Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Franco Angeli: Laboratorio sociologico

Spiritualità, religione e malattia. Percorsi di ricerca

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 176

Le riflessioni contenute in questo volume sono il frutto di un simposio tenutosi presso l'Abbazia di Montecassino nel mese di marzo 2023, al quale hanno partecipato studiosi di varie appartenenze disciplinari quali teologi, sociologi della religione e sociologi della salute. I partecipanti sono stati chiamati a confrontarsi - a partire dalle loro dirette esperienze ed appartenenze disciplinari - su un aspetto poco indagato dalle scienze sociali: l'inevitabile legame tra fede e malattia. Un tema che coinvolge il mutamento dei paradigmi di salute e malattia, nello spostamento dei significati attribuiti al dolore, sia in senso clinico sia in senso spirituale. Del resto in campo spirituale si assiste ormai da diversi anni allo sviluppo di forme di religiosità nelle quali i significati di salvezza e salute si compenetrano a vicenda. I temi evocati, soprattutto all'indomani di una sconvolgente crisi pandemica, condividono il problema del confine e dello sconfinamento dello studio di una tale materia, ed evidenziano come le scienze sociali ed umane si trovino oggi di fronte ad un arcipelago di fenomeni, prassi e rappresentazioni sociali dai confini mobili, che tale simposio vuole attraversare con un incedere accurato ed approfondito.
24,50
Icilio Boccia. Un ufficiale medico di Croce Rossa del XX secolo

Icilio Boccia. Un ufficiale medico di Croce Rossa del XX secolo

Ettore Calzolari, Renata Galzio

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 120

Il volume è una ricerca approfondita sulla figura di Icilio Bocchia, Ufficiale Medico del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana che, pur essendo stato citato, di sfuggita e con non poche inesattezze, in più circostanze e da vari autori, non è mai stato accuratamente delineato nei suoi reali contorni. Personaggio poliedrico, studioso e docente universitario di valore (i suoi studi di scienziato igienista sulle proprietà degli antibiotici vennero citati nella pubblicazione in cui Alexander Fleming annunciava la scoperta della penicillina), Bocchia volle essere presente in prima linea ogni volta in cui l'Italia scese in guerra nella prima metà del XX secolo: come medico volontario del Corpo Militare della Croce Rossa, partecipò al conflitto italo-turco, alla Grande Guerra e alla Seconda Guerra Mondiale, guadagnandosi numerose onorificenze che lo hanno fatto diventare uno dei medici più decorati del Corpo Militare della Croce Rossa. Ma non va tralasciato il suo impegno umanitario, supportato da una vasta preparazione medica e dimostrato, tra l'altro, dalla sua partecipazione alla missione che le navi ospedale italiane compirono per rimpatriare i profughi provenienti dall'Africa Orientale Italiana nel corso del secondo conflitto mondiale. Il puntuale studio dei documenti che lo riguardano, e che è stato possibile reperire, mette finalmente in luce la sua dedizione alla Associazione, sino in età avanzata e anche in situazioni impegnative e rischiose.
17,00
Definizioni di moda. Soggettività giovanili e cambiamento sociale

Definizioni di moda. Soggettività giovanili e cambiamento sociale

Giorgia Mavica

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 136

Il volume intende affrontare il tema della moda, intesa come prodotto di pratiche sociali interattive e comunicative, e del cambiamento sociale a essa collegato. L'analisi si focalizzerà sul legame tra moda e giovani, presentando una ricerca empirica sugli stili e le contraddizioni dei comportamenti giovanili. Farà da sfondo una disamina delle più rilevanti e diffuse teorie sulla moda, elaborate da teorici sia classici che moderni. Oggi, affrontare tale nesso significa soprattutto parlare del vissuto dei giovani e del loro rapporto con l'ambiente urbano e con gli oggetti della moda, in quanto espressione di "contrasti" tra l'individuale e il collettivo, tra l'appartenenza e la conformità ai gruppi di riferimento e la differenziazione da questi, offrendo esempi significativi del cambiamento della società e modi relativamente facili di elaborare la rappresentazione della nostra identità sociale. Obiettivo del volume è cogliere le ambivalenze delle mode giovanili contemporanee in continua trasformazione, richiamando temi classici e contemporanei, ma al tempo stesso presentando una panoramica sul mondo giovanile e fornendo un contributo alle ricerche sociologiche sulla moda.
20,00
Promuovere l'agency dei bambini a scuola e nella sanità

