Il tuo browser non supporta JavaScript!

Morlacchi

Alle sorgenti di una regione: l'Umbria (1970-1990). Dal regionalismo nella Costituente alle stagioni della progettualità, nelle carte e racconti di alcuni protagonisti

Luciano Taborchi

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 352

Questo libro ripercorre, attraverso la genesi di una Regione, l'Umbria, una delle stagioni più feconde della Repubblica: quella del regionalismo e della crescita politica, economica e sociale di un territorio. Ne è protagonista una generazione di amministratori che accettò la sfida di dar vita al nuovo ente con spirito fortemente innovativo, trasfuso nella pianificazione e programmazione, nella partecipazione, nell'uso accorto delle attribuzioni legislative e amministrative, nell'ampia delega di funzioni agli enti locali. Speranzosi di interrompere il degrado e arretratezza in cui versava l'Umbria, e consapevoli di iniziare un percorso che poteva segnare una svolta per quei territori e popolazioni. Fu una stagione feconda, da ricordare con nostalgia per il modo in cui veniva ancora considerata e interpretata la politica.
20,00

Nella natura

Maurizio Musclot

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 188

L'opera è una raccolta "dinamica" di liriche, un work in progress il cui inizio coincide con l'età adolescenziale. Gli scritti, divisi in tre sezioni (qualcosa che sempre fugge, ci stiamo sognando, le fantasie hanno il nome dei ricordi) hanno come filo conduttore la descrizione, naif e spontanea, del rapporto tra il sé e la realtà esterna, rapporto che spesso funge da cassa di risonanza per le emozioni ma anche da potente valvola di sfogo e balsamo per le burrascose sensazioni e mareggiate della mente, tanto agghiaccianti quanto magiche e sensuali.
12,00

«Versi sfusi »di Francesco Curto fra riscontri e testimonianze

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 116

"Insomma: leggere "Versi sfusi" mi ha cambiato, un pochino. Forse anche di più. Mi ha fornito un senso di ribellione. E tanto basta. Inducendomi a trovare anche un po' di me. O a dire a Francesco: non sono d'accordo. Avanzandomi ipotesi che non pretendono verità. Ma scuotono. Generano, con l'autore, un cemento impastato con sorrisi e lacrime di rabbia e di gioia, di condivisione e di rimpianto. Facendoci inciampare nei nostri più reconditi pensieri. Fino a travolgerci. Sconvolgerci, qualche volta. E così quel libro che Francesco ci ha donato cessa di essere solo suo. Lo ha condiviso, spartito, distribuito un foglio a ciascuno, e - da questo momento in poi - nessuno potrà mai rubarglielo. Perché ne saremo tutti noi i custodi intransigenti. Perché solo nella condivisione un libro cessa di essere proprietà esclusiva dell'autore e diventa di tutti. Figlio, o padre. Chissà." (Sandro Allegrini)
12,00

CasermArcheologica. Luogo utopie possibili. 2018-2020. Almanacco. Volume 2

Laura Caruso, Ilaria Margutti

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 168

CasermArcheologica è un percorso di rigenerazione urbana che sta riqualificando l'ex Caserma dei Carabinieri di Sansepolcro, all'interno di Palazzo Muglioni, edificio storico nel centro urbano. Grazie ad uno straordinario movimento che coinvolge studenti delle Scuole Superiori, professionisti, imprenditori, Istituzioni e Fondazioni, l'Associazione CasermArcheologica ha riconsegnato alla Città due piani del palazzo, abbandonato e inutilizzato dagli anni '90, ora di nuovo accessibile come centro dedicato alle Arti Contemporanee e spazio di lavoro per giovani professionisti. CasermArcheologica è un'architettura di comunità, un edificio pubblico che ha le sue fondamenta in tutti coloro che se ne prendono cura. Questo Almanacco ne vuole raccontare il primo anno di vita.
30,00

Il ricordo dei defunti nella Volsinii imperiale: la necropoli della Castagneta dei Frati di Bolsena. Quaderni. Volume 24

Sistema Museale Lago di Bolsena

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 144

Il volume numero 24 dei Quaderni del Sistema museale del Lago di Bolsena segna simbolica-mente la chiusura di un ciclo e l'apertura di una nuova stagione per la collana di divulgazione scientifica promossa dal Simulabo. Il primo volume della serie, dato alle stampe nel 2005, venne realizzato a cura dell'allora direttore del Museo Territoriale del Lago di Bolsena Pietro Tamburini. Oggi, con Il ricordo dei defunti nella Volsinii imperiale: la necropoli di Castagneta dei Frati a Bolsena, torna protagonista il Museo Territoriale, e lo fa con il suo nuovo diretto-re, l'archeologo Paolo Binaco. Nel corso dei 17 anni trascorsi dalla pubblicazione del primo volume qualcosa è cambiato. È cambiato il Sistema, nella sua articolazione. A sottoscrivere l'atto istitutivo del Sistema furono 10 comuni, mentre oggi i comuni sono 13. Dai 10 musei inizialmente aderenti al circuito si è passati a 14 istituti, con l'ingresso, da ultimo, del Museo del vino di Castiglione in Teverina, e prima del Museo del brigantaggio di Cellere, del Museo naturalistico di Lubriano, del Museo della città di Acquapendente e dell'Acquario didattico.
20,00

Jean-Jacques Rousseau e noi. Identità, verità, riconoscimento

Roberto Gatti

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 226

Rousseau ha vissuto, sofferto e teorizzato, fino alla fine dei suoi giorni, aspetti e problemi dell'esistenza umana in un modo e con uno stile che non fanno avvertire per nulla al lettore il tempo passato da quando compose le opere politiche (il Discorso sulla disuguaglianza, quello sull'economia politica, per citarne solo due), il suo trattato pedagogico (l'Emilio), il suo romanzo epistolare Giulia o la Nuova Eloisa, i testi autobiografici (Le Confessioni, i Dialoghi, le Fantasticherie del camminatore solitario). Ha consegnato, anche a noi, che viviamo in questo travagliato nuovo millennio, ognuno dei temi che ha trattato con tutta la sua bellissima prosa e con la sua coinvolgente passione. Questo è il motivo per cui la sua fiducia nei posteri, espressa a più riprese nei Dialoghi, non può essere liquidata come se fosse un espediente retorico su cui possiamo sorvolare con disinvoltura. Come tutti i grandi classici, antichi, moderni, contemporanei, Rousseau ci trasmette non solo una filosofia, ma una responsabilità verso il nostro presente e il nostro futuro prossimo, verso ognuno di noi e verso una federazione di popoli che tarda purtroppo a nascere.
18,00

Le ragioni del veganesimo. Spiegate in modo obiettivo, razionale e soprattutto sereno

Roberto Caraceni

Libro

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 358

Di vegani e veganesimo si parla sempre di più, se ne discute animatamente. Ma spesso lo si fa a sproposito, senza le conoscenze necessarie a sviluppare una propria opinione che sia fondata sui fatti, sulla logica e sulla scienza, piuttosto che sull'emotività. Perché, invece, è proprio l'emotività che in genere guida le diatribe tra vegani e non. Questo libro intende fornire proprio le conoscenze necessarie a capire quali basi ci siano dietro al veganesimo e quali invece siano gli argomenti a supporto dei suoi detrattori. Per raggiungere tale obiettivo non può che avere un taglio razionale e scientifico, facendo riferimento a quasi trecento articoli e testi, per la maggior parte di provenienza scientifica. Le ragioni del veganesimo sono principalmente tre: etiche, salutistiche e ambientali. Sono questi, infatti, i tre argomenti trattati in dettaglio nel testo, che può rivelarsi utile sia ai non vegani che intendessero conoscere la reale architettura di questa ideologia, sia ai vegani stessi per avere una più ampia competenza in materia.
20,00

Indiscipline. Rivista di scienze sociali. Volume 2\1

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 252

La seconda annata della nostra rivista si apre con un monografico dedicato alla pandemia. Inevitabilmente, si potrebbe dire. In questi due anni pandemici, sono uscite numerose pubblicazioni e ricerche dedicate a questo tema e un po' tutte le discipline hanno affrontato la questione, partendo dai loro punti di vista specifici. Anche le scienze sociali si sono ritagliate un proprio spazio di approfondimento e di analisi. In effetti, nella preparazione del nostro monografico, abbiamo scoperto una mole talmente vasta di pubblicazioni che abbiamo subito rinunciato all'idea di farne una rassegna esaustiva. Paola Borgna, curatrice del monografico, ha scelto di presentare alcuni volumi o numeri monografici di riviste, puntando sulla eterogeneità dei contributi: si va da testi che partono da un punto di vista ampio e generale (Morin, Campi, Zizek); ad una ricerca empirica sui mesi di lockdown (Affuso, Parini, Santambrogio); fino a testi che affrontano aspetti inaspettati e interessanti, come l'immaginario pandemico o l'attualità dei Promessi sposi; e senza tralasciare una ricognizione su numeri monografici di riviste on line e su altri materiali digitali.
15,00

