Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Libri di Giuseppe Goisis

Con soavi cure. Un cammino nell'umano alla ricerca di senso

Con soavi cure. Un cammino nell'umano alla ricerca di senso

Giuseppe Goisis

Libro

editore: Gabrielli Editori

anno edizione: 2023

pagine: 144

La domanda di senso esprime sempre, per il docente appassionato di Filosofia politica Giuseppe Goisis, una ricerca di significato della propria e dell’altrui vita, da cui è possibile estrarre qualcosa, una ricerca capace di salvare dalla dispersione, dall’atomizzazione e dalla frammentarietà. Che senso ha avuto e ha la nostra vita? A questa domanda l’autore del libro “Con soavi cure” ha sempre cercato di rispondere con una sapienza socratica che dovrebbe far parte di ogni esperienza, in particolare familiare e scolastica: generare generazioni. Una “generatività” che parte dal raccogliere ogni singolo pezzo, ogni frammento di vita per valorizzarlo e ricomporre gli uni con gli altri in unità armonica, in un cammino umano sempre alla ricerca di senso. Diversi i temi riflessione sviluppati nel libro: i drammi della storia, la violenza, il fondamentalismo, il dialogo, la laicità, l’ascolto, la tenerezza, e molti altri. Tutti legati tra loro dalla forza della speranza, per restare umani o diventare umani. Prefazione di Luigi Ghia.
15,00
Hitler e il nazismo

Hitler e il nazismo

Giuseppe Goisis

Libro: Copertina morbida

editore: Solferino

anno edizione: 2021

pagine: 180

La dittatura nazionalsocialista ha rappresentato la pagina più buia della storia dell'Occidente; ha indicato che non esistono limiti all'efferatezza cui può giungere l'essere umano. Gli studiosi oggi delineano con sempre maggiore chiarezza il percorso storico-ideologico del nazionalsocialismo, portano nuova documentazione per comprendere se il genocidio degli ebrei e dei non ariani fosse insito fin dall'inizio nel pensiero hitleriano oppure avesse rappresentato una "soluzione" funzionale nel corso della guerra; ma ogni analisi storiografica non può alleviare le responsabilità singole o collettive di queste atrocità, così come non può far rimarginare le ferite che il regime hitleriano ha inferto alla dignità dell'uomo, al diritto alla vita e alla sua integrità fisica e spirituale, che rimarranno per sempre aperte.
8,90
Speranza

Speranza

Giuseppe Goisis

Libro

editore: EMP

anno edizione: 2020

pagine: 120

Che cos'è la speranza? Turbamento della mente e del cuore, e dunque fonte di debolezza? O forse un tonico quotidiano capace di moltiplicare le energie umane? In questo breve saggio l'autore si sofferma sulla natura della speranza descritta come un'emozione, che si stabilizza in un sentimento dell'esistenza, per poi configurarsi come una vera e propria virtù, di cui l'essere umano non sembra poter fare a meno. Infatti, riflettendo sull'esperienza di ogni giorno, si può giungere al convincimento che ben poche iniziative si prenderebbero, nella vita familiare come nel lavoro e nella politica, senza il robusto sostegno della speranza. La speranza non è inganno, non è illusione, ma è dimensione ragionevole e affidabile, da consegnare come un bene prezioso alle nuove generazioni. Per questo papa Francesco la raccomanda come antidoto alla paura e all'indifferenza ammonendo: «Non fatevi rubare la speranza».
11,00
Verso una democrazia pluralista
12,00
Dioniso e l'ebbrezza della modernità. Sei saggi su politica e società

Dioniso e l'ebbrezza della modernità. Sei saggi su politica e società

Giuseppe Goisis

Libro: Libro in brossura

editore: Mimesis

anno edizione: 2016

pagine: 166

Questo libro nasce all’intersezione fra una crisi personale, tappa di un itinerario che si cerca di ricostruire, e la ben più vasta crisi della “modernità” filosofico-politica. Si rappresenta una specie di panoramica, tesa ed appassionante, lungo i tornanti accidentati di una “modernità” davvero inquietante e complessa. Non c’è solo, alle origini, il pathos disincantato di Machiavelli, ma anche l’alta profezia del Savonarola e, fra i due poli, scorre il divenire dello Stato, che vive, in maniera cruciale, il dramma del Totalitarismo, con il suo ordine del terrore. Ma si esplora anche l’ebbrezza movimentista, che sembra rivivere l’invasamento antico di Dioniso: le masse e il leader, questa la dialettica continua che anima il libro, sottolineando, assiduamente, il rischio della manipolazione e della soggezione. Nell’educazione e nell’impulso di una ragionevole speranza s’intravedono alcune vie di uscita benefiche per l’uomo. Nel volume, non solo l’interagire di varie tematiche che danno da pensare, ma anche una varietà di registri stilistici, che mira a coinvolgere il lettore.
16,00
Zikomo 1977-2018. Padre Mario Pacifici, 41 anni di gioia non terminata in Malawi

Zikomo 1977-2018. Padre Mario Pacifici, 41 anni di gioia non terminata in Malawi

Giuseppe Goisis, Giovanni Diffidenti, Patrick Bwanali

Libro: Copertina morbida

editore: Lubrina Bramani Editore

anno edizione: 2018

pagine: 160

"Zikomo (grazie) al vescovo Alessandro Assolari, per quasi trentanni vescovo di Mangochi (il primo, a Mangochi), che recando a destinazione Bambo Mario, atterrato il 19 marzo 1977 all'aeroporto di Chileka, rischiò ripetutamente di addormentarsi al volante (una 124 bianca), nello scuro come la pece di una notte fonda. Colpi di sonno e risalite repentine di testa, a rimbalzo, per le strade tortuose con i tronchi affioranti. Bambo Mario in reverente silenzio accanto. Per fortuna cascando nel dormiveglia Bishop Assolari allentava il piede dall'acceleratore. Riuscirono a scamparla. In tal modo avvenne lo sbarco nel cuore caldo del continente Africa. Da allora sono capitati 41 anni".
30,00
Le cento care. Variazioni nel tema

Le cento care. Variazioni nel tema

Giuseppe Goisis

Libro: Libro in brossura

editore: Musicaos Editore

anno edizione: 2015

pagine: 156

"Le cento care. Variazioni nel tema" è una raccolta di sei racconti; sei universi nei quali Giuseppe Goisis scandaglia lo spazio profondo dell'essere umano, con la fluidità di un linguaggio "vero", capace di entrare nelle pieghe più recondite della realtà, svelando in ogni racconto il rapporto cruciale fra vita e morte. Scegliendo questa prospettiva, questo rapporto, quale sua propria lettura del reale. Giocando nelle variazioni di essa. Storie intense, di trama coinvolgente e sentimenti vibranti. Lo spiccato realismo si sposa con scene surreali, sconfinando, alle volte, nel grottesco; la tragedia si mescola alla commedia; sono situazioni dalle tinte forti, quelle raccontate, di tensione viva, in cui il lettore rimane coinvolto senza soluzione di continuità, sospeso, nello spazio di una pagina, a interrogarsi su cosa accadrà immediatamente dopo. Con poche pennellate decise, Giuseppe Goisis restituisce spaccati di vita, caratteri dei personaggi, luoghi e cose che acquistano vita propria; i più piccoli dettagli sono indispensabili, perché staccano dalla mera descrittività e acquisiscono valenza sostanziale.
16,00
Il contrabbasso e la rosa

Il contrabbasso e la rosa

Giuseppe Goisis

Libro: Copertina morbida

editore: Greco e Greco

anno edizione: 2010

pagine: 264

Un uomo, che cammina curvo, colorato in volto dal cerone, un frac e la bombetta, sulle spalle un sacco rigonfio di spazzatura, nero. Ha il passo segmentato dei mimi, dal sollevamento del tallone all'allungamento in avanti del collo. Non c'è soluzione di continuità, nella sua lentezza, è un incedere scandito dalle note pizzicate di un contrabbasso, posto in cima a un tumulo fumante di materiale organico. Pizzica le corde a occhi chiusi. Da lì sotto innalza il volto imbiancato verso il musico, il quale, sentendosi osservato forse, apre gli occhi, mentre il mimo fa l'atto di sfilarsi dalle spalle il sacco. Insieme, musico e mimo si fermano. Poi è il mimo a chinarsi verso il sacco, a ficcarci una mano, a raggiungere e stringere qualcosa, a estrarla: una rosa bianca viene alla luce, un gran bel fiore. Il mimo con cura estrema la adagia al terreno e assorbendo il gesto abbassa il collo per un saluto. Il contrabbasso in risposta torna a far suonare le sue grosse corde, ad accompagnare il passo del mimo, che ora ha ripreso il sacco in spalla e si allontana sul sentiero.
12,00
Camminando lungo il crinale. Riflessioni su rischio, fuga e paura
11,00
Un posto vale l'altro

Un posto vale l'altro

Giuseppe Goisis

Libro: Copertina morbida

editore: Pequod

anno edizione: 2004

pagine: 192

Un giornalista inviato a Londra per i festeggiamenti di fine millennio. Due operai che combattono il freddo sulla piattaforma della fabbrica che li vuole licenziare. Un gruppo di amici dentro un garage, con la vita che preme intorno, sapendo che qualcuno ce la farà, e altri no. Un ufficiale di polizia che va in pensione. Un cieco portato dai compagni a Lugano, in un bordello. Una donna sola in viaggio nel nord del Brasile. Ovunque siano i personaggi di Giuseppe Goisis stanno sempre sul limitare di un accadere, agiscono, si vedono agire, in uno spostamento costante da un'inquietudine a un'altra inquietudine, da un'ipotesi di salvezza alla rassegnazione, e viceversa.
14,00
Paura male oscuro del nostro tempo
11,00
Eiréne. Lo spirito europeo e le sorgenti della pace

Eiréne. Lo spirito europeo e le sorgenti della pace

Giuseppe Goisis

Libro

editore: Gabrielli Editori

anno edizione: 2000

pagine: 378

Ben pochi si sono dichiarati a favore della guerra, quasi nessuno si è proclamato amante della guerra, ma tutti sembrano desiderare ciò che solo con la guerra possono ottenere. Quando a Bismarck chiesero se, allora, voleva la guerra, rispose: "Ovviamente no. Voglio la vittoria!". Molti capi politici vogliono lo stabilirsi di una pace gravata da vergognose ingiustizie, preferendo entrare nelle Nazioni altrui a poco a poco, senza incontrare resistenza. Da questa paradossale confusione dei valori, dalla loro deformazione e commercializzazione prende avvio il presente volume, per tentare un più sottile discernimento, per cercare di tenere assieme le dimensioni della lucidità disincantata e della passione, che ci fa innamorati delle opere della pace. Questo libro prova a sfatare il mito del primato della guerra e della violenza, mostrandone le connessioni con quell'Occidente che, dall'Iliade alla Guerra del Golfo, da Achille a G. Bush, ha affermato, con ossessiva coerenza, la decisività della forza e, alla bilancia della forza, la decisività della propria potenza. Dall'Occidente si distingue il miglior spirito europeo, giudicato ancora capace di percepire le grandi sfide storiche: non l'Europa soffocata dal costume mercantile, nella quale solo le scogliere di Dover sembrano non ancora in vendita, ma l'Europa dell'Umanesimo dell'altro uomo e della convergenza nella diversità: la "patria delle differenze" che ha messo in evidenza De Rougemont.
24,79

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.