Il tuo browser non supporta JavaScript!

la meridiana

Ridisegnare la bussola educativa. Gli effetti del trauma pandemico nei bambini e nei ragazzi

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 178

"Le pagine che leggerete raccontano un processo inedito nato dalla consapevolezza che la pandemia aveva e stava modificando tutti, con un impatto sui bambini e le bambine però sconosciuto che disarmava noi adulti. 'L'intento della nostra Ricerca-Intervento - scrive bene Paola Scalari - è saperne di più su cosa stia accadendo ai bambini che crescono in relazione ad adulti spaventati essi stessi dalla morte causata da un virus sconosciuto'. Il metodo in una ricerca non è un fattore irrilevante. E il tema del metodo da darsi ci ha portato a sentire l'urgenza di pensare e metterne in campo uno mai sperimentato. Uscire dalle gabbie delle ricerche, anche tante, fatte a partire dalla domanda 'come stanno i bambini' facendo un'operazione non fatta mai da altri: 'Stare sul noi piuttosto che sul loro'. Stare cioè su quello che il disagio dei bambini e delle bambine provoca in noi generando un senso di inadeguatezza mai provato. Il libro e tutta la ricchezza polifonica del suo contenuto è un altro passo del processo avviato per arrivare a un atto generativo che ci faccia cambiare paradigma. Che è quello che questi anni ci stanno chiedendo. Sentiamo di aver tracciato una strada ponendola come cartello stradale su un percorso che ha attinto allo sguardo di un maestro, Francesco Berto, che amava perdersi nelle parole dei bambini. Una sola accortezza ai lettori: non approcciatevi a queste pagine per sapere come si può fare. Approcciatevi lasciandovi catturare dal flusso del processo e provate a sostare nelle domande, nelle condivisioni di ognuna delle voci che leggerete, lasciandovi rapire dal bisogno di fare rete e lavorare in gruppo." (dalla prefazione di Elvira Zaccagnino) Con i contributi di Raffaella Bonetti, David Cerantola, Daniela Cerrati, Erika Gallo, Gloria Lanciotti, Maria Teresa Lerda, Elena Malaspina, Elena Nobile, Chiara Panni, Rosangela Paparella, Giuliana Tonoli, Gabriella Zubelli.
20,00

Don Tonino Bello. Una storia che parla di futuro

Adriano Pisanello

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 132

«È sembrata un'avventura quella vissuta con don Tonino, un viaggio, una scoperta, un giorno sempre nuovo, un sogno come solo i fumetti possono consegnarti, quasi un attimo, un attimo fuggente che però si è scolpito nell'animo di chi lo ha incontrato e che non ha avuto difficoltà, da subito, a mettersi sui suoi passi, a seguirlo, a dire con il cuore: O capitano, mio capitano!» (dalla prefazione di Giancarlo Piccinni) Per tanti che l'hanno conosciuto e hanno percorso un pezzo di strada insieme a lui, don Tonino Bello è stato esempio da seguire, eroe da prendere a modello. Nei tempi bui che ci troviamo ad affrontare, la sua vita e le sue scelte possono ancora essere ispirazione per molti. Leggere di don Tonino oggi significa poter scoprire in lui gli strumenti giusti per farsi "costruttori di pace". Con questa graphic novel di Adriano Pisanello, con testi di don Salvatore Leopizzi, la vita di don Tonino Bello assume la forma del fumetto: vignette, disegni e dialoghi che possono raccontare con immediatezza a ragazzi e ragazze ciò che don Tonino è stato, l'avventura della sua vita. Perché non resti relegata al passato, ma sia una storia viva che può, ancora, aiutarci a costruire il futuro di tutti noi.
15,00

