Il tuo browser non supporta JavaScript!

Logos

Il manuale del fotografo. Attrezzatura, tecnica, visione

Michael Freeman

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 240

In ambito fotografico, la rivoluzione digitale ormai è storia e gli strumenti a disposizione si vanno rapidamente perfezionando: lo scatto diventa man mano più pulito e smart e le funzionalità offerte dai software aumentano e migliorano costantemente. Per questo c'è bisogno di un manuale che non solo tenga il passo con le recenti evoluzioni tecnologiche ma che affronti anche, e soprattutto, i mutamenti che hanno investito l'idea stessa di cosa sia la fotografia. In un mondo in cui tutti fotografano e si accorciano sempre più le distanze tra professionisti e appassionati, ognuno di noi aspira a produrre immagini interessanti e personali, capaci di farsi notare tra milioni, forse miliardi di scatti. Non esiste più un pubblico passivo: il digitale ha reso la fotografia accessibile a chiunque, compreso chi non possiede una fotocamera tradizionale, e ha notevolmente semplificato il processo di condivisione delle immagini. Ciò significa che, per far emergere il proprio lavoro, è necessario impegnarsi al massimo, puntando non solo ad affinare le capacità tecniche e la padronanza dell'attrezzatura ma attingendo alla propria creatività e alla propria visione del mondo per arrivare a ottenere fotografie dotate di un fascino unico e condividerle in maniera efficace. Il primo capitolo, "La tecnica", insegna a padroneggiare gli strumenti del mestiere, chiarendo il loro apporto all'immagine finale; il secondo, "L'immagine", affronta temi cruciali per la riuscita di una fotografia, quali l'inquadratura, la composizione, il punto di vista, la luce, l'utilizzo del bianco e nero o del colore. Il terzo capitolo è dedicato ai soggetti mentre il quarto investiga i vari stili fotografici. Il volume si chiude con il capitolo "La presentazione", che fornisce utili indicazioni su come organizzare ed esporre la collezione di scatti che definisce la nostra identità di fotografi.
18,00

La signora Stirellina

Graciela Beatriz Cabal

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 80

La Signora Stirellina è una perfetta donna di casa, regina della pulizia, dell'ordine e, soprattutto, del ferro da stiro. Eh sì, lei ama stirare, specialmente mentre guarda le sue amate telenovelas. Insomma, non si può proprio dire che le guardi, più che altro le immagina, cercando di indovinare qualcosa nella piccola striscia di schermo visibile del suo televisore mezzo rotto. Sua figlia Fiorenza, al contrario, si sbellica dalle risate a vederla così e in più ultimamente ha cominciato a comportarsi un po'... da maschiaccio: si arrampica sulla giostra insieme al fratello e fa a botte con gli altri bambini del quartiere. Per non parlare di quella volta che ha scagliato per terra il meraviglioso ferro da stiro giocattolo regalatole per il compleanno, o di quando ha usato il costosissimo set da pulizia per giocare agli indiani con la scopa per cavallo e il piumino per copricapo. Stirellina non sa come affrontare la questione, non riesce nemmeno a dormire da quanto è preoccupata. Eppure, a notte fonda, fantasticando mentre passa il ferro da stiro avanti e indietro su tovaglie e lenzuola, Stirellina si ritrova a pensare... e se non fosse Fiorenza ad avere qualcosa che non va? E fosse tutto il resto a essere sbagliato? Una storia di quotidianità che ci insegna quanto sia importante essere liberi di esprimere la propria personalità, di qualsiasi natura essa sia, per non rimanere imbrigliati dai ruoli imposti dalla società e a volte persino dai propri cari. Età di lettura: da 7 anni
9,00

Maria Sibylla Merian. The magic of the chrysalis

Anna Paolini

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 56

Francoforte, Germania, XVII secolo, interno giorno: una bambina è china a osservare dei fiori. Intorno a lei è tutto grigio, i genitori, i giochi, i libri, la casa. Solo i fiori in cui si annidano minuscoli insetti hanno la vivacità della vita vera. Due occhi grandissimi li riflettono pieni di meraviglia, due piccole mani li disegnano. Nasce un dissidio in seno alla famiglia, che apre la strada a una scoperta. Una scoperta di quelle che cambiano la vita. Nel mare magnum di avventure che è la vita di Maria Sibylla Merian, Anna Paolini sceglie di soffermarsi su alcuni momenti meno chiassosi, e ci mostra alcuni fotogrammi della sua infanzia trascorsa a casa, in famiglia, attirando la nostra attenzione sulla formazione artistica, gli studi, le passioni di una ragazzina sulla soglia dell'età adulta. Fino ad arrivare alla scoperta del suo talento. Maria Sibylla Merian fu un'artista e naturalista del XVII secolo, che visse tra Germania, Olanda e Sud America. È considerata una delle fondatrici dell'entomologia moderna. Ma fu anche insegnante, imprenditrice, viaggiatrice, editrice... Dotata di fine intelligenza, grande talento e ottimo senso pratico, riuscì a studiare, viaggiare e coltivare le proprie passioni pur vivendo in un'epoca che non favoriva lo sviluppo intellettuale e l'affermazione personale delle donne. Nel corso della sua lunga vita non venne mai meno ai suoi doveri sociali e familiari, tuttavia cambiò più volte città, paese, famiglia, affetti, lavoro... e portò sempre avanti, anche nelle avversità, la sua passione per il mondo naturale: raccoglieva, allevava, osservava, disegnava bruchi e farfalle, per poi estendere la sua osservazione a tutti gli insetti di cui raffigurò il ciclo vitale in tavole di raffinata bellezza. Una passione, la sua, fortemente in conflitto con i costumi femminili, le convinzioni religiose e le consolidate prassi scientifiche dell'epoca. Rimanendo fedele al suo stile, Anna Paolini crea per questo libro immagini rarefatte, poetiche ed evocative, che nell'alternanza di grigio e colore distillano emozioni e sensazioni inespresse e trasmettono un senso di grande meraviglia; quella meraviglia che accomuna la piccola protagonista della storia, davanti all'oggetto della sua passione, e noi che ammiriamo le splendide tavole che da quella passione sono nate. Un libro dedicato al diritto di sognare e di portare avanti le proprie idee, convinzioni e passioni, anche le più strane... per tutti i bambini e non solo per loro.
18,00

La veille eternelle. Catacombes des Capucines de Palerme-Die Ewige Wacht. Die Kapuzinerkatakomben von Palermo

Ivan Cenzi, Carlo Vannini

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 144

Il lettore viene accompagnato a scendere i gradini che conducono alle catacombe e, oltrepassato il cancello, eccole: le mummie. Riposano in piedi nelle nicchie bianche, nei loro antichi abiti, e assomigliano a una versione macabra delle vecchie foto in bianco e nero, in cui uomini con grandi baffi e donne con grandi sottane se ne stavano in posa, impalati come manichini. Tra queste spicca la piccola Rosalia, dolcemente adagiata nella sua minuscola bara: il suo volto è sereno, la pelle appare morbida e distesa, e le lunghe ciocche di capelli biondi raccolte in un fiocco giallo le donano un'incredibile sensazione di vita. Se Rosalia Lombardo è stata imbalsamata, come altri corpi presenti nelle Catacombe, la maggior parte delle salme ha invece subìto un processo di mummificazione naturale - vale a dire senza che fossero eliminati viscere e cervello oppure iniettati particolari liquidi conservanti. La mummificazione è una tradizione antichissima in Europa, che in Sicilia ha preso particolarmente piede, e le Catacombe di Palermo rimangono l'espressione più straordinaria di questa tradizione, in ragione del numero di corpi conservati al loro interno (1252 corpi e 600 bare in legno, alcune delle quali vuote, secondo un recente censimento). Pagina dopo pagina, il libro si offre come una guida storica e storicoartistica alla più grande collezione di mummie spontanee e artificiali al mondo. I Frati Cappuccini si stabilirono a Palermo, presso la chiesa di Santa Maria della Pace, nel 1534. Inizialmente furono gli unici a essere sepolti in loco anche se, più che una vera e propria sepoltura, si trattava piuttosto di una fossa comune, o "carnaia", com'era chiamata al tempo: i corpi venivano calati dall'alto avvolti in un lenzuolo, e adagiati in questa fossa sotterranea che si apriva, come una grossa cisterna, sotto l'altare di Sant'Anna. Dato che la comunità dei Cappuccini a Palermo stava crescendo, per motivi di salubrità e questioni di spazio c'era bisogno di un cimitero più grande. Così qualche tempo prima del 1599 vennero avviati degli scavi per costruire un luogo di sepoltura sotterraneo, dove per prima cosa sarebbero stati spostati i resti umani contenuti nella vecchia "carnaia" ormai stracolma. Ma, una volta aperta la pietra che sigillava la fossa comune, ecco la sorpresa: quarantacinque cadaveri, buttati là sotto - senza casse e sovrapposti gli uni agli altri - furono ritrovati praticamente intatti. Il fatto aveva senza dubbio un che di prodigioso, e si decise pertanto di esporre quaranta di queste salme nel nuovo vano scavato nella terra, collocandole tutte attorno alle pareti, e ponendo un'effigie della Madonna in una nicchia al centro. Le cinque salme incorrotte che non trovarono spazio lì dentro probabilmente ritornarono nella fossa comune. La notizia dei corpi ritrovati intatti portò una certa fama al convento: a poco a poco, i Cappuccini cominciarono ad accogliere un numero sempre maggiore di salme di "secolari" finché, nel 1783, decisero di concedere la sepoltura a chiunque ne facesse richiesta. Da allora il cimitero conventuale divenne una specie di zona franca, sempre esplicitamente escluso da tutte le leggi civili emanate in materia di sepolcri, finché venne chiuso nel 1880, salvo accettare in via eccezionale ancora due salme perfettamente conservate rispetto alle altre deposizioni nei primi anni del XX Secolo; la prima, nel 1911, fu quella di Giovanni Paterniti, viceconsole degli Stati Uniti. La seconda fu quella di Rosalia Lombardo, una bambina di due anni morta nel 1920 e oggi nota come "la mummia più bella del mondo".
20,00

A prima vista: arabo. Caratteri

Libro

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 4

La scheda "A Prima vista Arabo Caratteri" offre uno strumento pratico ed efficace a chi si affaccia allo studio del misterioso e affascinante sistema di scrittura arabo, in ambito scolastico , professionale o nel tempo libero. L'alfabeto arabo è presentato nella scheda in forma intuitiva e schematica per un primo approccio alla scrittura nella lingua semitica per eccellenza.
5,00

A prima vista: arabo. Frasario

Libro

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 6

Rivolta a coloro che desiderano migliorare le proprie capacità comunicative, utilizzando l'espressione più adatta ad ogni specifico contesto, la scheda "A prima vista arabo frasario! racchiude una ricca e approfondita raccolta di espressioni per la comunicazione scritta e orale, arricchita da note grammaticali con frasi esemplificative.
5,00

Fineliner. Tecniche, consigli e ispirazioni per disegnare con l'inchiostro

Liam Carver

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 208

Non sempre è necessario possedere strumenti costosi e sfoggiare grandi abilità per comporre un'opera d'arte capace di emozionare e meravigliare il pubblico. A volte bastano semplici linee nere su sfondo bianco, come ci mostra Liam Carver nel volume "Fineliner". Con le sue 85 splendide opere a inchiostro eseguite da artisti contemporanei di tutto il mondo, questo libro offre un ventaglio eterogeneo di esempi e stili da cui trarre spunto. La natura selvaggia, i paesaggi mozzafiato e la bellezza del cosmo vengono immortalati con tratti talvolta delicati, talvolta decisi, spiritosi o elaborati, mostrando l'efficacia di questo strumento a chiunque desideri ritrarre i soggetti più disparati, dare sfogo alla fantasia o semplicemente esprimere la propria personalità. Prendete in mano un taccuino e un fineliner, liberate l'immaginazione e lasciatevi ispirare! Volete ottenere disegni ricchi didettagli con una semplice penna a inchiostro? Mettere in pratica con successo tratteggio e puntinatura? Le brevi presentazioni che accompagnano le immagine vi forniranno preziose informazioni sullo stile, le tecniche e gli strumenti impiegati, nonché diversi consigli utili per riuscire a riprodurle. Grazie all'indice per immagini, inoltre, sarà facilissimo ritrovare un'opera che vi ha particolarmente colpiti. Una guida dedicata agli artisti, ma anche agli amanti dell'arte.
13,50

Società segrete e culti oscuri. La storia di sette e confraternite nei secoli

Jonathan J. Moore

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 224

Una sorprendente storia delle organizzazioni segrete più pericolose. Società segrete e culti oscuri è un inquietante viaggio nel misterioso mondo dei movimenti più pericolosi e riservati della storia. Dalle sette religiose in attesa della fine del mondo alle moderne organizzazioni criminali che operano al di fuori dei confini della legge, il volume fa luce sui gruppi che vogliono rimanere nell'ombra. Che cosa ha portato gli uomini a riunirsi in segreto fin dalla notte dei tempi, nascondendo le loro attività agli altri? Partendo dall'Età del ferro, il volume traccia una storia ricca di sacrifici umani, omicidi politici, sacerdoti zelanti e profeti mistici. Dagli ordini clandestini ai deliranti culti assassini, l'autore prende in esame tutti i tipi di organizzazioni segrete, siano esse confinate ai margini della società o insediate nei centri di potere. In queste pagine, scopriremo culti apocalittici come i Taiping, le cui credenze scatenarono una rivoluzione nella Cina imperiale, le agghiaccianti attività dei culti assassini, come la Famiglia di Manson, e degli ordini che impongono il suicidio ai propri membri. Infine, uno sguardo alle società segrete contemporanee ci svelerà che queste organizzazioni sono tutt'altro che un ricordo del passato. Ricco di illustrazioni e di scioccanti aneddoti, il volume è un'occasione per venire finalmente a conoscenza di ciò che si muove nell'ombra.
19,00

Malattie terribili e atroci cure. La storia della medicina attraverso i secoli

Jonathan J. Moore

Libro: Copertina morbida

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 256

La lunga notte della medicina in tutti i suoi raccapriccianti dettagli. Malattie terribili e atroci cure ripercorre la battaglia ingaggiata dal genere umano contro la malattia dal Medioevo fino al XX secolo. Il libro spazia dalla descrizione dei disturbi più comuni alle epidemie più letali. Parassiti, pustole e bubboni, cancrene e diarree infestano le sue pagine, condite di vividi dettagli. Non di rado, in passato, le cure si rivelavano devastanti quanto la malattia che avrebbero dovuto curare. I medici spesso dimostravano un'agghiacciante e creativa incompetenza, cimentandosi in interventi dentistici catastrofici o improvvisando lobotomie con un rompighiaccio. In queste pagine, troverete alcune delle cure più disastrose degli annali della storia della medicina: dalle lancette alle sanguisughe, dal riposo forzato ai rimedi fecali. Le malattie si sono ritagliate un ruolo fondamentale nella storia umana; basti pensare all'effetto sconvolgente di morbillo e vaiolo sulle popolazioni native americane, o al ruolo determinante giocato dal tifo nella disfatta napoleonica. Gli aneddoti non mancano, dalla vicenda dell'untrice Mary Mallon a quella della vacca Blossom, salvatrice dell'umanità. Questo studio, ricco di sorprendenti illustrazioni mediche, vi catturerà con il suo fascino morboso sin dalla prima pagina, spingendovi a correre in cerca del disinfettante.
19,00

Il principe cerca moglie

Linda De Haan, Stern Nijland

Libro

editore: Logos

anno edizione: 2020

pagine: 32

In un bel palazzo in cima alla montagna più alta che domina la città, vive il giovane erede al trono, insieme alla regina madre e al gattino reale. La regina ha ormai governato per tanti, troppi anni, e non vede l'ora che il figlio si sposi per potergli finalmente passare la corona e le molte incombenze del regno. Purtroppo, però, il suo rampollo non è molto interessato né alle nozze né tantomeno alle principesse. Sotto i suoi occhi sfilano innumerevoli pretendenti ma nessuna sembra in grado di toccare il suo cuore. Finché viene annunciata la principessa Madeleine insieme a suo fratello, il principe Lee. E allora sì... inaspettatamente... scocca il colpo di fulmine! Il principe ha finalmente trovato l'amore e tutta la corte si appresta a festeggiare... Età di lettura: da 4 anni.
16,00

