Il tuo browser non supporta JavaScript!

Silvana

Paolo Monti. Fotografia e astrazione

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 96

Paolo Monti (Novara, 1908 - Milano, 1982), tra i più importanti fotografi italiani, è stato maestro indiscusso di intere generazioni. Accanto all'attività professionale ben nota - le campagne di rilevamento del patrimonio artistico e architettonico, i ritratti di artisti, la documentazione degli allestimenti museali del secondo dopoguerra - condusse, senza cesure, un'intensa attività sperimentale che lo portò a riflettere sull'astrazione, in un affascinante percorso di indagine del linguaggio fotografico e delle sue potenzialità. Un'attività poco conosciuta, che lo mise in relazione con le sperimentazioni artistiche e fotografiche più interessanti del suo tempo e ne accrebbe la credibilità internazionale. Attraverso l'indagine scientifica, condotta sull'archivio del fotografo, acquista così nuova luce l'avventura intellettuale di uno dei protagonisti della cultura visiva del Novecento.
24,00

L'occhio in gioco. Percezione, impressioni e illusioni nell'arte. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 405

Concepito secondo una prospettiva internazionale, il volume che accompagna questa mostra è dedicato alle ricerche artistiche che nel tempo si sono concentrate sul colore, l'ottica, il movimento, la percezione. Si articola dal XIII al XX secolo, intrecciando arte, fotografia, miniatura, scultura, scienza e tecnica. Dalle antiche miniature agli studi sull'ottica e la teoria dei colori, dalla rivoluzione neoimpressionista nella percezione visiva all'astrazione fondata su ritmo e geometria e all'arte optical, dalla rappresentazione del movimento agli oggetti cinetici, strumenti scientifico-tecnologici e opere artistiche dialogano con gli albori della fotografia sperimentale e del cinema.
34,00

Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 216

Il volume, dedicato alla stagione del Rinascimento a Bologna, indaga lo sviluppo dell'arte in città dall'epoca dei Bentivoglio, a partire dagli anni settanta del Quattrocento, sino all'incoronazione di Carlo V nel 1530. Evento cruciale di questo periodo è l'arrivo di Giulio II, il "papa guerriero" - grande protagonista dell'epoca cui si devono le straordinarie commissioni artistiche del nuovo secolo, a cominciare dalle stanze Vaticane e dalla cappella Sistina -, il quale, entrando a Bologna nel 1506, la strappò al governo dei Bentivoglio. La riconquista della città da parte della Chiesa determinò una forte discontinuità nella tradizione artistica locale, con l'arretramento dei pittori di corte dei Bentivoglio che erano stati protagonisti nei decenni precedenti e l'arrivo di Michelangelo, Bramante e, in un secondo momento, di Raffaello ad affermare un nuovo linguaggio in linea con la politica di promozione artistica romana. Emblematico di questo contesto è il celebre Ritratto di Giulio II (Londra, The National Gallery) di Raffaello, uno dei vertici della ritrattistica rinascimentale, qui analizzato insieme a una nutrita selezione di capolavori che offrono, insieme ai saggi critici, un quadro completo di questa straordinaria stagione.
34,00

Fiat lux. Luce nelle collezioni d'arte e di storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 64

Il mito della nascita dell'arte tramandatoci da Plinio e quello della conoscenza narrato da Platone s'incentrano entrambi su uno stesso concetto: l'ombra di un corpo proiettata su una parete. Secondo Plinio la pittura nacque quando qualcuno tracciò per primo l'ombra di un essere umano, mentre Platone spiega cos'è la conoscenza tramite l'allegoria di un uomo prigioniero in una grotta, dove non può vedere che ombre. In entrambi i casi, fondamentale è la luce. Attraverso un excursus tra le opere delle Collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, il volume indaga l'importanza della luce, elemento chiave di ogni rappresentazione. Nei secoli la luce ha assunto molteplici significati: dall'oro delle icone bizantine al chiaroscuro nel Rinascimento, dall'uso simbolico nelle opere di Caravaggio alla scomposizione cromatico-retinica della pittura impressionista che porterà alle ricerche astratte, fino all'età contemporanea, che farà della luce l'oggetto dell'opera stessa.
16,00

Io, Canova. Genio europeo

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 288

Acclamato dai contemporanei come il nuovo Fidia, colui che aveva riportato la scultura a quelle vette sublimi che si riteneva spettassero solo alla statuaria classica, Antonio Canova ebbe l'ambizione e il genio di imporsi sulla scena internazionale quale "antico scultore vivente", segnando indelebilmente il gusto dell'epoca in cui visse e operò. Il volume ripercorre le tappe di un viaggio ideale sulle orme di Canova. Un viaggio nel tempo e nello spazio che dall'universo creativo del suo atelier attraversa le principali corti d'Europa alla scoperta degli episodi e degli incontri con i personaggi che determinarono il corso della sua vita e della storia europea.
40,00

Carlo Crivelli. Le relazioni meravigliose

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 168

Carlo Crivelli (Venezia, 1430/35 circa- Marche, Ascoli Piceno? 1494/95) è una delle personalità più affascinanti del Rinascimento italiano. Le sue opere, eseguite quasi tutte nelle Marche, dove il maestro si trasferì nel 1468, sono oggi per lo più disperse in collezioni e musei di tutto il mondo, a seguito della grande fortuna che l'artista riscosse nel collezionismo internazionale fin dagli inizi dell'Ottocento. Il volume presenta studi e ricerche su alcuni dipinti del maestro veneziano, dalla Madonna con il Bambino dei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata, oggetto di un importante intervento di restauro, che ne ha inaspettatamente svelato la stesura pittorica su tela, alla Pietà del Fogg Art Museum di Boston, proveniente dalla collezione maceratese Caccialupi. Da esse si dipartono le molteplici relazioni con altre opere di Carlo Crivelli e dei maestri coevi come il fratello Vittore, con i contesti di origine, gli spettatori di ieri e di oggi. Ne emerge un tessuto ricco e variegato, "meraviglioso" perché i dipinti di Crivelli con la loro materia preziosa, i simboli evocativi e misteriosi, la perfezione formale continuano a destare stupore ed emozione.
30,00

Gioielli di Giulio Manfredi celebrano Raffaello. Scuole di luce. Ediz. italiana, inglese e giapponese

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 113

Ispirato dal cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, Giulio Manfredi ha voluto rendere omaggio al maestro urbinate con un'installazione nella Sala del Cartone di Raffaello della Veneranda Biblioteca Ambrosiana. Ventun gioielli ispirati a ventun personaggi, delicatamente mostrati ai visitatori da diafane figure che, quasi discendendo dalla parete, continuano un dialogo di cultura e bellezza che trascende ogni spazio e ogni tempo.
38,00

Pietro Consagra. Scultura in relazione. Opere 1947-2004. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 216

Il volume ripercorre la ricchezza inventiva di Pietro Consagra (Mazara del Vallo, 1920 - Milano, 2005), una delle figure più significative del panorama artistico internazionale del XX secolo, e propone un confronto tra diversi momenti del percorso creativo dell'artista, permettendo così di sottolineare sia gli elementi di continuità nella sua opera, ma anche e soprattutto le specificità dei singoli periodi, offrendo un panorama variegato delle sue continue reinvenzioni delle forme e delle sue sperimentazioni di materiali. Francesca Pola individua il percorso di Consagra non in senso puramente cronologico, quanto piuttosto secondo una chiave di lettura che evidenzia l'importanza dei rapporti tra scultura, spazio, osservatore: un'attenzione specifica alla "ubicazione" della presenza plastica in relazione all'osservante, fulcro della caratteristica "scultura frontale" codificata da Consagra a partire dai suoi celebri Colloqui dei primi anni Cinquanta e contestualmente teorizzata già dal suo libro Necessità della scultura (1952).
39,00

D'Annunzio legislatore. Costituzioni, visioni, utopie dell'impresa fiumana. Atti del Convegno di studi

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 180

Dopo la pubblicazione degli Atti del convegno "Fiume 1919-2019. Un centenario europeo tra identità, memorie e prospettive di ricerca", tenutosi al Vittoriale nel settembre del 2019, in occasione del centenario dell'Impresa di Fiume l'Officina del Vittoriale presenta la raccolta della giornata di studi "D'Annunzio legislatore. Costituzioni, visioni, utopie dell'impresa fiumana", dedicato alla progettazione, stesura e pubblicazione della Carta del Carnaro. Il convegno ha visto susseguirsi studiosi di diritto, delle Costituzioni, di storia ecclesiastica, contemporanea e delle relazioni internazionali, in un dibattito su quel "Disegno di un nuovo ordinamento dello Stato libero di Fiume" ardentemente voluto da d'Annunzio e redatto da De Ambris per essere promulgato l'8 settembre 1920, ma presentato in definitiva il 30 agosto al Teatro La Fenice. A esattamente cent'anni dalla presentazione dell'ordinamento, nel 2020 si era già voluto ricordare la Carta del Carnaro e fornire nuove prospettive di ricerca, rese possibili anche grazie al riordino dell'Archivio fiumano del Vittoriale: un vero e proprio patrimonio di documenti e testimonianze dei diciassette mesi dell'avventura dannunziana più celebre dopo il volo su Vienna.
24,00

Lo stupore ritrovato. Photo open up . Festival internazionale di fotografia

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 136

Il volume accompagna la quarta edizione di Photo Open Up, il festival internazionale di fotografia ideato e prodotto dal Comune di Padova, che in breve tempo si è affermato come una delle proposte più interessanti del panorama fotografico nazionale. Il tema della rassegna è "Lo stupore ritrovato" e mira a dare forma visiva al sentimento di scoperta e di meraviglia di cui si avverte la necessità di riappropriarsi dopo il lungo periodo di restrizioni dovute alla pandemia, e per vincere il senso di incertezza causato dai nuovi conflitti che si agitano sullo scenario globale. Fin dall'antichità i filosofi hanno dibattuto sulla meraviglia come fattore scatenante della curiosità e quindi della conoscenza: la stessa spinta è alla base dell'agire di ogni fotografo quando posa il suo sguardo e coglie o manipola il reale nelle sue varie manifestazioni. Gli autori qui documentati hanno reso, in vari momenti della storia della fotografia, il loro stupore per tentare "scrivendo con la luce" nuove interpretazioni della realtà.
20,00

Pubblicità farmaceutica per la terapia del dolore e le malattie reumatologiche (1850-1950)

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 120

Se attraverso la pubblicità è possibile interpretare la società di un tempo, dalla pubblicità farmaceutica si può dedurre in che modo essa riteneva di curarsi. È precisamente quello che si è tentato di fare in questo volume, vale a dire presentare e analizzare i manifesti e le inserzioni sui giornali di alcuni farmaci apparsi tra il 1850 e il 1950 per combattere i diversi tipi di dolore associato o meno alle malattie reumatologiche. Queste ultime, attualmente, costituiscono la prima causa di dolore e di disabilità in Europa e il loro impatto epidemiologico ha riflessi molto rilevanti sulla vita quotidiana della popolazione, includendo gli aspetti economici, sociali e culturali. Lo sguardo al passato proposto nelle pagine del volume evidenzia come le case farmaceutiche avessero intercettato, prima e meglio di altri, i bisogni della popolazione riguardo la terapia del dolore, sintomo spesso sottovalutato e ritenuto quasi esclusivo del sesso femminile. Non c'è dubbio che la ricerca farmaceutica in questo settore sia stata favorita dalle propositive di guadagno, ma le ricadute sulla medicina in generale, e la Reumatologia in particolare, sono state considerevoli.
28,00

Performing PAC. Take me to the place I love. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2022

pagine: 112

L'edizione di Performing PAC 2022 è dedicata al rapporto tra arte contemporanea e natura: l'idea è di tracciare - attraverso video, fotografie, installazioni e una piccola mostra flashback - l'interazione tra esseri viventi, ambienti, luoghi, paesaggi e immagine nella pratica e nella ricerca artistica contemporanee. Analogamente alle edizioni precedenti (Performance, 2018; De Genere, 2019; Made of Sound, 2020) il punto d'avvio è l'Archivio del PAC, scandagliato per rileggere e ricostruire, grazie ai documenti e alle fotografie conservati, alcune mostre significative nella storia dell'istituzione. Il titolo di quest'anno richiama un'intervista a Long del 1 luglio 2003 pubblicata sulla rivista "The Art Newspaper". Alla domanda sul criterio di scelta delle mete delle sue leggendarie camminate, l'artista rispose: "l'amore per un determinato luogo"; ma, più precisamente, Take me to the place I love strizza l'occhio alle parole di Anthony Kiedis dei Red Hot Chili Peppers nel celebre brano Under the Bridge, dove il cantante chiede "di essere portato nel luogo che ama", la Los Angeles dei suoi affetti, per superare uno dei periodi più bui della sua vita. Con la partecipazione di: Dorothy Cross, Lara Almarcegui, Marta Dell'Angelo, Ettore Favini e Antonio Rovaldi, Flatform, Richard Long, Francesco Simeti, Melanie Smith, Ilaria Abbiento. Prefazione di Tommaso Sacchi e Domenico Piraina.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.