Promuovere l'agency dei bambini a scuola e nella sanità

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 350

Questo volume ha alla sua base una ricerca sociologica sull'inclusione dei bambini migranti e delle loro famiglie nel sistema educativo e nei servizi sanitari, finanziata dal Ministero dell'Università e della Ricerca (PRIN 2017) e realizzata con la partecipazione di quattro atenei (Università di Modena e Reggio Emilia, Firenze, Piemonte Orientale e Torino). La ricerca è stata realizzata in contesti locali, in diverse regioni e con organizzazioni diverse dell'inclusione dei migranti nei servizi sanitari e nella scuola. Il volume raccoglie i principali risultati della ricerca: da una parte, gli esiti basati su dati sia quantitativi sia qualitativi, sui punti di vista di studenti e bambini pazienti, genitori, insegnanti, operatori sanitari e mediatori, per quanto riguarda l'inclusione e le opportunità di partecipare attivamente alla comunicazione e alle relazioni sociali nei contesti educativi e sanitari; dall'altra parte, quelli incentrati su dati qualitativi (audio e video registrati) su molte interazioni, con e senza l'ausilio di mediatori linguistico-culturali, contribuendo alla comprensione dell'efficacia e dei problemi di partecipazione dei bambini migranti e delle loro famiglie alla comunicazione nelle classi scolastiche e nei servizi pediatrici. Inoltre, riporta informazioni importanti sui prodotti basati sulla ricerca realizzata, che possono essere reperiti sul sito del progetto e utilizzati nella scuola e nella sanità: archivio di dati, linee guida, materiale per la formazione in presenza e online. Complessivamente, il volume offre un importante contributo alla comprensione della vita sociale e dell'esperienza migratoria dei bambini e dei loro rapporti con coloro che non hanno un'origine migrante (operatori istituzionali, altri bambini e altre famiglie). Si rivolge quindi a una vasta platea, che include ricercatori, operatori e dirigenti nella scuola e nella sanità, mediatori e studenti universitari.
45,00
Giuseppe Rosati, Vescovo di St. Louis. Diario biografico (1815-1826)

Giuseppe Rosati, Vescovo di St. Louis. Diario biografico (1815-1826)

Lucio Meglio

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 148

Il volume è costituito dalla traduzione dall'inglese e dal francese dei tre diari biografici di Giuseppe Rosati (1789-1843), sacerdote della Congregazione della Missione e primo vescovo di St. Louis in Missouri. La vasta documentazione è stata riportata alla luce in occasione dell'anniversario per i centottanta anni dalla morte del missionario italiano, in un periodo storico che vede la sua figura al centro di una rilettura critica dovuta al coinvolgimento del clero cattolico nella storia dello schiavismo americano di inizio Ottocento. I documenti presi in esame sono per l'Italia totalmente inediti, provenienti non solo dall'Archivio generale della Congregazione della Missione di Roma, ma soprattutto dagli archivi storici statunitensi. L'utilizzo di tale materiale di ricerca ha consentito di ricostruire, da un punto di vista diacronico, alcuni degli aspetti più importanti della vita del Rosati. Ne è risultata una analisi sociale che si può definire come una sorta di sociologia della memoria dove, per mezzo dei materiali biografici, è stato possibile ricostruire l'ambiente storico e sociale nel quale operò Giuseppe Rosati.
20,00
Federico Ozanam cattolico sociale

Federico Ozanam cattolico sociale

Giuseppe Chinnici, Roberto Cipriani

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 260

Il pensiero e l'opera di Federico Ozanam sono ancor oggi di grande ispirazione per tutti coloro che non siano indifferenti di fronte alle gravi diseguaglianze economiche e sociali che causano povertà e sofferenza, ai disagi e alle privazioni di chi non ha un lavoro e neanche un tetto per ripararsi, di chi deve rinunciare a curarsi e a istruire i propri figli, di chi pensa con disperazione al domani. Sono condizioni sempre più diffuse nella nostra società complessa, stratificata e multiforme, in cui coesistono modi e livelli di vita drammaticamente distanti e contrastanti, che anche la politica affronta con difficoltà mentre cresce il malcontento sociale e le tensioni rischiano di diventare esplosive. Se in molti tutto questo suscita paure, chiusure e pregiudizi che spesso degenerano in aggressioni nei confronti del prossimo, in molti altri affiora sempre più urgente la necessità di intervenire attivamente, di aprirsi all'altro, di ascoltare, di portare un aiuto, di sanare le ingiustizie. La figura di Federico Ozanam continua a essere un punto di riferimento storico per l'azione volontaria a favore dei poveri, a partire da un'evidente matrice d'ispirazione cristiana in generale e cattolica in particolare, tanto da permettere di collocare il suo pensiero pienamente nell'ambito del cattolicesimo sociale, che ha visto i suoi prodromi nell'arco stesso di esistenza di Ozanam. Infatti, il cristianesimo e il cattolicesimo sociale hanno certamente la loro origine nell'ultimo decennio del 1800 e trovano eco nell'enciclica di Leone XIIIDe conditione opificum, meglio nota come Rerum novarum(1891).
32,00
«Chissà  se i pesci piangono ancora». Questioni di leadership, di spiritualità e di comunicazione

«Chissà  se i pesci piangono ancora». Questioni di leadership, di spiritualità e di comunicazione

Francesco Paolo Pinello

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 232

Questo volume si ispira a vari intellettuali che, in un modo o in un altro, si sono interessati al tema del potere, della spiritualità e della comunicazione (Santo Cigno, ovvero padre Dionigi da Gangi, Danilo Dolci, Peter Longerich, Mario Caligiuri, Gianluca Magi). Il titolo del volume, che riprende il titolo di un'opera di Danilo Dolci, rimanda a un problema universale: educazione e formazione (Bildung), comunicazione e transizione fra leadership e spiritualità. Il trittico leadership, spiritualità e comunicazione, con solide basi di riferimento, costituisce il filo conduttore della lettura suggerita dall'autore, il quale fa rientrare nel perimetro della sua ricerca le biografie personali, le strutture e la storia, al fine di destrutturare i miti e gli idealtipi avalutativi, riferiti alla morale, al diritto e alla scienza nel loro farsi, prendendo in considerazione il pensiero lento, ma soprattutto il pensiero veloce ('Sistema 1' e 'Sistema 2' di Kahneman). Ancora più a monte vengono palesate le basilari condizioni del sopravvivere e dell'esistere: nutrirsi, avere rapporti sessuali, riprodursi, difendersi, aggredire, e le tre principali dimensioni del potere, il suo esercitarsi: rimpiazzamento, ibridazione, antagonismo sociale e relative connessioni. Il saggio, che offre stimolanti piste di lettura, nella prospettiva dell'immaginazione sociologica, approfondisce la valenza, per le scienze sociali, dei concetti di leadership, di spiritualità e di comunicazione in un contesto, come quello attuale, in cui ogni piano della comunicazione viene rivisitato per coglierne le più significative continuità e discontinuità rispetto al passato: dall'analisi del discorso ai metodi quanti-qualitativi, dagli effetti della globalizzazione all'apprendimento organizzativo, dalle competenze programmatorie alle identità delle appartenenze, dalla conoscenza dei new media alla partecipazione sociopolitica.
32,50
Versus Max Weber

Versus Max Weber

Costantino Cipolla

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 508

Max Weber è probabilmente lo studioso più "grande" appartenente alla storia della sociologia. Scansata la sudditanza da un lato e l'accanimento critico dall'altro, il testo punta al cuore del pensiero weberiano, verso una frammentazione organica della sua opera, di un "grande" scienziato storicosociale, anche se a volte piuttosto "piccolo", capace di gravi errori di merito e di deformazioni valoriali del tutto rilevanti. Senza anticipare, né concludere in qualche direzione precisa, merita attenzione il titolo del presente volume Versus Max Weber. Il suo significato più immediato rinvia a contrapposizione di varia natura, ma in realtà l'autore gli attribuisce il senso semantico più completo e vero e cioè di confronto, polemica, sfida. Ne viene fuori un pensiero senza fine dove tutte le tesi espresse da Weber possono essere interpretate secondo più prospettive per esiti anche piuttosto differenziati al loro interno, ma sempre di premiante e profondo spessore.
47,00
Le sfide globali della pandemia. Un confronto fra scienze biomediche e scienze sociali

Le sfide globali della pandemia. Un confronto fra scienze biomediche e scienze sociali

Loredana Tallarita

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

Il volume, utilizzando l’errore e il rischio come categorie interpretative, indaga l’impatto che la pandemia ha avuto nell’ambito sanitario, con un focus privilegiato rivolto alla Sicilia. Tra le questioni più rilevanti analizzate, sotto una lente attenta del ruolo assunto dalle scienze bio-mediche e dalle scienze sociali, si annovera l’impatto sulla salute della persona e le implicazioni sociali e sanitarie che la diffusione del Covid-19 ha generato nel contesto più sollecitato dalla pandemia: la sanità pubblica. La società globale ha assistito a un confronto geo-politico e mediatico tra scienziati e politici, i quali hanno tentato di trovare insieme dei percorsi concreti e razionali per affrontare la crisi. In un tale scenario la politicizzazione del rischio e i tentativi di controllo dei rischi e degli errori non coinvolgono solo il ruolo della conoscenza scientifica ma implicano la necessità di ampliare la prospettiva scientifica di conoscenza in senso interdisciplinare e verso obiettivi comuni, creando quella convergenza di saperi deputata ad affrontarli. In tal senso l’eclettismo e la pluralizzazione della riflessività del sapere scientifico implicano quell’interdisciplinarità del dibattito sui rischi e sugli errori e la negoziazione critica tra i modelli di conoscenza scientifica che non possono assumere posizioni da competitor. Nel nostro caso specifico le scienze sociali, affiancando e tentando una convergenza con le scienze bio-mediche, hanno pienamente inteso la portata delle numerose emergenze poste dal Covid-19, mettendo in pratica la costruzione di processi di rinnovamento sociale e relazionale per affrontare una nuova fase storica e sociale globale alla quale ci stiamo tutti preparando: l’era delle pandemie.
25,50
Partecipazione e cittadinanza. Dalle migrazioni internazionali alla digitalizzazione

Partecipazione e cittadinanza. Dalle migrazioni internazionali alla digitalizzazione

Sara Petroccia

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 138

Il volume propone una rilettura dell’idea di cittadinanza, dalla sua evoluzione animata dai processi culturali fino alla necessità di proporne una interpretazione comunicativa e interpretativa in grado di rappresentare i cittadini in un mondo globale e cosmopolitico. Questo processo sarà descritto attraverso i fenomeni delle migrazioni internazionali e della digitalizzazione, con la globalizzazione come contesto di riferimento e il multiculturalismo come condizione di base, introducendo espressioni partecipative epurate quasi totalmente da dinamiche spaziali e temporali.
19,00
Achille Ardigò e la presenza politica e sociale dei cattolici in Italia

