Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di P. Girardi

Linux rapido e (quasi) completo. Corso passo passo per muovere i primi passi su Linux. Con esercizi e soluzioni (in italiano)

Enrico Girardi

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2021

pagine: 294

Corso passo passo per muovere i primi passi su Linux ma acquisire una conoscenza approfondita senza difficoltà.
20,00

Ortica. Guida all'ascolto della natura selvatica

Marina Girardi

Libro: Copertina morbida

editore: TopiPittori

anno edizione: 2020

pagine: 32

Ortica, la bambina che abita in questo libro, è una specie di spirito della Natura, capace di parlare con piante, animali, acque, terre, fenomeni metereologici. Sarà lei ad accompagnarti in una passeggiata attraverso il tempo delle stagioni e lo spazio dei boschi, delle montagne, dei campi, popolati da forme viventi che animano ogni cosa. Fiori, alberi, cespugli, bacche, foglie, mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, insetti, grandine, neve, sole, pioggia, ghiaccio: Ortica nomina ogni cosa perché la conosce, e si muove con destrezza nella Natura che è la casa di tutti, anche sua. Insieme a lei potrai imparare a usare nuove parole e a muoverti come gli animali e le piante. Età di lettura: da 6 anni.
14,00

Casotti di pietra. Le genti e la cultura della pietra a secco sui Colli Berici

Carlo Formenton, Alberto Girardi, Maurizio Merlin

Libro: Copertina morbida

editore: Cierre Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 256

Sui Colli Berici meridionali in provincia di Vicenza, tra i comuni di Villaga e di Val Liona, si è sviluppato nel corso dell'800 e fino ai primi decenni del '900 un particolare complesso di forme di architettura rurale in pietra a secco, costituito da terrazzamenti, muretti di contenimento e di confine e manufatti costruiti dai contadini locali, usati come ricoveri per gli attrezzi o come temporanei ripari di fortuna e conosciuti come casotti de pria. La pubblicazione, che si avvale di una ricca documentazione fotografica, illustra le tecniche costruttive, le diverse tipologie e le caratteristiche principali di queste capanne in pietra, uniche nell'ambito dell'intera regione veneta. Il volume sottolinea inoltre il rischio che questo patrimonio, privo di una costante e ordinaria manutenzione, possa nel volgere di pochi decenni andare definitivamente perduto e suggerisce nel contempo le forme di tutela e di valorizzazione che sarebbe invece opportuno adottare per conservarlo, farlo conoscere e utilizzare anche dal punto di vista storico, didattico, turistico e culturale.
29,00

Bianco, rosso e (più) verde. Gli italiani e la transizione ecologica

Nando Pagnoncelli, Davide Girardi

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2022

pagine: 80

Troppo spesso le cronache quotidiane raccontano dell'oltraggio compiuto ai danni dell'ecosistema del nostro Paese. Oltre alle persistenti violenze nei suoi confronti - che coinvolgono attori pubblici e privati, singoli cittadini e organizzazioni - si stanno però facendo strada anche "pratiche ecologiche" non estemporanee, che molti cittadini e molte aziende hanno deciso di seguire senza clamori e senza superficialità: un'Italia "verde", che queste pagine indagano attingendo al patrimonio informativo garantito da Ipsos, società leader nell'ambito delle ricerche demoscopiche. Ne emerge un ritratto che, da un lato, restituisce un Paese consapevole e costruttivo, lontano dagli stereotipi che continuano a dar conto del rapporto tra italiani e ambiente; dall'altro, mostra le sfide da vincere per raggiungere l'obiettivo di una strutturale transizione ecologica. Introduzione di Lorenzo Biagi.
11,50

INSIDE OUT

GIRARDI PIETRO

Audio: CD Audio

etichetta: DA VINCI JAZZ

anno edizione: 2018

15,17

Fare finta. Un piccolo gruppo di esercizi che si è messo in testa di fare teatro

Marica Girardi

Libro

editore: Zabar

anno edizione: 2022

pagine: 40

"Fare finta" è un piccolo kit da leggere, usare, stropicciare, riorganizzare per imparare a fare teatro. Una piccola guida per usare l'educazione non formale senza un programma troppo preciso. È un teatro portatile da giardino, da salotto, da sgabuzzino. Un teatro tascabile per il mare o il terrazzo. Da leggere in modo casuale, può essere smontato e rimontato come mattoncini per costruzioni. Fare finta è composto da un libretto istruzioni e dodici schede esercizi, il tutto rilegato con una matita e un elastico. È stampato in risografia con inchiostro turchese e arancione fluo.
18,00

I beni degli esuli. I sequestri austriaci nel Lombardo-Veneto (1848-1866)

Giacomo Girardi

Libro: Copertina morbida

editore: Viella

anno edizione: 2022

pagine: 430

Il volume ricostruisce, avvalendosi di un ampio scavo archivistico, uno degli aspetti meno noti dell'esilio risorgimentale: il sequestro dei patrimoni di coloro che furono costretti ad abbandonare il suolo patrio. Nel 1853, quando il feldmaresciallo Radetzky, governatore generale del Regno Lombardo-Veneto, impartì l'ordine di sequestrare i beni degli esuli politici, la macchina amministrativa asburgica si mise lentamente in moto, impossessandosi temporaneamente delle loro fortune. Privati delle consuete rendite, gli uomini e le donne trasferitisi oltreconfine furono profondamente toccati dai provvedimenti di sequestro, che fornirono nuovi argomenti alla leggenda nera del malgoverno austriaco sulle province italiane dell'impero. Queste pagine ripercorrono quelle vicende da una prospettiva economica, sociale e giuridica, indagandole nell'agire dell'amministrazione austriaca, nelle traversie degli emigrati colpiti dai provvedimenti e nelle difficoltà delle loro famiglie rimaste in patria. Ne emerge un quadro vivido, nel quale il legame tra politica e proprietà si esplicita in un intreccio tra controllo pubblico, prassi burocratica e strategie famigliari.
30,00

