Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Luigi Zanzi

Déodat de Dolomieu. Curiosando tra i taccuini di viaggio e nella vita avventurosa del padre delle Dolomiti

Luigi Zanzi, Enrico Rizzi, Guido Roghi

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Giovanni Angelini

anno edizione: 2021

pagine: 183

Il volume, curato da Paolo Zanzi, è dedicato a Luigi Zanzi (1938-2015), profondo studioso di Dolomieu nella storia della scienza e nella storia delle Alpi, autore del saggio in 4 lingue "Déodat de Dolomieu" (pp.13-28) e "Riscoperta di Dolomieu" (pp.29-36) e si apre con la Prefazione di Reinhold Messner che delinea Dolomieu come un aristocratico "gentiluomo della geologia" che inventò un'altra aristocrazia, quella della montagna intesa come scelta di una forma di vita. Il personaggio emerge, infatti, come un pioniere della geologia ma anche come un alpinista ante litteram per scopi scientifici, sulla scia di Horace-Bénédict de Saussure, curioso della natura del mondo, camminatore su impervi sentieri alpestri dove nessuno al suo tempo si era ancora spinto, dormendo sotto le stelle. Il saggio dello storico Enrico Rizzi (pp.37-60) ricostruisce la vita di Déodat de Dolomieu (1750-1801).
28,00

Atlante dei Sacri Monti prealpini

Luigi Zanzi, Paolo Zanzi

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2014

pagine: 272

Il volume illustra e documenta un itinerario nel "sistema" dei Sacri Monti prealpini, considerati nel loro complesso un mondo con proprie valenze di cultura religiosa e artistica. Il volume analizza e confronta i diversi casi di Sacri Monti prealpini, ricostruendone la storia comune e ponendo in risalto la comune cultura religiosa - dalle sue radici francescane a quelle borromaiche - e artistica. In tale mondo, con felice interpretazione delle valenze proprie dell'ambiente naturalistico del territorio prealpino, tra la fine del XV sec. e gli inizi del XVII secolo nacque e si sviluppò, una tipologia artistica monumentale, quella dei Sacri Monti: un "sistema" di più cappelle di grandi dimensioni architettoniche, connesse in schemi ora di via sacra ora di città, ospitanti ciascuna un gruppo statuario rappresentante un "mistero" della storia di Cristo o dei Santi. Il repertorio iconografico evidenzia l'eccellenza qualitativa dell'arte dei Sacri Monti che ospitarono alcuni dei momenti più alti della cultura pittorica e plastica della tradizione lombarda tra Rinascimento e Barocco, da Gaudenzio Ferrari a Giovanni d'Enrico, ai Prestinari, al Morazzone, a Tanzio, a Francesco Silva, a Dionigi Bussola, autori che fanno di questa "Gerusalemme nelle Alpi", vivente in tali Sacri Monti prealpini, un caso unico nella storia dell'arte occidentale.
65,00

Metamorfosi dello storicismo

Luigi Zanzi

Libro

editore: Grossi

anno edizione: 2020

pagine: 780

Il primo volume pubblica un corposo saggio inedito: una vera monografia sullo storicismo, che esprime il pensiero di Luigi Zanzi nella sua fase più avanzata e matura. Il secondo volume comprende invece una serie di contributi composti nell'arco di un trentennio e pubblicati in diverse sedi. Prefazione di Eugenio Garin.
48,00

Opus montanum. Scritti sulla montagna

Luigi Zanzi

Libro: Copertina rigida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2018

pagine: 3176

"Opus montanum" presenta in cinque volumi, gli scritti sulla montagna che Luigi Zanzi ha elaborato in innumerevoli azioni di studio, ricerca e promozione della qualità montana e delle civiltà alpine. I testi abbracciano uno spettro amplissimo di temi con un approccio eclettico e appassionato. Contiene i volumi: "Walser: un paradigma dell'invenzione dei montanari", "La montanità in alcune sue interpretazioni del «sacro»", "Eco-storia della civiltà montana", "Leonardo ai monti e altri interpreti dell'avventura «in alto»", "Il «popolo delle Alpi»: una sorte ambientale comune a diverse culture". Prefazione di Antonio Padoa Schioppa.
250,00

