Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di E. Gaudio

L'urlo di Moro. Autenticità e intelligenza politica nelle lettere dalla prigione

Carlo Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Rubbettino

anno edizione: 2022

pagine: 278

"Ciò che più ci può risarcire e parzialmente compensare della privazione di una persona insostituibile come Aldo Moro, è Moro stesso. Sono le sue lettere, il suo stile, la sua scrittura, le sue frasi, le sue argomentazioni, le sue perorazioni, i suoi ragionamenti, i suoi distinguo, le sue intuizioni, le sue raccomandazioni... E ci pare di averlo trovato, e anche in una forma inedita, che non conoscevamo. Un Moro vivo, combattivo, che urla la sua speranza, che lancia in mare il suo messaggio nella bottiglia [...]. L'urlo di Moro, i suoi messaggi di aiuto, per tantissimi anni, non vengono uditi. Lo statista, il grande politico è un uomo solo, abbandonato da tutti, dunque, ma non dalle cinque persone, umili e valorose, che hanno sacrificato la vita per tentare di proteggerlo. Gli indimenticabili uomini della sua scorta: Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Francesco Zizzi. Un Moro disarmato, inerme, abbandonato, sospinto di giorno in giorno, di ora in ora, verso le tenebre di una fine disperata, tragica, ma solenne." (dall'introduzione)
19,00
195,00

Oh che bello. Vita e opere di don Silvio Celaschi

Tito Gaudio

Libro

editore: Cartman

anno edizione: 2018

pagine: 272

Oggi neanche il prete è più quello di una volta. Questo libro racconta la vita e le opere di un parroco d'altri tempi, don Silvio Celaschi. Emiliano di origine (nato in provincia di Parma nel 1925), calabrese d'adozione (ha svolto gran parte del suo ministero a Longobardi, Cosenza), don Silvio riveste l'immagine del sacerdote per antonomasia. Povero, semplice e umile, colto e intelligente, dinamico, zelante e generoso, attento agli ultimi, ha vissuto in modo straordinario nell'ordinarietà. È così che lo ha conosciuto la gente ed è per questo che lo ha amato e seguito. Anche i mangiapreti, i senza Dio. Ma chi è stato davvero don Silvio? A 25 anni dalla morte (8 ottobre 1993), questo libro svela cosa si nascondeva dietro quel sorriso, dolce e sincero, che conquistava tutti, e cosa in realtà significava quell'abituale esclamazione Oh che bello! che fioriva continuamente tra le sue parole.
18,00

Il delitto di Vico San Domenico Maggiore

Lidia Del Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Time Crime

anno edizione: 2021

pagine: 320

Napoli 1940. Alla vigilia dell'entrata dell'Italia in guerra, dentro la bolla di normalità irreale che avvolge la città, due eventi segnano il lavoro del commissario Alberto Sorrentino, da poco stabilitosi nella nuova sede della Questura: l'arresto di un giovanissimo borseggiatore, tra la cui refurtiva spicca un ciondolo prezioso a forma di croce, e l'omicidio cruento di un ricco chirurgo, imparentato con la nobiltà napoletana e ammanigliato con pezzi grossi del partito fascista. I casi, all'apparenza molto distanti, condurranno il commissario, a sua volta segnato da una storia personale in bilico tra ricerca d'amore e voglia di solitudine, verso un'unica indagine, fino a certi locali interrati di vico San Domenico Maggiore connessi in qualche modo alla leggendaria figura del Principe di Sansevero. Alla luce degli interrogatori meticolosi che fondano il suo metodo d'indagine, nel mentre condivide ipotesi investigative con l'amico cronista e notti insonni con la donna più vera che abbia mai conosciuto, insensibile a qualsiasi sollecitazione del regime, Sorrentino arriverà alla soluzione del mistero in maniera inaspettata, ricavandola da un contesto di dolore, violenza e prevaricazione. Lo stesso al quale la guerra imminente sembra preludere.
15,00

Le più belle icone mariane. Per una lettura teologica delle icone

Daniela Del Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: If Press

anno edizione: 2021

pagine: 128

Il testo analizza tredici icone mariane, fra le più antiche e venerate nella Chiesa orientale e occidentale. Le icone sono descritte dall'autrice in chiave teologico-artistico-spirituale per proporne una lettura che guidi a scoprirne il profondo significato dottrinale e, nello stesso tempo, la bellezza iconografica. Tale bellezza è quella che conduce, gradualmente, coloro che guardano queste icone, a entrare in una dimensione "altra", spirituale, ovvero pervasa dalla stessa pienezza di relazione nello Spirito Santo che ha guidato gli iconografi a "scrivere" ciascuna icona. E quindi a poter iniziare quel dialogo interiore con il Dio uno e trino, la preghiera contemplativa, cui l'immagine rimanda.
12,00
9,50

La tragedia della città di Alberi

Luigi Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Porto Seguro

anno edizione: 2021

pagine: 146

Una cruda scena del delitto, che vede vittime ben due famiglie, e la sfiancante ricerca di un colpevole che sembra non esistere. La tragedia della città di Alberi è un verosimile e accattivante racconto di cronaca che, come molti casi reali, sfocia in sentenze impensabili votate a nascondere gli intrighi e i segreti della comunità in cui avviene il delitto. Soltanto un ambizioso giornalista di Palermo, Massimo Occhipinti, sembra accorgersi delle incongruenze emerse nel processo che vede accusato un improbabile colpevole. Tuttavia la sua redazione non gli dà modo di rendere pubblica la verità, poiché il compito di un giornalista, nel giro della corruzione, è occultare il vero e diffondere ciò che dall'alto si vuole rendere noto. Suspense, preconcetti e una buona dose di umorismo caratterizzano le intricate vicende, depistando e lasciando posto a mille supposizioni.
13,90

Organizzazioni complesse e tutela della persona che lavora. Verso un diritto del lavoro a geometria variabile

Giovanni Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Giappichelli

anno edizione: 2021

pagine: 336

La dottrina giuslavoristica è rimasta spiazzata dinanzi agli eterogenei fenomeni di disintegrazione verticale della grande impresa fordista, che si pongono in antitesi con il contratto di lavoro subordinato, inteso come un rapporto necessariamente bilaterale tra un lavoratore e un unico datore di lavoro. Parte della dottrina ha elaborato una serie di teorie pluridatoriali, che hanno costituito la principale risposta ai problemi connessi ai processi di frammentazione e ricomposizione dell'impresa. Esse si pongono in contrasto con la tradizionale lettura unitaria della figura del datore di lavoro, poiché postulano che questa possa essere declinata al plurale in alcune ipotesi di integrazione societaria o contrattuale fra imprese. Tuttavia, queste teorie non sono andate esenti da critiche, poiché sembrano incompatibili con il vincolo di sistema derivante dal riconoscimento del principio di unicità del datore di lavoro, che deve essere confermato. Per tali ragioni, il dibattito dottrinale in materia, concentratosi quasi in toto sulla figura del datore di lavoro, sembra essere oggi giunto a una impasse. Questo contributo monografico si è dunque proposto di vagliare una ipotesi di ricerca alternativa. Per mezzo della comparazione con il sistema inglese, si è provato a rianalizzare il sistema italiano ponendosi una domanda di ricerca diversa da quella su cui si è tradizionalmente concentrata la dottrina, chiedendosi - non chi sia il datore di lavoro ma, più in generale - quali siano i criteri utili a determinare l'ambito di applicazione della disciplina giuslavoristica. Ponendosi questa nuova domanda di ricerca, sono state rintracciate nel sistema italiano una serie di tecniche normative che costituiscono una risposta più efficace per la risoluzione delle problematiche connesse alla complessità organizzativa. Poiché queste tecniche sono state predisposte dal legislatore sulla base delle specificità proprie di alcuni contesti normativi, si è concluso che il diritto del lavoro si atteggia sempre di più, a livello macro, alla stregua di un sistema a geometria variabile, composto da numerosi micro-sistemi il cui ambito di applicazione è spesso costruito a criteri terzi rispetto a quelli propri di una analisi contrattuale del rapporto di lavoro. In ragione dell'evoluzione del sistema sul piano normativo, sembra dunque che la materia giuslavoristica possa essere oggi razionalizzata in modo analiticamente più efficace attorno al perno concettuale della "persona che lavora", più ampio di quello tradizionale del "lavoratore subordinato" inteso come parte del contratto.
40,00

La cura nell'accompagnamento autobiografico. Klinè

Maria Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2020

pagine: 196

Quando la scrittura diventa cura? E di che "cura" si tratta quando il desiderio di scrivere di sé non risponde a istanze di apprendimento, di formazione, di conoscenza, ma appartiene a un Io ferito, sofferente, fragile? Come si trasformano le metodologie autobiografiche nell'incontro a due dell'accompagnamento autobiografico? Quali sensibilità e competenze sono necessarie per aver cura della scrittura dell'altro in situazioni di fragilità, di malattia, di lutto, di smarrimento esistenziale? Quali sono gli ancoraggi teorici e metodologici dello sguardo clinico nell'accompagnamento autobiografico ad personam? Il testo, nel tentativo di rispondere a tali domande, ripercorre l'esperienza formativa maturata in Klinè - percorso di specializzazione della Scuola Mnemosyne della LUA - che segna il passaggio dalla cura di sé ad aver cura dell'altro, dove le formule e i contenuti delle metodologie autobiografiche sono indagati secondo il focus della relazione d'aiuto
14,00

Viaggio interiore

Adriana De Gaudio

Libro: Copertina morbida

editore: Era Nuova

anno edizione: 2020

pagine: 124

"Già la Nota introduttiva 'Ai Lettori' scritta dalla poetessa è essenziale, significativa ed emozionale e spiega molto bene il percorso poetico di questi anni. Le sezioni sono cinque, ognuna con un titolo evocativo: "Versi che schizzano di notte", "Sciamano nella notte pensieri", "Il tempo riprende la sua corsa", "Così continua la vita" e la quinta, la più corposa, quarantasei poesie religiose, "Tu solo conosci il mio intimo". Ne viene fuori un lavoro poetico molto bello e completo, che si legge bene, poesie che scorrono senza noia e sempre diverse, e quelle finali, le religiose, chiudono teneramente e spiritualmente una sorta di 'opera omnia' di questi ultimi anni".
12,00

Necessità del romanzo

Alessandro Gaudio

Libro

editore: Divergenze

anno edizione: 2020

14,00

Trepuntozero. La vita al tempo delle fiabe

Loredana Gaudio

Libro: Copertina rigida

editore: Progetto 2000

anno edizione: 2018

pagine: 104

Mantenendo il titolo e i personaggi delle fiabe della tradizione, Loredana Gaudio prova a trasformarle per raccontare cronache di vita vera, con la consapevolezza che, indipendentemente dal lieto fine, abbiamo sempre qualcosa di importante da insegnare. L'autrice si rivolge agli adulti per raccontare la fiaba della vita vera e per regalarci, insieme all'oscura fotografia di una realtà malsana, anche la speranza di continuare a tenerci mano nella mano.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.