Il tuo browser non supporta JavaScript!

TRA LE RIGHE LIBRI

Non sarete dimenticati. Memorie dell'ARMIR dal fronte russo

Renza Martini

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2021

pagine: 222

Alpini, fanti, bersaglieri, artiglieri, dell'ARMIR, caduti, scomparsi, fortunosamente tornati, oppure finiti prigionieri durante la ritirata tra il dicembre 1942 e il gennaio 1943. Ventuno storie di ventuno italiani in grigioverde partiti, da ogni regione d'Italia, per conquistare l'Unione Sovietica e scontratisi con la grande storia. Ventuno testimonianze, ricostruzioni, ritrovamenti, che a distanza di ottanta anni ancora dimostrano quanto la tragedia dell'Armata perduta, sia ancora memoria viva. Dopo le madri e le giovani mogli, oggi sono i nipoti o i pronipoti a cercare di colmare il dubbio e di cancellare l'oblio caduto sui loro familiari. Ventuno ritratti di uomini che oggi rappresentano un segno di pace e di contrasto ad ogni guerra.
16,00

Wendyam! La volontà di Dio

Talatou Clementine Pacmogda

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2021

pagine: 295

Wendyam è un racconto autobiografico toccante, forte e coraggioso, che parte dall'infanzia di Clementine e corre fino alla seconda media. Il libro riporta le condizioni di vita dell'autrice già dalla tenera infanzia in Burkina Faso. Si tratta di un racconto che diventa un lungo percorso per raggiungere una vita dignitosa, un altro modo di vivere o forse solo di sopravvivere alle avversità della vita. Fin da bambina il suo sogno è stato quello di andare a scuola come gli altri bambini nonostante le condizioni di vita familiari le neghino tutto, pure l'istruzione scolastica. Grazie alla sua volontà e perseveranza, Clementine accetta di fare di tutto per riuscire a istruirsi. Orfana e senza sostegno, da sola si iscrive per battezzarsi e diventare cattolica, poi la scuola fra bullismo e solitudine. Finite le elementari si trova di fronte all'impossibilità di proseguire gli studi alle medie e sceglie di lavorare per poter proseguire gli studi. Per fortuna arriva lo zio che la porta in un'altra città dove finalmente Clementine riprenderà la scuola dopo aver perso un anno.
15,00

L'eccidio della Certosa di Farneta. Il ruolo del Clero lucchese nella Resistenza

Walter Ramacciotti

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2021

pagine: 288

Nella notte tra l'1 e il 2 settembre 1944 trenta soldati tedeschi appartenenti alla 16^ SS-Panzergrenadier Division "ReichsFührer - SS" fecero irruzione nella Certosa di Farneta a Lucca, arrestando i monaci Certosini e i civili che tra quelle mura avevano trovato rifugio. Dopo il trasferimento in camion verso Nocchi, a Villa Graziani, iniziò il martirio che portò all'uccisione di dodici Certosini e alle stragi di Pioppetti, delle Fosse del Frigido e di uccisioni sul Montemagno e a Carrara. I prigionieri che non vennero giustiziati furono trasferiti nel campo di concentramento di Fossoli, dal quale molti partirono per la Germania. Questo saggio oltre che affrontare, grazie a numerose testimonianze edite e inedite, la tragica vicenda della Certosa, rende testimonianza del ruolo che molti sacerdoti lucchesi hanno avuto nel difendere, proteggere, nascondere i perseguitati e i ricercati dai nazisti e dai fascisti.
18,00

Storia del lavoro femminile. La Manifattura Tabacchi di Lucca. Una fabbrica di pubblica utilità

Simonetta Simonetti

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2021

pagine: 200

La Manifattura Tabacchi di Lucca fornisce agli studiosi un ampio e vasto terreno per approfondimenti, analisi e saggi. L'argomento della storia del tabacco, della sua diffusione e dell'uso, così come la "scoperta" lucchese, la fabbrica, il lavoro femminile che è declinato, in questo particolare opificio, dal mestiere artigiano e manuale delle sigaraie. Centinaia di donne che in una "fabbrica insalubre" costruiscono il futuro dei loro figli, che crescono nell'incunabolo, lo spazio che l'azienda ha creato per sostenere le madri e per non perdere l'esperienza delle donne sigaraie, difficili da sostituire. I grandi scioperi, la Prima guerra mondiale, il fascismo e la "resistenza" delle maestranze al saccheggio tedesco nel 1944, e poi ancora la pagina dedicata all'arrivo delle "polesi", ovvero delle italiane costrette a lasciare Pola al momento della cessione delle terre istriane, dalmate e giuliane al regime slavo-comunista di Tito. Il saggio è occasione per ricostruire la storia delle leggi che hanno mutato il lavoro femminile. Inoltre, in un'ampia rassegna di memorie, le donne dell'opificio raccontano "il piccolo" della vita quotidiana, la "boccalona", la "fruga".
16,00

Molière. Amori, opere e lati oscuri

Giorgio Bertolizio

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2020

pagine: 170

Jean-Baptiste Poquelin, in arte Molière raccontato in un saggio che mette a nudo, tra successi e insuccessi, la sua opera e la critica sociale sugli aspetti odiosi di un mondo in palese decadenza: piccineria, ipocrisia, supponenza, gelosia, avarizia, adulazione, conformismo, vigliaccheria. Molière teatrante che ha partecipato alla messa in scena di una Francia apparentemente splendida, sotto la regia di un essere semi-divino, il Re Sole, nel lusso più sfrenato, mentre l'aristocrazia se ne infischiava se nelle strade di Parigi la gente moriva di fame o se i contadini erano sfruttati senza ritegno come servi della gleba. Una satira dunque, tra amori, opere e lati oscuri, che sembra sputare nel piatto nel quale lo stesso commediografo mangiava, ma sapendo sempre comportarsi bene a tavola. In questo saggio Molière sembra un umorista propenso a mantenere le proprie critiche nel limite del possibile, trascurando le tragedie sociali autentiche e soprattutto le canagliate compiute da chi della piramide sociale occupava il vertice.
15,00

Faville di umanità tra gli orrori della guerra. Campagna di Russia 1942 1943. Racconti e noterelle di un reduce

Vittorino Chioffi

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2019

pagine: 160

«Mamme e padri, se vivete ancora, figli e spose, non cercate di conoscere o di immaginare come è morto il vostro congiunto. Né in questo... né nell'altro mondo. È morto e basta. Troppo grande sarebbe lo strazio per voi e anche per lui, sfortunato e valoroso, se sapesse che non vi è stata risparmiata la verità. È morto e basta, la sua lunga agonia, ferito e solo, magari su di un filo spinato, le sue orride ferite, solo, nella notte e nel gelo, per quanto sia durata è finita». Vittorino Chioffi è uno dei superstiti della tragica ritirata di Russia. Questo libro è il racconto, tra mille pericoli e peripezie, di un tenente della Sanità del Regio Esercito che ha visto con i propri occhi il dolore immenso della morte, della perdita, della fine di ogni speranza. L'Armir di fronte all'avanzata dell'Armata Rossa si dissolve e l'autore con pochi altri, fortunosamente riesce ad uscire dalla sacca. Tra camion e ambulanze, lunghe file di disperati a piedi, le isbe e la popolazione, i carri armati sovietici, gli attacchi aerei, Chioffi osserva pietosamente l'umanità disfatta in guerra.
15,00

Gli Statuti della Vicaria di Trassilico. In appendice il saggio di Enrico Romiti. L'evoluzione dei centri fortificati della Vicaria estense di Trassilico

Amedeo Guidugli

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2017

pagine: 348

La trascrizione e il commento degli Statuti della Vicaria di Trassilico (comprendenti anche gli Statuti di Brucciano, Calomini, Vergemoli, Cascio, Fabbriche di Vallico, Molazzana, Vallico di Sotto e Vallico di Sopra), grazie al faticoso e minuzioso lavoro di ricerca, lettura, decifrazione e approfondimento di codici manoscritti, logorati dal tempo, numerati, ripiegati, conservati negli Archivi di Stato di Modena (Archivio Segreto Estense Cancelleria Ducale), di Lucca (Archivio dei Notari), di Massa (Archivio della Garfagnana) e nella Biblioteca Statale di Lucca (che possiede l'unico manoscritto degli Statuti della Comunità di Cascio del 1621). L'autore non si è limitato a sfogliare i codici per studio, ma per trovare una connessione e una continuità nella memoria storica, culturale e civile tra quel mondo e il mondo di oggi, ed accrescere così la conoscenza di tutti, pensando anzitutto al bene di queste terre. Gli Statuti di ogni Comunità furono, volta a volta, concessi o confermati dalla Corte estense di Ferrara al momento della sottomissione della Vicaria di Trassilico e che tali Statuti sono stati rispettati e osservati fino agli anni Cinquanta del secolo scorso.
22,00

Divisioni senza resto

Caterina Frustagli

Libro: Copertina rigida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2017

pagine: 48

"A scuola mi hanno insegnato che siamo tutti uguali e che tutti meritiamo rispetto. A scuola mi hanno insegnato che le ingiustizie non si subiscono e che si lotta per quello in cui si crede. A scuola mi hanno insegnato che tra amici ci si aiuta nelle difficoltà e ci si difende nelle guerre (ecco, qui forse io e Roxy abbiamo un po' esagerato). A scuola mi hanno insegnato che la verità è sempre la cosa migliore, perché è l'unica che ci rende migliori! (bella questa, eh?)". Una storia di diversità, quella tra Francesco e Valentino, che si trovano e si uniscono per vincere il Gran Premio più importante della loro vita. Età di lettura: da 7 anni.
3,00

La Linea Gotica in Garfagnana. Attraverso le fotografie di Attilio Viziano

Moreno Maffucci, Andrea Giannasi

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2017

pagine: 174

Attilio Viziano nel 1944 a Verona entrò a far parte della Compagnia Operativa di Propaganda dell'esercito della Repubblica Sociale Italiana. L'unità, posta al comando del Ten. Col. D'Aloya con sede in via Brera a Milano, aveva il compito di documentare l'andamento della guerra rifornendo i giornali di fotografie e i cinegiornali di immagini. Nel giugno i fotografi e cineoperatori della nuova unità vennero inviati a Venezia per effettuare un corso sull'utilizzo delle macchine da presa svolto da operatori dell'Istituto Luce. A fine agosto, come tutti i corrispondenti di guerra tedeschi, gli italiani vennero inviati in Germania per completare l'addestramento militare, che venne effettuato presso il campo di Heuberg, dove trovarono i bersaglieri della divisione "Italia". Rientrato in Italia Viziano seguì il Btg. "Bassano" in Val Maira, poi si trasferì in Liguria dove visitò il Btg. Bersaglieri Difesa Costiera schierato lungo il fronte francese in provincia di Imperia. Qui visitò anche le unità della "San Marco". Nel marzo del 1945 raggiunse la divisione "Italia" in Garfagnana Il fotografo Attilio Viziano fu operativo sulla Linea Gotica per circa un mese.
16,00

Voci e ombre dal Don. Lettere, documenti, memoriali, immagini dell'ARMIR in Russia

Pino Scaccia

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2017

pagine: 246

La tragedia dell'Armata Italiana in Russia (ARMIR) è ancora oggi molto sentita in chi ha ereditato da genitori o nonni, il dubbio. Il non aver mai conosciuto la fine di migliaia di alpini, fanti e artiglieri provenienti da tutto il paese, ha generato nel tempo un forte desiderio di scoprire, di ritrovare, di rintracciare, i segni o i resti di quei ragazzi. Questo libro riunisce tante storie attraverso documenti, lettere, memoriali e aiuta a riprendere le ricerche. Dal mistero di Giuseppe Accettura a Enea il pacifista; passando attraverso Ceriani l'elettricista o Pons "il bombarolo"; e ancora le lettere del nonno Gastone o di Giuseppe Piervitali. Ma sono tantissime le storie raccontate in questo ultimo lavoro di Pino Scaccia, che è diventato negli anni un punto di riferimento per chi sta cercando i dispersi di Russia. Questo libro esce in prossimità dell'inizio dello scavo delle fosse di Kirov. La grande speranza per i familiari dei dispersi dell'Armir che sono ancora più o meno quarantamila. Una cifra enorme. Tante saranno le storie ancora da scoprire, racchiuse nella gigantesca fossa comune venuta alla luce a ridosso della ferrovia Transiberiana.
16,00

Primo Levi davanti all'assurdo. Dire l'indicibile

Caterina Frustagli

Libro: Copertina morbida

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2016

pagine: 164

Perché non possiamo prescindere dalla Shoah come evento paradigmatico di sopraffazione dell'uomo sull'uomo? Adorno riteneva che non fosse più possibile scrivere poesia dopo Auschwitz, tanta era stata la violenza annichilente dell'universo concentrazionario dei Lager. La ferocia nazifascista spezza le vite di milioni di deportati, ne nega l'identità, privandoli di ogni forma di diritto. Il comando tedesco distrugge i legami comunitari, sovverte le leggi della società, istituendo una macchina per l'annientamento dell'uomo. Contro l'ideologia della razza, la parola dei testimoni sopravvive e si erge a difesa. Primo Levi, scampato all'inferno, forgia nel suo laboratorio di chimico, testimone e scrittore una parola inscalfibile, resistente all'oltraggio. L'autrice entra in questo laboratorio e prova ad osservarne le componenti linguistiche, psicologiche e sociali che, come reagenti di potenza straordinaria, innescano nel lettore reazioni emotive di un'intensità straordinaria. Primo Levi con ustionante pacatezza ci richiama, di fronte ai crimini commessi, al nostro ruolo di giudici, affinando la nostra capacità di riflettere sul contagio del male.
14,00

L'ODORE DEL PANE

COSTANTINO MUSTARI

Libro

editore: TRA LE RIGHE LIBRI

anno edizione: 2022

20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.