Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Lotta Comunista

I lavoratori europei tra pandemia e guerra

I lavoratori europei tra pandemia e guerra

Donato Bianchi

Libro: Libro in brossura

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2024

pagine: 532

Il 2020 si è annunciato con la pandemia secolare, un colpo di maglio sulla classe, che ha pagato duramente su vari fronti. Appena superato il picco pandemico, la guerra è tornata in Europa, ponendo all'ordine del giorno la battaglia internazionalista. L'accento è andato subito al contenuto di classe di quella come di ogni guerra. Un elemento che accompagna tutte le riflessioni del periodo, e anche il nostro intervento in ambito sindacale, è l'impegno per un vero sindacato europeo, in grado di dare un respiro continentale alle rivendicazioni dei lavoratori. Alla base di questo impegno c'è la consapevolezza del ruolo inderogabile del partito leninista per la difesa degli interessi anche immediati, ma soprattutto storici, della classe. Resta valida l'indicazione di Cervetto del 1980: "Ci organizziamo per realizzare l'unità politica della classe attorno al Partito, e non intorno al sindacato, perché questo porta avanti gli interessi delle categorie". E ancora: "Occorre fare il doppio lavoro. Non siamo sindacalisti, siamo attivisti in campo sindacale. [...] Noi di professione siamo rivoluzionari".
20,00
Guerre della crisi dell'ordine

Guerre della crisi dell'ordine

Guido La Barbera

Libro: Libro in brossura

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2024

pagine: 378

Perché distinguiamo la guerra d'Ucraina e anche la guerra di Gaza come "guerre della crisi dell'ordine"? La differenza è nella "nuova fase strategica" che si è aperta col nuovo secolo, e nella condizione della bilancia di potenza globale trasformata e scossa dall'ineguale sviluppo. Pechino oggi è rivale effettiva per gli Stati Uniti, in grado di rivendicare la revisione del vecchio ordine e di istituzioni i cui assetti risalgono alla fine del secondo conflitto mondiale. È la "crisi dell'ordine", appunto. Su questa base, valutando i piani di riarmo cinese di qui al 2035 e vagliando le stesse previsioni delle centrali strategiche della classe dominante, abbiamo ipotizzato due possibili sviluppi: una serie di conflitti parziali, concatenati a segnare anni di "inedite tensioni", oppure il deflagrare di una grande guerra tra grandi potenze. Il primo corno della nostra ipotesi strategica è confermato, le "guerre della crisi dell'ordine" sono in corso. Se ciò non esclude affatto per il futuro il secondo sviluppo, la rottura dell'ordine in una grande guerra, si tratta di valutare con attenzione e precisione scientifica, oggi, le nuove ideologie della guerra che vanno montando, scovandone obiettivi politici e finalità strategiche. Non è ancora il punto d'arrivo della rottura dell'ordine. Ma è il colpo d'inizio della sua crisi.
20,00
Scienza e lotta. Percorsi di lettura dalle introduzioni ai volumi delle «Opere» di Marx ed Engels

Scienza e lotta. Percorsi di lettura dalle introduzioni ai volumi delle «Opere» di Marx ed Engels

Libro: Prodotto composito per la vendita al dettaglio

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2023

pagine: 1104

Abbiamo completato la pubblicazione dei 50 volumi delle "Opere" di Marx ed Engels. Un risultato di grande importanza per il movimento operaio italiano, che potrà affrontare le tempeste dei prossimi decenni con una bussola irrobustita. Questa raccolta di Introduzioni ai volumi aiuta a seguire il filo rosso che tiene strettamente cuciti assieme lo scavo scientifico dei due rivoluzionari con le lotte del giovane proletariato europeo, che poté sempre contare su Marx ed Engels per strumenti concettuali, schemi strategici e il loro contributo in prima persona anche nelle questioni più minute della lotta di partito. Per noi si tratta di impugnare la concezione materialistica e il metodo marxista per affrontare gli anni burrascosi di un disordine multipolare che si dispiega fra l'attuale crisi dell'ordine e la sua inevitabile rottura.
30,00
Opere scelte

Opere scelte

Karl Marx, Friedrich Engels

Libro: Libro in brossura

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2023

pagine: 1370

Con la pubblicazione delle "Opere" di Marx ed Engels in 50 volumi, per la prima volta, a ben più di un secolo e mezzo dal "Manifesto" del 1848, il movimento operaio italiano ha a disposizione la traduzione degli scritti maggiori dei fondatori del materialismo storico. Abbiamo ritenuto che fosse venuto il momento di dare alle stampe una scelta di scritti tratta dai volumi delle "Opere". Le "Opere scelte" si rivolgono alla sempre più vasta platea di giovani studenti e di giovani lavoratori che si sta avvicinando al marxismo, anche attraverso il volontariato dei Circoli Operai e che adesso può trovare nella presente raccolta materiale per lo studio e l'approfondimento. C'è una giovane generazione di proletari che è capace di mettere via lo smartphone per addentrarsi in una lettura profonda che coltiva la riflessione e l'arte di lavorare coi concetti. È in questo spirito, che fu quello dei suoi fondatori, che affidiamo queste pagine scelte del materialismo storico e dialettico alle nuove generazioni.
20,00
Democrazia imperialista in Cina. Dilemmi del pluralismo a partito unico

Democrazia imperialista in Cina. Dilemmi del pluralismo a partito unico

Giulio Motosi

Libro: Copertina morbida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 378

Tutti i grandi rivoluzionari attribuirono alla Cina l'importanza strategica che le spetta. Nella visione di Marx ed Engels, la collisione storica con l'Inghilterra trascinò il vecchio "fossile vivente" nello sviluppo del bacino del Pacifico, convalidando l'universalità delle leggi di sviluppo del capitalismo e gettando contemporaneamente le basi dell'esaurimento del suo ruolo storico nella successione dei modi di produzione della società divisa in classi. Lo sviluppo capitalistico produceva in Cina le classi e le frazioni di classe. Iniziava in Cina la storia borghese, che è storia internazionale. Il criterio scientifico di fondo per la sua analisi è la storia del rapporto tra le frazioni borghesi e le correnti politiche, nella dialettica dei loro interessi generali e particolari. Data la dimensione continentale cinese, si tratta necessariamente di frazioni e correnti regionali. A loro volta, frazioni e correnti politiche cercano espressione nelle sovrastrutture che si trovano davanti, trasformano, riempiono e anche creano all'interno dell'involucro cinese. Si tratta allora di indagare questo processo politico con i nostri strumenti di analisi politica marxista.
20,00
Opere. Volume 35\3

Opere. Volume 35\3

Karl Marx

Libro: Copertina rigida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 560

Le "Teorie sul plusvalore" fanno parte dei ventitré quaderni, scritti tra il 1861 e il 1863 da Marx e su cui lavorò Engels per estrarre il Secondo e il Terzo Libro del "Capitale". In queste pagine si trovano le sintesi, le comparazioni e le riflessioni che Marx condusse sulle opere di decine di economisti borghesi che nel precedente secolo e mezzo avevano affrontato l'enigma del capitale e le origini del plusvalore. Sono il risultato di studi ventennali, iniziati nel 1844 a Parigi e distillati negli anni con rigore scientifico. Per chi desidera conoscere e capire il ruolo e i limiti della scienza economica della borghesia prima e dopo la sua conquista del potere politico, la lettura delle pagine di Marx non ha sostituti. Sul piano teorico, la storia delle "teorie sul plusvalore" è una splendida applicazione del materialismo storico al campo delle relazioni fra le classi principali e dei riflessi che le loro lotte hanno avuto nella formazione del pensiero economico. Sul piano politico, pone il concetto del "plusvalore" come una netta linea di demarcazione con l'opportunismo. La battaglia teorica delle "Teorie sul plusvalore" ha ancora molto da insegnare alle nuove generazioni del marxismo.
30,00
La Russia in guerra nella crisi dell'ordine

La Russia in guerra nella crisi dell'ordine

Donato Bianchi

Libro: Copertina morbida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 454

La "Russia in guerra" non è un titolo a effetto, ma la sintesi di un elemento caratterizzante della politica russa nel passato quindicennio. Questo si intreccia, e a volte si attorciglia, con altri elementi: uno su tutti, la non superata dipendenza di Mosca dal settore energetico. Un altro filone riguarda la forma statale. La semplificazione ricorrente è quella dell'autoritarismo contrapposto alla democrazia occidentale. Posto che i comportamenti autoritari nel sistema politico russo sono evidenti, più utile è individuarne le determinanti. Allo scopo è sicuramente più efficace la concezione marxista, che rimanda alle "variazioni e gradazioni" della democrazia. È in questo quadro che si può collocare il concetto di "democrazia sovrana", come si autodefinisce la specifica forma politica russa, nella quale non va perso il nesso con le relazioni internazionali. Questo è lo Stato imperialista russo, oggi impegnato nella guerra di spartizione dell'Ucraina. Con questa forma politica la classe dominante russa cerca di far valere i propri interessi imperialistici nell'epoca di "inedite tensioni" che abbiamo davanti: con quali risultati sarà il tempo a dirlo.
20,00
Opere. Volume 33\1

Opere. Volume 33\1

Karl Marx

Libro: Copertina rigida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 514

Le "Teorie sul plusvalore" fanno parte dei ventitré quaderni, scritti tra il 1861 e il 1863 da Marx e su cui lavorò Engels per estrarre il Secondo e il Terzo Libro del "Capitale". In queste pagine si trovano le sintesi, le comparazioni e le riflessioni che Marx condusse sulle opere di decine di economisti borghesi che nel precedente secolo e mezzo avevano affrontato l'enigma del capitale e le origini del plusvalore. Sono il risultato di studi ventennali, iniziati nel 1844 a Parigi e distillati negli anni con rigore scientifico. Per chi desidera conoscere e capire il ruolo e i limiti della scienza economica della borghesia prima e dopo la sua conquista del potere politico, la lettura delle pagine di Marx non ha sostituti. Sul piano teorico, la storia delle "teorie sul plusvalore" è una splendida applicazione del materialismo storico al campo delle relazioni fra le classi principali e dei riflessi che le loro lotte hanno avuto nella formazione del pensiero economico. Sul piano politico, pone il concetto del "plusvalore" come una netta linea di demarcazione con l'opportunismo. La battaglia teorica delle "Teorie sul plusvalore" ha ancora molto da insegnare alle nuove generazioni del marxismo.
30,00
Opere. Volume 34\2

