Il tuo browser non supporta JavaScript!

Logos

Artemisia Gentileschi

Anna Paolini

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

Artemisia Gentileschi è una delle più note e amate pittrici italiane di tutti tempi, simbolo di rivendicazioni femministe e protagonista di film e opere letterarie. Ci ha lasciato una vasta opera che si caratterizza per la maestria nell'uso della luce e abbraccia la lezione caravaggesca in termini di concezione della scena, chiaroscuro, plasticità dei volumi e contrasti tra forme e colori. È riuscita a conquistarsi un posto di spicco nella storia dell'arte, pur vivendo in un'epoca fortemente penalizzante per le donne e nonostante l'evento traumatico che ha segnato la sua vita.
18,00

Charlie e Lola presentano Sono assolutamente troppo piccola per andare a scuola

Lauren Child

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

Charlie ha una sorellina piccola e molto buffa che si chiama Lola. Ogni tanto deve occuparsi di lei e non è sempre facile, perché è molto schizzinosa, non vuole mai andare a letto e, soprattutto, non ha alcuna intenzione di andare a scuola. Di certo mamma e papà si sbagliano quando dicono che è abbastanza grande, perché in realtà lei si sente ancora piuttosto piccola. E poi non le sembra di aver bisogno di imparare a leggere o a contare, per non parlare del fatto che dovrebbe mangiare alla mensa e indossare il grembiule! Charlie, come sempre, sa come ribattere alle proteste della sorella, ma per convincerla dovrà chiamare in causa un nuovo personaggio: come potrebbe Lola lasciar andare a scuola da solo Søren Lorensen, il suo amico immaginario? In questo terzo volume della serie dedicata a Charlie e Lola, Lauren Child conferma la sua abilità nel trattare i problemi quotidiani dei bambini con fantasia e ironia. Non tutti vivono in modo sereno il distacco dalla propria casa e dai propri giochi per andare a scuola. Ma leggere e fare di conto possono trovare improvvisamente applicazioni pratiche particolarmente interessanti e le paure vengono superate grazie a un piccolo sforzo e all'aiuto delle persone a cui si vuole bene... Età di lettura: da 3 anni.
16,50

L'indiano della Torre Eiffel

Fred Bernard, François Roca

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 40

"Un indiano uccide selvaggiamente tre parigini e ferisce nove poliziotti" così titola in prima pagina Le Petit Parisien del 5 aprile 1889, l'anno in cui è stata terminata la Torre Eiffel, grazie anche al lavoro del presunto assassino, Billy Powona. Questi, secondo il rapporto della polizia, avrebbe ucciso la sua amante, la cantante Alice La Garenne, conosciuta come l'usignolo di Montmartre, suo fratello Jean La Garenne e un terzo uomo, di nome Nikephoros Palamas. Il caso sembra chiuso ma la verità è molto diversa. La scopriremo, pagina dopo pagina, lasciandoci trasportare nei locali pieni di vita, nelle locande fumose dove si radunano pittori e poeti, nelle strade e nelle piazze innevate della Parigi di fine Ottocento, su cui svetta, imponente, l'immensa torre d'acciaio. Ed è in questo affascinante contesto, che nasce la passione tra Billy e Alice, fino all'arrivo di Monsieur Nic, un uomo senza scrupoli e avido di denaro che condurrà la coppia verso un tragico destino... Età di lettura: da 8 anni.
17,00

Azzurro

Alessandra Manfredi

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 48

Azzurro è il colore degli oceani, immense distese d'acqua che ricoprono la maggior parte del nostro pianeta. Un azzurro non più limpido da tempo: è qui infatti che finisce la maggior parte dei rifiuti prodotti dall'uomo. Si stima che ogni anno vengano scaricati nelle acque marine dai 4,8 ai 12,7 milioni di tonnellate di rifiuti plastici che, non essendo biodegradabili, rischiano di essere ingeriti dalle creature marine. I pezzi di plastica possono bloccare le vie respiratorie oppure ostruire il tratto digerente degli animali impedendo l'assunzione di cibo. Moltissimi animali vengono ritrovati morti con lo stomaco pieno di rifiuti, perché questi li rendono sazi pur non avendo ingerito cibo vero: è il caso soprattutto di balene e uccelli. I giovani esemplari che rimangono impigliati nella plastica possono riportare danni alla pelle o subire malformazioni durante la crescita. A inquinare gli oceani sono anche i pescatori, che perdono le reti in mare aperto o gettano quelle rotte dalle barche, trasformandole in trappole che rischiano di imprigionare o soffocare balene, delfini e altri mammiferi marini. Senza bisogno di parole, Alessandra Manfredi ritrae le creature dell'azzurro svelandocele in tutta la loro bellezza attraverso immagini pervase di inquietudine, in cui i rifiuti si inseriscono nello scenario naturale modificandolo. Dal capo maestoso di una tartaruga spunta una forchetta infilata nella narice, due foche nuotano sinuose nelle profondità del mare con il corpo avvolto in una rete come in un vestito mentre un'altra foca con una corda intorno al collo osserva con tristezza i pesci di cui non potrà nutrirsi. E dal mare i rifiuti giungono anche a riva, passati inconsapevolmente come veleno dal becco di una mamma albatros a quello del suo pulcino. Tavola dopo tavola, gli animali volgono verso di noi i loro grandi occhi profondi, in cui leggiamo di volta in volta rabbia, supplica, tristezza. Sembrano chiederci di fermare questo scempio, di avere cura di loro e dell'ambiente che ci circonda. Ci invitano a ripensare la nostra quotidianità, a compiere piccole scelte di vita per ridurre drasticamente l'utilizzo della plastica, per il bene del nostro pianeta e di tutte le creature che lo abitano. Noi compresi. "Azzurro" è il secondo libro realizzato da #logosedizioni in collaborazione con Sea Shepherd e si inserisce nella Operazione SISO 2019. Età di lettura: da 4 anni.
10,00

Troviamo un tesoro

Janosch

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 48

"Sai qual è la cosa che fa più felici al mondo?" chiede Piccolo Orso. Secondo Piccolo Tigre è la ricchezza perché, se avessero il denaro, ad esempio, potrebbero comprarsi due trote da arrostire nel burro invece di accontentarsi di un cavolfiore dell'orto, dato che Piccolo Orso è tornato dalla pesca a mani vuote. E perché non concedersi anche una torta frangipane per dessert? E ci sono molte altre cose che i due amici vorrebbero avere: un gommone, un dondolo da giardino, una cuffia da pilota, una lampada, stivali di pelo... Quindi è deciso: Piccolo Orso e Piccolo Tigre devono trovare un tesoro! Così, raccolgono funghi da vendere al mercato e con i soldi guadagnati si comprano una corda, una pala e due secchi e partono per la nuova avventura! La ricerca li porterà in giro per il mondo, ad attraversare fiumi e boschi selvaggi, a viaggiare per mare e a scandagliare le profondità dell'oceano. Lungo il cammino incontreranno molti animali gentili e pronti ad aiutarli ma quando finalmente troveranno il tesoro, scopriranno che mantenerlo non è poi così facile... Dopo "Ti curo io, disse Piccolo Orso", "La biblioteca della Ciopi" si arricchisce di un nuovo titolo scritto e illustrato dall'autore per l'infanzia Janosch. Una divertente avventura in cui ritroviamo i due amici Piccolo Tigre e Piccolo Orso alle prese con la ricerca della felicità, che ci insegna a dare la giusta importanza a ciò che abbiamo e, soprattutto, che non c'è ricchezza al mondo che valga più dell'amicizia. Età di lettura: da 4 anni.
8,00

Non ho sonno e non andrò a letto

Lauren Child

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

Charlie ha una sorellina piccola e molto buffa che si chiama Lola. Ogni tanto deve occuparsi di lei e non è sempre facile, perché, oltre a essere molto schizzinosa, Lola non vuole mai andare a letto. Le piace stare alzata fino a tardi e non ha mai sonno, a nessuna ora del giorno o della notte. Allora Charlie le dice che se non è mai l'ora della buonanotte non potrà bere la bibita della buonanotte. Lola sembra convincersi, perché adora bere il rosalatte prima di dormire, ma, mentre si prepara per andare a letto, sorgono continuamente nuovi impedimenti: un leone sembra averle mangiato lo spazzolino, la vasca è piena di balene, due cagnolini ballerini le hanno rubato il pigiama... Riuscirà Charlie a dare finalmente la buonanotte alla sua astuta sorellina? Dopo aver trattato il tema del cibo con la fantasia e la leggerezza che la caratterizza, in questo secondo volume Lauren Child affronta uno dei momenti della giornata più odiati da molti bambini: l'ora di andare a letto. Eh sì, non sembra molto sensato sprecare tutto quel tempo a dormire, quando lo si potrebbe occupare colorando, scarabocchiando, incollando, saltellando e chiacchierando! La soluzione è trasformare i preparativi per la notte in un divertentissimo gioco! Un libro della buonanotte per chi non è ma stanco, alle dieci, undici, dodici e neanche alle tredici in punto del mattino! Età di lettura: da 6 anni.
16,50

Io non mangerò mai un pomodoro

Lauren Child

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

Charlie ha una sorellina piccola e molto buffa che si chiama Lola. Ogni tanto deve occuparsi di lei e non è sempre facile, soprattutto quando deve darle la cena perché Lola è molto schizzinosa e si rifiuta di mangiare tantissime cose. Lola non mangia piselli, carote, patate (neanche fatte purè), funghi, spaghetti, fagioli... Per fortuna Charlie è piuttosto scaltro e un giorno inventa un trucchetto per convincerla ad assaggiare qualcuno di questi cibi. La sera, trovando tutto ciò che non le piace sulla tavola apparecchiata, Lola mette subito in chiaro che lei quelle cose non le mangerà. Ma Charlie non intende cedere, anche perché quelle non sono né carote, né piselli, né patate, né bastoncini di pesce... Chi di noi da piccolo non aveva almeno un cibo odiato, che non avrebbe mangiato neanche sotto tortura? La piccola Lola ne ha tanti ed è così difficile convincerla che i genitori gettano la spugna e si affidano al fratello Charlie. Con la fantasia che è propria dei bambini, Charlie riesce a trasformare banali verdure in cibi tanto favolosi da far venire l'acquolina in bocca anche alla volubile Lola. Una storia divertentissima sulla potenza del gioco e dell'immaginazione infantile, corredata da colorate illustrazioni a collage, che renderà la cena uno spasso anche per i bambini dai gusti più difficili. Età di lettura: da 6 anni.
16,50

Il bacio

Didier Lévy

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

In un bel palazzo in cima alla montagna più alta che domina la città, vive il giovane erede al trono, insieme alla regina madre e al gattino reale. La regina ha ormai governato per tanti, troppi anni, e non vede l'ora che il figlio si sposi per potergli finalmente passare la corona e le molte incombenze del regno. Purtroppo, però, il suo rampollo non è molto interessato né alle nozze né tantomeno alle principesse. Sotto i suoi occhi sfilano innumerevoli pretendenti ma nessuna sembra in grado di toccare il suo cuore. Finché viene annunciata la principessa Madeleine insieme a suo fratello, il principe Lee. E allora sì... inaspettatamente... scocca il colpo di fulmine! Il principe ha finalmente trovato l'amore e tutta la corte si appresta a festeggiare... Età di lettura: da 8 anni.
8,00

Migranti

Issa Watanabe

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 40

In un bosco, di notte, un gruppo di animali si mette in viaggio con qualche valigia e pochi oggetti personali, il minimo indispensabile. Una figura solitaria e malinconica li segue da lontano, l'unica che abbia fattezze umane. Gli animali accettano la sua presenza gentile e nella segretezza della notte procedono sul loro cammino. Quando si fermano per riposarsi ripetono i gesti quotidiani di quando erano ancora a casa. Poi l'arrivo al confine e la corsa verso una barca che li porterà ancora più lontano. La speranza che li sostiene, il pericolo che si profila. La figura solitaria è sempre con loro, pronta ad accogliere coloro che non ce la fanno tra le sue braccia benevole... Con una forza straordinaria, le immagini di questo albo senza parole raccontano una storia che si ripete tutti i giorni: le fatiche del viaggio, i pericoli e le incertezze che milioni di persone ogni giorno sono costrette ad affrontare per inseguire la speranza di una vita migliore. Una narrazione senza eufemismi, che con estrema poesia e delicatezza vuole incoraggiarci a provare empatia e mostrare solidarietà. Guerra, frontiere, esodo, diritti umani... sono le parole che leggiamo sulla quarta di copertina, le parole che usiamo quotidianamente per parlare di migrazioni e che troppo spesso si perdono in mille discorsi e nel silenzio di chi potrebbe fare qualcosa. Età di lettura: da 6 anni.
14,50

Gran vampiro

Joann Sfar

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2019

pagine: 180

Il vampiro più malinconico, romantico e imbranato della storia del fumetto torna con due nuovi episodi da leggere tutti d'un fiato, cui segue una sezione finale tratta dagli archivi dell'autore. In "La comunità dei maghi" e "Il popolo è un golem", una dimensione sociale e a tratti politica irrompe con foga nella vita del riservatissimo Fernando. A Vilna infuria la caccia alle streghe (e ai maghi), che per violenza e cecità riecheggia gli orrori delle persecuzioni naziste, e sulle tracce dei malvagi 'cacciatori' ritroviamo due individui a noi familiari, l'ispettore Mazock, detto Humpty-Dumpty, e il suo vice, l'affascinante ebreo praghese Vincent Ehrenstein. A loro spetta il compito di ristabilire la pace in città, mentre il dottor Casiglia, un mago con la vocazione di Batman che vive in un maniero dove sono peraltro custoditi innumerevoli libri magici, è più propenso ad aggirare la legge e a farsi giustizia da solo. A tal fine ha bisogno del Golem, così lo rapisce e si serve di lui per attaccare i nemici della sua comunità. Riuscirà Fernando a salvare il gigante d'argilla dalle grinfie del dottor Casiglia e della polizia di Vilna e a riportarlo dal suo creatore Elia? Lo scopriremo seguendo queste nuove appassionanti peripezie in cui il vampiro gentiluomo non mancherà di incontrare intriganti fanciulle pronte a fargli battere il cuore, come la sua nuova e scontrosa inquilina Magda, un'artista appassionata di motociclette; la rossa e affascinante apprendista strega Nope, che si innamora perdutamente di lui; Zaïneb, una strega-fantasma dal look dark-chic che prende l'abitudine di scivolare nella sua bara mentre dorme... e naturalmente l'indimenticata ex-fidanzata Liù, che di tanto in tanto torna alla carica per stregarlo con i suoi occhi dorati e dargli qualche nuovo grattacapo. Dulcis in fundo, Joann Sfar ci apre i suoi archivi, svelando le proprie fonti di ispirazione e offrendoci alcuni episodi realizzati a pennino in bianco e nero, che ci permettono di seguire l'evoluzione dei personaggi di Gran Vampiro come l'ispettore Mazock, Vincent Ehrenstein, Michele Donati, Elia e il Golem e naturalmente lo stesso Fernando. Una preziosa opportunità per approfondire il vampiresco mondo creato dal fumettista nizzardo, fatto di storia e leggenda, dramma e comicità, erotismo e candore.
21,00

