Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Roberto Soldatini

Ca' Denecia. Vivere in barca a Venezia.

Roberto Soldatini

Libro

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2022

pagine: 126

«Chi l'avrebbe detto che un giorno saremmo stati i primi nella storia ad avere la residenza in barca a vela a Venezia. Una barca che quindi merita di essere chiamata Ca' Denecia, come i preziosi palazzi veneziani". Venezia come non l'avete mai vista, come non la si vedeva forse dall'epoca della sua fondazione. Roberto Soldatini trascorre un anno nel capoluogo veneto vivendo sulla sua barca Denecia, osservando la città e la sua laguna da un punto di vista speciale e in un periodo in cui non è invasa dai turisti. I veneziani si riappropriano delle loro calli e dei loro canali. Normalmente restano dietro le quinte di uno spettacolo che non gli appartiene, come dei figuranti. Ma, appena gli «invasori» vanno via, escono come dopo un assedio, e si ritrovano a vivere la loro città solo tra veneziani, riconoscendo ancora una volta il volto reale e autentico di un luogo unico al mondo. «Una Venezia nuova, fuori dai classici percorsi turistici», scrive nella postfazione Sergio Nazzaro. «Un libro di nostalgia e di malinconia, di scoperta e di conferma.»
16,00

Denecia. Approdi nella pandemia

Roberto Soldatini

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2021

pagine: 240

La pandemia causata dal Covid-19 viene raccontata in un libro da chi vive in barca, tra peripezie burocratiche e avventurose navigazioni, affrontate con il profondo legame dei due protagonisti. È il racconto di approdi da sogno lungo più di tremila miglia sotto la chiglia (seimila chilometri), tra Italia, Grecia, Albania, Montenegro, Croazia e Slovenia, in baie e porticcioli dove Denecia era quasi sempre l'unica barca presente a causa del lockdown. «Fa arrabbiare questo libro che pone in discussione ogni nostra scelta», come scrive nella postfazione Sergio Nazzaro. «Perché prima della pandemia era un sognare ad occhi aperti, durante la pandemia sembra essere l'unica forma possibile di sopravvivenza morale e ontologica: abitare il sogno».
17,00

Denecia. Autobiografia di una barca

Roberto Soldatini

Libro: Copertina morbida

editore: Ugo Mursia Editore

anno edizione: 2018

pagine: 188

«Grazie alle cure dei Walton e dei miei successivi compagni, dopo più di vent'anni i miei interni sono ancora come nuovi. Infatti in molti dicono che non dimostro la mia età, tanto che potrei tranquillamente calarmi gli anni, se non fosse che noi yacht non siamo capaci di dire bugie come fanno gli umani.» Denecia è una barca a vela che racconta in prima persona la sua storia, la sua nascita, o meglio la sua costruzione, i suoi compagni di viaggio, i loro amori, le loro passioni e le loro disavventure. Ma descrive anche i luoghi meravigliosi che ha conosciuto, ovviamente visti sempre e soltanto da dove li può vedere una barca: dal mare. Più di ottantamila chilometri, dall'Inghilterra fino alla Grecia, passando per la Francia, la Corsica, la Sardegna e la Spagna. Un romanzo di mare e d'amore, raccontato da un'insolita prospettiva che narra tre storie, susseguitesi nell'arco di vent'anni sul ponte di quella barca. Tre coppie di armatori, due inglesi e una italiana. Tre amori, tre avventure, e una barca del tutto speciale.
16,00

Sinfonie mediterranee

Roberto Soldatini

Libro: Copertina morbida

editore: Nutrimenti

anno edizione: 2016

pagine: 330

Dopo "La musica del mare", la nuova avventura del violoncellista e direttore d'orchestra che ha scelto di vivere sulla sua barca a vela. Da cinque anni Roberto Soldatini alterna sei mesi in porto nella città che lo ha adottato, Napoli, e sei mesi di navigazione solitaria in Mediterraneo, insieme a un compagno d'eccezione, un violoncello vecchio di trecento anni. E questo è il racconto della sua nuova, lunga rotta alla ricerca dell'armonia e della bellezza, attraverso la storia, la cultura, la musica, il cuore della gente del mare nostrum. Un'occasione anche per riflettere sulla nostra vita, individuale e collettiva. Un viaggio di seimilacinquecento chilometri d'acqua scorsi sotto la chiglia di Denecia. Dall'Italia tirrenica alla Grecia ionica, l l'attraversamento del golfo di Corinto fino all'Egeo, il periplo del Peloponneso, poi la risalita dell'Adriatico seguendo le coste di Albania, Montenegro, Croazia e Slovenia, fino a Trieste, per partecipare in solitaria alla storica Barcolana, la regata più affollata del Mediterraneo. Una rotta non prestabilita, ma tracciata seguendo il vento, con la consapevolezza che a dettare il percorso è sempre il ritmo della natura, e a volte il destino. Quasi cento tappe, approdi nuovi o nostalgici ritorni, a comporre un emozionante diario di bordo che è anche una guida per un diverso modo di viaggiare e di andar per mare. Prefazione di Donatella Bianchi.
18,00

La musica del mare. La scelta di un direttore d'orchestra di mollare gli ormeggi

Roberto Soldatini

Libro: Copertina morbida

editore: Nutrimenti

anno edizione: 2014

pagine: 189

Una barca e un violoncello, niente di più. La scoperta che fra la musica e l'andare a vela corre un'armonia perfetta. Roberto Soldatini, direttore d'orchestra, compositore e violoncellista, ha deciso di fare della barca la propria casa e di salpare alla volta dell'Oriente in compagnia di 'Stradi', il suo violoncello. Un viaggio, quello a bordo di Denecia, che lo ha condotto dall'Italia a Istanbul approdando nelle più belle isole dell'Egeo, alla scoperta di un mondo magico e antico, accolto dai sorrisi di gente semplice e saggia, stregato dalla bellezza dei luoghi e arricchito di nuove amicizie. Una scelta estrema vissuta senza enfasi, ma con inesauribile curiosità. Così il viaggio diventa esplorazione, occasione di incontro, scoperta di sé e dei propri limiti. Giorno dopo giorno, il musicista si trasforma in marinaio. E la barca diventa il suo mondo. La musica del mare è il racconto di una scelta di mollare gli ormeggi unica nel suo genere. Quella di un musicista che non ha messo da parte il suo passato, che continua a fare concerti e insegna in Conservatorio, ma che ha scelto uno stile di vita nuovo, e mostra orgoglioso la carta d'identità che, prima in Italia, porta come indirizzo la banchina del porto di Napoli dove Denecia è ormeggiata.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.