Rinascite. L'età nuova dell'identità italiana nell'Europa moderna

Raffaele Girardi

Libro: Copertina morbida

editore: Progedit

anno edizione: 2022

pagine: 268

I saggi sparsi qui riuniti chiamano in causa protagonisti e risultati alti di un Rinascimento visto da fuori, con l'occhio rivolto ai tratti genetici di un'identità italiana che nei tre fondativi secoli XIV-XVI imprime i suoi caratteri originali nella vita culturale d'Europa. Vi affiorano esemplari visioni del mondo che compongono un aureo canone della creatività italiana: Petrarca, Boccaccio, Ariosto, Aretino e Nenna. Un'aurorale 'modernità' europea che confligge radicalmente con il passato: in Petrarca ha già i segni dell'autonomia intellettuale e del cosmopolitismo; in Boccaccio s'impone con un'opera-mondo (Decameron) capace di sublimare in un inedito racconto dell'avventura umana lo straordinario epos della civiltà 'mercantile'. Rinascite, inoltre, destinate con Ariosto a decostruire per anacronismi la favola del cavaliere antico, consegnandola alla nuova 'ventura' anamorfica e onirica dell'Eros e della pazzia. Ma anche rinascite di un'idea più coraggiosa e carica di rischio dell'avventura intellettuale, come dimostra l'innovativo percorso scrittorio di Pietro Aretino, lungo il quale si vanno delineando la natura e il destino del moderno uomo di lettere.
24,00

La metà del cerchio. Silloge di haiku

Antonio Girardi

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2022

pagine: 124

Cos'è lo haiku? È un componimento poetico nato in Giappone nel XVII secolo. È composto da tre versi per complessive diciassette sillabe, secondo lo schema 5/7/5. Si rispecchia nella filosofia zen dove è importante assumere un particolare atteggiamento interiore dell'animo, che viene definito: qui ed ora. Conobbi gli haiku circa tre anni fa quando, per puro caso, incappai in un sito letterario amministrato da Sergio Tierno e Maria Malferrari. Sopratutto era quest'ultima che si relazionava con gli haijin, (poeti di haiku) proponendo loro dei laboratori molto interessanti su questo genere di scrittura. Inizialmente, Maria, mi propose, più che scriverli di leggere gli haiku, soprattutto quelli dei maestri giapponesi, Basho, Issa, Shiki e tanti altri, scoprendo, fin da subito, un modo nuovo di fare poesia che si adattava molto al mio genere di poetare improntato soprattutto sulla sintesi di pensiero. Il titolo di questo libro - La metà del cerchio - non è stato scelto a caso rispecchiando quanto dice lo haijin giapponese Seisensui: ciascun haiku è alla pari di un cerchio di cui una metà è frutto del lavoro del poeta, chiudere il cerchio è, però, compito del lettore. Il libro comprende quattro sezioni, ognuna delle quali guarda ad una stagione. Ai profumi della primavera, alle fantasie dell'estate, ai colori dell'autunno ed infine alle atmosfere dell'inverno.
14,00

Presbiteri e diaconi. Identità e mistero liturgico

Luigi Girardi

Libro: Copertina morbida

editore: CLV

anno edizione: 2022

pagine: 146

Vi è sempre una tensione salutare tra l'identità teologica dei ministeri e le forme pratiche del loro esercizio. Il testo intende mettere a fuoco questa tensione relativamente al ministero dei presbiteri e dei diaconi, così come oggi viene compreso e vissuto. In particolare vengono indicate alcune caratteristiche importanti relative all'ambito liturgico del loro servizio e all'omelia. Il percorso qui delineato potrà alimentare la formazione permanente dei presbiteri e dei diaconi, nella speranza di contribuire a rilanciare una appassionata ricerca teologico-pratica sulla figura di questi ministeri, sulla modalità sinodale del loro esercizio e sulla qualità necessaria che la liturgia richiede al loro ministero, in vista di una "presidenza" intesa come servizio per la comunità ecclesiale.
20,00
12,00

La casa aperta

Stefano Girardi

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2021

pagine: 192

Nel corso di una breve vacanza in montagna, dopo un brutto periodo, Luisa ritrova i luoghi della sua infanzia e dei mesi vissuti a Castelrotto durante la Seconda Guerra Mondiale. I suoi genitori decidono nel maggio '43 di lasciare la casa di Civitavecchia perché preoccupati di un imminente attacco alla città portuale, considerata dai tedeschi come base logistica per un probabile sbarco alleato in Sardegna. Il viaggio per scappare dalla città è avventuroso e precede solo di qualche ora l'attacco aereo che distruggerà quasi il 90% della città. I successivi mesi, vissuti in montagna, sono un susseguirsi di quotidianità e di episodi reali, di incontro con la guerra e con la morte. La famiglia si divide. La madre di Luisa, Pia, originaria di quelle zone, avvia un breve commercio che la costringe più volte a tornare alla sua città natale dove rincontra anche il marito. Nasce il suo terzo figlio, Carlo che è costretta a lasciare presso una balia fino a tempi migliori. La famiglia vive a lungo nella "casa aperta", una casa scoperchiata e solo in parte adattata ad ospitare una famiglia. La vita nella "casa aperta" ha aspetti piacevoli e momenti di tristezza e disagio, soprattutto in attesa di quel fratello ancora lontano da loro. Solo nel 1952 la famiglia si riunisce, ma intanto la malattia ha minato la salute di Pia che avrà solo qualche altro anno per godere di una serenità ritrovata...
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.