Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Longo Angelo

Ravèna e al su stôri-Ravenna e le sue storie

Ravèna e al su stôri-Ravenna e le sue storie

Mauro Mazzotti

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2024

pagine: 336

18,00
Ravenna studi e ricerche. Volume Vol. 29

Ravenna studi e ricerche. Volume Vol. 29

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2024

pagine: 356

30,00
Dante controcorrente

Dante controcorrente

Lino Pertile

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2023

pagine: 438

36,00
Dante e la poesia in volgare del Due e Trecento

Dante e la poesia in volgare del Due e Trecento

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2023

pagine: 168

25,00
Letture classensi. Studi danteschi. Volume Vol. 51

Letture classensi. Studi danteschi. Volume Vol. 51

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2023

pagine: 136

20,00
Il caso dell'Orlando laurenziano

Il caso dell'Orlando laurenziano

Franca Strologo

Libro

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2023

pagine: 502

38,00
Libri e lettori al tempo di Dante. La biblioteca di Santa Croce in Firenze
24,00
La mondializzazione di Dante. Volume Vol. 1

La mondializzazione di Dante. Volume Vol. 1

Libro: Copertina morbida

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2022

pagine: 286

24,00
Letture classensi. Studi danteschi. Volume Vol. 50

Letture classensi. Studi danteschi. Volume Vol. 50

Libro: Copertina morbida

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2022

pagine: 131

20,00
Passioni e ideali. Ricordando personaggi delle «Ville Unite»

Passioni e ideali. Ricordando personaggi delle «Ville Unite»

Sauro Mattarelli, Nevio Spadoni

Libro: Copertina morbida

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2022

pagine: 126

14,00
«Per raggio di stella». Cecco d'Ascoli e la cultura volgare tra Due e Trecento

«Per raggio di stella». Cecco d'Ascoli e la cultura volgare tra Due e Trecento

Sara Ferrilli

Libro: Libro in brossura

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2022

pagine: 398

«Virtù s'acquista per raggio di stella»: con questo verso, dal tono gnomico, Cecco d'Ascoli condensa nel secondo libro dell'Acerba la sua definizione della virtù, individuando nella favorevole disposizione astrale le prerogative dei diversi temperamenti umani. Esso simboleggia una riflessione che investe tanto l'attività accademica dello Stabili, quanto la sua opera letteraria, e che racchiude le molteplici chiavi di lettura a cui la sua produzione può essere sottoposta. Con l'Acerba Cecco intende fornire una summa del sapere enciclopedico del Trecento ed espandere il proprio pubblico, prettamente universitario, mediante l'uso del volgare. Oltre all'astronomia e all'astrologia, ambiti prediletti dall'autore, vi si trovano infatti questioni morali, problemi medici e dottrinali, nonché una complessa e a tratti contraddittoria riflessione politica sull'Italia del primo Trecento. Il dialogo con accademici e letterati è uno snodo fondamentale dell'esposizione ed esso delinea al contempo un panorama intellettuale variegato, soprattutto a Bologna, in cui Cecco rivestì un ruolo di primo piano. È proprio dall'approccio dialettico, suggerito dallo stesso autore, che questo libro intende partire per tracciare la biografia di un personaggio da subito divenuto leggendario, ed esplorare i grandi temi che emergono dalla lettura delle sue opere. Oltre all'ombra imponente di Dante, fondamentale contrappunto stilistico e filosofico, spiccano infatti le menzioni di Cavalcanti, Cino da Pistoia, Dino del Garbo, così come le spie testuali che aiutano a ricostruire la biblioteca stabiliana. Ne consegue che nella produzione di Cecco non c'è solo l'impronta dell'eretico perseguitato, del negromante o del feroce contestatore di Dante, ma soprattutto quella del poeta-docente, che rilegge il suo tempo attraverso la lente del determinismo astrologico e difende caparbiamente la propria categoria professionale.
24,00
Dante, l'Umbria e i santi. Atti delle giornate di studio di Foligno e Assisi (13-16 aprile 2021)

Dante, l'Umbria e i santi. Atti delle giornate di studio di Foligno e Assisi (13-16 aprile 2021)

Libro: Copertina morbida

editore: Longo Angelo

anno edizione: 2022

pagine: 174

Nel corso del 2021, settimo centenario della morte di Dante Alighieri, numerose città e regioni d'Italia si sono impegnate in celebrazioni specifiche, per ripercorrere le tante testimonianze pervenuteci seguendo nuovi metodi critici o per proporre nuove riflessioni e nuovi documenti. Così è stato fatto anche a Foligno e Assisi in una serie di incontri tenutisi fra il 13 e il 16 aprile. I contributi, che hanno avuto come tema generale Dante, l'Umbria e la santità, hanno coniugato l'analisi puntuale di passi della Divina commedia dedicati ad aspetti della santità, in particolare francescana, con ampi panorami storico-biografici, letterari e artistici. Uno spazio speciale è stato riservato alla trasmissione dei testi danteschi, avvenuta mediante preziosi manoscritti o attraverso la celeberrima princeps fulignate del poema sacro.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.