Il tuo browser non supporta JavaScript!

Manfredi Edizioni

Adesso parlo io

Francesco Boni

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 196

Sempre più spesso si sente parlare di "Mondo dell'arte": come fosse un pianeta diverso e lontano, un sistema con le proprie regole e i propri valori. La bellezza può attrarre istintivamente il nostro occhio e la nostra mente ma conoscerla veramente, in tutti i suoi aspetti, non è un'impresa semplice. Certamente può essere prezioso, però, prendere in prestito lo sguardo di chi questo mondo così particolare lo ha abitato per tutta la sua esistenza. Francesco Boni ci è praticamente nato, lo ha respirato fin da bambino e ci ha trovato poi una professione già dall'adolescenza. Ecco allora un'esperienza diretta, sul campo, con pochi eguali: come una chiave, in grado di aprire al lettore le porte più segrete e nascoste. Da lì escono piccoli affreschi di storie, aneddoti, pezzi di vita vera in grado di trasportarci dentro gli studi dei pittori che hanno fatto la storia, così come dietro le quinte di chi fa questo mestiere, ne comprende le difficoltà e il fascino.
20,00

Arte e territorio 1968-2020. Ediz. italiana e inglese

Ugo La Pietra

Libro

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 192

All'interno del sistema dell'arte mi sono impegnato per molti anni affinché si potesse passare dalla pratica di arte nel sociale (opere nate quasi sempre all'interno di gallerie e musei, e quindi collocate nello spazio urbano) ad una ipotesi di arte "per" il sociale. L'arte per il sociale passa attraverso una serie di pratiche ma la prima, e più importante di queste, è sicuramente la "decodificazione": pratica facilmente espressa, e quindi comprensibile, attraverso lo slogan "Abitare è essere ovunque a casa propria", che ho realizzato attraverso un intervento di segnaletica urbana negli anni Sessanta/ Settanta. [...]
28,00

Lorenzo Puglisi. Il grande sacrificio

Giovanni Gazzaneo

Libro: Copertina rigida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2019

"L'artista non ci offre una forma definitiva ma il generarsi della forma, che è poi il senso di questo contemplare il passato: l'opera non è morta, l'opera è viva, è feconda e il suo splendore attraversa i secoli e continua a illuminare gli uomini e il tempo. Uno splendore che si fa abbagliante in un'icona come l'Ultima Cena di Leonardo. A lei Puglisi ha voluto dedicare Il Grande Sacrificio, l'opera più imponente da lui realizzata. Scrive il poeta Davide Rondoni: «Il Grande Sacrificio nasce come doppia sfida. Perché dialoga con un capolavoro, e soprattutto perché da lì muove, sfidando ogni oscurità possibile - quella della vanità del sacrificio, come quella della vanità del tutto, compresa l'arte intera - per far emergere poco più di un segno, poco meno di un disegno o rilievo. Insomma, quasi balbettando da un nuovo sempre più estremo inizio»."
20,00

Andrea Facco. Elogio della pittura. Ediz. italiana e inglese

Daniela Ferrari

Libro: Copertina rigida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 224

È un elogio della pittura, quindi, il suo; un'apologia che ha il sapore dell'inattualità, in alcuni casi, articolata in sequenze, brani di un discorso amoroso che ha avuto inizio per Facco dai tempi lontani dei primi disegni e che si è fatto via via più complesso, man mano che la sua mente entrava nel dispositivo pittorico scomponendo il meccanismo che lo regola. Per farlo l'artista ha avuto bisogno di sondare le diverse figure retoriche che regolano il nostro approccio percettivo all'idea di quadro, spaziando nei percorsi della storia dell'arte per fermarsi e approfondire un tema quando i suoi occhi incontravano un artista o un'opera che potessero fargli gioco. Non a caso, per spiegare il modus operandi di Facco, utilizziamo questa espressione. Egli gioca infatti mischiando i ruoli e le regole della dimensione pittorica con la disinvoltura di chi ne padroneggia i segreti e fa giocare noi, in qualità di spettatori, muovendo il nostro sguardo come farebbe uno scacchista esperto che dirige le sorti della partita prevedendo le mosse dell'avversario. [...]
25,00