La foca bianca

Rudyard Kipling

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2019

pagine: 72

"Bambino mio, taci, la notte ci incalza, / nereggiano le acque già verdi splendenti, / ci guarda la luna che in cielo s'innalza / dormire tranquilli al fruscio dei frangenti". Comincia con una ninna nanna la storia di Kotick, il figlio di Matka e Sea Catch nato sulla spiaggia di Novastoshnah, affollata di maschi di foca che lottano ferocemente per trovare un posto per la propria famiglia. Appena nato, il cucciolo è tutto testa e spalle, con gli occhi color acquamarina, come tutti gli altri, ma la sua pelliccia rivela già qualcosa di insolito. Kotick sarà una foca come non se ne sono mai viste al mondo: una foca bianca! Amorevolmente accudito dalla mamma, il cucciolo vive un'infanzia serena a Novastoshnah, giocando con i compagni e acquisendo a poco a poco familiarità con l'acqua fino a diventare un eccellente nuotatore. Man mano che cresce facendo esperienza dei doni e delle insidie del mare, scopriamo che non è solo la candida pelliccia a renderlo speciale: Kotick è un ribelle ed è disposto a fare di tutto per realizzare i suoi sogni. Dopo aver assistito a una mattanza di foche per mano di alcuni uomini, non avrà pace finché non troverà, per sé e i suoi compagni, un luogo dove vivere in armonia e tranquillità. Un luogo dove nessun essere umano ha mai messo piede. Il racconto di Rudyard Kipling, tratto da uno dei suoi romanzi più amati, Il libro della giungla, viene qui riproposto in una nuova traduzione e impreziosito dalle potenti e magnifiche illustrazioni a olio di Roger Olmos che riportano alla vita le parole di Kipling facendole diventare una vera e propria avventura a colori. Un classico senza tempo, l'avventura di una foca bianca decisa a lottare per il bene della sua colonia, ma anche la storia di un figlio che si ribella alla tradizione e al volere del padre per inseguire i propri sogni. Una storia di amore e coraggio per i giovani che cambieranno il nostro futuro.
20,00

Lombroso

Stefano Bessoni

Libro: Copertina rigida

editore: Logos

anno edizione: 2019

pagine: 96

Se Jane Austen non lo avesse già utilizzato, il titolo Orgoglio e pregiudizio sarebbe perfetto per raccontare la vita di Cesare Lombroso, una favola nera ambientata ai tempi dell'unificazione d'Italia, tra briganti, folli, cretini, delinquenti, malattie terribili, guaritori, patologi, medium e spiritisti. La storia di Lombroso è la novella macabra di un uomo votato alla scienza, che collezionò teschi di pazzi e criminali e dissezionò cadaveri, alla disperata ricerca di quei caratteri primitivi che avrebbero dimostrato l'ineluttabilità dell'essere delinquente, un tema a cui si dedicò instancabilmente oscillando sul labile confine tra genio e follia. La sua è una storia che potrebbe essere scaturita dalla penna di Mary Shelley o di Edgar Allan Poe, una vicenda così mirabolante, avventurosa e ricca di aneddoti che si stenta a credere alla sua veridicità. Quella di Cesare Lombroso fu un'esistenza votata al progresso scientifico, cullata dal miraggio del positivismo, che lo portò a pensare che tutto potesse essere misurato, catalogato e controllato. Le sue teorie oggi sono state confutate ma rappresentano comunque una base di studio e importanti spunti di riflessione sull'etica della scienza e la metodologia della ricerca. Partendo fantasticamente dai ricordi confusi che affiorano nella testa di Cesare Lombroso conservata sotto formalina, Stefano Bessoni costruisce un ritratto personale del padre della criminologia moderna, figura assai controversa che ancora oggi suscita feroci dibattiti. Nel racconto e nelle illustrazioni, l'autore dimostra la sua fascinazione per il personaggio ma ne critica le posizioni bigotte, razziste e intransigenti, che nel tempo sono diventate terreno fertile per tante discriminazioni, fornendo uno spunto di riflessione su una storia stupefacente e poco conosciuta ambientata in un'Italia neanche troppo lontana dai nostri giorni.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento