Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Giovanni Isgrò

Il teatro dei gesuiti. La pedagogia teatrale, la scena europea, il teatro di evangelizzazione

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2021

pagine: 228

Questo saggio vuole essere un riconoscimento del ruolo avuto dalla Compagnia di Gesù nella storia dello spettacolo dell'età moderna. Dalle pratiche laboratoriali propedeutiche al teatro, alle messe in scena realizzate nei collegi europei, ai "teatri di missione" in Italia fino agli scenari dell'evangelizzazione messi in atto nel Centro e Sud America e in Giappone, scorrono le testimonianze che hanno concorso alla configurazione di una forma teatrale dagli aspetti molteplici, tutti collegati tuttavia da un'unica motivazione fondante, ossia quella dell'affermazione dei valori spirituali determinati dalla fede in Cristo. È così che geniale creatività inventiva, rigore formativo, capacità di adattamento alle diverse realtà del panorama planetario e regolarizzazione del sistema teatro si intrecciano e si manifestano in una visione unitaria, tra globalizzazione e rispetto delle identità; come dire, un messaggio fortemente attuale e ancora oggi artisticamente e moralmente formativo.
18,00

Storia della drammatica sacra e dello spettacolo devozionale in Sicilia

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Sciascia

anno edizione: 2020

pagine: 160

15,00

Il teatro del Tasso in Sicilia

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Palermo University Press

anno edizione: 2018

pagine: 178

10,00

L'avventura scenica dei gesuiti in Giappone

Giovanni Isgrò

Libro

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2016

pagine: 160

16,00

Tra le forme del teatro «en plein air» nella prima metà del Novecento

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Bulzoni

anno edizione: 2016

pagine: 170

Nei primi quarant'anni del Novecento scorre in Europa il grande fiume della rivoluzione del teatro annunciata sin dalla fine dell'Ottocento. Coevamente, e talvolta contestualmente ai progetti e all'azione dei padri rifondatori della scena novecentesca, in buona parte attuati ancora all'interno degli edifici deputati al teatro, c'è la realtà dello spettacolo en plein air. Si tratta di una prassi varia, parte della quale ha avuto un ruolo determinante nella sterzata storica che ha animato le nuove prospettive del ventesimo secolo. Ad essa è dedicato questo saggio al fine di distinguere le diverse forme e al tempo stesso a stabilire quali in particolare, al di là delle trasposizioni all'aperto della scena borghese e commerciale, abbiano effettivamente contribuito alla rifondazione del teatro. Per poter dare una risposta concreta alla domanda di oggettività al di fuori da pregiudizi storiografici abbiamo tenuto conto di alcuni orientamenti della prassi scenica fra loro interrelati che hanno caratterizzato i primi decenni del Novecento: l'estensione della ricerca di spazi alternativi all'edificio teatrale di tradizione; la risignificazione degli spazi archeologici del teatro antico; il riconoscimento di un ruolo teatralmente attivo alla dimensione urbanistico-architettonica (ma anche paesaggistica, sia essa rurale o montana o costiera), insieme al recupero della festa come contesto o/e elemento ispiratore della rappresentazione scenica.
18,00

Fra le invenzioni della scena gesuitica. Pedagogia e debordamento

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Bulzoni

anno edizione: 2016

pagine: 148

Sulla scia degli interessi maturati sull'attività teatrale dei padri gesuiti in particolare nell'ultimo ventennio, questo saggio intende offrire un contributo volto a stimolare legittimo riconoscimento storiografico ad uno dei fenomeni più interessanti della storia dello spettacolo (e non solo dello spettacolo) dell'età moderna. In questo senso il saggio rientra fra gli orientamenti di ricerca dell'autore che ha tratto ampio profitto dalle sue competenze nell'ambito della cultura materiale del teatro e di quella pre-teatrale, con particolare riferimento allo spettacolo urbano, per mettere in evidenza il ruolo avuto dalla Compagnia di Gesù nella società non soltanto europea. Pedagogia e debordamento sono i due poli entro i quali i padri gesuiti, anche nel campo dello spettacolo, hanno saputo articolare, più di ogni altro la propria azione fra l'educazione nei collegi e il rapporto diretto con le diverse fasce del sociale e con le culture locali, esprimendo spesso geniale creatività inventiva fino agli azzardi estremi. In ogni caso si tratta di una testimonianza forte fra globalizzazione e rispetto delle identità di cui può essere utile tener conto oggi.
13,00

La scena evangelizzatrice. Il teatro dei missionari nelle colonie spagnole del Centro e Sud America

Giovanni Isgrò

Libro

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2015

pagine: 128

Nella storia universale del teatro un ruolo tutt'altro che marginale va riconosciuto alle pratiche sceniche messe in atto nel Centro e Sud America dai padri missionari nel corso della loro azione evangelizzatrice svolta nell'età coloniale. Ciò soprattutto in relazione alle dinamiche attuative rispondenti a necessità di persuasione e comunicazione. Gli stessi sincretismi, al di là delle valenze etno-antropologiche, vanno visti come apporti originali alla pratica teatrale, legittimamente riconducibili a princìpi fondamentali del fare teatro. È quanto i padri francescani (nella prima stagione della colonizzazione) e i gesuiti (successivamente) seppero mettere in atto con modalità diverse, ricorrendo anche alla partecipazione attiva degli indios, dei quali seppero valorizzare cultura e tradizioni, oltre che le doti artistiche, in particolare nel campo della musica e della danza. All'opera di questi uomini, rimasti in buona parte nell'anonimato, il volume rivolge quell'attenzione utile a meglio comprendere molteplici significati dell'arte scenica, in un contesto estraneo alla visione eurocentrica del teatro borghese.
15,00

L'isola in scena. La Sicilia

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Saladino

anno edizione: 2013

pagine: 112

La Sicilia come palcoscenico, come set cinematografico e come paesaggio scenico. Dagli anfiteatri greci, a Federico II, ai film di Germi e Damiani.
20,00

Gli intrighi del Tasso in Sicilia

Giovanni Isgrò

Libro: Copertina morbida

editore: Saladino

anno edizione: 2012

pagine: 264

20,00

Innovazioni sceniche nella Parigi del primo Novecento

Giovanni Isgrò

Libro

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2012

Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo Parigi vive la sfrenata corsa al divertimento di una società aperta ad ogni forma di novità, fra "café chantants" e atmosfere "éclatantes" offerte da teatri gestiti da impresari dal piglio internazionale o dagli spettacoli di "foire" dei grandi eventi fino al gusto del "guiness". Su un altro piano c'è il bisogno di garantire dignità artistica al teatro a fronte della banalità e della routine del teatro commerciale, ma anche di proiettarlo verso prospettive di radicale rinnovamento dei criteri di messinscena. In questo variegato panorama si intrecciano percorsi diversi, persino contrapposti, che vedono coinvolti artisti ed esperienze provenienti da tutta Europa, da Appia a Meyerhold, da D'Annunzio ai Balletti Russi a Fortuny. Insieme a questi, una schiera di innovatori e sperimentatori francesi, da Lugné-Poe a Rouché, da Copeau a Gémier, senza trascurare gli apporti dei promotori del "théâtre du peuple" con in testa Romain Rolland, fanno di Parigi un crocevia importante nella storia della cultura per molteplicità e varietà di contributi. Di questo articolato scenario, si è ritenuto opportuno, oltre che offrire una visione d'insieme, evidenziare apporti interessanti rimasti tuttavia nell'ombra o poco valorizzati rispetto al lavoro dei padri fondatori riconosciuti della scena europea del Novecento.
15,00

Il teatro negato. Le invenzioni dello spettacolo in Sicilia dal Cinquecento all'Ottocento

Giovanni Isgrò

Libro

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2011

pagine: 146

Sfidando l'equivoco della 'municipalità" questo saggio intende illustrare le dinamiche che, dopo aver bloccato sul nascere il mestiere del comico in Sicilia nel tempo in cui questa professione stava per prendere avvio come nel resto del continente italiano, favorirono lo svilupparsi di altre idee di teatro destinate, tuttavia, a rimanere ai margini degli statuti consolidati della storiografia. Lungi dal proporsi come défense fine a se stessa di un territorio, questo studio punta da un lato a fare chiarezza su una cultura diversa da quella dominante, dall'altro a stimolare riflessioni utili per una visione più ampia del panorama del teatro dell'età moderna, al tempo stesso proiettata verso gli sviluppi di quella contemporanea.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.