Loris Cecchini. Hypermeasures. Ediz. italiana e inglese

Loris Cecchini

Libro: Copertina rigida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 72

Nel giugno del 2019 si è tenuta nel Piano Nobile di Palazzo Collicola a Spoleto la mostra personale di Loris Cecchini dal titolo Hypermeasures, occasione per cui l'artista ha realizzato l'opera Waterbones (sequence 105), scultura modulare in acciaio composta da circa cento elementi e collocata sulla base esterna del museo. Rimasta in comodato al museo per un anno, la scultura ha partecipato, su domanda del Comune di Spoleto, al bando PAC (Piano per l'arte contemporanea) della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, risultando tra le vincitrici ed entrando così a far parte della collezione permanente del museo. Il catalogo, con testi di Marco Tonelli (Direttore artistico di Palazzo Collicola) e Lorenzo Fiorucci (Responsabile progetti speciali di Palazzo Collicola), documenta l' esposizione del 2019 e in particolare la scultura Waterbones (sequence 105) esposta, con un apparato fotografico che ripercorre l'attività dell'artista dedicata nel corso degli ultimi 20 anni a questa affascinante tipologia di opere, organiche e artificiali allo stesso tempo, imprevedibili e rizomatiche.
18,00

Materia Nova. Ultime generazioni a confronto

Massimo Mininni

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 128

[...] Alcune periferie hanno riscoperto il colore, la street art, esibiscono oggi immagini attrattive sulle pareti degli edifici, a rallegrare aree del tutto prive altrimenti di elementi accattivanti, di segni particolari. È quello che sta caratterizzando Roma in questi ultimi anni, dove la nascita di gruppi di artisti visivi riuniti in spazi industriali suburbani dismessi, convertiti in spazi di lavoro (artist-run spaces), sta modificando le periferie della capitale in veri e propri contesti culturali, fertili luoghi dove gli artisti trovano lo spazio per potersi affermare riuscendo così a plasmare il substrato creativo di tutta la città. Una nuova generazione che sperimenta non solo pittura, scultura o fotografi a, ma anche pratiche performative e mediali, spostandosi con disinvoltura dall'ambito dell'arte contemporanea a quelli del teatro, della televisione, della musica, del design e della comunicazione visiva: Castro, Condotto48, Officina, Ombrelloni, Paese Fortuna, Post-ex, Spazio Mensa, Spazio in situ, sono gli studi collettivi che si è scelto di rappresentare. [...]
28,00

Alberto Sughi. Reimmaginare Dante

Serena Sughi

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 112

La mostra curata dall'Archivio Sughi e allestita nello spazio espositivo Arte32 di Forlì, con un profilo prevalentemente documentario, ha proposto una sintesi di questo legame, espresso in un centinaio di realizzazioni del maestro: studi, disegni, dipinti su tela, opere grafiche. Accanto alle litografie eseguite nel 2004 per la Divina Commedia nella edizione FMR Scripta e alle riproduzioni delle opere appartenenti ai tre cicli del 2002, intitolati Dipinti per la Vita Nuova, i Ritratti immaginari di Dante e Dante tra di noi, saranno presenti gli scritti, le riflessioni, le conversazioni con l'amico Sergio Zavoli, i libri di argomento dantesco della biblioteca dell'Archivio, i saggi di Sanguineti e di Eliot a testimonianza dell'intensità intellettuale con cui Sughi intraprese il suo viaggio pittorico dedicato a Dante. L'impegno di Sughi nell'affrontare i testi di Dante, come egli stesso ebbe a dire, fu quello di non allontanarsi troppo dalla sua pittura, cercando all'interno della sua ricerca, gli strumenti per offrirne una possibile lettura visiva.
20,00

Shipwrecks-Naufragi

Alessandro Cipriani, Giulio Latini

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 128

"Il radicale naufragio del nostro esistere". Così Giulio Latini, nella conversazione con Lorenzo Madaro qui pubblicata, descrive, in una battuta tanto complessa quanto diretta, la condizione esistenziale che trapela, trasuda, da ogni inquadratura della trilogia video Shipwrecks/Naufragi, opera oggetto di questo libro/catalogo. Un oggetto libro che ha l'obiettivo di racchiudere più di venti anni di lavoro e una produzione sviluppata in molte fasi diverse, qui ben documentate e accompagnate dai testi di eminenti studiosi come Guido Barbieri, Giovanni Bietti, Laura Cherubini, Marco Maria Gazzano, Lorenzo Madaro.
20,00