La zona fatua

Lorenzo Mattotti, Jerry Kramsky

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2019

pagine: 96

In un paesaggio indefinito, dominato da un cielo plumbeo che grava su un prato sconvolto dal vento, due piccoli pupazzi di gomma accolgono il protagonista della storia, un uomo con il volto segnato da una macchia rossa che a volte avvampa bruciandogli la pelle. Un marchio di tristezza secondo Zafran, il sinistro pescatore di pesci cervo, oppure di nostalgia, come pensa una donna dolcissima e sensuale dai capelli corvini e l'abito rosso. L'uomo ha corso per tutta la notte fino a ritrovarsi in quella "zona fatua della coscienza in cui il mondo è solo un riverbero del nostro sonno" e sono Fritz e Hans, i due pupazzi di gomma, a dargli un nome: Sottovoce. Con loro l'uomo inizierà a esplorare la Zona, un luogo indefinito, un territorio fantasma dove il vento onnipresente piega gli alberi e i fili d'erba, increspa il mare, spalanca le finestre. Il vento mette in tensione un paesaggio che sembra sempre sul punto di dissolversi, così come l'uomo, costantemente assediato dal desiderio di scomparire, addormentandosi nella terra, immergendosi nell'acqua, sparendo nell'aria. Nella Zona, il malinconico viaggiatore - uno degli emarginati che da sempre affascinano Mattotti - si muove in uno scenario onirico popolato da creature surreali, in cui affiorano di volta in volta i suoi ricordi: la lettura di un giornaletto, un pupazzo che da piccolo aveva gettato via, i dischi che ascoltava e il parco che amava visitare. Il mondo da cui voleva fuggire si ripresenta: rivede il laboratorio dove si effettuavano ricerche sulla sua macchia, ricorda i giochi nell'acqua con il fratello, si ritrova nella casa dell'infanzia a guardare con tenerezza la madre addormentata. Su ogni vicenda grava il senso della perdita di sé, temuta e agognata al tempo stesso, finché arriva per lui una risposta e la macchia sul volto si riassorbe.
19,00

Il lupo che aveva paura di tutto

Ann Rocard

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2019

pagine: 48

In un bosco fitto fitto, dall'altra parte del mondo, vive un lupo enorme con le orecchie pelose e due zanne spaventose. Si chiama Garù-Garù e nessuno ha il coraggio di avvicinarsi a lui o di parlargli. Al suo apparire sul sentiero che attraversa il bosco, si scatena immancabilmente un fuggi fuggi generale: i conigli si tuffano nelle tane, i cervi si rifugiano tra i cespugli, gli uccelli volano in cima agli alberi e tutti gli animali chiudono gli occhi perché hanno paura persino di vederlo. Eppure, questo lupo gigantesco è il più pauroso di tutti: è terrorizzato dai serpenti, dai rospi... e perfino dalle lumache! Ma, più di ogni altra cosa, ha paura del buio, per questo la sera, quando torna nella sua grotta, non spegne mai la piccola lampada vicino al letto e tiene sempre una torcia in tasca, che non si sa mai. Finché una notte viene svegliato da qualcuno che bussa alla porta: è Noemi, una bambina con le trecce bionde che chiede ospitalità. Da questo momento, il lupo non sarà più lo stesso e con l'aiuto della bimba riuscirà a superare tutte le sue paure... compresa quella del buio! Questo racconto divertente e ben ritmato a firma di Ann Rocard, pubblicato per la biblioteca della Ciopi e accompagnato dalle buffe illustrazioni di Israel Barrón, rilegge in una chiave del tutto inedita la figura leggendaria del lupo mannaro, che da sempre affascina scrittori e cineasti. L'uomo condannato da una maledizione a trasformarsi in bestia feroce a ogni plenilunio qui diventa una creatura apparentemente spaventosa ma in realtà tenera e inoffensiva. Che non mancherà di ispirare ai bambini qualche risata e tanto, tanto affetto! Età di lettura: da 5 anni.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento