Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Claudio Gnoli

La biblioteca semantica. Tecniche e metodi per applicare l'organizzazione della conoscenza alla gestione dei servizi

Claudio Gnoli

Libro: Copertina morbida

editore: Editrice Bibliografica

anno edizione: 2007

pagine: 157

Questo volume presenta le principali tecniche di organizzazione della conoscenza (classificazione, soggettazione, tesauri) quali strumenti per la gestione semantica di tutti i servizi forniti da una biblioteca: non limitandosi dunque alle classiche applicazioni alla catalogazione e alla collocazione dei materiali, ma estendendosi allo sviluppo delle collezioni, alle sezioni per ragazzi, alla circolazione, al reference. L'idea soggiacente, trasmessa da Ranganathan ai bibliotecari moderni, è che l'organizzazione semantica dei contenuti non sia soltanto uno fra i vari canali di accesso all'informazione, bensì la sostanza principale dei servizi documentali, guardando alla quale è possibile gestirli in modo integrato, collegando in circoli virtuosi i dati su consultazione e prestito, le richieste degli utenti, le politiche di acquisizione, l'impiego ottimale dei bilanci di spesa e le interfacce di ricerca nei cataloghi e negli altri strumenti di consultazione. Potenzialità e costi dei diversi sistemi di organizzazione della conoscenza vengono presentati e discussi in pratica, anche attraverso l'illustrazione di recenti realizzazioni in biblioteche italiane di diverse tipologie, e con particolare attenzione al loro sfruttamento negli archivi digitali e nelle interfacce web. A questo proposito vengono discussi approfonditamente i risultati dell'indagine "Opac semantici", suggerendo possibili migliorie e innovazioni.
19,00

Organizzare la conoscenza. Dalle biblioteche all'architettura dell'informazione per il Web

Claudio Gnoli, Vittorio Marino, Luca Rosati

Libro: Copertina morbida

editore: TECNICHE NUOVE

anno edizione: 2006

pagine: 211

La congestione informativa che contraddistingue la nostra epoca pone con urgenza un interrogativo: come archiviare questa mole di dati in modo da favorirne un recupero intelligente? Questo interrogativo coinvolge soprattutto la sfera logico-semantica: quali criteri di organizzazione e classificazione dell'informazione adottare per facilitarne il ritrovamento? L'obiettivo di questo libro è tentare di ricucire un dialogo fra biblioteconomia e informatica con lo scopo di individuare un insieme di strategie comuni capaci di fronteggiare la questione dell'information overload, con particolare riguardo ai contesti digitali. Il libro descrive i principali sistemi di organizzazione della conoscenza in ambito bibliotecario.
19,90

Classificazione a faccette

Claudio Gnoli

Libro: Copertina morbida

editore: AIB

anno edizione: 2004

pagine: 44

L'idea di esprimere la classe di un documento per combinazione di diversi aspetti del suo contenuto (le faccette) è dovuto all'indiano Shiyali Ramamrita Ranganathan (1892-1972). Incaricato di gestire la biblioteca universitaria di Madras, egli trascorse alcuni mesi a studiare biblioteconomia a Londra, venendo così a contatto con LCC, DDC e UDC. Il loro funzionamento però lo lasciava insoddisfatto; il modo di superare i limiti gli fu ispirato nel 1924 da un gioco matematico. A partire da questa idea, Ranganathan si dedicò all'elaborazione di un nuovo schema di classificazione basato sul principio delle faccette.
8,00

Ontologia e organizzazione della conoscenza. Introduzioni ai fondamenti teorici dell'indicizzazione semantica

Carlo Scognamiglio, Claudio Gnoli

Libro

editore: Pensa Multimedia

anno edizione: 2008

pagine: 140

Questo libro si propone come introduzione critica all'ontologia per la "knowledge organization". Per lo stile prospettico che lo caratterizza, il testo vuole proporre una proposta di lavoro interdisciplinare e metterne in evidenza le potenzialità. A partire da un'indagine sopra il rapporto tra la nozione filosofica di ontologia e le sue varianti "applicative" in ambito informatico e di organizzazione delle conoscenze, il volume presenta sistematicamente i modelli teorici e applicativi dell'indicizzazione semantica, illustrandone i limiti e le parzialità. Quale prospettiva di cambiamento e di riorganizzazione del paradigma scientifico, i due autori insistono sull'importanza dell'approccio ontologico nella risoluzione dei problemi di interoperabilità tra basi di dati e sistemi informativi. Il meta-modello dei livelli di realtà, rielaborato a partire dall'ontologia di Nicolai Hartmann e mediato da teorie più recenti, può costituire l'architettura di un sistema di organizzazione della conoscenza capace di presentare l'interconnessione di tutti gli aspetti della realtà e al contempo la loro irriducibile diversità.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento