Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Lorenzo Esposito

Diritto del lavoro e sindacale

Lorenzo Zoppoli, Lorenzo Gaeta, Marco Esposito, Antonello Zoppoli

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 480

41,00

Diritto del lavoro e sindacale

Lorenzo Zoppoli, Lorenzo Gaeta, Marco Esposito, Antonello Zoppoli

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2020

pagine: 448

40,00

La vigilanza bancaria. Storia, teorie, prospettive

Lorenzo Esposito, Giuseppe Mastromatteo

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2021

pagine: 476

Qual è il senso della vigilanza bancaria nell'epoca della finanziarizzazione? Come può contribuire al tema cruciale, per un'economia globalizzata, della stabilità finanziaria? Partendo dalla centralità della moneta e delle banche nelle economie moderne, il testo descrive i rischi dell'attività bancaria, gli obiettivi e gli strumenti della vigilanza nei suoi tre ambiti (strutturale, prudenziale e di tutela). Ne presenta, inoltre, lo sviluppo storico, i punti di forza, di debolezza e il legame con i modelli di business prevalenti. Il libro dedica un capitolo al caso italiano e, infine, confronta il quadro teorico proposto con gli aspetti di frontiera del mondo finanziario dopo la crisi, in particolare l'Unione bancaria, la finanza sostenibile e il fintech.
39,00

Diritto del lavoro e sindacale

Lorenzo Zoppoli, Lorenzo Gaeta, Marco Esposito, Antonello Zoppoli

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2018

pagine: 562

"Il manuale che presentiamo - muovendo da queste consapevolezze e avvalendosi di esperienze precedenti - vuole essere un tentativo di significativa innovazione, pur nel rispetto della migliore tradizione della manualistica giuridica in genere e giuslavoristica in specie. Il volume che il lettore ha tra le mani è in effetti il primo tassello di un mosaico che richiederà un po' di tempo per comporsi. Quale primo tassello - ça va sans dire, dall'autonoma e precisa identità - è un testo piuttosto sintetico, nel quale il diritto del lavoro e sindacale viene sistemato nella sua evoluzione storica (fino a circa un mese fa), nel suo fondamento valoriale e costituzionale, nelle principali categorie concettuali, dando conto degli assetti normativi anche più recenti - frutto di legislazione, contrattazione, giurisprudenza e dottrina -, con riguardo a tutti gli istituti di cui oggi risulta composta la materia. L'approccio è soltanto in parte descrittivo, volendosi fornire sempre una chiave di lettura anche critico-valutativa del diritto positivo, pur nei suoi equilibri prevalentemente dinamici. Gli autori - e coloro che hanno generosamente collaborato con gli autori - hanno utilizzato il registro della sintesi, anzitutto concettuale, pur tenendosi lontani da troppo facili semplificazioni e schematizzazioni." (Dalla presentazione)
46,00

Il prossimo villaggio. Racconti e macchine del tempo

Lorenzo Esposito

Libro

editore: CaratteriMobili

anno edizione: 2011

pagine: 144

Racconti popolati di angeli e demoni, lettere spedite da zone di frontiera, donne e uomini che resistono alla logica del caos, identità ed esilio, città in declino e mondi smarriti. Il prossimo villaggio parla del tempo e dello spazio, della loro scrittura e persistenza politica, della parola e dell'immagine. Trentadue capitoli - di volta in volta fantastici, surreali, politici - che costituiscono l'organismo di un'unica architettura, la materia di un unico romanzo. Trentadue microcosmi luminosi, scritti, fotografati, filmati in vertiginosa alchimia e in forsennato romanticismo. Prefazione e postfazione di Enrico Ghezzi.
13,50
11,99

Carpenter Romero Cronenberg. Discorso sulla cosa

Lorenzo Esposito

Libro: Copertina morbida

editore: Editori Riuniti

anno edizione: 2004

pagine: 111

Il film horror è stato a lungo un campo di sperimentazione privilegiato. Un luogo visivo simbolico e sovversivo, atipico e difficilmente classificabile. Attraverso continue evoluzioni e contaminazioni, ma anche lunghe crisi di cui l'ultima è tutt'ora in atto, l'horror ha contagiato l'immagine cinematografica con la propria ossessione per il corpo e le sue ambiguità, toccando i meccanismi profondi che regolano l'inconscio e la materia, costituendo una linea ininterrotta che conduce dalla tradizione gotica dell'Ottocento fino alla tarda modernità. Carpenter, Romero e Cronenberg sono i cosiddetti registi di genere che, con maggiore evidenza, hanno fatto dell'horror una possente teoria del visibile.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento