Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Libri di Marina Garbellotti

Età moderna. Altri sguardi, nuovi racconti

Età moderna. Altri sguardi, nuovi racconti

Simona Feci, Marina Garbellotti

Libro: Libro in brossura

editore: Settenove

anno edizione: 2023

pagine: 86

In che cosa è "moderna" l'età moderna? Lo è nello stesso modo per gli uomini e per le donne? Entrando nei meandri degli archivi italiani ed europei scopriremo le innumerevoli tracce lasciate dalle donne di quei secoli. Alcune molto famose, altre conosciute solo da storiche e storici, altre anonime se non fosse per quelle fonti così importanti. Attraverso le testimonianze che raccolgono o esprimono la voce delle donne e la loro personalità, esploreremo qual è stato il loro vissuto, quali esperienze ordinarie o e straordinarie hanno affrontato in Europa e in mondi lontani, come hanno agito da sole insieme ad altre donne, passo passo, per la conquista dei propri diritti. Età di lettura: da 10 anni.
18,00
Medicina e sanità in Trentino nel Cinque-Seicento. tra saperi, società e scambi culturali

Medicina e sanità in Trentino nel Cinque-Seicento. tra saperi, società e scambi culturali

Luca Ciancio, Giovanni Ciappelli, Marina Garbellotti, Gianni Gentilini, Alessandra Quaranta, Rodolfo Taiani

Libro: Libro in brossura

editore: Università degli Studi di Trento

anno edizione: 2019

pagine: 213

Il volume sviluppa un’ampia riflessione su diversi aspetti della medicina e della sanità praticate nel territorio trentino del XVI secolo. Attraverso una trattazione che si snoda in cinque diversi contributi, si getta luce sulle tendenze cultural-scientifiche dei diversi professionisti della sanità, dai medici dotti ai chirurghi, e sulle attività da loro svolte in un contesto socio-politico estremamente complesso. La prima parte del volume è dedicata al rapporto esistente tra medicina dotta e medicina ‘popolare’, mentre nella seconda sono approfonditi gli aspetti più direttamente socio-professionali dell’"ars medendi". Così, attraverso lo studio delle lettere dedicatorie a lui indirizzate, si delineano gli interessi culturali e scientifici del principe vescovo Bernardo Cles, e in un altro contributo si indaga e si valuta il ruolo della sfaccettata letteratura dei segreti nella diffusione delle conoscenze medico-sanitarie. La seconda sezione indaga, da una parte, i rapporti di patronage tra medici trentini dotti e autorità politiche di alto livello, come principi vescovi e imperatori.
12,00
Per carità. Poveri e politiche assistenziali nell'Italia moderna

Per carità. Poveri e politiche assistenziali nell'Italia moderna

Marina Garbellotti

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2013

pagine: 188

Vagabondi, stranieri, anziani incapaci di lavorare, individui affetti da malattie e da menomazioni fisiche, donne sole, bambini e bambine lasciati a se stessi, uomini privi di un mestiere, sottoccupati: una folla che le fonti di età moderna collocano sotto l'unica etichetta di poveri. Ma chi sono davvero? Come sono percepiti? Quali sono gli orientamenti caritativi e gli interventi attuati per fronteggiare il fenomeno del pauperismo? L'autrice, con gli strumenti dello storico, risponde a queste domande fornendo utili spunti di riflessione su un fenomeno che, sebbene abbia assunto forme nuove, non è certo scomparso nel nostro paese.
17,00
Le risorse dei poveri. Carità e tutela della salute nel principato vescovile di Trento in età moderna

Le risorse dei poveri. Carità e tutela della salute nel principato vescovile di Trento in età moderna

Marina Garbellotti

Libro: Libro in brossura

editore: Il Mulino

anno edizione: 2007

pagine: 424

Gli studi di storia assistenziale mostrano una predominante tendenza a indagare le politiche sociali delle capitali degli antichi stati italiani e delle città di dimensioni medio-grandi. Di contro, poco sappiamo dei sistemi assistenziali che si svilupparono nei centri urbani minori e nelle aree rurali. L'intento di questa ricerca è quello di offrire un affresco di un sistema assistenziale periferico nel suo complesso, quale quello del principato vescovile di Trento. Anziché sottolineare i ritardi dello sviluppo del settore assistenziale delle città minori e delle aree rurali, lo studio ne analizza le caratteristiche, si propone di capire se e come in queste zone si riuscisse a rispondere alle molteplici esigenze di ordine sociale, caritativo e sanitario; di esaminare l'attività caritativa e le cure sanitarie praticate dalle strutture assistenziali; di ricostruire i dispositivi assistenziali che si svilupparono in villaggi che contavano poche centinaia di abitanti, dove non esisteva alcun ospedale. Si propone inoltre di verificare se la cultura caritativa della prima età moderna, che aveva nella selezione degli indigenti e nella cultura della famiglia i suoi principi cardine, filtrasse nelle "periferie" plasmandone le politiche sociali.
29,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.