Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Mauro Castagneto

Astronomia moderna. Volume 1

Mauro Castagneto

Libro: Copertina morbida

editore: Castel Negrino

anno edizione: 2022

pagine: 258

È senz'altro una considerazione scontata, però sta di fatto che il cielo gira sopra la nostra testa ed ha ispirato generazioni di artisti, filosofi, scienziati e pensatori. Di innamorati, anche, e non è un caso. Il cielo è il terreno di scontro degli dei del politeismo, ma è anche il ricovero in cui si arrocca Dio dopo avere precipitato sul fondo del creato il suo angelo prediletto. È il luogo in cui le anime dei beati ricevono la luce e la conoscenza. È la prima cosa che evocano quelli che leggono l'oroscopo del giorno al mattino. È il luogo delle superstizioni, delle suggestioni, delle paure e dei timori più nascosti, quello a cui si raccomanda l'anima, in vita, nella speranza di sopravvivere in eterno. Tutti guardano al cielo ma vi è una differenza tra "guardare" e "vedere", una distinzione che caratterizza non solo l'astronomia, ma tutte le scienze in generale. Anzi, di più: riguarda tutto quello che concerne l'uomo, i suoi atti e i suoi pensieri. I corpi celesti scandiscono tutti i ritmi che ci riguardano qui sulla Terra, ed è un peccato stare a guardare senza capirne il come e il perché. Ecco, appunto, questo primo volume è dedicato principalmente a indirizzare il lettore su quello che possiamo chiamare "astronomia osservativa", cioè all'assunzione di un atteggiamento informato su cosa si guarda, quando e come e perché si guarda. Il cielo, naturalmente.
42,00

Atlante fotografico della luna. Con una guida all'osservazione e un'introduzione alla selenografia e alla selenologia

Mauro Castagneto

Libro: Copertina rigida

editore: Castel Negrino

anno edizione: 2021

pagine: 240

Sono passati poco più di 400 anni da quando Galilei ha puntato il cannocchiale verso la Luna e da allora generazioni di uomini hanno smesso di pensarla come un globo lucido e liscio a separare il mondo delle cose mortali e corruttibili da quello eterno e immutabile. La sua superficie ha suggestionato a tal punto i suoi primi osservatori da far loro immaginare mari, laghi e paludi inesistenti e, come accadeva ai nostri remoti antenati che collocavano i loro eroi in cielo, tale da indurli a popolare quelle lande deserte coi nomi delle figure dei grandi sapienti del passato: Platone, Aristotele, Archimede, e così via. Mauro Castagneto ha cominciato a orientarsi in mezzo a loro all'età di sedici anni con l'aiuto di un piccolo binocolo e di un atlante lunare che portava nelle tavole immagini realizzate all'osservatorio di Pic du Midi, nei Pirenei francesi, in un'età in cui nessun indizio poteva farlo pensare che avrebbe potuto realizzare un "suo" atlante lunare, in un qualche futuro. Sopravvissuto a un piccolo incendio domestico, l'Atlas de la Lune è stato comunque il modello su cui ha costruito l'Atlante fotografico della Luna: immagini, sì, tante, contenute in 136 tavole contenenti 1074 oggetti, composti da 747 crateri e 327 formazioni diverse, vale a dire, monti, laghi, paludi, golfi, promontori, valli, dorsali, e atre formazioni esotiche della superficie lunare, oltre che a un notevole numero di crateri secondari associati ai 750 principali. Questo Atlante si compone di sei sezioni: la prima riguarda i moti apparenti e reali della Luna, la seconda della sua origine e geologia , la terza contiene le tavole fotografiche, la quarta la loro descrizione, la quinta l'elenco delle formazioni contenute in ognuna di esse, la sesta l'indice delle tavole in cui reperirle. Il tutto allo scopo di guidare il lettore a un'osservazione consapevole della Luna con l'indicazione dei tempi e dei modi più opportuni per riconoscere sulla sua superficie non solo gli oggetti di primo piano, ma anche quelli che possono essere, per una ragione o per l'altra, poco appariscenti.
66,00