Opere. Volume 34\2

Karl Marx

Libro: Copertina rigida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 636

Le "Teorie sul plusvalore" fanno parte dei ventitré quaderni, scritti tra il 1861 e il 1863 da Marx e su cui lavorò Engels per estrarre il Secondo e il Terzo Libro del "Capitale". In queste pagine si trovano le sintesi, le comparazioni e le riflessioni che Marx condusse sulle opere di decine di economisti borghesi che nel precedente secolo e mezzo avevano affrontato l'enigma del capitale e le origini del plusvalore. Sono il risultato di studi ventennali, iniziati nel 1844 a Parigi e distillati negli anni con rigore scientifico. Per chi desidera conoscere e capire il ruolo e i limiti della scienza economica della borghesia prima e dopo la sua conquista del potere politico, la lettura delle pagine di Marx non ha sostituti. Sul piano teorico, la storia delle "teorie sul plusvalore" è una splendida applicazione del materialismo storico al campo delle relazioni fra le classi principali e dei riflessi che le loro lotte hanno avuto nella formazione del pensiero economico. Sul piano politico, pone il concetto del "plusvalore" come una netta linea di demarcazione con l'opportunismo. La battaglia teorica delle "Teorie sul plusvalore" ha ancora molto da insegnare alle nuove generazioni del marxismo.
30,00
Opere complete. Volume 47

Opere complete. Volume 47

Karl Marx, Friedrich Engels

Libro: Copertina rigida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 734

Il volume copre un periodo su cui si stende la lunga bonaccia seguita in Europa alla guerra franco-prussiana, segnato da pochi avvenimenti storici di rilievo. Occorreva l'occhio scientifico di Engels per scorgere, dietro l'apparente schiarita della storia, l'accumulo dei fattori che avrebbero portato alla catastrofe della Prima guerra mondiale. Questo volume del carteggio è il primo in cui figurano solo scritti di Engels. La morte di Marx, nel marzo 1883, ha interrotto quattro decenni di sodalizio scientifico e rivoluzionario. La lettura non lascerà sussistere dubbi sul fatto che l'intensa attività teorica di Engels è tutta concepita in funzione dell'"agitazione pratica". Le lettere testimoniano, quindi, non solo il fondamentale impegno nello sviluppo della scienza, che va oltre la rigorosa sistemazione dell'opera di Marx, ma anche un'enorme quantità di lavoro rivolto alle avanguardie rivoluzionarie dei vari paesi, con i problemi posti dai vari stadi di sviluppo del movimento. A Lenin non sfuggirà il nesso che lega i successi organizzativi della socialdemocrazia tedesca alla scienza, e porrà quest'ultima a fondamento della sua concezione di partito.
30,00
Lotta Comunista. Annata 2021

Lotta Comunista. Annata 2021

Libro: Copertina morbida

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 762

Il volume raccoglie i 253 articoli pubblicati su Lotta Comunista da gennaio a dicembre 2021, corredati da una cronologia e da indici delle materie, dei nomi, dei soggetti economici. All'indirizzo www.edizionilottacomunista.com sono disponibili gli Indici cumulativi 2000-2021.
15,00
Opere complete. Volume Vol. 30

Opere complete. Volume Vol. 30

Karl Marx

Libro: Libro rilegato

editore: Lotta Comunista

anno edizione: 2022

pagine: 900

Se "Il capitale" rimane un testo inaggirabile per ogni rivoluzionario che voglia dare solide basi alla propria passione, lo si deve a un metodo di analisi che, come scrisse Lenin, "ha dato un criterio completamente oggettivo, discriminando i rapporti di produzione come struttura della società e dando la possibilità di applicare a questi rapporti quel criterio scientifico generale della reiterabilità, la cui applicazione alla sociologia era negata dai soggettivisti. […] Marx non si limitò alla sola "teoria economica" nel senso abituale della parola, […] investigò ciò nondimeno sempre e dappertutto le sovrastrutture corrispondenti a questi rapporti di produzione, rivestì lo scheletro di carne e di sangue. Se "Il capitale" ebbe un successo così gigantesco, è perché questo libro di un "economista tedesco" mostrò al lettore tutta la formazione sociale capitalistica come una cosa viva, con i suoi aspetti della vita quotidiana, con le manifestazioni sociali concrete dell'antagonismo delle classi inerenti ai rapporti di produzione". Il volume è introdotto dal primo capitolo di "Lotte di classe e Partito rivoluzionario" di Arrigo Cervetto, in cui sono riprese le tesi di Lenin sull'opera di Marx.
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.