Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giuseppe Conte

Visione

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Vallecchi Firenze

anno edizione: 2022

pagine: 56

Giuseppe Conte intraprende un viaggio avventuroso nel territorio della visione, che fin dall'antichità tiene insieme immaginario e sguardo sul mondo. Da Dante a William Blake e Walt Whitman, nell'incontro tra Poe e Baudelaire, nella polarità di Ungaretti e Montale, Conte rende il suo sapiente omaggio ai poeti veggenti e visionari della storia, che - come lui stesso afferma - hanno spinto il loro spirito ai confini dell'invisibile, in cerca di verità e di infinito.
8,00
10,00

Arbitro bancario e finanziario

Giuseppe Conte

Libro

editore: Giuffrè

anno edizione: 2021

pagine: 1382

L'opera che ha coinvolto alcuni tra i più importanti esperti della materia approfondisce la disciplina dell'arbitro bancario finanziario che costituisce una valida alternativa alla giustizia ordinaria. È articolata in nove parti: dall'esame della struttura natura e funzionamento di questo strumento particolare per la risoluzione delle controversie si sofferma sul principio di trasparenza e sui sistemi di informazioni creditizie; sui servizi bancari postali e di pagamento; sui titoli d credito; esamina nel dettaglio le garanzie personali e reali del credito; le operazioni di finanziamento; la cessione e lo smobilizzo dei crediti e servizi bancari nel commercio internazionale e dedica la parte finale alla responsabilità dell'intermediario. Un'opera completa aggiornata alle ultime evoluzioni normative e alle disposizioni di funzionamento agli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali e alle più significative decisioni dei Collegi ABF che oggi sebbene non possono quantomeno da un punto di vista squisitamente tecnico vantare i requisiti di vere e proprie sentenze per il loro numero e per la loro qualità costituiscono un necessario termine di confronto per chi gestisce il contenzioso di questa natura e che si è imposto come sicuro termine di confronto nel frastagliato panorama del contenzioso bancario.
110,00

Il mito greco e la manutenzione dell'anima

Giuseppe Conte

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2021

pagine: 432

Nel libro che vi accingete a leggere, le figure del mito greco sono interpretate in un modo che le connette inscindibilmente all'anima. Divinità ed eroi vengono presentati come raffigurazioni, immaginose e mutevoli, dei flussi di energia che percorrono l'anima umana. Flussi che la sommuovono, che si agitano, vorticosi come in una tempesta dentro di lei, o vi riposano con un sonno leggero e inquieto, pronto a ridestarsi. Dobbiamo immaginare che l'anima è questo movimento dentro di noi. Il termine greco "psiche" designa innanzitutto uno spirare d'aria, un soffio, un vento, per poi passare a indicare il principio vitale e, infine, le ombre dei trapassati. Il termine racchiude la gamma dei diversi e contraddittori aspetti che contraddistinguono nel bene e nel male la natura umana e la diversificano da quella di tutti gli altri esseri della terra. I Greci sentivano nell'anima dei mortali la discesa, la visitazione di Zeus ed Era, Atena e Afrodite, Apollo e Dioniso, vi vedevano la ferocia guerriera, l'amicizia amorosa, il furore e la pietà finale di Achille, il sacrificio di Ettore, la futilità di Paride, la bellezza rovinosa di Elena, la dolcezza di Andromaca... Nelle figure del mito greco, in cui divinità e pienezza della vita sono un'unica cosa e in cui convivono inseparabili il piano materiale e quello spirituale, vengono divinizzate tutte le componenti di cui consta la natura umana: gli istinti, le passioni, le follie, le attitudini. Queste componenti esistono ancora oggi ed esserne consapevoli ci farà del bene. Nei protagonisti del mito greco ogni lettore ritroverà pezzi della propria anima e, prendendone consapevolezza, potrà provvedere alla loro manutenzione. Ognuno potrà, leggendo, capire se la propria predisposizione è orientata da Apollo o da Dioniso, da Achille o da Ulisse, da Eracle o da Prometeo.
20,00

Dante in love

Giuseppe Conte

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2021

pagine: 204

Una storia di fantasmi che vede protagonista Dante Alighieri ai nostri giorni. Da seicentonovantanove anni, per una sola notte, il Padre eterno lo fa scendere dal Paradiso a Firenze per scontare il suo amore eccessivo per la poesia e per la bellezza terrena. Accoccolato ai piedi del "suo" Battistero, guarda lo spettacolo delle donne che passano e riprende il progetto di catalogare le sessanta più belle. Alla settecentesima notte Grace, una giovane studentessa straniera, per la prima volta gli dà l'impressione di avvertire la sua presenza. Così la segue in una esilarante sequenza di incontri e le racconta, come se potesse sentirlo, del suo amore per Beatrice e della sua esperienza segreta di Fedele d'Amore. La invita poi a compiere insieme un viaggio d'amore sul vascello magico mandato dal mago Merlino. Dopo che Grace ha baciato il ritratto del poeta, tutto cambia... Tra una favola degli equivoci e il dramma di una città impaurita e deserta come al tempo della Peste nera, se Amore appare a Dante anche Dante appare a Conte, in un gioco di specchi deformanti e di rimandi.
17,00

I senza cuore

Giuseppe Conte

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 420

Anno Domini 1116, la Grifona salpa dal porto di Genova con 192 anime a bordo: la rotta è verso il burrascoso Atlantico e le brume della Cornovaglia bretone, dove un monastero pare custodisca un misterioso manoscritto. Il suo comandante Guglielmo il Malo, della famiglia degli Embriaci e trionfatore alla Prima Crociata, è segretamente in cerca della verità sul Vaso di smeraldo, portato a Genova come bottino di guerra e dono della Regina di Saba a Salomone, presente sulla tavola dell'Ultima Cena di Nostro Signore. È davvero l'originale? O è un clamoroso falso? Ma Guglielmo, l'ingegnoso costruttore di macchine da guerra, è subito costretto a calarsi nei panni di un riluttante detective, per indagare col fedele, sveglio scrivano Oberto da Noli, narratore di tutta la storia, sui delitti di un efferato serial killer che semina il terrore a bordo della sua galea nelle notti di luna nuova: tre ufficiali sono stati uccisi uno dopo l'altro e lasciati con il petto squarciato e senza cuore. Fra dramma e leggenda, bonacce e tempeste, scarsità di viveri e malattie che riducono l'equipaggio a 109 anime, fra incontri con pirati e Vichinghi ma anche ammutinamenti, Giuseppe Conte scrive un romanzo corale, ricco di suspense e colpi di scena: protagoniste sono le crociate e le conquiste della sua grande Genova, ma anche la pace e la nonviolenza che vedono Conte in persona prestare un po' della sua voce al mastro d'ascia sufi Yusuf Abdel Rahim, alias Giuseppe Pietrabruna. Un thriller storico mozzafiato e anche la rocambolesca avventura di un'emancipazione femminile: quella di Giannetta Centurione, la giovane cavallerizza e arciera che si ribella alla volontà del padre e della matrigna e che si staglia infine come la polena di una galea.
19,00

Non finirò di scrivere sul mare

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori

anno edizione: 2019

pagine: 144

Si ritrova in questo libro, come è sempre più raro che accada, l'ampio respiro di una poesia che riesce a oltrepassare i limiti inevitabilmente angusti dell'io, per muoversi in una ben più ampia libertà di canto. Giuseppe Conte realizza un vero e proprio poema sul mare, nel suo perenne, inesorabile mutare e ricominciare: «La mer, la mer, toujours recommencée!» scriveva Paul Valéry; e nei capitoli di questo sorprendente libro, pur nell'estrema varietà degli scenari, domina la centralità assoluta del mare nella sua immensa energia reale e simbolica, negli impulsi che sa offrire a un'alta o profonda riflessione lirica. Il mare che inquadra, nella sua dinamica bellezza, il senso dell'esistere, che nel suo essere e nel suo moto, splendidamente anarchico, appare come un testimone impareggiabile. E lo è nei suoi colori stagionali, nei vari luoghi in cui il poeta stesso, dalla propria terra di nascita ai diversi porti delle sue esplorazioni, può contemplarne la meraviglia. Epico e quotidiano, il mare è come «la musica di ciò che accade» ed è una presenza totale e misteriosa nel passaggio di figure anonime, come nella vicenda del poeta che ne ammira e vorrebbe imitarne il movimento e ne resta ammaliato come da una divinità: «Mare la tua misura è l'infinito/ e l'abisso, l'alto e il basso». Giuseppe Conte ha il merito di farsi e farci coinvolgere da una realtà a tutto campo, dove la vastità del mare trova eco nelle innumerevoli presenze vitali del circostante paesaggio, tra il veloce andare ridente dei bambini e lo zampettare dei passeri, che si tratti della Riviera Ligure o della baia di San Francisco. Quello che conta, ci suggerisce il poeta, è farsi catturare e assorbire dall'incessante rigenerarsi del mondo, di cui il mare è il più nobile e generoso emblema.
18,00

