Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Libri di Luigi Maria Sicca

Lamaro

Lamaro

Luigi Maria Sicca

Libro: Copertina morbida

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2022

pagine: 124

"Entrati nel libro dalla porta della perdita, non ce ne usciamo evadendo dalla finestra. Il lutto attraversa le pagine in modo asincrono [...] perché pezzo per pezzo lo ritroviamo dentro di noi, mentre pezzo per pezzo, diceva Freud, ci rendiamo conto che non è più con noi [...]. Viaggio nostalgico della solitudine, il "no proprio no", l "anziché" della desolazione, la poesia di Luigi Maria Sicca alla fine si rivela a se stessa." (Dalla Introduzione di Sarantis Thanopulos). "ma il tempo qui narrato e il cadenzare ritmico della narrazione lasciano scivolare queste poesie una dopo l'altra, una dentro l'altra in una sorta di metro musicale in cui il significante non rimanda necessariamente a un significato, se non come può accadere appunto nella musica strumentale, nella musica senza parole, come Hanslik ci ha definitivamente insegnato, in "Il bello musicale". Questo voglio qui sottolineare ascoltando i versi scritti da Luigi Maria Sicca." (Dalla Prefazione di Francesco D'Errico). "Ad tempo taci anche per capire quando il silenzio deve coprire la parola, darci la forza di consumare il dolore, negarci quello che di dolce la malinconia ci regala, ritmicamente avanzare per tentare, invano, di afferrare brandelli di verità. In queste pause silenziose, a volte nervose, a volte affrante, a volte ironiche, Sicca ci fa immaginare dei mondi, orizzonti d'attesa che spesso vengono spezzati da tempeste o da semplici gesti quotidiani. A volte sembra quasi di ascoltare il rimbombo delle eterne parole di Agamennone sulla vergogna [...], perché i superstiti che lasciamo sono più numerosi dei caduti." (Dalla Postfazione di Franco Pavan).
10,00
Sfide didattiche. Il pensiero critico nella scuola e nell'università

Sfide didattiche. Il pensiero critico nella scuola e nell'università

Francesco Piro, Luigi Maria Sicca, Pietro Maturi, Massimo Squillante, Maura Striano

Libro: Libro in brossura

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2018

"Sfide didattiche" è una tappa di ricerca. Condotta da docenti che riflettono sulle strategie adottate. Per migliorarle. "Sfide didattiche" è un'analisi di “buone pratiche”. Un caleidoscopio disciplinare, non modelli da eseguire: exempla cui ispirarsi. O, magari, contrapporre alternative di progettazione. "Sfide didattiche" è un dialogo tra artigiani di praxis e rielaborazione della conoscenza. Altro e oltre la poíesis. Perché attraverso il cristallino del pensiero critico, la didattica è articolabile: intrecciando obiettivi specifici con quelli trasversali. Perché se si perseguono traguardi di competenza, si può puntare a formare «una testa ben fatta» piuttosto che una «testa piena». Perché il pensiero critico è anche messa-in-opera di altre forme: creatività, oltre ogni dogmatismo, capacità di collegare, reimpiego di esperienze, reclutamento dei vissuti. Se ne consiglia la lettura a chi senta l'urgenza di opporsi alla scissione tra apprendimento e riflessione. Se ne sconsiglia la lettura a chi ritenga un perditempo d'aula il costruire, co-costruire e decostruire. Perché così si fa. E basta. Prefazione di Francesco Sabatini.
25,00
Risonanze. Organizzazione, musica, scienze

