Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Libri di Paolo Giordano

Tasmania

Tasmania

Paolo Giordano

Libro: Libro rilegato

editore: Einaudi

anno edizione: 2022

pagine: 272

«Se proprio dovessi, sceglierei la Tasmania. Ha buone riserve di acqua dolce, si trova in uno stato democratico e non ospita predatori per l'uomo. Non è troppo piccola ma è comunque un'isola, quindi facile da difendere. Perché ci sarà da difendersi, mi creda». "Tasmania” è un romanzo sul futuro. Il futuro che temiamo e desideriamo, quello che non avremo, che possiamo cambiare, che stiamo costruendo. La paura e la sorpresa di perdere il controllo sono il sentimento del nostro tempo, e la voce calda di Paolo Giordano sa raccontarlo come nessun'altra. Ci ritroviamo tutti in questo romanzo sensibilissimo, vivo, contemporaneo. Perché ognuno cerca la sua Tasmania: un luogo in cui, semplicemente, sia possibile salvarsi. Ci sono momenti in cui tutto cambia. Succede una cosa, scatta un clic, e il fiume in cui siamo immersi da sempre prende a scorrere in un'altra direzione. La chiamiamo crisi. Il protagonista di questo romanzo è un giovane uomo attento e vibratile, pensava che la scienza gli avrebbe fornito tutte le risposte ma si ritrova davanti un muro di domande. Con lui ci sono Lorenza che sa aspettare, Novelli che studia la forma delle nuvole, Karol che ha trovato Dio dove non lo stava cercando, Curzia che smania, Giulio che non sa come parlare a suo figlio. La crisi di cui racconta questo romanzo non è solo quella di una coppia, forse è quella di una generazione, sicuramente la crisi del mondo che conosciamo – e del nostro pianeta. La magia di "Tasmania", la forza con cui ci chiama a ogni pagina, è la rifrazione naturale fra ciò che accade fuori e dentro di noi. Così persino il fantasma della bomba atomica, che il protagonista studia e ricostruisce, diventa un esorcismo: l'apocalisse è in questo nostro dibattersi, e nei movimenti incontrollabili del cuore. Raccogliendo il testimone dei grandi scrittori scienziati del Novecento italiano, Paolo Giordano si spinge nei territori più interessanti del romanzo europeo di questi anni, per approdare con felicità e leggerezza in un luogo tutto suo, dove poter giocare con i nascondimenti e la rivelazione di sé, scendere a patti con i propri demoni e attraversare la paura.
19,50
Nel contagio

Nel contagio

Paolo Giordano

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2020

pagine: 80

L'epidemia di Covid-19 si candida a essere l'emergenza sanitaria più importante della nostra epoca. Ci svela la complessità del mondo che abitiamo, delle sue logiche sociali, politiche, economiche, interpersonali e psichiche. Ciò che stiamo attraversando ha un carattere sovraidentitario e sovraculturale. Richiede uno sforzo di fantasia che in un regime normale non siamo abituati a compiere: vederci inestricabilmente connessi gli uni agli altri e tenere in conto la loro presenza nelle nostre scelte individuali. Nel contagio siamo un organismo unico, una comunità che comprende l'interezza degli esseri umani. Nel contagio la mancanza di solidarietà è prima di tutto un difetto d'immaginazione.
10,00

Divorare il cielo

Paolo Giordano

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2019

pagine: 430

Le estati a Speziale per Teresa non passano mai. Giornate infinite a guardare la nonna che legge gialli e suo padre, lontano dall'ufficio e dalla moglie, che torna a essere misterioso e vitale come la Puglia in cui è nato. Poi un giorno li vede. Sono «quelli della masseria», molte leggende li accompagnano, vivono in una specie di comune, non vanno a scuola ma sanno moltissime cose. Credono in Dio, nella terra, nella reincarnazione. Tre fratelli ma non di sangue, ciascuno con un padre manchevole, inestricabilmente legati l'uno all'altro, carichi di bramosia per quello che non hanno mai avuto. A poco a poco, per Teresa, quell'angolo di campagna diventa l'unico posto al mondo. Il posto in cui c'è Bern. Il loro è un amore estivo, eppure totale. Il desiderio li guida e li stravolge, il corpo è il veicolo fragile e forte della loro violenta aspirazione al cielo. Perché Bern ha un'inquietudine che Teresa non conosce, un modo tutto suo di appropriarsi delle cose: deve inghiottirle intere. La campagna pugliese è il teatro di questa storia che attraversa vent'anni e quattro vite. I giorni passati insieme a coltivare quella terra rossa, curare gli ulivi, sgusciare montagne di mandorle, un anno dopo l'altro, fino a quando Teresa rimarrà la sola a farlo. Perché il giro delle stagioni è un potente ciclo esistenziale, e la masseria il centro esatto dell'universo.
14,00 11,20
Divorare il cielo