L'altra faccia della luna: Keplero tra astrologia e astronomia

Mauro Castagneto

Libro: Copertina morbida

editore: Virtuosa-Mente

anno edizione: 2020

pagine: 172

Un percorso all'interno del pensiero tortuoso di un grande uomo chiamato ad aprirsi al nuovo, ma incapace di rinunciare al vecchio. In bilico tra astronomia e astrologia, tra Galileo e gli antichi filosofi naturali, che padroneggiava con grande competenza e profondità, è riuscito a estrarre da una visione tutta armonica del cosmo, intesa come tale anche in senso teologico, i fondamenti della meccanica celeste. Un uomo unico e contraddittorio anche negli affetti familiari raccontato unicamente attraverso brani tratti dal vasto panorama di scritti sia di carattere astrologico che astronomico che ci ha lasciato, ma anche di geometria e persino di musica. Brani tradotti dallo stesso autore di questo libro anche con l'intento di rendere comprensibili le 75 Tesi del "De Fundamentis Astrologiae Certioribus", che costituiscono la summa del pensiero kepleriano in direzione di un'astrologia riformata e, potremmo dire, "scientifica" e che concludono il lavoro. Con la traduzione integrale commentata del "De Fundamentis Astrologiae Certioribus" e di altri brani della sua Opera Omnia.
19,00

Astronomia moderna. Volume 2

Mauro Castagneto

Libro: Copertina morbida

editore: Castel Negrino

anno edizione: 2022

pagine: 400

Una volta che ci si è fatta l'idea di come sia organizzato lo sfondo in cui si svolgono i fenomeni celesti e dello strumentario di base per osservarli, bisogna cominciare a riempirlo. Il secondo volume prosegue la trattazione del primo partendo dai nostri dintorni, per poi allargare il raggio d'azione fino ad arrivare al punto oltre il quale non si può osservare più niente. E questo non per un limite strumentale, ma perché dall'al di là di una certa distanza la luce non ci è ancora pervenuta e forse non ci arriverà mai. "Tuttavia non è che ci occuperemo di distanze da poco, perché l'affinamento delle osservazioni da terra e i dati che abbiamo ricavato dalle sonde spaziali inviate a visitare il nostro Sistema Solare fino a raggiungere e superare la distanza di Plutone, hanno fatto crescere esponenzialmente le nostre conoscenze sullo stato attuale dei pianeti e definito i modelli in grado di descriverne l'origine e l'evoluzione in modo conforme a quello che vediamo. Questa esplorazione non si è limitata ai pianeti, ma ha avuto come obiettivo anche un numero consistente di missioni nei pressi di alcuni asteroidi e nuclei cometari. Inoltre sono in attività veri e propri osservatori nello spazio extra atmosferico, come il già mitico Hubble, il SOHO, che è dedicato all'osservazione del Sole, o quelli per la ricerca degli esopianeti. Ciò non significa che abbia perso senso l'osservazione da terra, perché i grandi osservatori continuano proficuamente le loro attività malgrado i disturbi prodotti dall'atmosfera, nell'attesa che l'ottica adattiva sviluppi appieno le sue potenzialità."
42,00

Astronomia moderna. Volume 3

Mauro Castagneto

Libro: Copertina morbida

editore: Castel Negrino

anno edizione: 2022

pagine: 400

L'universo è ben più grande della Via Lattea, e molto più popolato di altre galassie di quanto essa non sia popolata di stelle. Un universo di cui noi vediamo solo uno scampolo, per quanto il suo confine visibile ci porti la luce di cose che quando sono partite distavano quasi 14 miliardi di a. l. e che oggi sono a 46 miliardi di a. l. di distanza da noi, ma che non vediamo e forse non vedremo mai nel loro stato attuale. Di questo scampolo di universo abbiamo costruito un modello che riesce a raccontarci la sua storia fino a 10-40 secondi dalla sua nascita: sì, un numero di secondi pari a 0,0000000000000000000000000000000000000001 secondi. Come si vede, guardando il cielo si è catapultati in una duplice dimensione di smisuratezza, per cui non si stupirà nessuno se per comprendere tutto questo occorrono tutte le teorie della fisica fino a quando esse possono lavorare insieme. In particolare, la Relatività Generale, per l'infinitamente grande, e la Meccanica Quantistica per l'infinitamente piccolo. Insomma, nessuno si stupirà nemmeno del fatto che di fronte a tutto questo è difficile resistere al fascino delle cose, di tutte le cose, se solo ci capita di aprire gli occhi. Come non si stupirà nessuno se, alla luce di quanto sopra, la Fisica, che è sempre stata comunque fino a questo momento l'asse portante dell'astronomia, d'ora in poi diventa un tutt'uno con essa, cioè l'astrofisica.
42,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.