Non so fermare il vento

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Gli Ori

anno edizione: 2022

pagine: 44

150,00

La polvere del mondo

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: L'Erudita

anno edizione: 2022

pagine: 127

È il 1222, il Regno di Sicilia è governato da un giovane ventottenne, Federico II, già re da due decenni ma incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero da appena due anni. Nel pieno della sua attività legislativa atta a destabilizzare baroni e feudatari si è appena conclusa la quinta crociata con la disfatta di Damietta. È in questo contesto che Francesco, il "poverello d'Assisi", incontra l'imperatore sconvolgendone tutta la corte.
15,00

La metafora della vita

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Il Canneto Editore

anno edizione: 2022

pagine: 200

Giuseppe Conte, autore eclettico e internazionale, ha prodotto una dozzina di raccolte poetiche, altrettanti romanzi, una decina di libri saggistici e sette opere teatrali. Non meno significativo anche il suo impegno in ambito giornalistico, esercitato con le stesse finalità etiche e il medesimo impegno stilistico. A cinquanta anni di distanza dal saggio "La metafora barocca", questo libro riporta una parte degli interventi dedicati alla letteratura apparsi in testate e riviste di alto profilo e importanza nazionale e internazionale. Uniti insieme formano l'essenza di una poetica in divenire, fondata su saldi valori umanistici, legata alla tradizione ma con uno sguardo puntato sul futuro e sul destino dei giovani.
18,00

Maestà Maria Pia di Savoia

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Il Punto PiemonteinBancarella

anno edizione: 2021

pagine: 176

"... il suo essere donna e regina destavano meraviglia ovunque si recasse e a chiunque la incontrasse. Il suo portamento era diventato a tutti gli effetti regale, il suo modo di vestire, i gioielli che sapeva elegantemente indossare, il tono della voce quasi basso ma sicuro e scandito quando esprimeva i suoi pensieri erano oggetto di ammirazione..."
14,00

Il cigno di Baudelaire

Giuseppe Conte

Libro: Copertina morbida

editore: Algra

anno edizione: 2021

pagine: 80

«La formazione - ma anche l'anima, la burrascosa tensione estetica e conoscitiva - di uno dei maggiori poeti del nostro tempo, Giuseppe Conte, erompe attraverso l'appassionato e appassionante racconto della vita di colui che, a giudizio di T.S. Eliot, ha dato al mondo "il più grande esempio di poesia moderna", l'immenso Charles Baudelaire. Benché accurata e seriamente documentata, la trascinante biografia dell'autore de I Fiori del Male viene da Conte evocata, più che ricostruita; essa, infatti, prende corpo da vertiginosi ricordi di adolescenza, allorché Conte fu folgorato da L'Albatro, da À une passante, dal Profumo esotico, da Il Cigno, che dà il titolo a questo rapinoso libro, e da tanti altri intensissimi capolavori dai quali farsi portare come da un mare in tempesta, e grazie ai quali scegliere un destino: "Chi non ha letto Baudelaire nell'adolescenza è partito svantaggiato per l'avventura della vita", scrive Conte con inesausta fede nella poesia, che, nel caso de I Fiori del Male, al quale egli è devoto, diviene un "invito a vivere la vita nella sua pienezza torbida e debordante». Dalla Prefazione di Emilio Zucchi
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.