IX Premio Fondazione VAF-Stiftung. Ediz. italiana e tedesca

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 168

È per me un grande piacere scrivere queste righe di prefazione al nuovo catalogo del Premio 2021/2022 - esse infatti significano che il Premio, nonostante le difficoltà, quest'anno ha luogo. Dopo l'ultima edizione del Premio, ancora organizzata e inaugurata dal nostro stimato Dr. Klaus Wolbert, che purtroppo è mancato, è toccato a me prendere il suo posto. E parlo solo di posto a ragion veduta, perché è quasi impossibile raccogliere il testimone di quella che era tutta l'ampiezza delle sue competenze e conoscenze.
20,00

Mario Sironi. La poetica del Novecento. Opere dalle collezioni di Margherita Sarfatti e Ada Catenacci

Fabio Benzi

Libro

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 136

Questa è una mostra piuttosto speciale di Mario Sironi. Presenta prevalentemente delle opere che provengono da due collezioni che furono tra le più significative di arte italiana del XX secolo. La prima è quella di Margherita Sarfatti. Non v'è chi non sappia quanto la grande critica d'arte nativa di Venezia, poi naturalizzata milanese e infine romana, fu determinante per la storia dell'arte del secolo passato. [...] Margherita lo riteneva il più grande artista italiano della sua epoca, lo amava al punto da collezionarne diecine anzi centinaia di opere, selezionatissime. La seconda è quella di Ada Catenacci, con la quale Sironi era in rapporti d'amicizia, e a cui ella era solita commissionare opere specifiche proprio grazie alla consuetudine con l'artista. [...] Ma non era Sironi, come nel caso della Sarfatti, l'unico artista rappresentato nella straordinaria collezione Catenacci: nella sua raccolta figuravano capolavori di Casorati, Wildt, Arturo Martini, ecc. A questi due gruppi di opere sironiane, già selezionati attraverso gli occhi di due tra le maggiori intelligenze collezionistiche del tempo, sono stati aggiunti capolavori che la Galleria Russo ha trattato negli ultimi anni.
25,00

Carla Tolomeo. Manual de Zoología Fantástica. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 96

"Il cammino è iniziato da un incontro cui è seguita la lettura appassionata; dai versi sono scaturite le immagini che hanno coperto infiniti fogli di carta, poi sono diventate oggetti in ceramica, in marmo, in legno e stoffa sempre carichi dell'incanto e delle nostalgie delle mille vite da vivere ancora. Per un mondo immaginato, per ricordi lontani, per dolori e dolcezze evocate da una parola. Borges è sempre presente in questo itinerario di ricerca, nei petali della rosa come nell'oro delle tigri, la Tolomeo attraversa gli incanti con la sapienza di chi sa di aver vissuto e con l'innocenza di chi scopre il mondo sensibile, le sue mani hanno l'abilità di tradurre nella materia quel che prima esisteva nell'aria o sulla carta; così nascono i "Bestiari"... uno, due, tanti e sempre differenti perché ogni volta Borges rivela e si rivela con un'emozione differente che l'artista coglie e traduce in un linguaggio assolutamente personale. Apparentemente facile, in verità criptico, frutto della sua grande cultura e della sua fame di conoscenza, della sua curiosità verso la vita che la rende un personaggio unico nel mondo dell'arte contemporanea."
30,00

Alto Liccio. L'arazzo tra passato presente e futuro

Sergio Nannicola

Libro: Copertina morbida

editore: Manfredi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 112

«Come ideatore e coordinatore del progetto "Alto Liccio - L'arazzo tra passato, presente e futuro", inizio col ringraziare la Presidenza e la Direzione dell'Accademia di Belle Arti di Brera, la direttrice di Scuola Maria Cristiana Fioretti e tutti i colleghi, le studentesse e gli studenti che hanno condiviso e sostenuto il progetto. Un ringraziamento speciale a Massimo Bilotta, Caterina e Franca Alcaro dell'Arazzeria Scassa che hanno ospitato il nostro workshop. Adesione che tra le altre cose significa dare sostegno e continuità a quell'idea di arte che oggi si nutre ancora di tecniche e strumenti provenienti dalla tradizione secolare italiana.»
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.