Divorare il cielo

Paolo Giordano

Libro: Copertina rigida

editore: Einaudi

anno edizione: 2018

pagine: 430

Le estati a Speziale per Teresa non passano mai. Giornate infinite a guardare la nonna che legge gialli e suo padre, lontano dall'ufficio e dalla moglie, che torna a essere misterioso e vitale come la Puglia in cui è nato. Poi un giorno li vede. Sono «quelli della masseria», molte leggende li accompagnano, vivono in una specie di comune, non vanno a scuola ma sanno moltissime cose. Credono in Dio, nella terra, nella reincarnazione. Tre fratelli ma non di sangue, ciascuno con un padre manchevole, inestricabilmente legati l'uno all'altro, carichi di bramosia per quello che non hanno mai avuto. A poco a poco, per Teresa, quell'angolo di campagna diventa l'unico posto al mondo. Il posto in cui c'è Bern. Il loro è un amore estivo, eppure totale. Il desiderio li guida e li stravolge, il corpo è il veicolo fragile e forte della loro violenta aspirazione al cielo. Perché Bern ha un'inquietudine che Teresa non conosce, un modo tutto suo di appropriarsi delle cose: deve inghiottirle intere. La campagna pugliese è il teatro di questa storia che attraversa vent'anni e quattro vite. I giorni passati insieme a coltivare quella terra rossa, curare gli ulivi, sgusciare montagne di mandorle, un anno dopo l'altro, fino a quando Teresa rimarrà la sola a farlo. Perché il giro delle stagioni è un potente ciclo esistenziale, e la masseria il centro esatto dell'universo.
22,00

Il nero e l'argento

Paolo Giordano

Libro: Libro in brossura

editore: Einaudi

anno edizione: 2017

pagine: 118

È dentro le stanze che le famiglie crescono: strepitanti, incerte, allegre, spaventate. Giovani coppie alle prime armi, pronte ad abbracciarsi o a perdersi. Come Nora e suo marito. Ma di quelle stanze bisogna prima o poi spalancare porte e finestre, aprirsi al tempo che passa, all'aria di fuori. "A lungo andare ogni amore ha bisogno di qualcuno che lo veda e riconosca, che lo avvalori, altrimenti rischia di essere scambiato per un malinteso". È così che la signora A., nell'attimo stesso in cui entra in casa per occuparsi delle faccende domestiche, diventa la custode della loro relazione, la bussola per orientarsi nella bonaccia e nella burrasca. Con le pantofole allineate accanto alla porta e gli scontrini esatti al centesimo, l'appropriazione indebita della cucina e i pochi tesori di una sua vita segreta, appare fin da subito solida, testarda, magica, incrollabile. "La signora A. era la sola vera testimone dell'impresa che compivamo giorno dopo giorno, la sola testimone del legame che ci univa. Senza il suo sguardo ci sentivamo in pericolo".
10,00 8,00
La solitudine dei numeri primi

La solitudine dei numeri primi

Paolo Giordano

Libro: Libro in brossura

editore: Mondadori

anno edizione: 2016

pagine: 304

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero. Un romanzo d'esordio che alterna momenti di durezza e spietata tensione a scene rarefatte e di trattenuta emozione, di sconsolata tenerezza e di tenace speranza.
14,00
Filippo Cordova. L'esule, l'avvocato, l'intelletuale, il diplomatico del grande Oriente
25,00
L'influenza di Emerson e Taoismo su Nietzsche e Heidegger. Nuove scoperte