Storia di Franco

Maria Marcone

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 204

Maria Marcone è nella spina dorsale della narrativa pugliese. "Storia di Franco", pubblicato originariamente nel 1998, è il testo dedicato a suo fratello, Francesco Marcone, ucciso la sera del 31 marzo 1995 a Foggia dalla criminalità organizzata. Non si tratta di un racconto dell'omicidio ma di un romanzo di formazione tra infanzia e adolescenza, in cui ritrovare le radici della tenacia e del coraggio che hanno poi condotto Franco ad affrontare le scelte complesse della cui portata siamo stati consapevoli solo dopo la sua morte. Gli anni in cui la vicenda del romanzo si snoda sono quelli della Seconda Guerra Mondiale, anni che Maria Marcone ha vissuto da protagonista di quei giorni in cui il bombardamento di Foggia distrusse la città e costrinse la sua famiglia a vivere l'esperienza di essere profughi in fuga dalla guerra. Una testimonianza unica e preziosa per ricostruire un pezzo di storia della Puglia e della Capitanata, di una città che, da allora, ancora fatica a ritrovare il senso dell'essere e del farsi comunità. E una storia familiare, intima, in grado di mostrare al lettore, e in particolare ai giovani lettori a cui il romanzo originariamente si rivolge, l'umanità di una persona molto amata costretta a diventare eroe in una terra, la Puglia, che, tra sole e mare, a volte rivela un'anima oscura. Prefazione a cura di Mario Desiati.
16,50

Gesù oltre gli stereotipi patriarcali

Annamaria Corallo

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 106

In questo percorso esplorativo tra le pagine del racconto evangelico di Marco, l'autrice ci accompagna nella scoperta della proposta liberante di Gesù, mostrandoci uno sguardo d'insieme da cui si riconosce il dinamismo che il Dio biblico infonde continuamente alla Storia, alle relazioni, agli incontri. In questa prospettiva ampia e matura, i fondamenti del patriarcato (che opprime uomini e donne imponendo aspettative, ruoli e norme da seguire) sono messi radicalmente in discussione dal vangelo; Marco ci racconta di Gesù che incontra un maschile e femminile profondamente feriti dai condizionamenti che la società patriarcale imponeva, e si relaziona loro proponendo strade di libertà e dignità. È proprio Gesù che, attraverso la portata liberante della sua umanità, si presenta ai nostri occhi come la più grande controproposta davanti alla società patriarcale offrendosi come modello autenticamente alternativo, perché sa incontrare le altre persone riconoscendo a ciascuna di esse la dignità di chi è tremendamente amato e amata da Dio per quello che è, nel diritto alla vita piena.
14,50

Il Principe Blu e la Stregaccia Levaforze Ammazzamuscoli. Un libro per parlare ai bambini di SLA e felicità

Paola Pasquino, Giorgia Rollo

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 48

Il principe Gaetano aveva occhi e capelli neri e un bellissimo mantello blu con cui proteggeva il suo regno. Un giorno la Stregaccia Levaforze Ammazzamuscoli, a tutti nota come SLA, fece un incantesimo e il corpo del principe cominciò a trasformarsi fino a non potersi più muovere. Nessun antidoto era in grado di interrompere l'incantesimo malefico, ma grazie alla sua volontà e all'amore della sua famiglia e dei suoi amici il principe trova la forza per affrontare il male. Una sola parola, "IO POSSO", la Stregaccia non può più far paura e si sprigiona una grande magia: la libertà di essere felici nonostante la malattia. Non solo una fiaba, ma anche uno strumento educativo per sostenere i bambini nel confronto con la malattia e le emozioni che essa comporta, perché negazione e silenzio non li aiutano né li proteggono. Età di lettura: da 10 anni.
10,00

Educazione bene comune. La voce dei ragazzi e delle ragazze

Raffaele Mantegazza, Annamaria Romagnolo

Libro

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 208

La scuola, sfidata dalla drammatica emergenza sanitaria, vive oggi un momento di smarrimento, mostrando crepe profonde da affrontare con coraggio e decisione, ma soprattutto in modo collettivo, provando a dare voce ai veri protagonisti dell'essere e fare scuola solitamente dimenticati, inascoltati, nei confronti e nel dibattito pubblico sulla scuola: gli studenti e le studentesse. Questo libro racconta un'iniziativa, "Educazione Bene Comune: riflessioni - tra presenza e distanza - sulla scuola che (NON) c'è", promossa dall'associazione Circola - Cultura, Diritti e Idee in movimento, che nel tentativo di analizzare la situazione della scuola post pandemia ha interpellato gli studenti di tre scuole di diverse regioni d'Italia (il Liceo Scientifico Lorenzo Respighi di Piacenza, l'Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo di Firenze e l'IIS Liceale Quinto Orazio Flacco di Portici), immaginando un progetto in cui i ragazzi potessero far sentire la loro voce, nella convinzione che solo integrando diversi punti di vista, esperienze e contesti, si possa comprendere quel che realmente sta accadendo nelle nostre scuole. L'analisi è partita dal bisogno di capire, in particolare, come si sia potuto verificare che - pur in una situazione straordinaria - l'interruzione del diritto allo studio non abbia scandalizzato troppo, e di come ne siano stati ignorati i riflessi sulla vita di un'intera componente della comunità scolastica, la principale, la più fragile, la più bisognosa di attenzione: quella studentesca. Capire quali siano le paure, le emozioni, le riflessioni e le proposte dei ragazzi è sicuramente un dovere per gli educatori, la società civile e le istituzioni, ma è anche un'occasione rara per ripensare in ogni suo aspetto il sistema scolastico, in crisi da anni e inadeguato ad affrontare le complesse sfide globali dell'immediato presente, ancor prima di quelle del futuro. Questo libro, con la ricerca e le parole degli studenti e delle studentesse, è un prezioso contributo al futuro della scuola. Prefazione di Cesare Moreno.
15,00

L'atto atomico della nonviolenza. Relazioni, stili di vita, educazione: Aldo Capitini e la tradizione nonviolenta

Gabriella Falcicchio

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 210

Aldo Capitini rappresenta una figura originale nel panorama culturale italiano ed europeo. Per la sua incollocabilità e scomodità, resta sconosciuto ai più e, quando è noto, rimane più nominato che studiato. Il suo pensiero, insieme a quello degli uomini e delle donne che hanno vissuto cercando di concretizzare ideali di giustizia, equità, accoglienza, apertura amorevole a tutti gli esseri, è impegno educativo, politico, umano, che oggi, mentre il pianeta resta inascoltato dai più nel suo grido di aiuto, appare essenziale. Siamo in cammino verso una storia diversa e la nonviolenza contribuisce sia con un pensiero ricco e aperto, fertile, inventivo, e per questo gioioso e festivo; sia con tante esperienze, realizzate e in corso, con una storia appassionante, tutta da esplorare, che parla il linguaggio concreto, vicino, feriale di una azione non utopica o destinata ad anime elette, ma realizzabile da tutti, ora, qui. Lo strumento più naturale e più umano per dar vita ad un linguaggio concreto nonviolento, che sia in grado di intaccare il presente è l'educazione, che l'autrice di questo volume ha voluto fosse il cardine intorno a cui è possibile raccogliere e rilanciare i vettori del cambiamento in corso e la lente per osservarli. Perché da sempre nel mondo esiste un'anima nonviolenta che lo abita e rappresenta una "forza più potente" della violenza, perché genera invece che distruggere, dà la nascita e moltiplica, invece di dimezzare e dare la morte.
18,00

Il calice e la spada. Come riconoscere e gestire l'aggressività nella prima infanzia