La creatività storica della natura e l'avventura dell'uomo. Meditazioni «prigoginiane»

Luigi Zanzi

Libro: Copertina morbida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2015

pagine: 428

Ilya Prigogine (1917-2003), il grande chimico-fisico a cui sono dedicate queste "meditazioni prigoginiane" e a cui si deve la scoperta delle cosiddette "strutture dissipative", quali vengono a formarsi spontaneamente attraverso una dinamica caotica di fluttuazioni in situazioni lontane dall'equilibrio, con emergenza nel tempo irreversibile di processi di auto-organizzazione dai quali scaturisce ordine attraverso il disordine, con diminuzione di entropia (scoperta per la quale gli fu assegnato il premio Nobel nel 1977), si fece progressivamente interprete di una proposta filosofico-scientifica di portata grandemente "rivoluzionaria", imperniata su quella che egli stesso definì una "Nuova Alleanza" tra l'uomo e la natura, il cui nodo cruciale si riscontra nella comune radice nella creatività della natura e dell'avventura dell'uomo nella conoscenza. Si delinea così una nuova proposta "filosofica" di "umanesimo scientifico" che supera radicalmente la divisione tra le cosiddette "due culture", quella "umanistica" e quella "scientifica". Postfazione di Enrico Giannetto.
35,00

Macugnana. Due secoli di guide alpine

Enrico Rizzi, Luigi Zanzi, Beatrice Canestro Chiovenda, Teresio Valsesia

Libro: Copertina morbida

editore: Grossi

anno edizione: 2021

pagine: 192

Con il viaggio di Horace-Bénédict de Sassure nel 1789, iniziò per la comunità walser ai piedi del Rosa l'epopea delle guide, che avevano in quella superba pareta himalayana - la più alta delle Alpi - la loro straordinaria palestra. Questo libro ripercorre il racconto delle loro imprese, squarci di vita e testimonianze di viaggiatori illustri, sullo sfondo di due secoli di storia di Macugnaga. Edito nel 1992 (in una piccola edizione oggi introvabile) in occasione del conferimento al Corpo delle Guide di Macugnaga delle "Insegne di San Bernardo", rivede la luce oggi, in veste ampliata, in occasione del millenario della nascita di San Bernardo delle Alpi, che delle guide di Macugnaga è il patrono.
28,00

Pensare Gerusalemme

Luigi Zanzi

Libro: Copertina morbida

editore: MAGONZA

anno edizione: 2014

pagine: 96

Questi pensieri su Gerusalemme nei suoi rapporti con l'Europa, non solo per varie trame di sorti storiche, ma anche nei suoi valori di immagine, quale città teatro di molteplici vicende di "sacralità", in un orizzonte del mondo che si traguarda come un Oriente dello spirito, vengono qui raccolti in opuscolo per servire a illustrazione di un antico e fiorente nesso vitale delle terre "gerosolimitane", i "Luoghi Santi", con l'arte dei Sacri Monti delle terre "pre-alpine", in occasione della mostra di dipinti provenienti, per la prima volta nella storia, tra l'altro, dalla chiesa del Santo Sepolcro, quale si terrà in Lugano, dall' 11 aprile al 1° giugno 2014, con il titolo "Barocco dal Santo Sepolcro. L'immagine di Gerusalemme nelle Prealpi", per cura della Galleria Canesso d'intesa con la Custodia del Santo Sepolcro.
16,00

Il metodo del Machiavelli

Luigi Zanzi

Libro: Copertina rigida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2014

pagine: 898

Machiavelli non fu soltanto il fondatore primo dell'"arte dello stato", fu anche artefice di un metodo adeguato a fare della politica propriamente una "scienza". Gli studi raccolti in questo volume intendono offrire un contributo mirato principalmente a tale tema. Tramite un'attenta indagine testuale viene delineato l'orizzonte di scelte filosofiche entro cui Machiavelli viene progressivamente concependo un metodo che può definirsi "naturalistico-storico" nella trattazione dei casi della politica. Un dato di grande rilievo a tal proposito risulta dai molteplici richiami paradigmatici che Machiavelli deriva dalla sua reinterpretazione dei metodi d'indagine e dei criteri d'argomentazione propri della cultura medica del suo tempo, con risalto di alcuni spunti della tradizione "ippocratica", vivamente recepita dalla cultura "umanistica". Ne sortisce il profilo metodologico rivoluzionario di una nuova scienza "naturalistica" della politica, imperniata su peculiari procedure di costruzione di una casistica storica. In questa prospettiva l'uomo politico deve essere educato con le risorse della storia per divenire, in chiave pragmatica, un "medico dello stato", con un impegno morale radicalmente nuovo.
60,00

Walser. Civiltà sapiente delle alte Alpi

Enrico Rizzi, Luigi Zanzi

Libro: Copertina rigida

editore: Fondazione Enrico Monti

anno edizione: 2019

pagine: 270

45,00

Engadina

Enrico Rizzi, Luigi Zanzi

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Enrico Monti

anno edizione: 2017

pagine: 176

Sia arrivando dalle sorgenti dell'Inn, tra il Maloia e lo Julier, sia risalendo il corso del fiume dalle gole del Finstermünz, l'Engadina si rivela come un mondo a sé: quello che è stato ribattezzato il Tibet delle Alpi, è il più straordinario piccolo cuore alpestre d'Europa. Quest'opera, ispirata al Saggio sulla natura e sul popolo di una contrada sconosciuta delle Alpi (titolo di una rara monografia ottocentesca) raccoglie il frutto maturo degli studi che gli autori hanno dedicato in molti anni alla storia (e all'eco-storia) dell'Engadina, il suo superbo ambiente naturale e la sua cultura: un modello di civilizzazione alpina, dove il sofferto progredire della vita dell'uomo si scontra con le devastazioni della natura e delle guerre, ma si alimenta di un irrefrenabile anelito di libertà e dell'irripetibile esperienza dell'umanesimo "engadinese". La lunga appendice sull'Engadina "sconosciuta", è una suggestiva riscoperta di viaggiatori illustri che nei secoli passati hanno dedicato testi dimenticati all'Engadina visitata passo a passo, paese per paese, con occhio curioso ai suoi personaggi e alla sua economia: le coltivazioni, lo stato delle foreste, la caccia all'orso, la natura e le montagne, la lingua, le istituzioni politiche, le case, la chiesa, l'insegnamento, le tradizioni.
34,00

Le Alpi, architettura e civilizzazione. La casa alpina nei Grigioni, Ticino, Vallese e Walser

Enrico Rizzi, Luigi Zanzi

Libro: Copertina rigida

editore: Fondazione Enrico Monti

anno edizione: 2016

pagine: 288

La ricerca sulla casa rurale alpina ha occupato da due secoli etnografi e architetti, solo marginalmente storici e filologi. Mancava un'opera di taglio "storiografico", che facendo tesoro di un patrimonio di studi settoriali ormai vastissimo, mirasse a inserire la casa alpina nel contesto della storia della civilizzazione della montagna. Con particolare riferimento agli insediamenti d'alta quota, il libro risale alle tracce della primitiva casa dei coloni delle alte Alpi. Nelle Alpi dei Grigioni, del Ticino, del Vallese e degli insediamenti walser, l'opera ripercorre di valle in valle, di casa in casa, la storia della civiltà e l'architettura impropriamente detta "spontanea", frutto invece di sapienza antica, capacità tecniche maturate nei secoli nel costante confronto con l'ambiente severo della montagna. Infine il libro affronta il tema della "stube" e la casa nella letteratura e nel futuro delle Alpi.
50,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.