Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

EGEA: Studi & ricerche

La redditività contabile è veramente mean reverting?

La redditività contabile è veramente mean reverting?

Paolo Ghiringhelli, Francesco Reggiani

Libro: Libro in brossura

editore: EGEA

anno edizione: 2024

pagine: 126

Nella letteratura è consolidata l'idea che le redditività estreme convergano verso la media per l'agire della concorrenza. Nel tempo le imprese più redditizie vedrebbero evaporare (parzialmente) la loro superior performance, mentre le imprese inefficienti recupererebbero rapidamente minimali standard di redditività. Il volume rivisita questo paradigma e, basandosi su una scomposizione della performance annuale in undici driver elementari, giunge alla conclusione che la redditività dei winner persiste in quanto nei mercati reali le competenze sostengono i vantaggi competitivi acquisiti. I driver di natura fondamentale persistono, mentre sono fattori contabili o non strategici che generano l'apparente mean reversion delle imprese ad elevata redditività.
18,00
Management della cronicità. Logistiche aziendali per gestire i nuovi setting sanitari finanziati dal PNRR

Management della cronicità. Logistiche aziendali per gestire i nuovi setting sanitari finanziati dal PNRR

Libro: Libro in brossura

editore: EGEA

anno edizione: 2024

pagine: 330

La prevenzione e la gestione delle malattie croniche è una priorità per il nostro Paese: i cronici in Italia sono il 38% della popolazione, ovvero 23 milioni di persone, mentre i non autosufficienti sono 4 milioni. Il 70% delle risorse del SSN sono utilizzate per cronici e fragili e la condizione di cronicità dura in media 27 anni delle nostre vite (55-82). Il SSN deve trasformarsi da un sistema pensato prevalentemente per pazienti acuti o occasionali ad uno capace di intervenire sulla prevenzione e sulla cura delle cronicità e fragilità. Questo richiede di ripensare le logiche di settore, partendo da un quadro di attese legato allo stato di salute delle persone. Il management della gestione per processi di erogazione è una delle sfide da implementare. I percorsi di prevenzione-diagnosi-cura si sviluppano a cavallo tra aziende diverse (non solo pubbliche), chiamate a integrarsi e coordinarsi intorno a processi di presa in carico di lunga durata, dove diventano cruciali funzioni nuove come il reclutamento proattivo, il case management, la verifica dell'aderenza alle terapie, il monitoraggio da remoto, la multicanalità comunicativa ed erogativa, l'empowerment del paziente e dei caregiver. Il PNRR offre grandi opportunità per costruire nuove configurazioni della rete dei servizi che ne valorizzi l'integrazione (Casa della Comunità, Ospedale di Comunità, COT, ecc.). Il presente contributo discute come sviluppare e gestire questi contenuti. Prefazione di Elio Borgonovi.
40,00
Appunti di corporate governance

Appunti di corporate governance

Alessandro Minichilli, Fabio Quarato, Luciano Segreto

Libro: Libro in brossura

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 430

Il libro pone la proprietà al centro di tutte le scelte rilevanti che l’impresa compie: in particolare affronta il tema della corporate governance dalla prospettiva della proprietà, e in accezione più ampia e articolata rispetto agli studi di matrice anglosassone. In questo contesto, si analizza il tema delle relazioni tra proprietà, corporate governance, e strategia corporate delle imprese, con un duplice obiettivo. Da una parte, si tratta di individuare le relazioni di coerenza tra l’assetto di governance dell’impresa e i suoi risultati, in ragione della centralità che questa assume rispetto a molte delle scelte strategiche che le imprese compiono. Dall’altra l’obiettivo è quello di considerare le possibili varianti allo “schema base”, andando a investigare il ruolo di proprietà, governo e direzione in ottica contingency, ossia nei diversi tipi di impresa. Nello specifico, vengono analizzate le public companies, le imprese multinazionali, quelle a controllo statale, e le imprese a controllo familiare. La seconda parte del lavoro analizza, in una serie di paesi i sistemi economici, i modelli di capitalismo, le diverse culture economiche, i condizionamenti storici, giuridici e istituzionali e il loro ruolo nel definire il tipo di corporate governance che si è affermato.
36,00
Guidare le aziende sanitarie nella crisi: il ruolo dei direttori generali. L'esperienza della Regione Lazio