Claudio Riva

Libro

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 80

Un bambino tira i capelli ad un altro bambino che tenta di strappargli il giocattolo dalle mani urlandogli anche qualche parolaccia: quante volte abbiamo assistito a scene simili? Non si tratta certo di una situazione che indichi che qualcosa nella famiglia di quei bambini, nell'asilo o nella scuola dove accadono non funzioni. Il confine tra aggressività e sfogo irruento delle emozioni è sottile. Tra l'altro se da un lato l'aggressività è quasi universalmente accettata dalle scienze psicopedagogiche come un qualcosa di assai naturale, dall'altra rimangono ancora pensieri estremamente diversi sul come accostarsi ad essa. L'approccio di questo libro è maieutico e parte dalla consapevolezza, ormai acquisita dalle scienze, che intorno ai sei anni la struttura della personalità di ciascuno è sostanzialmente formata, il che significa che alcuni imprinting ricevuti sin dalla fase gestatoria influenzeranno il resto della vita. I primi anni di vita in famiglia, al nido e alla scuola dell'infanzia sono essenziali nell'imparare a gestire le emozioni e l'aggressività, sia del bambino che dell'adulto. Sono anni in cui insegniamo e apprendiamo a superare nella relazione educativa le caratteristiche dell'aggressività come istinto e lavoriamo sulla dimensione adattiva dell'incontro con gli altri individui: con i genitori e i familiari più prossimi, con i bambini e gli educatori e insegnanti ma anche con gli animali e animali, ambiente e sistema in generale. La differenza e la complementarietà del codice del calice e del codice della spada, che rimandano rispettivamente al materno e al paterno, è una dimensione che in questo libro accompagna la comprensione dello sviluppo dei bambini e le modalità attraverso le quali l'imprinting lasciato dagli adulti di riferimento aiuti i piccoli a diventare adulti in grado di gestire emozioni forti.
13,50

Adolescenti e musica. Come l'esperienza musicale accompagna la crescita emotiva

Romina Alfano

Libro

editore: la meridiana

anno edizione: 2022

pagine: 76

Il rapporto con la musica avviene già nell'utero materno: il ritmo del cuore della mamma rappresenta per il feto la prima colonna sonora della vita. Nel corso dell'infanzia ciascuno costruisce gradualmente una sua prima esperienza sonora grazie ai suoni che percepisce intorno a sé. Ma è con l'adolescenza che i ragazzi e le ragazze cominciano a formare una propria identità musicale più sintonica con i cambiamenti del corpo e della mente scegliendo autori, generi musicali e, in alcuni casi, percorsi di studio. La musica rappresenta una risorsa preziosa da sempre nella formazione della personalità di ciascuno. Svolge un ruolo fondamentale nella costruzione di valori etici e contribuisce alla definizione e anche al riconoscimento dell'identità sociale di ognuno. Anche per questo nei Paesi europei, compreso il nostro, l'educazione musicale sta assumendo sempre più importanza tra gli obiettivi previsti dal curricolo scolastico che vede il rafforzamento delle intelligenze emotive. Questo libro aiuta a comprendere quanto e come la musica accompagni la crescita emotiva della personalità dei ragazzi e come una formazione attraverso di essa debba essere inserita tra gli strumenti utili per il miglioramento del sistema scolastico. Perché la musica non sia più considerata una semplice "risorsa ricreativa" o passione di pochi, bensì uno dei linguaggi educativi della Scuola pubblica che consentono a tutti e tutte di diventare cittadini.
13,50

Canto di Natale. InBook

Charles Dickens

Libro

editore: la meridiana

anno edizione: 2021

Un romanzo ambientato nella Londra del diciannovesimo secolo divenuto una delle più famose e commoventi storie sul Natale nel mondo, tradotto in simboli di Comunicazione Aumentativa e Alternativa per essere fruito anche da lettori e lettrici con disabilità. "Canto di Natale", grazie alla traduzione del gruppo di lavoro Librarsi, è parte della collana accessibile Parimenti. Proprio perché cresco, che raccoglie classici della letteratura italiana e internazionale tradotti in simboli o secondo il modello inbook adottato dal Centro Studi Inbook. I libri in simboli rientrano nella categoria dei libri su misura, costruiti attraverso un adattamento e una traduzione in simboli del testo scritto affinché, attraverso il continuo rimando all'immagine, il lettore possa essere facilitato nella comprensione di quanto scritto. Sono libri INsoliti, INtuitivi, INterculturali, che servono per stare INsieme, per l'INcontro, per INcuriosire e per l'INtegrazione. Età di lettura: da 8 anni.
16,00