L'influenza di Emerson e Taoismo su Nietzsche e Heidegger. Nuove scoperte

Paolo Giordano

Libro: Libro in brossura

editore: Armando Editore

anno edizione: 2023

pagine: 104

Paolo Giordano presenta nuove scoperte di filosofia, che non sono presenti in altri studi. Friedrich Nietzsche si è ispirato segretamente al Taoismo per inventare l'eterno ritorno dell'uguale. Sembra che Nietzsche si sia ispirato al filosofo Ralph Waldo Emerson, per elaborare alcuni insegnamenti del superuomo. Martin Heidegger scoprì alcune ispirazioni di Nietzsche al Taoismo. Per neutralizzare la volontà dì potenza di Nietzsche, Heidegger ha inventato una meditazione (Gelassenheít), in cui ha proposto il non agire del Taoismo dí Lao-tzu e di Chuang-tzu. In Francia, Chuang-tzu è tradotto anche dall'Unesco. Queste scoperte di filosofia dovrebbero garantire di più buona salute e serenità alla popolazione e più pace tra ì popoli.
13,00
L'influenza del taoismo su Nietzsche e Heidegger. Nuove ricerche

L'influenza del taoismo su Nietzsche e Heidegger. Nuove ricerche

Paolo Giordano

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Editore

anno edizione: 2021

pagine: 88

L'intento di questo libro è di presentare nuove prospettive filosofiche. L'autore, in questo saggio, afferma che in Occidente abbiamo due religioni: il Cristianesimo e le filosofie di Nietzsche e Heidegger.
12,00
Divorare il cielo letto da Alba Rohrwacher. Audiolibro. CD Audio formato MP3

Divorare il cielo letto da Alba Rohrwacher. Audiolibro. CD Audio formato MP3

Paolo Giordano

Audio

etichetta: Emons Edizioni

anno edizione: 2019

"Ma Cosimo non sapeva quello che sapevamo noi: che le piante cresciute al sicuro nei vasi, con le radici lunghe che girano tutto intorno, non si adattano alla terra. Soltanto quelle con le radici libere, estirpate giovani in inverno, ce la fanno. Come noi." Quei tre ragazzi che si tuffano in piscina, nudi, di nascosto, entrano come un vento nella vita di Teresa. Sono poco più che bambini, hanno corpi e desideri incontrollati e puri, proprio come lei. I prossimi vent'anni li passeranno insieme nella masseria lì accanto, a seminare, raccogliere, distruggere, alla pazza ricerca di un fuoco che li tenga accesi. Al centro di tutto c'è sempre Bern, un magnete che attira gli altri e li spinge oltre il limite, con l'intensità di chi conosce solo passioni assolute: Dio, il sesso, la natura, un figlio.
16,90
HUMEURS INSOLUBLES (LES)

HUMEURS INSOLUBLES (LES)

GIORDANO PAOLO

Libro

editore: EDITORIA STRANIERA

anno edizione: 2017

9,50
Smitizzazione ed evoluzione

Smitizzazione ed evoluzione

Paolo Giordano Laj

Libro: Libro in brossura

editore: Eidon Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 378

Il lettore viene guidato lungo una via impegnativa per la conquista di quattro fondamentali valori: la conoscenza personale come valore etico, la conoscenza come piacere, la conoscenza comune come valore sociale, di fratellanza e la partecipazione alla conduzione della società come soddisfazione personale e non come "potere per avere". Analizzando le radici dei propri istinti ed il bagaglio atavico di propensioni e di conoscenze, si scopre che gli intellettuali hanno creato barriere conoscitive che ostacolano l'equiparazione di tutti sul sapere; per abbatterle è necessario smitizzarli, dimostrando che non sono infallibili né depositari della saggezza. Tra i dogmi deleteri vi è l'idea della selezione naturale come molla dell'evoluzione che è errata e deviante ed ha un pesante significato ideologico perché nega che le scelte degli individui abbiano influenza sulle generazioni future. Dimostrando invece che l'evoluzione avviene per cambiamenti comportamentali uniformi di un gruppo e che consegue a imitazione e collaborazione e non a selezione, si pongono le basi per una trasformazione della società che riporta il significato della democrazia a quello originario di "potere di tutti".
29,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.