Guidare le aziende sanitarie nella crisi: il ruolo dei direttori generali. L'esperienza della Regione Lazio

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 124

I quasi due anni di Covid-19 hanno messo in discussione molti dei modelli consolidati di governo, gestione e organizzazione delle aziende sanitarie pubbliche. Allo stesso tempo le aziende hanno mostrato insospettate capacità nel resistere alla crisi, nel trovare nuove modalità di funzionamento e nuovi percorsi di sviluppo. La ricerca che viene presentata ha analizzato come le aziende sanitarie della Regione Lazio e i Direttori Generali che le guidano abbiano risposto alla crisi, innovando la gestione. Insieme ai fattori comuni che caratterizzano l'insieme delle risposte emergono anche le differenze, in parte determinate dalle diverse condizioni in cui le aziende si trovano a operare e in parte frutto di approcci manageriali diversi. L'obiettivo dello studio è quello di leggere e interpretare le differenze utilizzando uno schema che mette al centro il ruolo del DG, ruolo che viene analizzato attraverso quattro dimensioni principali: l'informazione e i segnali della crisi, il sistema delle responsabilità e delle decisioni, la comunicazione e le relazioni con gli stakeholder, le lezioni apprese. I risultati che vengono presentati permettono di approfondire le conoscenze sulla governance delle aziende sanitarie pubbliche e le condizioni che ne possono determinare l'efficacia, oltre a contribuire a una migliore comprensione del crisis management.
20,00
Vincere la paura. Una nuova comunicazione della sicurezza contro il mediaterrorismo

Vincere la paura. Una nuova comunicazione della sicurezza contro il mediaterrorismo

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 354

La battaglia contro il terrorismo è impresa più vasta della sola strategia e tattica militare. Essa implica anche la produzione di immagini e storie, la capacità di sfatare leggende e miti e quella di rassicurare e accompagnare. Il volume offre una riflessione polifonica, basata sulle voci di studiosi, rappresentanti delle forze di polizia, giornalisti e operatori dei media per definire strategie di contrasto dell'insicurezza e delle paure. Nato in un momento in cui lo spettro del terrorismo internazionale si stava proiettando su un'Europa troppo fragile per reagire, il percorso restituito in questo libro prende spunto dal progetto di rilevante interesse nazionale "Media e Terrorismi. L'impatto della Comunicazione e delle reti digitali sull'insicurezza percepita". Tuttavia, le riflessioni interdisciplinari prodotte vanno oltre le questioni del terrorismo internazionale, mirando ad accompagnare operatori della sicurezza, dei media e dello spazio pubblico in altri contesti complessi, come le migrazioni, la criminalità e più recentemente la pandemia che ha stravolto equilibri geopolitici, sicurezze già precarie e routine produttive dell'informazione. Prefazione di Lamberto Giannini. Nota introduttiva di Giuseppe La Gala. Postfazione di Giampiero Gramaglia.
44,00
Odio social. Tecnologie e narrative della comunicazione in rete

Odio social. Tecnologie e narrative della comunicazione in rete

Sara Monaci

Libro: Libro in brossura

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 160

L’odio social descrive l’estensione del fenomeno e la sua normalizzazione a registro comunicativo, a storytelling diffuso non solo in rete, ma anche nelle differenti forme della socialità contemporanea. Agli odi storici che colpiscono le minoranze, le ideologie e le confessioni altre, e che spesso si trasformano in estremismi violenti, oggi si aggiungono derive sfuggenti e meno identificabili secondo i criteri dell’ideologia politica o delle discriminazioni religiose: teorie cospirative, infodemie e pandemie della menzogna. Ma come può l’odio essere social? Il titolo evidenzia sicuramente un ossimoro, eppure in rete esso è spesso opportunità e innesco per molteplici forme di narrative producenti e di attivismo civico. I social - e Twitter in particolare – sono sempre più piattaforme dell’empatia che moltiplicano l’odio sociale e allo stesso tempo ne rendono visibili i limiti, provocando le opinioni e le reazioni in una sfera pubblica quanto mai contesa. Il libro riflette sulle tendenze in atto, con l’obiettivo di comprendere il ruolo delle tecnologie nelle trasformazioni e nel trasformismo dell’odio in rete. Il saggio vuole inoltre delineare, attraverso la proposta di alcuni casi di studio, una metodologia di analisi della comunicazione in rete e un approccio alla progettazione di contenuti in grado di abilitare nuove e più efficaci forme di narrazioni inclusive.
19,00
Politiche per la competitività regionale e specializzazione intelligente nelle regioni sviluppate

