Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Pasquale Serra

Perché studiare il populismo argentino

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Rogas

anno edizione: 2022

pagine: 96

Perché dobbiamo studiare il populismo argentino? Perché parla alla crisi della democrazia europea, al suo rimosso. Il grande problema politico del nostro tempo, usando le parole di Gramsci, è la polverizzazione e dispersione del popolo, che non può essere superata se non riflettiamo sul problema dell'eterogeneità sociale e sulla necessità della costruzione dell'unità politica, sempre aperta e revocabile, quindi democratica. Solo così è possibile dare una prospettiva alle classi popolari, che permetta una rigenerazione delle lotte sociali per l'emancipazione. Attraverso un itinerario sul senso del populismo argentino e della sua vocazione nazionale popolare, seguendo i suoi più importanti studiosi, da Gino Germani a Torcuato di Tella fino a Ernesto Laclau e alle più recenti riflessioni sul populismo repubblicano, questo libro ci fornisce gli strumenti necessari per ripensare la politica del nostro tempo.
11,70

Populismo progressivo. Una riflessione sulla crisi della democrazia europea

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2018

pagine: 192

Rivendicando la propria essenza intimamente nazional-popolare, il populismo latinoamericano rappresenta, oggi, un punto di riferimento ineludibile per l'Europa e per il suo pensiero politico. Muovendo dalla contrapposizione di Gino Germani tra fascismo europeo e populismo argentino, Serra scorge nei movimenti nazionalpopolari che animano la vita politica latinoamericana materiali fondamentali per tematizzare la drammatica crisi della rappresentanza democratica europea e per pensare una via d'uscita "progressiva" a tale crisi. Analizzando il dibattito argentino su Gramsci e le originali posizioni di Ernesto Laclau, l'autore ci fa capire come sorga dal cuore stesso della crisi europea l'esigenza di comprendere il populismo sudamericano, e di confrontarsi criticamente con esso.
22,00

Trascendenza e politica. Struttura dell'azione sociale e democrazia

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Futura

anno edizione: 2013

pagine: 154

Il confronto con il tema della trascendenza costituisce un passaggio centrale della riflessione di Pasquale Serra, ed è esattamente tale confronto che colloca questo libro nello stesso contesto da cui sono emerse, negli ultimi anni, le novità più significative del dibattito contemporaneo intorno ai rapporti tra la politica e le inquietudini del mondo contemporaneo. Muovendosi all'incrocio tra diverse discipline, e a ridosso della tragedia storica contemporanea, l'analisi di Serra esplora i caratteri della odierna crisi della democrazia e individua nel concetto di trascendenza (in una nuova relazione tra trascendenza, politica e democrazia) non solo il concetto più adeguato all'attuale situazione storica, ma anche quello più produttivo per costruire una risposta non regressiva a tale crisi.
12,00

La funzione dello Stato. Scienza giuridica europea e rapporto tra ordinamenti

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2010

pagine: 168

La scienza giuridica dell'ultimo ventennio si è occupata a lungo, con riferimento all'Europa, del rapporto fra ordinamenti, in quanto una delle angolazioni cruciali da cui l'intera vicenda europea può essere considerata attiene al rapporto tra l'ordinamento comunitario e gli ordinamenti degli Stati membri, tra diritto comunitario e diritto nazionale. In un confronto serrato con i principali modelli di relazione, Serra mette al centro il tema dello Stato, la funzione dello Stato, costruendo su tale centralità un'originale teoria dell'integrazione europea. Muovendosi fra analisi delle teorie dell'integrazione e storia dell'unificazione europea, tra il dibattito contemporaneo sulla sovranità e quello moderno, Serra mira a conciliare l'Europa e la sovranità degli Stati, e, dunque, a fondare una teoria di Europa all'altezza del modo in cui dopo la fine del bipolarismo si è andata strutturando la forma del mondo.
14,00

Hegel Heller Vico. Frammenti di un nómos europeo

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2009

pagine: 112

Questo lavoro intende offrire uno schema di ricerca intorno ad alcune questioni che ricorrono con più frequenza nell'ambito della odierna riflessione sull'Europa (Europa e Ottantanove; il problema della sovranità; la forma della potenza politica europea), le quali formano, nel loro insieme, un oggetto privilegiato della filosofia politica e giuridica, oltre che della stessa storia del pensiero politico, nel senso che l'"attuale congiuntura, come ha sostenuto Balibar, ci obbliga non tanto a rinunciare al patrimonio concettuale ereditato da una storia molto lunga, ma a ripensarlo e a metterlo alla prova".
8,00

Europa e mondo. Temi per un pensiero politico europeo

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Futura

anno edizione: 2004

pagine: 205

Come si pone l'Europa per rapporto al Mondo? In che modo la storia e la cultura di Europa si pongono di fronte alla globalizzazione, intesa come unità del mondo e, dunque, come fine della dialettica tutto-parte? Come un'identità debole può esistere e riprodursi in un mondo ostile? A queste domande il libro cerca di rispondere non solo tramite una ricostruzione storica dei processi e una resa dei conti con le ideologie di Europa (e di Anti-Europa) oggi in campo, ma, soprattutto, tramite un vaglio critico dei parametri fondamentali di quelle teorie che lavorano a costruire strumenti di difesa della forma dell'esistenza politica europea: sovranità condivisa, Mediterraneo, dialettica del riconoscimento.
8,00

