Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Jack Spicer

Un rosario di bugie: Ammonimenti-Un libro di musica-Quindici false proposizioni contro Dio. Testo inglese a fronte

Jack Spicer

Libro: Copertina morbida

editore: Argolibri

anno edizione: 2020

pagine: 116

«A rosary of lies» fu l'espressione usata da Jack Spicer per descrivere le sue "Quindici false proposizioni contro dio" a Russel Fitzgerald, giovane poeta e poi amante (vedi qui la poesia intitolata Per Russ) incontrato durante il processo all'Urlo di Ginsberg, il 9 settembre 1957. Particolarmente pertinente per quanto riguarda l'evocazione di alcuni aspetti emblematici e ricorrenti della poesia di Spicer, ho scelto di utilizzare quest'espressione per riunire in un solo gesto editoriale tre raccolte - "Ammonimenti", "Un libro di musica", "Quindici false proposizioni contro dio" - tutte successive ad "Afier Lorca" (1957), e composte nell'anno 1958. A causa della sua importanza specifica nell'evoluzione della poetica dell'Outsidé, ho preferito escludere il poemetto Billy the Kid, sempre composto nel 1958. Ad esso sarà riservata un'edizione particolare, appositamente concepita per mettere in valore la gittata poetica e il colore musicale di questo componimento. I tre libri riuniti in un "Rosario di bugie" mostrano l'evoluzione di una poesia introversa, invertita, edotta, sempre più educata, sul solco dell'esperienza lorchiana e la vicinanza alla musica jazz, all'indipendenza dall'immagine, e alla comunicazione diretta e ritmata (scandita e strutturata per patterns)... Con un ricordo di Paul Vangelisti.
15,00

After Lorca

Jack Spicer

Libro: Copertina morbida

editore: Gwynplaine

anno edizione: 2018

pagine: 148

"After Lorca" (1957) è un testo dialogico e intersoggettivo per eccellenza, quindi iper-contemporaneo, in cui l'autore sceglie come interlocutore privilegiato un poeta simbolo di libertà quale Federico Garcia Lorca. Spicer elargisce una vera e propria lezione-dichiarazione di poetica in un susseguirsi raffinato di poesia e prosa, alternando scientemente traduzioni e riscritture di testi lorchiani a poesie proprie, mascherandole da false traduzioni, e lettere programmatiche di rara bellezza, rivolte allo stesso poeta spagnolo. A Lorca, seppur martirizzato circa venti anni prima, nel 1956, dai miliziani franchisti, Spicer affida l'introduzione al suo libro e oltrepassa così il limite dell'io, esponendosi costantemente all'equivoco del linguaggio.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.