(As)saggi di letteratura italiana tinti di peruginità

Nuvoletta Giugliarelli

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 258

"Un'opera del genere si presenta come efficace esempio di mappatura. Accorta mediazione fra divulgazione alta e primo approccio per "curiosi" della nostra ricca tradizione letteraria: una proposta per stranieri, "principianti" che intendano coniugare un avvicinamento all'Italiano col valore aggiunto della conoscenza del geist linguistico e antropologico perugino. Oltre che una vera "chicca" per quanti amano e sostengono il valore del dialetto d'Euliste, come noi dell'Accademia del Dónca, solido presidio di peruginità." (Sandro Allegrini)
18,00

Scuola e formazione. Dieci anni di attività. Centro di iniziativa democratica degli insegnanti. Sede di Perugia

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 208

In questo volume trovate alcuni frammenti per una narrazione dei dieci anni del Cidi di Perugia. È un compagno importante, specialmente considerando come sono cambiati nel frattempo la scuola, il paese, gli stessi alunni. Ma il mio compito non è parlare di questo: nelle pagine che seguono troverete una serie di testimonianze e riflessioni che rappresentano molto meglio di qualunque analisi l'esperienza attraversata. Io vorrei presentare le ragioni a sostegno di una permanenza: discutere delle ragioni che ci devono spingere ad esserci ancora, domani più di oggi, per altri compleanni benché il clima nella scuola, nel frattempo, sia molto cambiato e il bisogno di partecipazione in gran parte smarrito. Una associazione come il Cidi ha un altro ruolo e compiti rispetto a un ordine professionale e di conseguenza si trova a muoversi sempre su un crinale molto stretto. Da un lato deve esprimersi nelle quotidiane battaglie che di volta in volta la scuola deve intraprendere, ma nello stesso tempo deve restare capace di assumere una prospettiva più ampia, che le garantisca di non smarrire il proprio orizzonte sulla scuola.
15,00

Spinelli lirico. Percorso poetico perugino in 100 passi

Sandro Allegrini

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 178

Le pagine di Claudio Spinelli, da me selezionate in questa antologia, hanno trovato un ubi consistam. Credo, infatti, che rispondano perfettamente alla definizione di lirico, inteso come appartenente a un genere letterario nel quale il componimento poetico esprime in modo soggettivo il sentimento dell'autore, attraversando epoche e territori vastissimi, reali e metaforici. Consentendo, nel contempo, a ciascuno di noi di riconoscerci. E la lettura ci commuove: ossia genera un moto dell'anima sintonico con quello dell'Autore. Che è proprio il compito della poesia.Perché, oltre alla caratura della sua pagina, Claudio ha conferito alla parola poetica uno spessore etico universale, direi quasi pedagogico (da maestro qual era, non solo nel titolo, ma per intima vocazione). Meriti che vanno ben al di là di una connotazione 'minore', fondamentalmente irrispettosa dei valori letterari che meritano un'adeguata e onesta storicizzazione.
15,00

La luce e la caverna cosmica. Spengler, Meyer e la Kultur magico-araba

Francesco Gagliardi

Libro: Copertina morbida

editore: Morlacchi

anno edizione: 2022

pagine: 230

Pubblicato da Oswald Spengler nel 1922 il secondo volume di Der Untergang des Abendlandes, subito definito "l'opera atea di un tempo ateo", include un lungo capitolo, intitolato "Problemi della civiltà araba", che risulta decisivo per una comprensione della concezione morfologico-discontinuista che della storia mondiale Spengler propone. Individuando nell'inizio dell'era cristiana tanto la nascita di una nuova civiltà, quella "magico-araba", quanto il tramonto del mondo antico, animicamente esaurito con la crisi della res publica romana e l'avvento del "cesarismo", Spengler intende dimostrare come anche la civiltà occidentale-faustiana sia destinata ad un inevitabile, "cesaristico" tramonto. Avrebbe determinato l'intervento dello storico antichista Eduard Meyer, che in una lunga e densa recensione doveva mettere a fuoco tanto gli innegabili pregi, quanto gli evidenti limiti di un'opera destinata ad alimentare una considerazione "entropica" delle civiltà che caratterizzano la storia. Spengler allude ad un "terzo Cristianesimo" che, dopo il primo della civiltà magico-araba e il secondo di quella occidentale-faustiana, dovrebbe presentarsi come una nuova, problematica civiltà "russa".
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.