Achille Ardigò e la presenza politica e sociale dei cattolici in Italia

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 306

Scorrendo i saggi che compongono questo volume ci si rende facilmente conto di come Ardigò si sia impegnato, oltre che scritto, sul piano della politica sociale (ed ecclesiastica) in molteplici direzioni. Parlando del pensiero pratico di Ardigò non si può non partire dal suo investimento a tutto campo sulle nuove tecnologie informatiche, che stavano (al tempo) favorendo una sorta di rivoluzione sociale. Ardigò intuì e mise in atto sul piano concettuale che la sociologia non poteva ignorare ciò che accadeva intorno a essa sia per quanto concerneva la corporeità umana sia in merito alla dimensione ecologica della nostra vita collettiva nel suo necessario interscambio con la natura. Egli teorizzò e sostenne la partecipazione e il volontariato (terzo settore) in numerose occasioni, proprio come caratteristica qualificante della cattolicità sociale volta al tutti fratelli, all’amare palpabilmente l’altro, quello a te prossimo, come te stesso. L’intento profondo, morale e pratico, di Ardigò fu quello di mettere in atto sul campo una sociologia volta a ridurre il più possibile la disuguaglianza fra gli uomini. Ardigò, per esempio, fu il primo sociologo italiano, all’inizio degli anni ’60 del secolo scorso, che scrisse un volume a favore ed a sostegno dell’emancipazione femminile. Ardigò fu un uomo che sui principi non faceva sconti, che amava in sé la libertà, anche se riteneva che l’indigenza estrema la negasse nella sua essenza. Ardigò fu anche tanto altro (forse troppo, come lui stesso disse), nel senso che questo volume con i suoi autori credo che dimostri ampiamente.
40,00
Oltre i cigni neri. L'urgenza di aprirsi all'indeterminato

Oltre i cigni neri. L'urgenza di aprirsi all'indeterminato

Piero Dominici

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

pagine: 296

La civiltà ipertecnologica e ipercomplessa è una civiltà della razionalità e del controllo totale che continua a rappresentarsi, ad auto-rappresentarsi e ad essere rappresentata come una civiltà sempre più avanzata e in grado di semplificare tutto, oltre che di eliminare l'Errore e l'imprevedibilità dalle nostre vite, attraverso l'automazione e i processi di simulazione. Il paradigma egemone, che ne è alla base, porta con sé una serie di grandi illusioni intimamente legate alla possibilità di marginalizzare l'Umano, delegandone le relative scelte e responsabilità a sistemi di intelligenza (?) artificiale e dispositivi tecnologici interconnessi. Continuiamo a credere di saper/poter controllare e prevedere, perfino, pre-determinare tutto, invece di provare ad apprendere, proprio attraverso l'errore* e l'imprevedibilità, come abitare l'ipercomplessità ed aprirsi all'indeterminato. La confusione sistemica e culturale tra "sistemi complicati" (meccanismi) e "sistemi complessi"(organismi) continua ad avere conseguenze profonde, a tutti i livelli. Le scoperte scientifiche e innovazioni tecnologiche di questi ultimi decenni, oltre ad averci offerto straordinarie opportunità di determinare anche i meccanismi dell'evoluzione biologica, ci hanno fatto anche definitivamente entrare nel tempo della massima imprevedibilità, incertezza e obsolescenza (dei saperi e delle competenze). Dimensioni sistemiche e, ormai, anche esistenziali. D'altra parte, l'Umano, il Sociale, il Vitale e, più in generale, i "sistemi complessi" non sono riducibili né semplificabili, né tanto meno misurabili, prevedibili, gestibili fino in fondo. Di conseguenza, occorre un ripensamento profondo delle epistemologie e delle metodologie che plasmano e caratterizzano insegnamento, educazione, formazione, ricerca, superando fratture, logiche di separazione e reclusione dei saperi che hanno mostrato tutti i loro limiti e le nostre inadeguatezze, anche durante la pandemia.
36,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.