Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giuseppe D'Acunto

Attesa. La passione e il sentimento del tempo

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: ASTERIOS

anno edizione: 2021

pagine: 64

I tempi del Covid-19 hanno indotto in noi l'abito di persone che aspettano: che si trovi il vaccino risolutore, che si ritorni ai ritmi consueti di vita, con la fine delle restrizioni imposteci dai vari regimi di lockdown. È così che il libro in questione intende indagare il profilo strutturale proprio di questo abito, per vedere se esso, al di là della contingenza storica che ha contribuito a risvegliarlo in noi, ci possa essere d'esempio per farci riguadagnare stili di vita e valori che, nell'elevata frenesia digitale di oggi, rischiano di andare irrimediabilmente perduti.
5,90

Ferita. L'occhio che guarda verso dentro e verso fuori

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: ASTERIOS

anno edizione: 2021

pagine: 64

La tesi sviluppata nel libro è che alla ferita può essere riconosciuto un profilo, a tutti gli effetti, fisiognomico. Funge da vero e proprio organo non solo recettivo, come un occhio che vede o un orecchio che ascolta, ma anche espressivo, come una bocca da cui viene lanciato un messaggio. Dispone, inoltre, di una memoria, nonché è il luogo dove si raccoglie e respira un'anima. Di grande importanza è, allora, entrare in un contatto empatico con essa, in quanto solo per questa via è possibile guadagnare la soglia di una più piena maturità affettiva, nonché far proprio il gesto della carità e del perdono, intercettando ed amando, attraverso la propria ferita, anche la fragilità e la ferita traumatica dell'altro.
5,90

Angoscia. Radiografia e ricognizione del presente

Giuseppe D'Acunto, Aldo Meccariello

Libro: Copertina morbida

editore: ASTERIOS

anno edizione: 2021

pagine: 64

Come in uno scenario distopico, quasi apocalittico, oggi netta è la sensazione di lottare impotenti, ad occhi chiusi contro un nemico invisibile, sconosciuto, che dilaga ovunque, in ogni punto dello spazio e dei polmoni. Tutto questo, sta restituendo a noi umani, l'esperienza del saper vedere e del saper sentire. Forse è tempo di riprovare a esperire, nel pericolo, l'angoscia, che non inganna, anzi scuote, mostra tagli e crepe nella realtà, apre la scena al vuoto di noi stessi, dove qualsiasi cosa può accadere, senza che sia più soggetta al nostro controllo. Questo volumetto in forma di un piccolo manuale (da Anders a Kierkegaard, da Weil a Freud, da Jaspers a Lacan) mira, per assaggi, a scandagliare il sentimento dell'angoscia, nel quale ogni essere umano è chiamato a rispecchiarsi per rielaborare la propria identità.
5,90

La prosa del senso. La dinamica della significazione in Merleau-Ponty

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: If Press

anno edizione: 2012

pagine: 96

Uno dei motivi-guida che percorre la lettura del pensiero di Merleau-Ponty che viene qui presentata è data dalla dialettica che sussiste, in lui, fra silenzio ed espressione. Per il fenomenologo francese, poiché vi è un senso prima che vi sia linguaggio, il lasciarsi guidare dalle cose così come si danno e si manifestano, è un far sì, letteralmente, che esse "prendano la parola": parola che, perciò, è da sempre già iscritta nella "carne" viva dell'esperienza prelinguistica e preriflessiva.
10,00

Viandare. Etica e spiritualità del camminare

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: EdUP

anno edizione: 2019

pagine: 102

Un percorso attraverso le riflessioni sul camminare sviluppate da cinque filosofi (Platone, Rousseau, Schelle, Nietzsche, Benjamin) e da sette scrittori (Stendhal, Balzac, Thoreau, Hesse, Walser, Hessel, Chatwin).
12,00

Il logos della carne. Il linguaggio in Ortega Y Gasset e nella Zambrano

Giuseppe D'Acunto

Libro

editore: Cittadella

anno edizione: 2016

Il libro ricostruisce, nella sua prima parte, le linee essenziali della concezione "radicale" del linguaggio di Ortega y Gasset (1883-1955), inserendola nel contesto più ampio della sua visione dell'uomo e dell'origine della società. Tale concezione è "radicale" poiché il linguaggio articolato affonda le sue radici nel terreno del gesto e della corporeità. La seconda parte del volume ripercorre le riflessioni sul linguaggio di María Zambrano (1904-1991), l'allieva di Ortega che ha messo al centro della sua filosofia la ricerca di una ragione incarnata: in luoghi, in corpi, in persone.
11,90

Romano Guardini. Concretezza e opposizione

Giuseppe D'Acunto

Libro

editore: Urbaniana University Press

anno edizione: 2015

pagine: 128

La ricognizione di un pensiero improntato alla figura dell'antinomia dialettica, che Romano Guardini (1885-1968) mette a punto in un'opera del 1925, intitolata "L'opposizione polare: tentativi per una filosofia del concreto vivente", sembra lasciata cadere nel seguito della sua produzione. Eppure, tale pensiero continua ad ispirare sotterraneamente la speculazione di Guardini. In questo lavoro l'autore ne documenta la presenza e l'efficacia, tanto nelle innovative riflessioni antropologiche quanto nelle penetranti trattazioni sull'arte e sul linguaggio. Presentazione di Massimo Borghesi.
10,00

Descrivere lo spazio

Andrea Giordano, Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: PROGETTO LIBRERIA

anno edizione: 2017

10,00
18,00

Dualitas. Figure del dubbio e dell'errore in filosofia

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: STUDIUM

anno edizione: 2012

pagine: 72

8,50

Tomismo esistenziale. Fabro, Gilson, Maritain

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: If Press

anno edizione: 2011

pagine: 107

10,00

L'istanza del soggetto parlante. Il problema linguistico dell'enunciazione

Giuseppe D'Acunto

Libro: Copertina morbida

editore: Lithos

anno edizione: 2010

pagine: 133

Il testo si procura un accesso al problema linguistico dell'enunciazione operando una duplice svolta: dalla semiotica del segno alla semantica dell'atto di parola e da quest'ultima di nuovo alla semiotica, riguadagnata, però, ad un livello più radicale: come semiotica del gesto, a partire dal riconoscimento secondo cui l'enunciazione stessa, prima di essere un atto verbale, è movimento di tipo gestuale.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento