Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Sandra Sassaroli

La formulazione del caso in terapia cognitivo comportamentale. Gestire il processo terapeutico e l'alleanza di lavoro

Sandra Sassaroli, Giovanni Maria Ruggiero, Gabriele Caselli

Libro: Copertina morbida

editore: Erickson

anno edizione: 2022

pagine: 344

Negli ultimi anni, la ricerca e i programmi di formazione si sono concentrati quasi esclusivamente sullo sviluppo di abilità di intervento, trascurando la capacità di formulare la complessità delle presentazioni cliniche. La formulazione condivisa del caso, invece, è lo strumento primario e imprescindibile per la gestione efficace dell'alleanza terapeutica e della relazione - che è poi la chiave per ottenere risultati positivi in ogni trattamento. In un dialogo a più voci, clinici e ricercatori di primo piano si confrontano in questo volume sulla formulazione dei casi in approcci cognitivo-comportamentali e non. Dai primi contributi della CBT standard alla REBT di Albert Ellis, dalla Schema Therapy alle teorie costruttiviste, gli autori passano in rassegna affinità e divergenze nei diversi trattamenti, dimostrando come nell'approccio cognitivo-comportamentale si verifichi, per definizione, un processo terapeutico all'insegna della piena e continua condivisione consapevole tra paziente e terapeuta. Destinato a clinici, studiosi, ricercatori e a chiunque voglia approfondire la conoscenza dello strumento più importante nel trattamento psicologico: la formulazione del caso.
37,50

Rimuginio. Teoria e terapia del pensiero ripetitivo

Sandra Sassaroli, Gabriele Caselli, Giovanni Maria Ruggiero

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2017

pagine: 352

Il rimuginici è una forma di pensiero negativo e ripetitivo che negli ultimi decenni ha assunto un ruolo fondamentale tra i fattori psicologici identificati come perno della sofferenza emotiva nella maggior parte dei disturbi psicologici. Rimuginare significa preoccuparsi delle cose negative che possono accadere, ma anche riflettere continuamente sui propri errori, su ciò che desideriamo e non abbiamo, sulle ingiustizie subite. Il rimuginio prolunga e intensifica la sofferenza psicologica, ostacola una naturale regolazione delle emozioni, soprattutto quando i pazienti non riescono a liberarsene o quando viene ritenuto utile o necessario. Il testo ricapitola i risultati teorici, empirici e clinici della letteratura internazionale e del percorso di ricerca degli autori. Si propone un impianto teorico chiaro ed esaustivo sui processi cognitivi di base e sul ruolo della conoscenza metacognitiva. Si chiarisce inoltre come le forme del rimuginio si interfacciano con i disturbi psicologici e si mostra ai clinici come intervenire sulle credenze metacognitive che orientano il rimuginio e sugli aspetti comportamentali che lo mantengono nel tempo.
32,00

Il colloquio in psicoterapia cognitiva. Tecnica e pratica clinica

Giovanni M. Ruggiero, Sandra Sassaroli

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2013

pagine: 319

"Al paziente cosa dico?" può sembrare, da parte del terapeuta, una domanda rozza, ma eludere sempre la risposta opponendo il sorridente silenzio del "venerato maestro" può far pensare che certe cose non si possono insegnare. Invece, il colloquio psicoterapeutico è fondato su una tecnica esplicita, su procedure che è possibile comunicare. In particolare, il colloquio cognitivo risponde a principi tecnici semplici e chiari. Incoraggia il paziente ad apprendere tre abilità fondamentali: riconoscere il legame tra sofferenza emotiva ed elaborazione cognitiva consapevole ed esplicita, ovvero tra quello che sente e quello che pensa, mettere in discussione la validità di questi pensieri, il loro valore di verità e di utilità, elaborarne di nuovi, più veri e soprattutto più utili per fronteggiare le situazioni problematiche. Tutto questo corrisponde a ciò che un terapeuta cognitivo dice ai propri pazienti ed è il tema che questo libro affronta.
28,50

Anoressia

Sandra Sassaroli, Giovanni M. Ruggiero

Libro

editore: Laterza

anno edizione: 2013

pagine: 144

I disturbi alimentari sono forme recenti di sofferenza emotiva strettamente legati all'intensa competitività sociale tipicamente moderna che genera stati pervasivi di ansietà e timore di inadeguatezza. Questi aspetti, uniti all'abbondante disponibilità di cibo della società attuale, possono generare frustrazioni, senso di sconfitta e timore di perdita di controllo della propria vita nelle persone. Timori che possono essere compensati investendo sul cibo, in una doppia direzione: sia l'astinenza anoressica che l.iperalimentazione bulimica, iperalimentazione che però acuisce la sensazione di perdita di controllo e di inadeguatezza personale. I disturbi alimentari diventano simbolici non solo per l'ossessione verso il cibo o l'aspetto corporeo, ma ancor di più per alcuni temi psicologici più nascosti ma più centrali. Fra questi, l'ossessione per il controllo sulla realtà, per la perfezione dello sviluppo Individuale e la centralità della cosiddetta autostima personale su cui fondare il proprio benessere.
12,00

L'uomo nero. Paure, ansie, fobie

Sandra Sassaroli, Roberto Lorenzini

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1993

pagine: 104

13,10

La mente prigioniera. Strategie di terapia cognitiva

Roberto Lorenzini, Sandra Sassaroli

Libro

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2000

pagine: 380

La psicoterapia cognitiva si sta diffondendo sempre più per i suoi risultati rapidi e scientificamente dimostrati, nonché per il basso costo: essa è l'intervento di prima scelta quando si vuole ottenere un cambiamento rapido di una situazione di sofferenza. Questo libro illustra una versione della terapia cognitiva e cognitivo-comportamentale, dalle sue basi teoriche fino all'operatività concreta, basata sia sugli standard internazionali che su elaborazioni nuove. Presenta inoltre protocolli d'intervento per i disturbi più frequenti: l'anoressia, la bulimia, l'ansia e le ossessioni.
29,00

Attaccamento, conoscenza e disturbi di personalità

Roberto Lorenzini, Sandra Sassaroli

Libro

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 1996

pagine: 204

Gli autori propongono una prospettiva nuova sul tema dell'attaccamento e del rapporto fra attaccamento e malattia mentale, nella quale la spinta ad apprendere diventa il punto centrale dello sviluppo del bambino. La stessa relazione con la madre è riletta alla luce del bisogno del bambino di "imparare a imparare" e l'evoluzione della personalità e dell'identità viene connessa al progressivo strutturarsi della capacità di conoscere. Questo approccio consente di interpretare i disturbi della personalità e la stessa sofferenza psichica alla luce delle modalità caratteristiche con le quali ciascuno esercita ed esprime le proprie capacità cognitive. Viene così prospettato un nuovo legame fra sviluppo infantile e psicopatologia infantile.
20,00
20,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.