Politiche per la competitività regionale e specializzazione intelligente nelle regioni sviluppate

Libro: Libro in brossura

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 102

Nella fase in cui vengono definiti i programmi operativi per il nuovo ciclo di programmazione regionale 2021-2027 è utile riflettere sulle lezioni apprese dal ciclo appena concluso al fine di migliorare la programmazione in avvio. Obiettivo del volume è fornire indicazioni, sia concettuali che pratiche, riguardo alle esperienze e alle lezioni, così da offrire utili indicazioni per la stesura e l’implementazione dei nuovi programmi. Il tema del volume è quindi quello delle politiche per lo sviluppo e la competitività regionale nelle regioni avanzate, con particolare ma non esclusivo riguardo alla S3. Intervengono, con contributi agili, due tipi di autori: da un lato ricercatori di università o centri di ricerca che si interessano al tema delle politiche regionali; dall’altro senior policymakers di regioni sviluppate italiane che condividono la loro esperienza, presentando le problematiche e le sfide da loro affrontate nel gestire le politiche negli ultimi anni, con particolare riguardo alle iniziative di successo. Il taglio del presente volume non è quindi quello classico del volume di analisi accademica, ma quello di un volume rivolto sia ai policy makers che a coloro che all’interno della comunità scientifica vivono la loro esperienza di ricercatori pensando anche a come essa si può concretamente ripercuotere nelle scelte, strategiche e quotidiane, di chi è impegnato nello sviluppo economico regionale.
15,00
Politiche attive del lavoro e servizi per l'impiego. Tra miti e riforme

Politiche attive del lavoro e servizi per l'impiego. Tra miti e riforme

Gianluca Scarano

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2022

pagine: 315

L'Italia continua a rappresentare un paese ritardatario sul fronte delle politiche attive del lavoro e dei servizi per l'impiego. Il volume approfondisce i numerosi interrogativi che caratterizzano questo settore, articolandone i contenuti su più livelli. A un primo livello, si introducono definizioni, concetti e fondamenti teorici generali. Questi saranno utilizzati per ricostruire le caratteristiche principali del sistema italiano di politiche attive e servizi per l'impiego, metterne in luce le criticità e fotografarne lo stato dell'arte dopo i numerosi interventi di riforma occorsi in anni recenti. A un secondo livello, viene presentato un confronto tra due modelli regionali - Lombardia ed Emilia-Romagna - dove per ciascuno si stima l'impatto in termini di risultati occupazionali raggiunti dall'utenza presa in carico. Le evidenze raccolte vengono interpretate alla luce delle più recenti misure emerse a seguito dell'emergenza pandemica, offrendo una cassetta degli attrezzi utile per studenti, esperti del settore, policy-maker o semplici curiosi di tematiche di grande interesse nel dibattito pubblico.
32,00
Innovazione culturale, innovazione tecnologica e successo dell'impresa

Innovazione culturale, innovazione tecnologica e successo dell'impresa

Vittorio Coda, Daniela Montemerlo, Alessandro Zattoni

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2021

pagine: 205

La base empirica di questo libro avvalora l'ipotesi che la connessione tra i processi di innovazione tecnologica e di innovazione culturale sia la chiave di volta del successo imprenditoriale. Tali processi imprimono all'impresa un dinamismo virtuoso, i primi impattando sul che cosa (posizionamento strategico e attività operative) e i secondi modellandone il come (contesto organizzativo), in vista di un perché fare impresa lungimirante. Per innescare e sostenere questo circuito, l'impresa si fa promotrice di percorsi di crescita umana che sono processi di innovazione culturale scaturenti dalla concezione dell'impresa formatasi nella mente - e con radici nel cuore - del capo azienda. Un costante impegno di innovazione culturale è essenziale per la realizzazione di progetti sfidanti sotto il profilo delle innovazioni tecnologiche. Impresa e persone sono sempre al centro dell'attenzione del management: l'impresa, perché dalla sua prosperità duratura dipende il soddisfacimento delle attese degli stakeholder; le persone, perché relazioni di qualità con tutti gli stakeholder non sono solo un imperativo etico, ma sono anche indispensabili per creare quella coesione e quella stabilità che alimentano il successo imprenditoriale. Prefazione di Ali Reza Arabnia
26,00
L'analisi economica e ambientale dei progetti di trasporto. Recenti sviluppi

L'analisi economica e ambientale dei progetti di trasporto. Recenti sviluppi

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2021

pagine: 126

Il primo tentativo di analisi sistematiche e comparative di progetti di trasporto - per un importo totale di circa 27 miliardi di investimenti - è avvenuto in Italia nel 2019. Esso è stato avversato dalla quasi totalità delle forze politiche e tutti i progetti valutati come socialmente non redditizi sono stati comunque portati avanti. In questa raccolta di saggi sono approfondite alcune delle tematiche metodologiche emerse in quella occasione e, in particolare: l'internalizzazione per via fiscale delle esternalità ambientali, la valutazione del surplus del consumatore in caso di cambio modale tra modi soggetti a un diverso livello di tassazione, i contenuti delle Linee Guida promulgate sul tema da diversi paesi ed il rapporto tra analisi costi-benefici e quelle di impatto economico del tipo input-output. Quest'ultimo punto, di particolare rilievo in caso di sottoutilizzazione dei fattori produttivi, è apparso come il più problematico e quello che necessita di ulteriori sviluppi.
17,00
Volontariato culturale. Un modello di creazione di valore per il territorio

Volontariato culturale. Un modello di creazione di valore per il territorio

Paola Tessitore

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2021

pagine: 108

«Il saggio di Paola Tessitore è uno strumento per chi voglia comprendere il senso profondo di quell'attività, oggi di straordinaria rilevanza, che è il volontariato culturale. Scritto in forma piana e completa, questo testo merita un plauso speciale perché mostra, con la forza dei risultati conseguiti, come l'agire volontario sia oggi tutt'altro che un ricordo dei bei tempi andati. Due sono le categorie di beni di cui avvertiamo la necessità per il nostro benessere: beni di giustizia e beni di gratuità. I primi - si pensi ai beni erogati dal welfare state - fissano un preciso dovere in capo ad un soggetto, usualmente l'ente pubblico, affinché i diritti delle persone a quei beni vengano soddisfatti. I beni di gratuità, invece, fissano una obbligazione che discende dal legame che ci unisce l'un l'altro. Non v'è chi non veda quanto i beni di gratuità siano indispensabili per il bisogno di felicità che ciascuna persona si porta dentro. Progresso economico e giustizia sociale, pur unite, non bastano a renderci felici.» (Dalla Presentazione di Stefano Zamagni)
17,00
L'impresa che esperimenta. Come usare le decisioni per imparare

L'impresa che esperimenta. Come usare le decisioni per imparare

Enrico Zaninotto

Libro: Copertina morbida

editore: EGEA

anno edizione: 2021

pagine: 165

Questo volume è dedicato a capire che cosa e come si può imparare dalle decisioni prese. Per imparare dalle decisioni occorre che i manager adottino lo spirito sperimentale proprio dello scienziato: forzino le condizioni esterne per ottenere risultati inattesi e ne valutino gli esiti. Prima di arrivare al test di mercato, l'impresa può costituirsi come un luogo sperimentale che indirizza l'esplorazione dell'ambiente per trovare nuove soluzioni organizzative e di mercato e ne valuta l'efficacia, individuando i "perché". L'impresa che esperimenta valorizza appieno la conoscenza che si produce attraverso il suo stesso operare. Ma la costruzione dell'impresa che esperimenta richiede che il management esca degli schemi tradizionali: sfugga alla polarizzazione tra l'applicazione di modelli di gestione preconfezionati e l'affidarsi all'esperienza per agire caso per caso. Il volume offre anche una riflessione critica dei modelli di formazione manageriale dominanti e di proposta di nuovi approcci formativi. Prefazione di Arnaldo Camuffo.
22,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.