90

Antologica 1993-2002

Vauro Senesi

Libro: Copertina morbida

editore: Squilibri

anno edizione: 2015

pagine: 240

15,00

Vade retro! Manuale di autodifesa dalle religioni (quasi tutte)

Vauro Senesi

Libro: Copertina morbida

editore: Aliberti

anno edizione: 2011

pagine: 176

Le religioni sono tante che non ci si crede. In un momento in cui quelle ufficiali attraversano una fase di declino, decine di nuovi culti più o meno raccomandabili hanno approfittato per prosperare e diffondersi: caderne preda è più facile di quanto sembri, anche per gli scettici più irriducibili (anzi, forse ci siete già dentro fino al collo e non lo sapete). In questo esilarante "Manuale di autodifesa dalle religioni" Vauro e Spinoza.it raccontano il loro viaggio attraverso tutti i principali culti, più o meno pagani, in voga ai nostri tempi. Dal Cristianesimo alla Apple, dal Calcio al Padanesimo, dal Vegetarianesimo a Scientology, i nostri eroi hanno sacrificato il loro corpo e la loro anima per permettere al lettore di districarsi con agilità da ninja in una delle attività più controverse di tutta la storia dell'uomo: il credere. Grazie a queste pagine Vauro e Spinoza.it spazzeranno via tutti i vostri dubbi sulla fede, sostituendoli con altri più grandi, facendovi tra le altre cose risparmiare un sacco di fatica: loro le religioni le hanno provate (quasi tutte), così non dovrete farlo voi.
14,00

Premiata macelleria Afghanistan. Vignette dalla guerra

Vauro Senesi

Libro

editore: Zelig

anno edizione: 2002

pagine: 126

La guerra non ha niente di comico eccetto la sua stupidità. Vauro utilizza il disegno satirico, la vignetta, per provocare, per tentare di aggredire, con il grottesco che sempre si annida nella tragedia, la stupidità degli indifferenti. E poi ridere dove ci sarebbe solo da piangere può essere un antidoto all'assuefazione alla barbarie della guerra, anticamera dell'indifferenza e di quella criminale ideologia trasversale che definisce la pace una ingenua utopia.
8,00

L'ONU santo

Vauro Senesi

Libro

editore: Massari Editore

anno edizione: 1999

pagine: 96

6,71

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.