Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stefano Di Marino

Verità e non verità del popular. Saggio su Adorno, dimensione estetica e critica della società

Stefano Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2021

pagine: 321

Nel pensiero di Theodor W. Adorno, esponente di spicco della teoria critica della società legata alla Scuola di Francoforte, il confronto con la cultura di massa (o, più precisamente, con l'industria culturale) e con l'esperienza estetica "diffusa" e spesso "distratta" che la caratterizza gioca un ruolo molto importante, ancorché perlopiù in un senso critico. In particolare, al centro di numerose ricerche e numerosi scritti di Adorno si trova il confronto critico con gli sviluppi novecenteschi della "musica leggera" o popular music, che per il filosofo tedesco comprendeva anche il jazz. Tali argomenti sono sempre analizzati da Adorno con un approccio dialettico che porta a mettere in luce e ad enfatizzare l'intreccio di aspetti diversi (filosofici, sociologici, musicologici, critico-culturali, politici) che vengono poi a raccogliersi intorno alla domanda sulla verità e non-verità dei fenomeni di volta in volta presi in esame. Il libro analizza questo complesso di problemi a vari livelli, confrontandosi con la natura aperta, plurale e dinamica del pensiero di Adorno, e investigando specificamente la tematica della verità e non-verità della popular culture. Procedendo in modo critico e mai dogmatico "con Adorno" ma al contempo, ove necessario, "contro Adorno", il libro prende in esame i rapporti tra arte e società, tra aura e merce, tra dimensione estetica e potenziale politico, con un focus primario sulla popular music della nostra epoca e con numerosi esempi tratti da questo ambito.
22,00

Storia delle arti marziali. L'avventura delle discipline da combattimento

Stefano Di Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2020

pagine: 432

Fin dagli albori della storia il complesso di discipline di combattimento armate e disarmate che conosciamo come "arti marziali" ha accompagnato lo sviluppo della civiltà. Nei secoli le arti del combattimento, in Oriente e in Occidente, sono state tecniche di sopravvivenza, discipline filosofiche, attività ludiche, sportive e, dal Novecento, hanno parzialmente cambiato finalità ponendosi soprattutto come pratiche educative per tutti, abbandonando le caratteristiche più violente allo scopo di migliorare il fisico e la mente di chi le esercita. L'autore, che vanta una trentennale esperienza come atleta, insegnante, giornalista e promoter, ripercorre la storia dell'evoluzione delle tecniche di combattimento dall'antichità a oggi in una panoramica agile e avvincente. Dalle prime tecniche praticate da Egiziani e Babilonesi fino alle discipline coltivate da monaci buddhisti, santoni indù, samurai e contadini in rivolta, la storia delle arti marziali si sviluppa come un travolgente racconto sull'avventura dell'Uomo. Attraverso continui mutamenti e sviluppi si è giunti alle moderne Mixed Martial Arts, riservate a campioni professionisti, mentre nelle palestre si coltivano dottrine che insegnano il rispetto di se stessi e dell'avversario. Non mancano aneddoti e ritratti di personaggi chiave, oltre che un'analisi paese per paese delle singole scuole, con cui l'autore traccia un quadro esaustivo di un mondo esaltante in continua evoluzione.
24,00

La filosofia dei Radiohead

Stefano Marino, Eleonora Guzzi

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2021

pagine: 120

Nell'universo della "popular music" contemporanea, i Radiohead sono tra i pochi gruppi che hanno unito un notevole impatto commerciale a un riconosciuto successo artistico. In un'epoca in cui la riflessione sulla tecnica è di primaria importanza in ogni campo dell'agire umano, spicca - nel calderone delle arti e delle scienze - la sua applicazione alla musica. Partendo dalla concezione della tecnica artistica sviluppata da Theodor W. Adorno e altri pensatori del Novecento, queste pagine offrono un'interpretazione filosofica della produzione musicale dei Radiohead, da cui emerge la qualità intrinsecamente dialettica della tecnica: da un lato, un abuso inconsapevole rischia di "disumanizzare" la società; dall'altro, un uso consapevole - e non un'aprioristica rinuncia - permette all'umanità di conquistarsi nuovi spazi espressivi nel mondo contemporaneo. Un'interpretazione della poetica musicale dei Radiohead o, meglio, un'interpretazione della "filosofia dei Radiohead" che apre nuovi orizzonti nel rapporto tra un'arte, la musica, e una scienza, la filosofia.
14,00