Per una critica della secolarizzazione

Pasquale Serra, Adele Patriarchi, Adriano Vinale

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2009

pagine: 364

"Il circolo di sacro e secolare si è spezzato. Qui sta il segno inquietante dell'attuale crisi di civiltà. Le magnifiche sorti e progressive della secolarizzazione borghese hanno prodotto questa collettiva perdita di senso del vivere in comune di uomini e donne in carne e ossa. Se ognuno per sé, senza altro oltre, allora non si dà più società. E il futuro è veramente dietro le spalle." (dalla Postfazione). A cura di Pasquale Serra; Postfazione di Mario Tronti; contributi di Claudio Bazzocchi, Alessandro Calabrese, Antonio Stefano Caridi, Giovanni Cogliandro, Epimeteo, Gabriele Guerra, Lorenzo Marras, Adele Patriarchi, Pietro Secchi, Adriano Vinale.
22,00

Augusto Del Noce. Metafisica e storia

Pasquale Serra

Libro

editore: Edizioni Scientifiche Italiane

anno edizione: 1995

pagine: 80

La "questione Del Noce" appare sempre più come questione storica cruciale dell'Italia di oggi. L'autore muove dall'esigenza di fare avanzare su terreni differenti la ricerca su Del Noce, connettendola strettamente a quella sulla storia d'Italia degli ultimi trent'anni. In questo quadro la filosofia di Del Noce viene considerata come una delle modalità attraverso cui è possibile sia tematizzare la crisi italiana (con al centro la crisi del marxismo e gli effetti della sua dissoluzione) sia porre il problema del ripensamento della nostra recente storia. Da queste pagine viene fuori un Del Noce diverso, lontano dallo stereotipo che rinchiude la sua filosofia nel vicolo cieco del tradizionalismo o che lo consegna d'ufficio alla "cultura di destra".
6,20

Tra le due comunità. Singolarità e relazione oltre il paradigma di Marx

Pasquale Serra

Libro

editore: Futura

anno edizione: 2008

pagine: 112

In questo libro sono raccolti quattro saggi che, da due prospettive distinte (più specificamente storica la prima, e prevalentemente filosofica la seconda) cercano di dare risposta alla seguente domanda: come si ridefinisce la sinistra in rapporto a un mondo che pone al suo centro la destra? Nella prima parte, l'autore affronta il problema delle due comunità, la vecchia questione di Gramsci, e di come sia oggi possibile tornare a collocarsi tra di esse per ricomporre quella divaricazione tra élite e popolo, tra settori protetti e settori non protetti della società, che è alle origini della crisi della sinistra. Con quale filosofia, con quale antropologia è possibile avviare tale processo? Intorno a queste domande ruota la seconda parte del libro, nella quale viene difeso il pragmatismo di Marx, in un'analisi che però lo trascina nelle immediate vicinanze delle sue insufficienze, e questo perché, secondo l'autore, ci si può davvero collocare tra le due comunità solo se si esce dalla problematica antropologica di Marx, in quanto una reale interdipendenza delle soggettività può darsi solo quando si incomincia ad avere un altro rapporto con il mondo e con gli altri. Solo così, forse, si potrebbe rompere, oggi, l'egemonia della destra, una egemonia non congiunturale ma strutturalmente fragile, perché chi cerca a destra una qualche sicurezza, spesso non la incontra, dal momento che non ci può essere sicurezza in un mondo monocromico che apre solo a un destino privo di speranza.
9,00

Giuseppe Rensi. La rivolta contro il reale. Introduzione agli scritti politici giovanili, con una antologia di testi (1895-1906)

Pasquale Serra

Libro: Copertina morbida

editore: Città Aperta

anno edizione: 2006

pagine: 311

Il nome di Giuseppe Rensi è legato alla nascita della filosofia della crisi in Italia. Figura inquieta e contraddittoria e, insieme, espressione e coscienza delle contraddizioni mortali della sua epoca (del suo male segreto), Rensi ha attraversato tutte le esperienze culturali e politiche della prima metà del Novecento, senza mai farsi attrarre dalla causa che vince, ma rimanendo sempre sulle frontiere della causa perdente, in prossimità dei suoi punti nevralgici. Alle origini di questa filosofia negativa, che non diventerà mai ufficiale, mai autorevole, e che non entrerà mai nella serie delle dottrine accettate, questo volume rintraccia alcune esperienze politiche vissute da Rensi tra Otto e Novecento, dentro il dissolvimento della cultura socialista, della cui vicenda la sua figura rappresenta una forma esemplare. La parte antologica del volume offre al lettore alcuni importanti scritti di questo periodo, nei quali prende forma il dramma che la dissoluzione del socialismo ha lasciato in consegna al mondo contemporaneo.
20,00

Americanismo senza America. Intellettuali e identità collettive dal 1960 ad oggi

Pasquale Serra

Libro

anno edizione: 2002

pagine: 192

Muovendosi ai confini tra analisi storiografica e problemi storici, tra storia degli intellettuali e storia politica, questa ricerca mira a ricostruire i tempi e i modi di una complessa vicenda della cultura e della società italiana, ma individua anche nel pensiero negativo la cultura contro cui combattere. È intorno al tema del rapporto tra libertà e comunità che si gioca oggi la partita decisiva e, forse, anche il destino dei nuovi movimenti della società civile.
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.