Radici nel futuro. La vita di Adele Costa Gnocchi (1883-1967)

Grazia Honegger Fresco

Libro

editore: la meridiana

anno edizione: 2021

pagine: 312

In Grazia Honegger Fresco è sempre stato vivo ciò che lei stessa chiamava "il dovere della memoria" verso l'instancabile opera rivoluzionaria portata avanti da Adele Costa Gnocchi, nei confronti della nascita, dell'infanzia, della vita stessa. Giunta alla vecchiaia, salda il debito di gratitudine con questo libro (pubblicato in prima edizione nel 2001), che è sì la storia di Costa Gnocchi ma, allo stesso tempo, quella di un gruppo pionieristico di giovani donne sbarcato in quel territorio sconosciuto che, nel dopoguerra, erano il neonato e il bambino. Una vicenda appassionante che illumina per il coraggio, la tenacia, l'acume. Se Maria Montessori è stata la lente attraverso cui Grazia Honegger Fresco ha guardato i bambini, Adele Costa Gnocchi è stata la sua maestra. Da lei ha appreso la difficile arte dell'osservazione, l'approccio maieutico nella formazione, il piglio deciso e insieme affettuoso con i genitori. Da lei la convinzione che l'educazione non può che partire da una nascita e da una crescita rispettosa del bambino, in un ambiente calmo, con un'assenza di tensioni, nella libertà di scelta e di seguire i propri ritmi, con la presenza rassicurante di adulti non improvvisati. La speranza è che questo libro venga letto e riletto, soprattutto da chi, giovane come lo era Grazia nel 1947, inizia ora ad affacciarsi al mondo dell'educazione, perché nelle sue pagine è viva quella chiave di cui Adele Costa Gnocchi era sempre in cerca nelle persone che chiamava accanto a sé per portare avanti lo studio sulla lunga infanzia umana. Questa nuova edizione è a cura di Sara Honegger, Fulvio Honegger e Marcello Grifò.
20,00

La scatola magica. Uno strumento per facilitare le relazioni con il bambino

Giovanna Parimbelli

Libro: Copertina morbida

editore: la meridiana

anno edizione: 2021

pagine: 62

La scatola magica, offrendo al bambino la possibilità di immergersi nel suo mondo interiore, permette di osservare l'altro e farlo proprio attraverso l'imitazione consentendo anche il conflitto, come esperienza di arricchimento. Non serve spiegare come svolgerla, né esiste un modo universale per farlo, sarà l'educatore stesso che, in momenti diversi della giornata, utilizzerà in assoluta autonomia la sua scatola personale che ogni volta gli permetterà di essere unico, scegliendo di estrarre e narrare ciò che in quel momento può condividere in modo autentico. L'autrice, lavorando da oltre vent'anni con minori da 0 a 6 anni e non solo, in ambito educativo prima e psicologico poi, ha allargato l'utilizzo della scatola magica anche alla sfera psicopedagogica perché è la magia, che pian piano si genera, a portare i bambini ad avvicinarsi e prendere posto per restare in attesa di ciò che uscirà dalla scatola dando il via al processo di relazione. Non si tratta quindi della semplice estrazione di un oggetto e di qualche canzone cantata, ma del contenuto che veicola significati più ampi e profondi sviluppando il pensiero magico del bambino, poiché ogni cosa all'interno della scatola magica è per lui viva e animata da sentimenti. Così la macchinina sarà arrabbiata o felice e il maialino spaventato o triste, progressivamente i bambini comprendono azioni e prevedono reazioni agli oggetti in un'ottica di sviluppo di pensiero. Si potrà allora affrontare con loro una moltitudine di argomenti quali il lutto, l'identità di genere, l'intelligenza, il bilinguismo e tutto ciò che il bambino riuscirà ad esprimere. La magia scaturita della scatola magica, intesa come il semplice piacere di assistere ad una sorta di spettacolo o un libro narrato con trame sempre diverse, si può difficilmente raccontare a parole. Bisogna usarla.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.