Il tuo browser non supporta JavaScript!

Navarra Editore

Il labirinto delle perdute

Ester Rizzo

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 192

Dalle pacifiste toscane della prima guerra mondiale alle pescatrici delle Eolie, dalle donne della Rivoluzione francese con i loro cahiers de doleance a Gertrude Bell, madre dell'Iraq, passando per le centinaia di "streghe" crudelmente uccise nell'Europa dell'Era Moderna: l'elenco delle "donne perdute" è dolorosamente lungo e attraversa i secoli. Donne cancellate perché oltraggiate dagli stupri commessi dai soldati di tutti gli eserciti, dai vincitori e dai vinti: dalle "mutilate morali" della Prima guerra mondiale alle vittime delle cosiddette marocchinate della Seconda; donne "perdute" perché "senza onore", come le prostitute dei Casini di Guerra, le Veneri Vaganti e le "Puttane antifasciste": a tutte loro, donne che hanno subito un destino violento e immeritato, che sono state private perfino della memoria, Ester Rizzo restituisce visibilità e conoscenza, come gesto di civiltà e di opposizione al patriarcato.
15,00

Non posso salvarmi da solo. Jacon, storia di un partigiano

Antonio Ortoleva

Libro: Copertina rigida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 144

"Non posso salvarmi da solo". Con queste parole il partigiano ventenne originario di Isnello Giovanni Ortoleva, nome di battaglia Jacon, rifiutò l'aiuto di un comandante fascista che, in nome della provenienza dallo stesso paese, gli proponeva di indossare la camicia di nera e sfuggire alla fucilazione. Non ebbe dubbi: preferì scegliere la coerenza, l'istinto di onore e di solidarietà umana e morì, dopo una notte di torture, insieme ad altri diciannove partigiani, nell'eccidio di Salussola in provincia di Biella. Era il 9 marzo 1945. La storia del giovane partigiano diventa l'emblema di quella di tutti coloro che, da ogni parte d'Italia, scelsero con fermezza di stare dalla parte della giustizia sociale. Nel ricostruire il contesto e narrare della Resistenza Italiana, viene data voce anche a vicende e personaggi che rimasero ai margini della Storia, come la rivolta anti-tedesca sull'Etna, il professore guerrigliero Antonio Canepa e il Patto della montagna sulle Prealpi biellesi, che aprì le porte ai diritti sul lavoro delle donne in piena guerra e la cui firma sarà poi estesa in tutta Italia. Prefazione di Enrico Pagano.
12,00

Le mie afriche

Sergio Infuso

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 242

"In Italia come in Congo, in Sicilia come nel Likouala, a Palermo come a Enyellé. È così che, nonostante tutto, continuo a sentirmi cittadino di questo immenso e straordinario pianeta." In poche righe e con il consueto, e autentico, trasporto Sergio Infuso racchiude il senso e il contenuto di questo volume, Le mie Afriche: "grandi contraddizioni, comunità in lotta contro soprusi e sofferenze, umanità che non si arrende-. E ancora una volta le sue parole sono la via più breve per raggiungere il lettore, che tra queste pagine vedrà l'Autore attraversare l'Italia dal nord al sud, e da lì spingersi ancora più a sud, fino a lambire le rive del fiume Congo, insieme al gruppo di medici, antropologi e religiosi con i quali ha condiviso l'esperienza di una delle missioni umanitarie di "Ali per Volare" Onlus. L'esperienza africana scorre tra le pagine come una pellicola cinematografica a colori accesi, tutto è intenso: il lavoro con l'ambulatorio medico da un villaggio all'altro, l'impatto con la natura, gli occhi di bambine e bambini che ha visto sorridere o piangere. Sono trascorsi quasi dieci anni, e Sergio ha continuato a salire e scendere da un aereo o da un'auto per raggiungere donne e uomini di tutte le età con cui ha tessuto progetti di impegno sociale e civile, anche attraverso la narrazione della sua storia personale.
15,00

Suca. Storia e usi di una parola

Roberto Sottile

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 96

L'origine della parola siciliana suca è rintracciabile nel verbo sucari 'succhiare', con un valore originariamente triviale. Ma, nel tempo, "l'imperativo palermitano" ha sviluppato una miriade di significati e usi figurati che si sono via via affermati in ambiti comunicativi diversi dal dialetto: nell'italiano colloquiale come nell'italiano giovanile, nelle scritture esposte come nei social, nei mass media come nel linguaggio delle tifoserie calcistiche. E, piano piano, ha perfino cambiato forma passando da SUCA a 800A e dimostrandosi capace di trasformarsi ancora, fino a diventare 751A. Oggi, suca e le varie espressioni in cui ricorre si usano per negare qualcosa o per esprimere una certa contrarietà nei confronti di una richiesta, una situazione, una "verità", ma questa contrarietà procede per gradi: può essere più forte o più attenuata a seconda che con essa si voglia comunicare rabbia o sfida, un sentimento di scherno oppure di dispetto. A Palermo, dove l'imperativo è nato, continua a reinventarsi, con nuove soluzioni grafiche e nuovi sensi figurati, trovando anche applicazioni nell'arte e nell'ambito di un costituendo Made in Sicily. Con un glossario di Kevin De Vecchis. Foto dell'opera di Giuseppe Mazzola.
12,00

I martiri dell'America Latina difensori della Terra

Salvatore Inguì

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 152

La crisi ambientale e climatica minaccia la Terra; ogni giorno, attivisti in tutto il mondo si battono per proteggerla, scontrandosi con gli interessi economici legati allo sfruttamento delle risorse e con la corruzione, e mettendo a rischio la propria vita. Nel 2019, più di 200 persone sono state assassinate perché si dedicavano alla difesa della Terra e della natura: la maggior parte di questi omicidi è avvenuta in America Latina. A Colombia, Brasile, Messico, Honduras, Guatemala, Venezuela e Nicaragua spetta infatti un triste primato: quello di Stati in cui si sono sacrificate più vite nella difesa del nostro pianeta. Salvatore Inguì racconta l'esperienza di ventitrè "martiri", donne e uomini semplici che non hanno esitato a combattere in prima linea per il bene collettivo. Non storie di morte, ma colme di vita, di impegno, sprone ed esempio per ognuno di noi. Le narrazioni sono state raccolte attraverso l'incontro con le persone e le organizzazioni che fanno parte di ALAS - América Latina Alternativa Social, la rete transnazionale promossa da Libera.
12,00

Quando Palermo sognò di essere Woodstock

Sergio Buonadonna

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2020

pagine: 288

Sergio Buonadonna, con i contributi di Beatrice Agnello, Vittorio Bongiorno, Gian Mauro Costa, Franco La Cecla, Francesco La Licata, Beatrice Monroy, Alberto Stabile, Piero Violante, racconta la nascita, i "dietro le quinte", le curiosità del festival Palermo Pop 70, fortemente voluto dall'imprenditore italo-americano Joe Napoli, rimasto per sempre nell'immaginario culturale italiano: una piccola Woodstock che ha fatto sognare generazioni di appassionati di musica. Trecento artisti si alternarono sul palco: da Duke Ellington ad Aretha Franklin, da Johnny Halliday ad Arthur Brown, dai Colosseum ai Black Sabbath, da Fausto Leali ai Ricchi e poveri a Bobby Solo, e a condurre era un giovanissimo ma già brillante Paolo Villaggio. Il testo è alla sua seconda edizione, aggiornata con due capitoli inediti.
16,00

La lezione dell'elefante

Marco Rizzo

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2020

pagine: 136

Dopo il della graphic novel "Salvezza", Marco Rizzo firma un romanzo su guerra e immigrazione. La narrazione prende spunto da esperienze vere di richiedenti asilo ed è ricca di dettagli storici. Il protagonista è Sekou, tredicenne di Timbuctu appassionato di libri, la cui vita viene sconvolta dalla guerra civile scoppiata in Mali nel 2012 e dall'imposizione della sharia da parte degli jihadisti. Durante gli scontri muore il padre di Sekou, mentre il fratello Ousmane, prima, e Sekou, dopo, fuggono in Italia. Segue così il doloroso cammino attraverso il Sahara, l'arrivo in Libia, la permanenza in una prigione, il viaggio in mare a bordo di un barcone e infine l'arrivo in un centro di accoglienza in Sicilia. Ripercorrendo l'avventurosa vita di Seikou, Rizzo racconta la guerra civile maliana, l'estremismo jihadista e la sharia, l'emergenza umanitaria in Africa, l'immigrazione in Italia e i legami con la Libia. Ma anche l'amore per i libri come strumento di emancipazione, memoria e testimonianza.
10,00

Come ape e fiore. Sui passi di Danilo Dolci

Vincenzo Di Paola, Vanessa Leone

Libro

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2019

"Cosa significa, per ciascuno di noi, la parola raccontare? Che cosa ci può essere di attraente, piacevole, o anche di necessario, in questa antichissima attività? Raccontiamo con le parole, con i suoni, con i disegni e i colori, con le immagini, la poesia, i gesti, con il silenzio... non sono veramente infiniti i modi del narrare? Talvolta occorre tornare su questi racconti, perché diventino l'occasione di manifestare ciò che di meglio abbiamo imparato: sapendo 'che purtroppo è sempre presente il rischio di dimenticare quanto si sa' (D. Dolci). Ma questo rischio a Mirto non c'è; vederlo ad ogni stagione vivo, colorato, arricchito di nuova linfa e nuove creature dà ulteriore speranza a ciò che ha cercato di esistere già oltre cinquant'anni fa. E questo piccolo libro ne è la più recente testimonianza." (Amico Dolci). Età di lettura: da 8 anni.
10,00

Andrea torna a settembre

Alessandro Gallo

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2014

pagine: 92

Da un terrazzo che si affaccia sul Villaggio Coppola, Andrea osserva i suoi clienti, coloro ai quali porta la spesa a domicilio, tutti i giorni. "Li spio la notte e li servo al mattino". Un'umanità che vive su un territorio sofferente: il Villaggio, prodotto dell'abusivismo, "le terre dei fuochi" di Castel Volturno, la via Domitiana, popolata dai molti migranti africani che hanno trovato lavoro nei campi avvelenati dalla camorra. Una realtà che Andrea e i suoi coetanei - Ugo, Mariolino, Assuntina, Maria - guardano con occhi offuscati dal bisogno e dal senso di giustizia. Ognuno dei ragazzi ha un vissuto travagliato, ma scopre poco a poco l'importanza dell'essere solidali. Spesso la scoperta è accompagnata da esperienze difficili da superare - quadri familiari dimezzati, la mano della crimininalità che si allunga sul quotidiano, l'integrazione faticosa degli amici africani - ma grazie soprattutto a un innato coraggio e a personaggi positivi che incarnano la voce del 'cambiamento', Andrea e i ragazzi del Villaggio Coppola cambieranno le geometrie della loro esistenza. A ripulire definitivamente il loro sguardo sarà la storia di Ugo, il pugile nigeriano del gruppo, che condurrà Andrea e Maria fino alle coste siciliane di PozzaIlo, dove impareranno che fare una scelta a favore della bellezza è possibile, anche in mezzo a tanti rifiuti; dove capiranno che si può stare con i piedi per terra, anche in mezzo a tanto mare.
12,00

Clodio

G. Middei

Libro: Copertina rigida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 400

Un romanzo storico che racconta la biografia di Publio Claudio, figura tra le più affascinanti e controverse dell'antichità romana: asceso al potere tra scandali e tradimenti, ha legato la sua vita ai momenti salenti della storia dell'Antica Roma.
18,00

La comune blu

Tonya Puleo

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 96

Un romanzo generazionale ambientato nei primi anni 2000 in cui cinque giovani donne, sulle note di Damien Rice, Dusty Springfield, Aretha Franklin, Elvis Costello, ricercano il loro io tra amori sbagliati, intense amicizie, esperienze omosessuali, scanzonate avventure e delusioni cocenti. "La comune blu" racconta la nascita e la fine dell'amicizia fra cinque ragazze siciliane poco più che trentenni: Fernanda Francesconi, Rosalia Deltaplani, Marina Spazzola, Susanna Noponte, Teresa Di Leo. Donne che amano donne e uomini, si pongono domande esistenziali, aspettano qualcosa che - forse - arriverà alla fine: anche grazie alla musica che ha un ruolo centrale nel romanzo, costellato com'è di brani italiani e internazionali. Accanto a loro, diversi altri personaggi, come Mirco, cuoco egocentrico che farà girare la testa a Di Leo e Noponte, il pianista logorroico (ex di Spazzola), Clarissa Cervi (idealizzata e desiderata da Deltaplani), il chitarrista rock Flaminio.
10,00

Di amori, di libri, di rivolte

Nuccio Pepe

Libro: Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2021

pagine: 87

Tra il 1860 e il 1866, il contadino Ascenzio e la contessina Cloe intessono un rapporto di appassionata amicizia. La relazione tra i due, in posizioni lontanissime della scala sociale nella Sicilia ottocentesca, si alimenta, da un lato, di una forte attrazione, acuita dalla consapevolezza di non potere dare libero avvio al sentimento; dall'altro, di una curiosità vivace per il mondo delle lettere. A fare da contraltare al tenero rapporto tra Ascenzio e Cloe, il contesto storico descritto con cura: sono anni di rivolte in Sicilia, si è a un passo dall'Unità d'Italia, e Garibaldi in persona, insieme ad altri personaggi realmente esistiti, come il generale Corrao, fa capolino tra le pagine del romanzo: "Di amori, di libri, di rivolte" è un romanzo storico al cui interno la storia d'amore si lega in modo indissolubile con la Storia d'Italia.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento