Il tuo browser non supporta JavaScript!

RUBBETTINO

Carlo Donat-Cattin. La vita e le idee di un democristiano scomodo

Giorgio Aimetti

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 540

Democristiano atipico la cui vita, drammatica ed esaltante è ricca di episodi curiosi e paradossali. Carlo Donat-Cattin è stato il leader DC che ha anticipato l'impeto e la schiettezza di un modo nuovo di fare politica, scalzando riti avvolti da veli curiali e dalla retorica di un progressismo di maniera. Un uomo politico, un cristiano scomodo, descritto attraverso i suoi discorsi e i suoi scritti, le parole degli amici e degli avversari dentro e fuori della Dc. Protagonista politico nei mesi dell'autunno caldo che portano all'approvazione dello Statuto dei Lavoratori, persona di grande concretezza (uno dei migliori ministri della storia repubblicana), dall'intuito acuto, dalla visione ricca di presagi, descrive prima di altri il declino di un'Italia ferita dalla caduta dei suoi valori fondanti. Lottando fino all'ultimo per una libertà incarnata nei diritti dei subalterni e per l'etica del lavoro.
29,00

La pedagogia meridiana. Un progetto culturale per il rilancio dell'Italia

Mario Caligiuri

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 140

Dopo 160 anni dall'Unità, è possibile finalmente inserire il Mezzogiorno in Italia partendo dal miglioramento dell'istruzione? Questa è la sfida della pedagogia meridiana, un progetto educativo che parte da Sud, puntando sulla responsabilità degli educatori del Mezzogiorno, nella consapevolezza che scuole e università democratiche siano basate sul merito, unica possibilità per ridurre le inevitabili distanze sociali di partenza. Infatti vanno chiariti a livello nazionale gli scopi dell'istruzione. Le strutture educative, appunto, non possono trasformarsi in ammortizzatori pubblici che erogano stipendi ai docenti e che diventano un'area di parcheggio per gli studenti. La pedagogia meridiana può essere la premessa di una pedagogia della nazione, per rinnovare profondamente le scienze educative nel nostro Paese, facendole diventare discipline di frontiera nel XXI secolo. È una risposta a quel demone meridiano che assale a metà della giornata, e quindi della vita, sull'inutilità del cammino finora percorso e sulla fatica sprecata che sembra legata all'attività educativa contemporanea. Una sfida culturale decisiva dalla quale può dipendere il futuro del nostro Paese.
14,00

La relazione e lo schermo. Figure antropologiche del digitale

Fabio Gabrielli, Marco Bacini

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 140

Il nostro corpo ha assunto oggi uno stile e un contenuto irriducibili a ogni altra epoca: l'ibridazione con i dispositivi tecnologici della comunicazione e dell'informazione. Il tutto nel segno di una circolarità ininterrotta tra i nostri corpi e il digitale, con ovvie conseguenze sulla nostra identità, sulle scelte che facciamo, sui nostri gusti, sulla memoria di cui siamo depositari. L'ibridazione tra uomo e tecnologie informatiche e della comunicazione è ormai in atto, quindi la sua messa in scena è una realtà da accogliere e pensare a fondo in termini di portata esistenziale e di prospettive. Di conseguenza, una riflessione antropologica seria non deve porsi la domanda se il virtuale, separato indebitamente dal reale, sia buono, ma cosa comporta la realtà aumentata per la nostra vita. Lo scopo sarà quello di ipotizzare una poetica del digitale capace di promuovere unicità, creatività, bellezza comunitaria.
14,00

Bonjour Casimiro. Il barone e la villa fatata

Alberto Samonà

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 160

Il libro tratteggia la vicenda di un uomo contemporaneo che si reca nei luoghi in cui visse il barone Casimiro Piccolo, acquarellista e fotografo, il quale, a partire dal 1932 scelse di abbandonare Palermo e i salotti ovattati della nobiltà cittadina, per trasferirsi nella villa di famiglia sulle appartate colline di Capo d'Orlando. Un "ritiro" dalla città voluto dalla madre, che Casimiro condivise con il fratello, il celebre poeta Lucio Piccolo, e con la sorella Agata Giovanna, esperta di botanica. La villa spesso era frequentata anche dal cugino Giuseppe Tomasi di Lampedusa che amava soggiornarvi per ritrovare qui un'atmosfera familiare e cercare spunti per quello che sarebbe stato il grande capolavoro letterario del Novecento. Quel luogo, incastonato fra il mare e i monti Nebrodi, in realtà non rappresentò mai una chiusura, ma l'occasione per guardare il mondo che cambiava da un punto di osservazione altro, in cui anche spazio e tempo sembravano assumere un senso differente dall'ordinario. Le pagine di questo romanzo rappresentano un viaggio, un'immersione del protagonista nell'universo di Casimiro, popolato da gnomi, ninfe, maghi, folletti e da altri spiriti della natura che il barone-artista affermava di incontrare nelle lunghe passeggiate notturne per i giardini e le campagne della tenuta e immortalava nei suoi acquerelli a tema magico. Ed è un attraversamento delle regole ordinarie spazio-temporali, con incontri impossibili e il disvelarsi graduale di una verità, in cui si sovrappongono realtà e mondi onirici. Sullo sfondo, memorie di antiche famiglie aristocratiche siciliane che oltrepassano gli anni per giungere fino a noi.
15,00

L'eutanasia della democrazia. Il colpo di Mani pulite

Giuseppe Benedetto

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 110

La stagione politica che impropriamente è andata sotto il nome di "Mani pulite" ha profondamente mutato la storia della nostra democrazia, incidendo in modo irreversibile sul rapporto tra poteri dello Stato. Uno dei passaggi cruciali è stata l'abolizione dell'autorizzazione a procedere per i membri del Parlamento. La riforma costituzionale dell'articolo 68 della Costituzione, avvenuta sotto l'incessante spinta delle piazze forcaiole, ha alterato la relazione tra poteri legislativo, esecutivo e giudiziario, arrecando gravi fratture all'ordine democratico. In quest'opera, oltre alla fedele esposizione del dibattito parlamentare antecedente alla riforma, vi è anche uno scrupoloso lavoro di ricerca sulle guarentigie parlamentari. Quando nacquero? Perché? Cosa prevedono le Costituzioni degli altri Paesi occidentali? Domande essenziali per comprendere l'evoluzione della nostra democrazia. La risposta del libro è che siamo un unicum nel panorama mondiale. Prefazione di Sabino Cassese.
14,00

Il rapinatore «gentile». L'avventura di Oreste: le banche, il carcere e il senso della vita

Adriano Moraglio

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 164

«Mi sono spesso domandato - soprattutto da un certo periodo in poi della mia vita - perché mai avessi scelto di diventare un rapinatore. A quasi settant'anni non ho trovato ancora una risposta pienamente esaustiva rispetto alla profondità della domanda. Il male, dentro il quale ci caliamo, infatti, è come un pozzo molto oscuro nel quale si scende per diverse ragioni, per complesse circostanze, e dal quale è difficile risalire. Una realtà dalla quale - questo "pozzo" - si può, però, venire faticosamente fuori dando credito al desiderio e al coraggio di guardare da un'altra parte, diversa dal buio che domina quella cavità scavata nella "terra" di ognuno di noi, uomini e donne. Desiderio e coraggio che possono solo essere sostenuti dalla presenza di persone che ti vogliono bene, che sanno guardare ben oltre la tua faticosa volontà di risalire. C'è gente che allunga il braccio e ti tira su dal "pozzo" oscuro, magari calandosi qualche metro in giù, verso di te, in mezzo a quelle tenebre, senza aspettare che tu abbia fatto il primo passo lungo quella scaletta... Cosa che è accaduta anche a me». Comincia così il romanzo di Oreste, rapinatore "gentile".
14,00

Pop. La bellezza della politica popolare

Giuseppe De Mita, Mario Mauro, Rossella Daverio

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 102

Se sulla stringa di ricerca di Facebook si digita l'aggettivo "popolare", la lista di pagine, gruppi e associazioni che lo adottano è infinita. Tutta la penisola sembra percorsa da una gran voglia di popolarismo, che nasce dai territori e dalla gente. Questo libro-intervista si propone di dare voce a tale visibile fermento e soprattutto di offrirgli una prospettiva politica, insieme plurale e unitaria. Le risposte di Giuseppe De Mita e Mario Mauro rivelano infatti, in un linguaggio che unisce forza e verità, come il popolarismo non sia certo una cultura confinata nei cassetti polverosi della memoria, ma una potente chiave interpretativa della società di oggi e di domani, in grado di rimettere le persone al centro della storia e di offrire orizzonti nuovi al loro desiderio di cambiamento e di buon governo.
14,00

I comuni e la sfida della sostenibilità. Misurazione della capacità amministrativa pubblica, tra efficienza, trasparenza e anticorruzione

Paola Caporossi

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 338

Cittadini e amministratori locali si confrontano, solitamente, sui servizi e sulle politiche pubbliche, rispetto a temi che vanno dagli asili nido al verde pubblico. Ma quasi mai il confronto riguarda la capacità amministrativa di un Comune, senza la quale quei servizi e quelle politiche non sono realizzabili. È per questo che l'Unione Europea raccomanda regolarmente ai suoi Stati membri di rafforzare la propria capacità amministrativa quale condizione, ad esempio, per il buon utilizzo dei fondi strutturali e del PNRR. Far arrivare soldi europei, infatti, non basta a garantire lo sviluppo: al contempo, deve essere migliorata la macchina organizzativa pubblica in ciascun Paese. Altrimenti, sarebbe come iniettare benzina in un'automobile con il motore in panne. L'analisi del Rating Pubblico qui proposta non mira a dare pagelle ai Comuni, ma a individuare punti di forza e punti di debolezza così da poter meglio finalizzare azioni mirate di supporto al rafforzamento amministrativo. Il libro rappresenta, pertanto, uno strumento conoscitivo per i cittadini e una bussola per il Governo sulla performance qualitativa dei Comuni, in grado di individuare le molte buone pratiche esistenti. La trasparenza è la premessa perché ciò sia possibile: pertanto, di fronte alle difficoltà di adempimento degli obblighi di pubblicazione da parte di alcuni Comuni, la risposta di uno Stato moderno non può essere la riduzione degli obblighi di trasparenza, come scritto nel PNRR, ma il supporto all'adempimento stesso, innanzitutto con la digitalizzazione. Prefazione di Fabrizio Barca.
16,00

Tactical surveillance. Il mestiere della sorveglianza fisica

Valter Virdichizzi

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 338

La raccolta e la produzione di notizie, rimane uno degli elementi portanti delle attività informative, siano esse legate all'attività d'intelligence, di polizia o di altra natura. Le intercettazioni telefoniche e telematiche, il progresso tecnologico e la rivoluzione informatica, non dimostrano di poter sostituire e prescindere dall'impiego di operatori sul campo. Questo testo può costituire un riferimento per l'approccio professionale, l'organizzazione e la gestione della sorveglianza fisica e si rivolge, pertanto e principalmente, agli operatori di intelligence e dell'investigazione. Nello stesso bacino d'utenza si può inoltre individuare quella vasta categoria di persone che per vari motivi, siano essi professionali, di lavoro, di studio o anche solo per turismo, viaggiano e si recano all'estero e che potrebbero trovarsi oggetto di sorveglianza la cui consapevolezza costituisce una misura di sicurezza personale. Presentazione di Mario Caligiuri. Prefazione di Antonio Teti. Postfazione di Giuseppe Moles.
20,00

Comprendere il Novecento tra storia e scienze sociali. La ricerca di A. James Gregor

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 338

Questo volume raccoglie una varietà di contributi offerti da alcuni studiosi in occasione del convegno organizzato dalla "Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice" e dalla rivista "Il Pensiero Storico", a un anno di distanza dalla scomparsa dello studioso americano A. James Gregor (1929-2019), politologo e sociologo della storia che si è distinto come uno tra i maggiori e più autorevoli esperti mondiali sul fascismo e i movimenti autoritari. Gli studiosi che hanno preso parte alla realizzazione di questo volume, pur differenti per formazione, metodologia, ambiti di ricerca e convinzioni personali, hanno individuato nell'opera e nel pensiero di Gregor numerosi e originali spunti di interesse, meritevoli di essere sottoposti ad una rilettura critica. Dall'insieme dei contributi si evince in modo definitivo il ruolo di Gregor quale indiscutibile punto di riferimento per gli studi comparatistici sul fascismo e le varie tipologie di regimi nazional-populisti. Prefazione di Alessandro Campi.
22,00

Un filo d'erba tra i sassi

Mimmo Battaglia

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 134

«Vorrei un angelo che segua ognuno di voi, in ogni istante, una presenza fedele e attenta, una carezza di eterno nel dolore delle vostre stanze, nella solitudine delle vostre notti, nel rumore delle vostre vite, dei vostri uffici, delle vostre aule, delle vostre macchine. Vi donerei la voce dell'anima, canto e silenzio: che magnifico dono sarebbe! L'abbraccio di un angelo per ognuno di voi, unico prezioso, infinito...» Don Mimmo. Presentazione di Mons. Bregantini.
13,00

Chiesa e mafie. Quale condanna?

Marco Mastroianni

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 280

Il libro affronta il tema del rapporto tra la Chiesa ed il fenomeno della criminalità organizzata. Esso viene sviscerato partendo dall'analisi dei pronunciamenti offerti dai Pontefici e dai Vescovi sulla piaga delle mafie, evidenziando come, seppur a tratti in modo faticoso, la denuncia ecclesiale si sia gradualmente affermata fino ad essere ai giorni nostri incontrovertibile, con l'attestazione della totale incompatibilità tra l'appartenenza cristiana e quella mafiosa. Da tale constatazione, con particolare riferimento alla "scomunica" di Papa Francesco in Calabria del 2014, si cerca di appurare quali concreti provvedimenti tale denuncia abbia generato, per rilevare l'assenza di una vera norma penale canonica che colpisca i fedeli mafiosi. Si prospetta perciò il percorso da seguire per giungere ad un possibile intervento normativo canonico, cosa potrebbe motivarlo a partire dalla grave condotta morale degli aderenti alle mafie e quale ne sarebbe la finalità.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.