Risonanze. Organizzazione, musica, scienze

Rosario Diana, Luigi Maria Sicca, Giancarlo Turaccio

Libro: Libro in brossura

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2017

pagine: 356

Risonanze nasce da una sfida ambiziosa: pronunciare un lemma qualunque ascoltando voci plurali. Risonanze segue percorse eccentrici, offrendo un caleidoscopio tematico ricco di sviluppi ulteriori. Risonanze affronta il pluralismo semantico, valorizzando l’antagonismo tra prospettive teorico-disciplinari. Perché risuonare è provocare. Generando risposte: silenzi verso sfide ulteriori, da accogliere o da lasciare cadere. Perché risuonare consente di riformulare possibili sguardi sul mondo, spazi e tempi presenti, sempre esistenti.Perché risuonare sospende il giudizio: rilevando e non definendo.Se ne consiglia la lettura a quanti credono che occorra anche evocare: liberando scenari futuri. Se ne consiglia la lettura a quanti credono che da ciascuna risorsa derivi un deciso disegno preciso. Prefazione di Antonio Strati e postfazione di Alessandro Solbiati.
22,00
Transformare le pratiche nelle organizzazioni di lavoro

Transformare le pratiche nelle organizzazioni di lavoro

Stefano Oliviero, Luigi Maria Sicca, Paolo Valerio

Libro: Libro in brossura

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2015

Questo libro parla di inclusione. Lo fa esplorando, con taglio critical, le organizzazioni di lavoro e di pensiero. Questo libro si lascia interrogare dai diritti delle persone transgender, che supportano studiosi e manager a riconoscere e apprendere alcune dinamiche che caratterizzano il mondo del lavoro. Questo libro insegna che stigmatizzare penalizza le organizzazioni, nucleo dei processi di creazione di valore: economico e sociale. Questo libro spiega che erigere barriere può condannare le organizzazioni e la società all'ingiustizia, al torpore inerziale di abiti di pensiero incrostati. All'incapacità di essere fautori, autori e consapevoli attori di un cambiamento possibile, che consente a tutti – nessuno escluso – di fiorire nella propria soggettività. Perché transformare è quotidiana militanza interdisciplinare. Quella che nasce dall'urgenza del dialogo: tra saperi astratti e quelli specialistico-professionali, tra pensiero e azione. Perché transformare vuol dire investigare il meticciato, incrociando gli sguardi sull'esperienza delle identità e nelle identità. Suscitando, in sé e nell'altro, prospettive altrimenti inedite. Se ne consiglia la lettura a chi voglia bilanciare i vantaggi del “modello” con quelli dello “slancio”: il secondo non esclude il naufragio; il primo ammette la gabbia. Discernere tra l'uno e l'altro impone rigore, criterio, giudizio, riconoscimento delle differenze: allo scopo di includere, perché l'inclusione è pratica quotidiana. Se ne (s)consiglia la lettura a chiunque non si sia mai, almeno un pochino, almeno una volta, sentito davvero diverso a se stesso. Prefazione di Gaetano Manfredi.
19,50
Azione organizzativa e cultura: il caso istituto italiano per gli studi filosofici
14,00
Casi aziendali per la diagnosi organizzativa

Casi aziendali per la diagnosi organizzativa

Ernesto De Nito, Luigi Maria Sicca

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2008

pagine: XIII-132

La riforma del sistema d'istruzione universitaria impone di ripensare il rapporto tra teoria e pratica che è alla base dell'apprendimento. Di conseguenza, occorre adeguare i testi da proporre agli studenti, tenendo in considerazione primaria i profili professionali che le aziende richiedono sui mercati del lavoro. "Casi aziendali per la diagnosi organizzativa" ha l'obiettivo di fornire strumenti coerenti con l'acquisizione di competenze "professionalizzanti" attraverso lo sviluppo di abilità di diagnosi organizzativa. Gli otto casi presentati riguardano quattro livelli dell'azione organizzativa (individuo, gruppo, azienda e network) e sono analizzati attraverso differenti esperienze di cambiamento organizzativo. Ciascuno dei casi affronta specifici aspetti che, di volta in volta, assumono la funzione di "sintomo" in grado di assegnare all'esperienza contingente un valore esemplificativo (exemplum) di problemi organizzativi più ampia portata didattica.
14,00
Senza valore

Senza valore

Luigi Maria Sicca, Davide Borrelli, Domenico Napolitano

Libro: Copertina morbida

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2021

pagine: 320

Senza valore raccoglie quindici saggi. Senza valore ha un preciso filo conduttore: evidenziare quanto piatto possa essere leggere e scrivere sulle due sole dimensioni di un piano cartesiano. Accettato, rigettato. Magari solo un poco sanzionato o emendato. Oggettivo, comunque pre e post soggettivo. Validato. Peraltro in anonimato. Formalmente ineccepibile, garbato. Senza valore è un caleidoscopio: una risposta ai vigenti sistemi di governo. Quelli che misurano scienza recente o millenaria conoscenza. Altre non sono impossibili a priori. Senza valore tiene dentro la comunità accademica idee potenzialmente escluse. Il che - sovente - è fonte di valore aggiunto. Una carta da calare. Perché ciò che è (o appare) senza affare può invece essere pregiato e inestimabile. Senza valore, appunto o anche, semplicemente wertlos. Perché in queste pagine è possibile sfogliare senso, curiosità e prospettiva: dove il sapere conta, eccome. Ma non si conta o sconta. Perché standardizzare e burocratizzare è spesso un disservizio. Onta. Una corsa a premi e punti. Avarizia o bulimia; no di certo buona economia.
28,00
Alla fonte dei saperi manageriali. Il ruolo della musica nella ricerca per l'innovazione e per la formazione delle risorse umane

Alla fonte dei saperi manageriali. Il ruolo della musica nella ricerca per l'innovazione e per la formazione delle risorse umane

Luigi Maria Sicca

Libro

editore: Editoriale Scientifica

anno edizione: 2012

pagine: 92

Questa lezione attraversa lo sguardo che gli studi di economia e management gettano su alcune organizzazioni di matrice precapitalistica: quelle che hanno origini nella tradizione classica del teatro e della musica. Perché queste organizzazioni sono in grado di restituire stimoli per una più qualificata comprensione di quelle odierne forme di aggregazione produttiva che, nel linguaggio della contemporaneità, alcuni chiamano aziende. Altri, imprese. Questa lezione indaga su alcune fonti da cui traggono origine i saperi manageriali. E le implicazioni per ripensare la formazione: di musicisti e di manager. L'accelerazione dei ritmi con cui le crisi si affermano e si prolungano rende quanto mai urgente tale pensamento. Questa lezione riprende ed elabora una storia vissuta dall'autore nel corso di una lunga attività di ricerca condotta calpestando le tavole di palcoscenico nel teatro musicale, tra le mura e nell'intimità delle esperienze di musica da camera; nei vissuti partecipati alla vita d'orchestra. Naturalmente nelle aule universitarie, nell'ambito di corsi di studio dove si insegna economia e management.
10,00
Organizzazione e musica. Il caso associazione Alessandro Scarlatti

Organizzazione e musica. Il caso associazione Alessandro Scarlatti

Luigi Maria Sicca

Libro: Libro in brossura

editore: Arte Tipografica

anno edizione: 2006

pagine: 91

9,50
Organizzare l'arte. La gestione manageriale di eventi e spettacoli

Organizzare l'arte. La gestione manageriale di eventi e spettacoli

Luigi Maria Sicca

Libro

editore: Rizzoli

anno edizione: 2001

pagine: 144

Distinguendo i 'ruoli' del 'top management' da quelli del 'middle management', l'autore assume come punto di partenza la specialità del prodotto culturale, interrogandosi sulle condizioni organizzative e gestionali più adatte per consentire una produzione di qualità a costi accettabili. Ciò viene proposto immergendosi nel processo di costruzione di uno spettacolo dal vivo, respirando la dialettica, le tensioni e le emozioni generate dallo scambio di idee e dalla convivenza 'forzata', ma creativa, di personalità idiosincratiche: interpretando l'esperienza operativa, l'autore restituisce una lettura critica del complesso processo organizzativo che precede e che conduce alla produzione di uno spettacolo dal vivo.
14,98

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.