Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Ermanna Montanari

L'abbaglio del tempo

Ermanna Montanari

Libro: Copertina morbida

editore: LA NAVE DI TESEO O

anno edizione: 2021

pagine: 224

"Nel casolare in cui vivevo da bambina c'era una stanza al pianterreno che si teneva sempre chiusa, chiamata 'la câmbra da rizévar', la camera da ricevere, che per comprarla il nonno vendette la più preziosa mucca da latte della sua stalla. La camera si apriva solo due volte l'anno, a Pasqua e a Natale, per accogliere i parenti, tutti abbigliati nei loro goffi vestiti della domenica. Ci si sedeva sulle sedie ancora ricoperte col nylon e si stava a occhi bassi per il pudore di guardarsi nelle specchiere. La camera da ricevere era un luogo ostinatamente cieco e fantasticamente seducente per la mia curiosità infantile. Quella camera era la cassa di risonanza, il risucchio di tutte le voci della natura, di tutti gli attraversamenti del giorno che la stanza trasformava in notte: le cantilene dei braccianti nei campi, il mugghiare delle mucche nelle stalle e il continuo rimestare di vivande. La camera da ricevere era diventata il nascondiglio dove, senza essere vista, potevo confidare le mie avventure canterine e i miei travestimenti, che da lì iniziarono a prendere forma. A vent'anni mi sposai con Marco, lasciai Campiano, cominciai a fare teatro. Ho abbandonato la grande famiglia patriarcale, la mia infanzia di figlia con nome da maschio, la loro idea di bellezza. Niente di più falso. Ho creduto di abbandonare. Campiano mi ha attanagliato con la sua potenza ogni volta che soffiavo una parola, che facevo un gesto, e con questo fastidio sono iniziati i miei lavori. Campiano è quella luce che mi devasta. Per quanto non voglia averci a che fare, ogni volta resuscita e trova un buco dove infilarsi." "L'abbaglio del tempo" è il romanzo vero che racconta "la bellezza affettiva d'un luogo inventato", il libro dei segreti con cui Ermanna Montanari svela il suo, il nostro, luogo dell'anima. Con i testi di Marco Belpoliti e Igort.
18,00

Miniature campianesi

Ermanna Montanari

Libro: Copertina morbida

editore: Oblomov Edizioni

anno edizione: 2017

pagine: 100

Questi piccoli racconti sono perle di vita condensata su cui si specchia una terra, un luogo dell'anima, che parla a tutti noi. Ermanna distilla, senza mai cercare di levigare. Le miniature sono il suo testo sacro e frugale. Racconti da leggere ovunque con tanti gradi di attenzione. Perdendosi e tornando a ritroso a leggere ancora. Le ha lette anche Leila Marzocchi, che ha sentito il vento del racconto e ci si è abbandonata a incidere le visioni con la sua lama su carta nera di opale.
15,00

Rosvita

Ermanna Montanari

Libro

editore: Luca Sossella Editore

anno edizione: 2017

pagine: 84

"Il film che abbiamo tra le mani ha una lunga storia: è il terzo capitolo di un corpo a corpo tra Ermanna e la canonichessa sassone del X secolo, un'avventura iniziata nel 1990. Il modo sorprendente con cui Ermanna incarnava la scrittura di Rosvita, l'intero universo psichico di Rosvita: Ermanna non interpretava, Ermanna con la sua arte saltava un intero millennio, e si gettava nello stesso fuoco. La mia regia ha servito la visione di Ermanna attrice-autrice, come un cavaliere medievale o un devoto d'amore." (Marco Martinelli)
18,00

Cellula. Anatomia dello spazio scenico-An anatomy of stage space

Enrico Pitozzi, Ermanna Montanari

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2021

pagine: 253

"Cellula" è un modo inedito di praticare il discorso intorno al teatro. Un approccio che si focalizza sull'analisi dei processi di creazione, di cui le opere sono il risultato, attraverso l'intreccio della voce e del pensiero di un teorico del teatro, Enrico Pitozzi, e di un'artista, Ermanna Montanari. A partire dall'individuazione di alcuni aspetti centrali delle opere del Teatro delle Albe - di cui Montanari è cofondatrice -, gli immaginari dei due autori si incontrano senza limitare l'orizzonte di riflessione alla sola scena, ma aprendo a considerazioni di ordine filosofico e storico-artistico che nutrono la composizione teatrale. "Cellula" è un libro in cui le immagini fotografiche di un percorso ormai quarantennale dialogano tra loro e con le parole, aggregate attorno ad alcuni temi come il diafano, la tattilità, il colore, il vegetale e la geometria, che costituiscono le sezioni di cui si compone il volume. Aprono il libro, sotto forma di lettera indirizzata agli autori, le parole di Mariangela Gualtieri. La traduzione inglese è di Thomas Simpson.
25,00

Primavera eretica. Scritti e interviste: 1983-2013

Marco Martinelli, Ermanna Montanari

Libro: Copertina morbida

editore: Titivillus

anno edizione: 2014

pagine: 336

Sembra un breviario, un diario che va avanti e indietro nel tempo, un catalogo di sogni e realizzazioni: si può leggere d'un fiato, o per sezioni, o per interventi, o aprendolo secondo interesse, curiosità, illuminazione. In questo libro si parla di dissodare, di innaffiare, di far crescere per contrastare il deserto; di vedere ciò che ancora non c'è, come quei giardinieri giapponesi che con piccoli arbusti sanno prevedere le sfumature di colore di un bosco d'autunno di cento anni dopo. Si sostiene che la concorrenza va incrementata, il che vuol dire incontrare altre esperienze, accogliere nuove forze e dare loro le gambe perché si muovano autonomamente. Ravenna diventa una città teatrale, piena di gruppi che nascono con le Albe e con Ravenna Teatro o che con il loro lavoro si confrontano e nutrono.
22,00

Teatro delle Albe. Rosvita

Ermanna Montanari

Libro

editore: Cooper

anno edizione: 2014

pagine: 84

20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.