Guida al cinema noir

Stefano Di Marino, Michele Tetro

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2018

pagine: 608

Il Noir è forse il genere cinematografico più prolifico e duraturo della storia del cinema. Legato alla letteratura ma capace di sviluppare anche moltissimi soggetti originali, accompagna il pubblico sin dagli anni Trenta. Oggi tutto viene etichettato come Noir, ma esistono canoni tematici e stilistici che il lettore deve conoscere per approfondire questo ricchissimo filone. Lo scopo di questa guida è introdurre il neofita in un mondo oscuro e complesso e stimolare l'esperto a rivedere e analizzare film classici e meno conosciuti. Una panoramica del genere Noir, così come è stato interpretato non solo nel suo paese d'origine, gli Stati Uniti, ma anche in Francia, in Inghilterra e in Italia, senza tralasciare quelle cinematografie che negli anni hanno integrato il Noir nella loro tradizione: la Spagna, la Scandinavia e l'Estremo Oriente. Chiarita la divisione nei tre periodi principali, Noir classico (dagli anni Trenta fino alla fine dei Cinquanta), neo Noir (dalla Nouvelle Vague fino agli anni Ottanta) e post Noir (le ultime tendenze legate al cinema di Tarantino), il volume affronta tutti i personaggi chiave con un'ampia scelta di film.
30,00

Guida al cinema horror. Dalle origini del genere agli anni Settanta

Roberto Chiavini, Michele Tetro, Stefano Di Marino, Roberto Azzara

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2021

pagine: 480

Un ritorno alle origini, una riscoperta del cinema horror dei primordi, attraverso l'analisi di stili, storie, temi e personaggi di un genere ancora fecondo e seguitissimo da ogni generazione di spettatori alla ricerca dell'incubo "innocuo", dello spavento catartico, della paura senza un effettivo rischio personale, quella pulsione che, come evidenziava lo scrittore H.P. Lovecraft, "ci fa sentire veramente vivi". Un viaggio nei meandri dell'orrore alla scoperta delle "gemme" del passato, di figure iconiche come Dracula, Frankenstein, l'Uomo Lupo, il dottor Jekyll, la Mummia, la Casa Infestata, i fantasmi e gli scienziati folli; ritroveremo le star del genere, come Conrad Veidt, Bela Lugosi, Boris Karloff, Lon Chaney (senior e junior), John Carradine, Peter Lorre, Vincent Price, Peter Cushing, Christopher Lee e Barbara Steele; ripercorreremo le vicende così raccontate da registi visionari come Paul Wegener, Henrik Galeen, Friedrich W. Murnau, Tod Browning, James Whale, Roger Corman, Terence Fisher, Mario Bava, Riccardo Freda e molti altri... Un articolato racconto della paura in celluloide dai suoi primordi sino alla rivoluzione del New Horror; dall'epoca del muto e del contrastato bianco e nero delle produzioni Universal e rko fino ai sanguigni cromatismi dell'aip e della Hammer, le celebri case di produzione che più di altre legarono la loro fama al genere horror. Un'esperienza per mettere alla prova il nostro coraggio e la nostra volontà di fronteggiare.
25,00

Il mondo di Poggi. L'officina del design e delle arti

Roberto Dulio, Fabio Marino, Stefano Andrea Poli

Libro: Copertina morbida

editore: Electa

anno edizione: 2019

pagine: 160

Electa architettura pubblica la prima monografia dedicata alla storia della ditta pavese Poggi, corredata dal regesto completo degli arredi realizzati. La vicenda professionale del produttore di mobili Roberto Poggi (1924) è al contempo esemplare e atipica. Con il fratello Ezio trasfonde i saperi artigianali del padre Carlo, fondatore dell'omonima falegnameria pavese, in una produzione di arredi innovativi in cui è possibile leggere sia l'eredità della tradizione manifatturiera lombarda, sia gli stimoli dalla cultura architettonica e artistica milanese del dopoguerra. A partire dalla fine degli anni Quaranta, un trentennale sodalizio con Franco Albini testimonia la capacità di Poggi di condividere e affinare l'impostazione metodologica e la tensione espressiva dell'architetto, esaltandole in raffinati arredi di serie, destinati a diventare inconfondibili icone del design italiano. La maniacale cura del dettaglio, dell'incastro, del materiale, della disposizione della venatura del legno rispetto agli sforzi strutturali più gravosi, accomuna i prodotti di Poggi dagli esordi per tutta la sua attività, ritrovandosi intatta negli arredi realizzati o solo progettati da Corrado Levi e Laura Petrazzini, Umberto Riva, Renzo Piano, Ugo La Pietra, Afra e Tobia Scarpa, Achille Castiglioni, Marco Zanuso, Vico Magistretti: soltanto alcuni dei numerosi architetti che a Pavia non trovarono solo un esecutore.
32,00

Áfanti. Racconti di scomparsi, fantasmi, invisibili

Stefano Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni dell'Orso

anno edizione: 2022

pagine: 212

«Stefano Marino è uno dei poeti d'eccellenza della poesia neo dialettale. Non sono il primo a riconoscerlo: la qualità espressiva dei suoi versi è densa di umori e direi di sapori, con accensioni che sanno mettere in evidenza mondi che parevano sepolti e che invece ancora hanno da dire la loro sia per la carica di umanità sempre viva e sia perché conservano intatta la freschezza del senso del vivere. I suoi racconti non si allontanano da questa ricchezza umana e poetica e spesso fanno ricorso anch'essi al dialetto per meglio illuminare il percorso umano e sociale dei protagonisti. Si tratta di vere e proprie immersioni nella provincia calabrese e ne vengono fuori affreschi che hanno la medesima carica di verità (...)»
18,00

Duro da uccidere. Il cinema di Steven Seagal

Stefano Di Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Shatter

anno edizione: 2021

12,00

Voodoo Darkness. Il potere della strega

Stefano Di Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Weird Book

anno edizione: 2021

pagine: 204

Una potenza oscura, figlia dell'odio e della malvagità, lega Haiti ai malfamati sobborghi di Manhattan. Martin Joe Dunn e Angela Manzetti del Dipartimento di Polizia di New York incominciano a indagare negli ambienti del fanatismo religioso di Spanish Harlem, ma ben presto si ritrovano a fare i conti con forze occulte che cambieranno per sempre il loro concetto di realtà. Tra cadaveri resuscitati, rituali sanguinari, sortilegi e possessioni, le notti della metropoli vengono stravolte dall'ombra vendicatrice del Voodoo. Con l'aiuto di padre Joaquino e di Dolores - bellissima e misteriosa esperta di religioni ed esoterismo - i due detective si preparano ad affrontare l'arcano potere della strega...
17,90

Comanche. Vivere e morire alla frontiera del West

Stefano Di Marino

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2021

pagine: 288

La storia dei Comanche è emblematica dell'epopea della Frontiera americana e del selvaggio West, quel territorio sconfinato, magnifico e impervio al tempo stesso, feroce con chi non vi si seppe adattare, che fu teatro di atti eroici, scontri sanguinari, scorrerie ed epidemie che portarono allo sterminio di tante popolazioni di nativi americani e al confinamento di altre all'interno delle riserve. Appartenenti a una tribù numerosa ma non particolarmente bellicosa, almeno fino al Seicento, i Comanche scoprirono con il cavallo un nuovo mezzo di locomozione, di caccia e di battaglia, che in poco tempo li portò a diventare la migliore cavalleria leggera del mondo e, ovviamente, i temutissimi signori di un territorio, ideale per la caccia al bisonte, che dominarono con violenza e ferocia. Fino al 1875, i Comanche resteranno i padroni di questa sterminata prateria, conosciuta come Comancheria, che contesero con i messicani, altri nativi e infine con i texani, guadagnandosi una fama sinistra. Da una parte i fieri guerrieri a cavallo, dall'altra le tribù nemiche, i cacciatori di scalpi, i ranger e i comancheros, mercanti autorizzati a trattare la vendita di donne, liquori e armi. Leggendarie le loro scorribande in Messico, in cerca di cavalli, prigionieri e armi, che avvenivano tradizionalmente durante la luna piena (da questo deriva il famoso detto "Luna Comanche"). Completa il volume un'analisi sui film, romanzi e fumetti che, più o meno fedeli alla realtà, hanno raccontato l'avventura dei Comanche, spesso arricchendola di dettagli avventurosi, esotici e romantici, facendoli entrare a pieno diritto nella leggenda del West.
18,00

Legione straniera. Storia di un'avventura

Stefano Di Marino

Libro

editore: Odoya

anno edizione: 2021

pagine: 288

La Legione è l'Avventura. Da sempre. Il kepi bianco, i pastrani blu, i forti nel deserto, la possibilità di iniziare una nuova vita cancellando la vecchia. Scenari di fantasia che si sovrappongono a una realtà spesso violenta. Oggi il mito si rafforza trasformando quello che un tempo era visto come un corpo di avventurieri allo sbaraglio in una delle forze speciali più addestrate, meglio equipaggiate e operative in ogni angolo del mondo. Storie di genieri barbuti che marciano sugli Champs-Élysées sulle note di Le Boudin, di scontri nella giungla a Ði?n Biên Ph?, in Africa o in Messico. Vicende di uomini, di donne di malaffare, di odi e di amicizie. L'autore racconta la storia della Legione straniera dalle origini nel 1831 sino a oggi, passando dalle guerre in Nordafrica e Spagna ai conflitti in Guinea e Indocina. Seguiremo quindi le vicissitudini della Legione durante i due conflitti mondiali o nel corso delle pagine oscure della fine del colonialismo francese in Indocina e in Algeria. Conosceremo le armi di un tempo e quelle di oggi, i metodi di addestramento e le uniformi. Vedremo come la Legione è diventata uno dei reparti di punta dell'esercito francese e si è distinta nelle operazioni in Africa negli anni Sessanta sino alle campagne in Medio Oriente e in Kosovo, dove si svolse una delle pagine più controverse della sua storia. Una storia di uomini prima che di battaglie, con approfondimenti dedicati ad azioni rimaste nella leggenda come la battaglia di Camerone e il famoso salvataggio dei coloni francesi a Kolwezi negli anni Settanta. Completa il volume un capitolo sui più famosi film dedicati alla Legione.
18,00

Il bacio della mantide

Stefano Di Marino

Libro

editore: Oakmond Publishing

anno edizione: 2021

Fine stagione, il Lido di Latina si svuota. Gli ombrelloni si chiudono, le ombre si allungano eppure, nello stesso albergo, si ritrovano i protagonisti del celebre caso di Moira la Pazza, la serial killer rinchiusa in un manicomio criminale. Fra loro l'ispettore di polizia che ha risolto il caso, uno showman in declino e la sua stralunata fidanzata, un criminologo di successo, un'ambigua infermiera e la sua giovane amica che, indipendentemente gli uni dagli altri, hanno deciso di trascorrere una vacanza all'Hotel Lungomare. Una tempesta improvvisa isola l'hotel e gli ospiti cominciano a essere misteriosamente uccisi. Mentre emergono segreti legami e scomode verità comincia a farsi strada il sospetto che nulla avvenga per caso e che sia in atto una vendetta. Quale significato ha il quadro che Rossana, direttrice dell'albergo, espone nell'atrio? Anche lei ha conosciuto Moira la Pazza uccisa da una mano ignota durante un tentativo di fuga? Gli intrighi, le passioni e la tensione dell'Italian Giallo degli anni '70 rivivono in un romanzo che sembra un film.
14,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.